Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
cancun175

Gallieno e Tetrico nel Braithwell

Risposte migliori

cancun175

Ecco tre "nuove" monete Braithwell che stanno entrando nella mia collezione (sono in arrivo). Capisco che interessano più il lavoro che sto facendo con Illyricum su questo hoard e sulla Britannia del III secolo che la totalità degli utenti di questo Forum. Comunque, ve le mostro. E colgo l'occasione per dirvi che anche la collezione Braithwell di Illyricum ha raggiunto livelli non male.

Ecco le monete:

Gallieno (regnante da solo), zecca di Roma, 260-268 d.C., antoniniano ex Braithwell hoard

AE, 3.294 gr, 23.3 mm, 180°, B

D/ GALLIENVS AVG, testa radiata a dx

R/ SOLI CONS AVG, Pegaso a dx, A in ex

RIC V, part I, 283 (sole reign); Braithwell Report #42 (this coin)

Provenienza: ex Braithwell hoard (2002), ex CNG (2007), ex Yorkcons (2011), ex FAC (2011)

---------------------------

Tetrico I, antoniniano, ex Braithwell hoard

AE, 2.114 gr, 18.0 mm, 180° qBB/B

D/ IMP C TETRICVS P F AVG, busto radiato e corazzato a dx

R/ VICTORIA AVG, Vittoria andante a sx con una corona nella dx e palma con fronda nella sx

RIC V, part II, 139; Braithwell Report #169 (22 esemplari nell' hoard)

Provenienza: ex Braithwell hoard (2002), ex CNG (2007), ex Yorkcoins (2011), ex FAC (2011)

------------------------------

Tetrico I, antoniniano, ex Braithwell hoard

AE, 2.854 gr, 18.2 mm, 180° qBB

D/ IMP C TETRICVS P F AVG, busto radiato e corazzato a dx

R/ SALVS AVGG, Salus stante a sx, nutre un serpente che si solleva da un altare, patera nella dx, ancora a terra a sx

RIC V, part II, 126; Braithwell Report #181 - 183 (37 esemplari nell' hoard)

Provenienza: ex Braithwell hoard (2002), ex CNG (2007), ex Yorkcoins (2011), ex FAC (2011)

post-7971-0-98147900-1323369809_thumb.jp

post-7971-0-97892000-1323369862_thumb.jp

post-7971-0-74520400-1323369918_thumb.jp

Modificato da cancun175

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dareios it

Vi faccio i miei complimenti per lo scopo di questi acquisti, ma perchè no... anche per le monete ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Vi faccio i miei complimenti per lo scopo di questi acquisti, ma perchè no... anche per le monete ;)

Grazie Dareios it,

parlando di un hoard è chiaro che l'aspetto "monete" è rilevante.

Ma come parlare della "cristallizzazione" di un momento storico senza affrontare il quadro del momento? E il III secolo nella Britannia, periodo movimentato in tutto l'Impero non fa eccezione alla regola. Tra campagne militari oltre il Vallo, Impero Gallico, Impero Britannico, primi attacchi dei Sassoni... Per sommi capi si conosce la Storia, se si entra nei dettagli bisogna interpretare evidenze e fonti. Insomma, un lavoro improbo per certi versi ma, alla fine, di grossa soddisfazione.

Per il discorso numismatico, ci si sarebbe potuti limitare a presentare un catalogo ma Cancun si è messo di buzzo buono a cercare di interpretare il motivo delle emissioni delle monete presenti nel deposito.

Abbiamo avuto la fortuna di poter contare su una collezione, quella di Cancun, già abbastanza completa fin da principio; certo, taluni esemplari son di reperibilità difficile se non impossibile (ad esempio Aureliano presente con 1 sola moneta venduta da Yorkcoins tempo fa). E inoltre ci son stati problemi ad acquistarle...

Ma piano piano siamo arrivati, con qualche mia integrazione, a più di 50 monete (sulle 1331 totali) e a rappresentare un buon numero di imperatori e tipologie di rovescio.

Qualche chicca ne esce poi:

un Quintillio, poco rappresentato, l'abbiamo trovato (e con un certo sacrificio economico da parte di Cancun),

qualche moneta unica nell'hoard siamo riusciti a trovarla, certe magari dovremo acquistarne una foto dal Museo di competenza (il Laeliano presso il Museo di Doncaster ad esempio, o un Salonina, scarsa e della quale si ha notizia unicamente di una moneta venduta da CNG.. per soli 35 USD!).

E la ricerca continua...

Infine, una delle "only a coin in the hoard", già presentata tempo fa:

post-3754-0-79702300-1323374130_thumb.jp

Victorinus, VIRTVS AVG, RIC 78 variante, rappresentata dal verso (sn) del soldato al rovescio.

E' considerata rara, per dare un'idea su 65 VIRTVS AVG di Victorinus rinvenuti nel Cunetjo Hoard, solo 5 sono del tipo variante. Nel Braithwell il rapporto è 41:1...

Per confronto c'è il

post-3754-0-99644100-1323374251_thumb.jp

Victorinus, VIRTVS AVG, RIC 78, soldato verso dx.

