Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Paleologo

Aiuto per valutazione costi

Risposte migliori

Paleologo

Salve gente, ieri al mercato di Ponte Milvio ho incrociato un tale che vendeva qualche esemplare non orripilante di monete papali (evento più unico che raro, nonostante siamo a Roma). Non ho però comprato nulla perchè i prezzi mi sembravano decisamente alti. Sareste così gentili da confermare o smentire la mia impressione? Vi fornisco un paio di prezzi:

Pio IX - 5 Baiocchi per Roma 1854 - BB - 70€

Pio VII - Quattrino per Bologna 1816 - 3° o 4° tipo riportato dal Gigante (QVATTRINO in esergo) - SPL - 40€

Non sono certissimo delle date perchè vado a memoria. I vostri commenti? Grazie anticipatamente

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giovenaledavetralla

I 5 baiocchi erano quelli piccolini in argento?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

turifra

ciao paleologo ti do una risposta che centra e non centra con la tua domanda nel senso che sopratutto hai banchetti le richieste dei venditori sono quasi sempre!!! più alti del dovuto e chi è un po pratico di numismatica non trova riscontro con il mercato dei listini e delle vendite pubbliche, bisogna essere sempre pronti anche ad estenuanti trattative ecco perchè io pur abitando a roma quasi sempre preferisco per i miei acquisti i listini le aste o internet. ciao francesco ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo
I 5 baiocchi erano quelli piccolini in argento?

95227[/snapback]

No, quelli grandi in rame :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Ciao turifra, infatti lo spirito della domanda era proprio questo: prima di buttarmi a comprare a destra e a manca mi piacerebbe avere qualche riferimento più concreto sulle quotazioni reali di mercato. I prezzi che ho segnalato mi sembravano alti persino rispetto a quelli di catalogo (Gigante&Montenegro). Dato che altri prezziari non mi risulta esistano in particolare per il periodo pre-1800 dovrò necessariamente crearmi una specie di database privato. Mi sembra però curiosa la tua osservazione: facendo riferimento a quello che si legge su questo forum ad es. per le monete di VEIII, andando per mercati si dovrebbero spuntare prezzi abbastanza più bassi rispetto a quelli di asta :huh: (almeno per le cose che si possono trovare in un mercatino)

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rosarioma778

Conosco bene solo i 5 baiocchi in rame, ed il prezzo è assai elevato, hai fatto bene a non comprarlo. Poi quelli con la zecca di Roma sono molto comuni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dimitrios
Dato che altri prezziari non mi risulta esistano in particolare per il periodo pre-1800 dovrò necessariamente crearmi una specie di database privato.

Bravo Paleologo.Hai centrato bene una mia preoccupazione.

La mancanza di un prezziario è in effetti un grosso problema per chi deve cominciare a collezionare le papali pre-1800. Io sto pensando seriamente di cominciare, spero fra pochi anni e dopo i marenghi, una collezione papale ma vedo che prima di tutto bisogna creare una specie di database/prezzario già da adesso per non trovarmi impreparato al momento dei primi acquisti.

Facile da dire, difficile da attuare però vista la vastità della monetazione pontificia.Il lavoro da fare è davvero enorme... :unsure:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dimitrios
Mi sembra però curiosa la tua osservazione: facendo riferimento a quello che si legge su questo forum ad es. per le monete di VEIII, andando per mercati si dovrebbero spuntare prezzi abbastanza più bassi rispetto a quelli di asta  :huh: (almeno per le cose che si possono trovare in un mercatino)

In pratica però i pezzi rari e/o di conservazione alta passano sempre più spesso solo dalle aste o dai commercianti più grossi.Diciamo che per gli esemplari di un certo prestigio, i mercatini non bastano più.La strada delle aste è praticamente una strada a senso unico e questo vale un po’ per tutte le monetazioni non solo per quella papale <_<

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giuseppe

Per il 5 Bai Cu 1854 (sia VIII che IX) il prezzo mi sembra alto; con quella cifra penso si possa acquistare Spl.

Per il Quattrino, se VERAMENTE Spl, tenterei di prenderlo a 25-30 Euro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dark

Ho sempre avuto anche io problemi con i prezzi delle papali che si trovano nei mercatini..........tenendo presente che da me le monete papali piu' "antiche" che si trovano sono quelle di Pio IX...... <_<

Da me poi chiedono dei prezzi ancora piu' assurdi....... per un 1/2 soldo in rame di Pio IX anno 1867 XXII in condizione MB- volevano 45 €.

Se poi ti interessa il pezzo d'argento .......mamma mia! :o allora si passano i 60 € !!!!!! per dei pezzi che dire orrendi e' poco...

