Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Layer1986

Napoli: carlino Filippo IV 1621

Risposte migliori

Layer1986

Stasera volevo proporvi questa moneta del periodo vicereale, si tratta di un carlino datato 1621, coniato sotto il regno di Filippo IV d' Asburgo re di Spagna. Che ne pensate? :D

21wj6u.jpg

2ekqgpl.jpg

L'artisticità di questo periodo, per quanto alcuni nominali siano un po' troppo statici, è secondo il mio punto di vista legata molto alla cura del particolare e alla ritrattistica.

Inoltre è interessante notare come nel 1621 l'arte barocca, ancora in fase di sviluppo, presenta già i suoi punti di forza nel ritratto del re cattolico.

Modificato da Layer1986
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Noto una crocetta prima della parola PHILIPP, confermi?

Per il resto, ritratto superbo, tondello quasi integro, conio centrato, ottima conservazione (direi un bb/spl). Per il tipo di moneta e per il periodo, direi che è un gioiellino, peccato che non è rarissimo ............ ma cosa vuoi di più dalla vita? Una Lucana?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

Complimenti un buon tondello, con patina interessante.

Il periodo del vicereame, dovrebbe esser rivisto riguardo le rarità..

Ho notato che molti nominali latitano sul mercato, per non parlare delle "alte" conservazioni che per questo periodo sono introvabili..

Il XVII sec. ha fatto la diferrenza..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Ciao Eros...un saluto,

devo dire che sono in linea con il tuo pensiero ;) e faccio un complimento speciale a Fabrizio sia per il suo Carlino, che a me piace moltissimo, sia perchè in questi ultimi tempi ci sta mostrando qualche pezzettino niente male di questo periodo storico.....bravo.

P.S. Oramai le mie le ho postate già tutte :blum:

Ah...dimenticavo....forse prima della parola FHILIPP c'è una X

Modificato da peter1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cembruno5500
Supporter

ottima moneta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Layer1986

Distinguere e stabilire con certezza come segno del coniatore la X o la crocetta è puramente legata all'orientamento secondo il quale si legge la moneta, per forma credo si possa dire più che sia una crocetta che una X... dovremmo vedere che dicono i documenti dell'epoca, anche se credo non ci siano.

Ormai dopo 3-4 anni in cui mi occupo quasi esclusivamente di questo periodo devo dire che è le monete che vanno da Carlo V a Carlo II sono ancora tutte da studiare e scoprire, ecco perchè poi più di tanto nemmeno mi fido delle pubblicazioni finora uscite.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Distinguere e stabilire con certezza come segno del coniatore la X o la crocetta è puramente legata all'orientamento secondo il quale si legge la moneta, per forma credo si possa dire più che sia una crocetta che una X... dovremmo vedere che dicono i documenti dell'epoca, anche se credo non ci siano.

Ormai dopo 3-4 anni in cui mi occupo quasi esclusivamente di questo periodo devo dire che è le monete che vanno da Carlo V a Carlo II sono ancora tutte da studiare e scoprire, ecco perchè poi più di tanto nemmeno mi fido delle pubblicazioni finora uscite.

:bash: Azz.......ancora con stì documenti, Fabrizio adesso ti ci metti anche tu.........ormai và di moda; cerchiamo invece, come hai fatto notare, di far parlare le monete che vediamo finchè ci è possibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Layer1986

tornando alla moneta... la x di REX è notevolmente diversa dalla x crocetta... se noti il taglio delle estremità dei bracci della x a sinistra è ad angolo retto, mentre quello della x a destra è maggiore di 90°, questo anche a prima vista mi ha sempre fatto propendere per il segno + che per il segno x.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

tornando alla moneta... la x di REX è notevolmente diversa dalla x crocetta... se noti il taglio delle estremità dei bracci della x a sinistra è ad angolo retto, mentre quello della x a destra è maggiore di 90°, questo anche a prima vista mi ha sempre fatto propendere per il segno + che per il segno x.

Quindi.....Francesco ci aveva visto bene, infatti aveva detto :

Noto una crocetta prima della parola PHILIPP, confermi?

Modificato da peter1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Riporto la pagina del Corpus dove compare l'unico Carlino con questa lettera........della croce nemmeno l'ombra, forse è stata male interpretata, non saprei.

post-21354-0-18771500-1331491086_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Layer1986

Probabilmente una cattiva interpretazione, cosa non nuova al CNI, è una conclusione verosimile... leggendo tra le righe il tuo contributo del corpus c'è un particolare che "scagiona" gli autori, infatti nelle immediate vicinanze del simbolo di zecca ci sono le sigle MC/C, solo che nel rigore oggettivo che pervade il corpus è riportata la mancanza (MC/....) a causa di una schiacciatura o una debolezza o qualsiasi cosa di simile dovuta al conio che ha potuto inficiare una corretta lettura del simbolo X (o croce a questo punto), visto che il carlino del corpus si trova al Museo Nazionale di Napoli (credo indichino questo le abbreviazioni M. Nap.) si potrebbe anche andare a vedere dal vivo (se esposta) così per togliersi tutti i dubbi :D

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Probabilmente una cattiva interpretazione, cosa non nuova al CNI, è una conclusione verosimile... leggendo tra le righe il tuo contributo del corpus c'è un particolare che "scagiona" gli autori, infatti nelle immediate vicinanze del simbolo di zecca ci sono le sigle MC/C, solo che nel rigore oggettivo che pervade il corpus è riportata la mancanza (MC/....) a causa di una schiacciatura o una debolezza o qualsiasi cosa di simile dovuta al conio che ha potuto inficiare una corretta lettura del simbolo X (o croce a questo punto), visto che il carlino del corpus si trova al Museo Nazionale di Napoli (credo indichino questo le abbreviazioni M. Nap.) si potrebbe anche andare a vedere dal vivo (se esposta) così per togliersi tutti i dubbi :D

:good:

ora che ci sono vorrei anche esprimere un parere personale............io non credo affatto che questa tipologia di Carlini siano tanto Comuni !!

Modificato da peter1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×