Ciao

Illyricum

:)

Modificato da Illyricum65

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Interessanti monete e anche interessanti passaggi in asta, che vedo essere comuni per tutte e tre. Sono stati fatti, che tu sappia, degli acquisti "in blocco"?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Il grosso dell'hoard fu acquistato da CNG coins. Antony Wilson, di Yorkcoins, inglese dello Yorkshire trasferito a New York ne acquistò una parte (e a lui va dato il merito di aver impedito la dispersione completa dell'hoard). Poi, in seguito De La Fè (Imperial Coins) e Joe Sermarini (Forum Ancient Coins) ne acquistarono alcune.

Un piccolo quantitativo (25 pezzi) furono trattenuti dal rinvenitore, Mr. Leech (non so che tipi ma ritengo tra quelli abbastanza rappresentativi, non ci ha fornito un' elenco). Il Lealiano, la moneta di maggior pregio, fu acquistata dal Doncaster Museum. 5 si trovano al British Museum, con resti della chiusura della bocca del vaso sulle superfici.

CNG ne vendette anche a lotti da 100 pezzi l'uno + alcune "sciolte".

post-3754-0-32455100-1323378499_thumb.jp

La didascalia dei lotti riportava:

There are 11 lots available. Each lot comes with a preliminary Hoard report listing of the coins in the Braithwell Hoard, allowing the purchasers, the opportunity to assign Hoard Numbers to each coin.

This is a perfect lot for the student, part-time dealer or ebay reseller.

Insomma, gran parte del deposito rischiava di esser dispersa (e così probabilmente avvenne...).

Molti hanno comperato i lotti non perchè interessati all'hoard in se ma ad un'offerta di antoniniani a prezzo basso e probabilmente anche le singole monete (quelle scelte tra le migliori) vennero acquistate in quanto "antoniniano di buona fattura" e non per provenienza. D'altra parte la stessa casa indicava "perfetto lotto per studenti, venditori part-time o venditori ebay" :cry: .

Infatti il Quintillio che ho trovato e Cancun è riuscito ad acquistare era in possesso di un collezionista che l'aveva acquistato in quanto "antoniniano di buona fattura di Quintillio" (almeno economicamente c'ha guadagnato... ;) ).

Un Probo è in possesso di un collezionista americano cui ho provato a chiederne la vendita ma niente, se lo tiene.

Un Postumo forse imitativo è passato per Beastcoins ...

Ancora una cosa:

la lista delle monete cui fa riferimento la didascalia è il "Preliminary Reports" del 2002. Noi per la catalogazione utilizziamo il Report fornitoci da Richard Adby del British Museum, che ha catalogato il deposito ed è aggiornato al 2009.

Ciao

Illyricum

:)

Modificato da Illyricum65

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

Ottima ricostruzione, quella di Illyricum. Aggiungo solo che un Probo (su sei) ce l'abbiamo e, tra gli imperatori rari nell'hoard, sono riuscito a mettere le mani su uno dei due Valeriano e sull'unico Aureolo (un altro era barbarico e purtroppo mi è sfuggito). Di Quintillo (sei presenze nell'hoard) ha già detto Illyricum: il suo colpo d'occhio sul mercato è stato determinante. Così come il mio coraggio (dato il prezzo che chiedevano). Mi manca solo l'unico Aureliano e stiamo dando cazzotti in cielo per averlo. Ne sferro un altro: se qualcuno di voi l'ha preso, sono disposto a fare follie! Del resto, nel lavoro che stiamo facendo, le monete sono il problema minore: abbiamo speso molto molto di più in libri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

interessantissima la storia di questo ripostiglio e mirabile il lavoro che state facendo.

avete una previsione circa i tempi di pubblicazione dell'opera?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

interessantissima la storia di questo ripostiglio e mirabile il lavoro che state facendo.

avete una previsione circa i tempi di pubblicazione dell'opera?

Grazie per l'apprezzamento, Grigioviola!

Diciamo che non abbiamo ben previsto una data precisa di uscita. Ci riserviamo di andare in Uk in primavera per incontrare Abdy, Mr.Leech, vedere la zona di Braithwell ed il sito (che dovrebbe ricadere comunque in una proprietà privata, se le indicazioni ricevute sono corrette), andare al Museo di Doncaster cui fa riferimento Braithwell. Farlo in estate con le Olimpiadi di Londra imminenti sarebbe da suicidio. Vorremmo farlo avendo però una falsariga del testo per poterne discutere magari alcuni punti.

Inoltre il testo richiede continuamente aggiornamenti e ricerche, rallentando la stesura dello stesso. Considera che tra lavoro e famiglia, il tempo da dedicare al progetto è purtroppo ridotto (e così così ... le Bengentili consorti protestano ;)!) rispetto alle esigenze ed alle nostre stesse aspettative.

Al termine probabilmente proveremo a stamparne alcune copie personali e le proporremo all'interesse di case editrici tematiche. Incrociando le dita... mala tempora currant!

