Jump to content
IGNORED

moneta trovata in Sicilia


Cromio di Aitna
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti sono nuovo di questo forum.

Ieri mattina in campagna (in Sicilia) ho rinvenuto una moneta che ha un diametro di 2,6 cm.

Su un lato della suddetta moneta sembra scorgersi una figura umana in groppa ad un cavallo,

mentre l'altro lato non è leggibile.

Desidero sapere se qualcuno è in grado di capire da quale zecca è stata coniata ed in quale periodo storico.

post-29207-0-10259300-1329418334_thumb.j

post-29207-0-21740300-1329418345_thumb.j

Link to comment
Share on other sites


Ciao e benvenuto nel forum. Devo ricordati la normativa intaliana, in materia, in particolare quanto indicato al punto 2 del link, che ti allego

Link to comment
Share on other sites


Dimenticavo di scriverlo

è vero ho trovato questa moneta, ma in uno scavo regolare della soprintendenza (sono uno studente di beni culurali, quindi mi è stato concesso di fotografarla)

la monetta si trova quindi presso il deposito della soprintendenza

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Dimenticavo di scriverlo

è vero ho trovato questa moneta, ma in uno scavo regolare della soprintendenza (sono uno studente di beni culurali, quindi mi è stato concesso di fotografarla)

la monetta si trova quindi presso il deposito della soprintendenza

complimenti!!

bel lavoro!!

Link to comment
Share on other sites


la moneta è stata ritrovata nella valle del fiume Simeto (in una zona soggetta a forti scavi clandestini)

Edited by Cromio di Aitna
Link to comment
Share on other sites


Supporter

DE GREGE EPICURI

Si può anche pensare che la figura umana non sia "sul" cavallo, ma in piedi "davanti" al cavallo. In questo caso, potrebbe trattarsi della moneta dei Mamertini che presenta da un lato la testa di Ares laureata a sin; e dall'altro, cavaliere con clamide che tiene per il morso un cavallo, e la scritta MAMERTINON. Le misure mi paiono compatibili. Zecca: incerta, come per quasi tutte le monete dei mercenari.

Link to comment
Share on other sites


Ipotesi...solo per confronto ....

Penso che la moneta citata da gPittini sia questa ........per eventuale confronto

http://www.wildwinds...sg/sg1143.4.jpg

SICILIA, The Mamertinoi. Dopo il 210 aC. Æ Pentonkion. Testa laureata di Ares sinistra / MAMERTINWN , cavaliere nudo, la lancia nella mano sinistra, che porta la sinistra cavallo; P in campo a sinistra. SNG ANS 430; Calciati 25; BMC 32.

Edited by profausto
Link to comment
Share on other sites


Scusatemi sono nuovo del forum

avevo aperto prima una discussione ma mi è stata chiusa, causa la mia mancata conoscenza delle regole del forum

con i dovuti accorgimenti cerco di riproporla

Sono uno studente di Beni Culturali, durante uno scavo (regolrmente condotto sia dalla soprintendenza che dall'università) ho rinvenuto

in una necropoli ormai compromessa da scavi clandestini una moneta che ha un diametro di 2,6 cm.

Su un lato della suddetta moneta sembra scorgersi una figura umana in groppa ad un cavallo,

mentre l'altro lato non è leggibile.

Desidero sapere se qualcuno è in grado di capire da quale zecca è stata coniata ed in quale periodo storico, visto che è stata ritrovata

mischiata a reperti di diverse epoche.

PS

la moneta ovviamente non è in mio possesso, ma trovasi custodita nel deposito dei reperti della soprintendenza

post-29207-0-45244800-1329441534_thumb.j

post-29207-0-06097700-1329441553_thumb.j

Edited by Paleologo
le due discussioni sono state riunite
Link to comment
Share on other sites


Per precisione aggiungo che il luogo di rinvenimento è vicinissimo ad altri siti archeologici,

in passato sotto il controllo dei mercenari campani (Mamertini)

Link to comment
Share on other sites


Ritengo che questa sia la sede più appropriata per questa discussione, trattandosi comunque di una moneta siciliana.

Da quello che posso vedere dall'immagine e per il contesto del ritrovamento archeologico, credo ci siano pochi dubbi sull'identificazione con un bronzo dei Mamertini (è corretta l'attribuzione riportata nell'altra discussione).

Link to comment
Share on other sites


  • 5 months later...

Ringrazio Paleologo. Spesso è utile riunire discussioni che possono essersi "sparpagliate" pur trattando dello stesso argomento.

Trattandosi poi di una moneta rinvenuta con regolare scavo archeologico e illustrata con permesso del responsabile, non esistono problemi e si può discutere liberamente.

Però normalmente le monete trovate durante gli scavi archeologici, come ben sanno gli stessi archeologi, hanno molto spesso marcate concrezioni che talvolta rendono assai difficoltosa una identificazione sulla fotografia. In genere è molto opportuno che la moneta venga prima lavata e fatta riposare in pura acqua distillata, che va cambiata diverse volte e poi asciugata e fotografata con giusto orientamento, ossia ponendo alle ore 12 la testa e così pure il rovescio, risparmiando il disturbo di dover girare la foto per capire meglio la tipologia.

Non so cosa insegnano ai giovani archeologi quando trovano una moneta, appunto generalmente incrostata. Ossia non so quali competenze esistono nelle campagne archeologiche per quanto riguarda la pulizia, che deve essere molto riguardosa verso la moneta,a nche se spesso necessaria.

Link to comment
Share on other sites


Il problema è proprio la preparazione numismatica degli archeologi.....

Sono relativamente pochi quelli che hanno fatto studi specifici (la numismatica fa parte di un indirizzo di specializzazione) e normalmente il responsabile dello scavo, dopo avere annotato e messo da parte i reperti monetari, SE VUOLE, deve chiamare uno specialista presso la soprintendenza per la loro identificazione.

Non è infrequente che tali reperti vengano semplicemente lasciati in deposito e praticamente ignorati....

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.