Devo ammettere che qualche fregatina me la sono presa ai mercatini............ :unsure: <_<

pero' adesso siccome mi sto appassionando alle monete pre 1800 faccio i miei acquisti solo da negozianti , cosi' almeno mi porto a casa una moneta molto piu' bella e in alcuni casi un po' piu' rara. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo
La mancanza di un prezziario è in effetti un grosso problema per chi deve cominciare a collezionare le papali pre-1800. Io sto pensando seriamente di cominciare, spero fra pochi anni e dopo i marenghi, una collezione papale ma vedo che prima di tutto bisogna creare una specie di database/prezzario già da adesso per non trovarmi impreparato al momento dei primi acquisti.

Facile da dire, difficile da attuare però vista la vastità della monetazione pontificia.Il lavoro da fare è davvero enorme...  :unsure:

95396[/snapback]

Visto che comunque l'interesse per le monete papali in questo forum sta aumentando, e che personalmente trovo questa monetazione affascinante anche limitandosi ai piccoli tagli, potremmo forse provare a unire le forze e mettere in piedi qualcosa del genere, una specie di database autocostruito? Mi piacerebbe sapere l'opinione dello staff, di rcamil in particolare.

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giuseppe
La mancanza di un prezziario è in effetti un grosso problema per chi deve cominciare a collezionare le papali pre-1800. Io sto pensando seriamente di cominciare, spero fra pochi anni e dopo i marenghi, una collezione papale ma vedo che prima di tutto bisogna creare una specie di database/prezzario già da adesso per non trovarmi impreparato al momento dei primi acquisti.

Facile da dire, difficile da attuare però vista la vastità della monetazione pontificia.Il lavoro da fare è davvero enorme...

E' quello che ho iniziato a fare, ma è un lavoro lungo.

Il WC può servire da riferimento generale per i prezzi, ma le quotazioni sono inaffidabili (come d'altra parte le quotazioni di cataloghi italiani per il periodo 1750-1850 per gli stati italiani che conosco già).

Vedi la monetazione solo di Pio VI: se consideri tutti i metalli, e le zecche, già da se è enorme.

Ora sto cercando il modo di mettere insieme lo schema di una collezione tipologica rappresentativa, per quanto possibile e secondo criteri tutti miei, del '700 dello Stato Pontificio e nel contempo vedere listini ed aggiudicazioni nel passato, ma è veramente dura; rispetto all'800 tipi e varianti si moltiplicano a dismisura.

D'altra parte il divertimento forse è proprio questo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Sono assolutamente d'accordo che un lavoro del genere dovrebbe dare come inizio almeno un riferimento per le tipologie. In effetti gi stessi cataloghi nella maggior parte dei casi al massimo riportano un premio per Bologna rispetto a Roma, che evidentemente è considerata genericamente più comune, ma per un dato tipo danno la stessa quotazione per i diversi anni, per non parlare delle varianti che spesso non sono neanche catalogate singolarmente.

A proposito della mancanza di un prezziario, si è parlato della prossima uscita di un catalogo Alfa dedicato alle papali, ma a quanto pare siamo ancora a livello di "rumors". Senza contare che Alfa è famoso per la sua "generosità" (non verso chi compra ;) )

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dark

Da quel che ho sentito dire e' da anni che L'Alfa edizioni promette di lanciare sul mercato il catalogo sulle monete papali ma.........e' solo fumo..... :(

Io gli ho gia' scritto numerose email per avere informazioni in generale su questo catalogo.......e non ho ancora avuto risposta............MISTERO :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
Da quel che ho sentito dire e' da anni che L'Alfa edizioni promette di lanciare sul mercato il catalogo sulle monete papali ma.........e' solo fumo..... :(

Io gli ho gia' scritto numerose email per avere informazioni in generale su questo catalogo.......e non ho ancora avuto risposta............MISTERO :blink:

95785[/snapback]

Sul loro sito, ormai da mesi, l'unico accenno rimane questa pagina pubblicitaria, dove si continua a dire che il catalogo è in prenotazione <_<

http://www.alfaedizioni.it/locandina.jpg

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil
Visto che comunque l'interesse per le monete papali in questo forum sta aumentando, e che personalmente trovo questa monetazione affascinante anche limitandosi ai piccoli tagli, potremmo forse provare a unire le forze e mettere in piedi qualcosa del genere, una specie di database autocostruito? Mi piacerebbe sapere l'opinione dello staff, di rcamil in particolare.

95520[/snapback]

Scusate il ritardo nella risposta, ero "fuori sede" :P

Quanto ai prezzi dei due esemplari di apertura di scussione direi decisamente alti... <_<

Quanto invece al prezziario papale, in particolare pre-1800 la vedo impresa titanica, non tanto per le tipologie più note, prendiamo ad esempio le piastre, delle quali rarità e apparizioni in asta, con i relativi realizzi sono un database già quasi perfetto; il problema sorge per la miriade di tagli minori e di varianti delle tante zecche, dei quali poco sì sa tramite le aste ufficiali e che da molti collezionisti non vengono nemmeno presi in considerazione.