Per cui di previsioni... purtroppo non possiamo farne. Se poi c'azzeccano i Maya... sai che bidone! :D :D

Ciao

Illyricum

:)

PS: approfitto dell'occasione per chiederVi e a voi funziona tutto, dopo il "restyling". Ad esempio son da alcuni giorni che non ricevevo gli avvisi di "nuova discussione" alla Sezione... :huh:

Modificato da Illyricum65

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

mi auguro che troviate un editore specializzato!

al limite ci sono diverse possibilità di print on demand e di realizzazione in ebook, potrebbe essere una strada anche quella.

rinnovo i complimenti al vostro lavoro... e non sono complimenti propriamente a scatola chiusa, perchè ne intuisco il tenore dalla qualità dei vostri interventi e dalla passione profusa nella ricerca delle monete di questo hoard.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

Faremo senz'altro un ebook come bozza del lavoro da tentare di presentare a qualche editore tradizionale. Poi, in caso di passaggi a vuoto, definiremo la pubblicazione informatica. Ma la speranza è di trovare interesse.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

Il grosso dell'hoard fu acquistato da CNG coins. Antony Wilson, di Yorkcoins, inglese dello Yorkshire trasferito a New York ne acquistò una parte (e a lui va dato il merito di aver impedito la dispersione completa dell'hoard). Poi, in seguito De La Fè (Imperial Coins) e Joe Sermarini (Forum Ancient Coins) ne acquistarono alcune.

Un piccolo quantitativo (25 pezzi) furono trattenuti dal rinvenitore, Mr. Leech (non so che tipi ma ritengo tra quelli abbastanza rappresentativi, non ci ha fornito un' elenco). Il Lealiano, la moneta di maggior pregio, fu acquistata dal Doncaster Museum. 5 si trovano al British Museum, con resti della chiusura della bocca del vaso sulle superfici.

CNG ne vendette anche a lotti da 100 pezzi l'uno + alcune "sciolte".

post-3754-0-32455100-1323378499_thumb.jp

La didascalia dei lotti riportava:

There are 11 lots available. Each lot comes with a preliminary Hoard report listing of the coins in the Braithwell Hoard, allowing the purchasers, the opportunity to assign Hoard Numbers to each coin.

This is a perfect lot for the student, part-time dealer or ebay reseller.

Insomma, gran parte del deposito rischiava di esser dispersa (e così probabilmente avvenne...).

Molti hanno comperato i lotti non perchè interessati all'hoard in se ma ad un'offerta di antoniniani a prezzo basso e probabilmente anche le singole monete (quelle scelte tra le migliori) vennero acquistate in quanto "antoniniano di buona fattura" e non per provenienza. D'altra parte la stessa casa indicava "perfetto lotto per studenti, venditori part-time o venditori ebay" :cry: .

Infatti il Quintillio che ho trovato e Cancun è riuscito ad acquistare era in possesso di un collezionista che l'aveva acquistato in quanto "antoniniano di buona fattura di Quintillio" (almeno economicamente c'ha guadagnato... wink.gif ).

Un Probo è in possesso di un collezionista americano cui ho provato a chiederne la vendita ma niente, se lo tiene.

Un Postumo forse imitativo è passato per Beastcoins ...

Ancora una cosa:

la lista delle monete cui fa riferimento la didascalia è il "Preliminary Reports" del 2002. Noi per la catalogazione utilizziamo il Report fornitoci da Richard Adby del British Museum, che ha catalogato il deposito ed è aggiornato al 2009.

Wilson ha "salvato" la memoria di circa 400 monete, delle quali abbiamo documentazione fotografica (in pratica, ha acquistato almeno 4 lotti multipli da CNG ed ha provveduto alla catalogazione sulla base del report di Abdy). Di un altro centinario di monete è rimasta traccia fotografica da CNG, in quanto vendute singolarmente: per esempio, la moneta di Quintillo nella nostra collezione non è passata per Wilson, ma per la vendita singola di CNG (in pratica, è emersa nel mercato e l'autenticità è stata provata dalla foto CNG).

Ed è su queste monete che girano le collezioni di Illyricum e mia (52 pezzi in tutto) e le iniziative commerciali di altri venditori (Imperial e FAC in testa). Come ha detto Illyricum, il Doncaster museum ha 1 moneta, il British museum ne ha 5 e lo scopritore 25. E' da appurare se il proprietario del fondo, che ha imposto l'asta, ne ha trattenuta qualcuna. Purtroppo credo che non ci sia niente da fare per circa 7-800 monete. Resta ovviamente la speranza che qualcuno abbia acquistato all'origine nella coscienza della provenienza. Ma, in questo caso, l'emersione nel mercato andrà suffragata da prova documentale, anche perché il Braithwell report comincia a essere utilizzato come strumento di classificazione e questa circostanza provoca confusioni. Per non parlare, ovviamente, di possibili malversazioni dovute alla crescente pubblicità che il mercato ha garantito a questo hoard.

Comunque, Illyricum ed io siamo riusciti a concludere l'acquisizione di buona parte delle tipologie: ci mancano Salonina ed Aureliano e di Aureliano esisteva una sola moneta (fotografata da Wilson).

Modificato da cancun175

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×