Ciao, RCAMIL ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dimitrios
Quanto invece al prezziario papale, in particolare pre-1800 la vedo impresa titanica, non tanto per le tipologie più note, prendiamo ad esempio le piastre, delle quali rarità e apparizioni in asta, con i relativi realizzi sono un database già quasi perfetto; il problema sorge per la miriade di tagli minori e di varianti delle tante zecche, dei quali poco sì sa tramite le aste ufficiali e che da molti collezionisti non vengono nemmeno presi in considerazione.

Sono assolutamente d'accordo con te rcamil! Il lavoro da fare è davvero enorme e soprattutto presenta molte difficoltà per i tagli minori.Infatti ho già notato anch'io che queste monete sono trascurate nei cataloghi d'asta che consulto abitualmente.

Personalmente avevo pensato di creare un database/prezziario per le monete papali in oro.Non è comunque un lavoro da poco ma credo che è possibile portarlo avanti visto il numero limitato di monete in oro che passa in asta.Fino ad oggi però non ho trovato il tempo (e forse il corraggio :rolleyes: ) di iniziare questo lavoro anche perchè sono già abbastanza impegnato con gli archivi dei marenghi :rolleyes:

Infine penso che si può estendere il lavoro anche per le monete d'argento più importanti tipo le piastre,mezze piastre, testoni, scudi etc.

Chi sa... forse un giorno troverò il tempo di iniziare anche questo lavoro.Mi sembra però assurdo che dopo l'opera di Muntoni nessuno si è impegnato a fare un lavoro del genere :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo
Chi sa... forse un giorno troverò il tempo di iniziare anche questo lavoro.Mi sembra però assurdo che dopo l'opera di Muntoni nessuno si è impegnato a fare un lavoro del genere  :(

95924[/snapback]

Forse perchè la monetazione pontificia ha due caratteristiche che la rendono poco appetibile dal punto di vista del rapporto costo/beneficio per un "catalogatore": 1) quantità di lavoro immane, come già detto sopra 2) possibili acquirenti pochini... in sostanza un "lavoro a perdere" dal punto di vista commerciale :( Chissà se magari tutta la recente speculazione sul Vaticano non servirà almeno a migliorare la situazione per quello che riguarda il punto 2) :unsure:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giuseppe
il problema sorge per la miriade di tagli minori e di varianti delle tante zecche, dei quali poco sì sa tramite le aste ufficiali e che da molti collezionisti non vengono nemmeno presi in considerazione

Appunto per questo è interessante cercare di farlo: in fin dei conti è ancora un settore che ti lascia spazio a possibili ulteriori scoperte, studi, ecc... Quante volte si vedono infatti monete di questo periodo, specialmente i bassi valori, con Munt. manca - CNI manca?

Che poi molti collezionisti di oggi, probabilmente di gran lunga la maggior parte, prediliga zecchini, ducati, piastre, ecc.. rispetto alle monete piccole (che erano poi quelle che effettivamente svolgevano il loro compito di mezzo di scambio) è comprensibile dal punto di vista estetico e da quello di possibile rivalutazione nel tempo della moneta, ma non tanto dal punto di vista strettamente numismatico.

Un collezionista del passato diceva, più o meno: "Voglio molti soldati per i miei generali", nel senso che la collezione doveva avere una rappresentazione verticale comprendente tutto il circolante e che i pezzi di "pregio" intesi come alti valori dovevano essere accompagnati da tutta la parte divisionaria (si dice così ?).

Io la vedo come lui per cui sto cercando di raccogliere dati anche dei pezzi minori; quanto poi questi siano rappresentativi della rarità è tutto da vedere, ma d'altra parte in qualche modo bisognerà pur cominciare, no?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo
Un collezionista del passato diceva, più o meno: "Voglio molti soldati per i miei generali"

95938[/snapback]

Frase azzeccatissima da condividere in pieno :D

Chi è il personaggio in questione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giuseppe

Il nome non lo ricordo ma è uno di quelli che ha poi donato le sue collezioni ad un museo; è passato un pò di tempo da quando ho letto l'articolo, ma la frase mi è rimasta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Maffeo

Una ventina d'anni fa andavo regolarmente, quasi ogni domenica mattina, a dare un'occhiata alle offerte delle bancarelle di portaportese - allora si poteva ancora acquistare una decina di monete piccole (quattrini, piccioli) del '400-'700 per un paio di migliaia di lire.

Oggi non vale assolutamente la pena di frequentare i mercatini - i pezzi sono sempre di pessima conservazione e, tuttavia, più cari che anche nei negozi numismatici rinomati..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giuseppe

Completamente d'accordo con Maffeo, anche se nel mio caso non era portaportese.

Oggi ai mercatini (quanto non ti conoscono) sono capacissimi di proporti un tondello appena leggibile per FdC; per i prezzi lasciamo perdere.

Se dovessimo basarci sulla situazione attuale per alcuni venditori dei mercatini verrebbe da pensare che ebay sia una cosa seria :lol:

Peccato, un altro mondo, ed opportunità se non altro per una passeggiata, persi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Maffeo

beh, per fare un passeggiata ci sono sempre i pub irlandesi :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×