Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
2006augustod

12 tarì 1793

Risposte migliori

2006augustod

Mi piacerebbe se un giorno i cataloghi discriminassero le quattro tipologie dei 12 tarì del 1793, cosa adesso molto facile in virtù delle belle immagini reperibili dalle recenti aste. Iniziamo con la prima tipologia indicata da Spahr, che io chiamerei testa piccola e aquila piccola (la più rara delle quattro).

post-13664-0-53471100-1337632989_thumb.j

Modificato da 2006augustod
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2006augustod

continuo col secondo tipo (Spahr 13), che potremmo chiamare testa piccola e aquila grande, mi permetto evidenziare un errore di stampa commesso nella descrizione della legenda al rovescio che è ISPA / NIA e non ISP / NIA.

2dso5qs.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2006augustod

adesso il terzo tipo (spahr 14) - caratterizzato da una nuova effige del re che rimarrà quasi invariata nelle coniazioni dei 12 tarì sino al 1804 - questa moneta presenta la legenda al dritto con lettere piccole.

dr6wd2.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2006augustod

L'ultima variante per l'anno 1793 (Spahr 15) è caratterizzata da un busto variato e da un diverso profilo del re al dritto.

1ieq1x.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

Caro Augusto, purtroppo questa affascinante e rara monetazione Palermitana, ha ancora molti lati oscuri, e le sue varietà difficili da reperire, se non per qualche alto nominale passato in asta, meriterebbe maggior attenzione.

Alcuni nominali poi rimangono delle mosche bianche, e comunque non finirò mai di dire che i cataloghi per questa monetazione andrebbero rivisti..

Il primo grande cultore delle varienti, fu il grandissimo Vico D'Incerti, che censì solo per gli ultimo Borboni, Ferdinando IV per Napoli e III° per la Sicilia (poi I° per le Due Sicilie), Francesco I°, Ferdinando II°, e Francesco II°, ben 454 varianti inedite, cioè non figurano sul Cagiati, Sul Corpus o sullo Spahr, e non era stata data notizia prima d'ora.

Malauguratamente non tutti amano le varianti, taluni le definiscono inutili, altri insignificanti, altri ancora non determinanti per la classificazione ufficiale.

A mio modesto parere, invece alcune danno vita a delle vere e proprie tipologie, oltre che aumentare l'interesse e la curiosità di nominali straordinariamente affascinanti, anche per la loro limitata reperibilità nel mercato odierno..

Eros

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2006augustod

Caro Augusto, purtroppo questa affascinante e rara monetazione Palermitana, ha ancora molti lati oscuri, e le sue varietà difficili da reperire, se non per qualche alto nominale passato in asta, meriterebbe maggior attenzione.

Alcuni nominali poi rimangono delle mosche bianche, e comunque non finirò mai di dire che i cataloghi per questa monetazione andrebbero rivisti..

Il primo grande cultore delle varienti, fu il grandissimo Vico D'Incerti, che censì solo per gli ultimo Borboni, Ferdinando IV per Napoli e III° per la Sicilia (poi I° per le Due Sicilie), Francesco I°, Ferdinando II°, e Francesco II°, ben 454 varianti inedite, cioè non figurano sul Cagiati, Sul Corpus o sullo Spahr, e non era stata data notizia prima d'ora.

Malauguratamente non tutti amano le varianti, taluni le definiscono inutili, altri insignificanti, altri ancora non determinanti per la classificazione ufficiale.

A mio modesto parere, invece alcune danno vita a delle vere e proprie tipologie, oltre che aumentare l'interesse e la curiosità di nominali straordinariamente affascinanti, anche per la loro limitata reperibilità nel mercato odierno..

Eros

Condivido, ma io mi riferisco ai cataloghi più in voga e cioè Gigante e Montenegro, sui quali viene supinamente accolta la classificazione dello Spahr, ripetendone anche l'errore di stampa da me citato a proposito del pezzo n.13 - a meno che qualcuno non mi posti la foto di un 12 t. 1793 con legenda isp/nia al rovescio (che viene segnalato come appartenente alla collezione dell'autore, ovvero dello stesso Spahr).

Direi quindi che la distinzione di queste 4 varianti sia il "minimo sindacale". Per il resto possiamo sorvolare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2006augustod

Prendo spunto dall'intervento del carissimo Eracle per evidenziare che i 12 tarì 1794 sono stati anch'essi caratterizzati da alcune varianti, però Spahr ne indica una sola tipologia.

Inizio con la foto di un pezzo passato in una recente asta Cayon, caratterizzato da un aquilotto un po' diverso rispetto ai tipi con aquila grande del 1793

nv5u03.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2006augustod

procedo con il tipo canonico - quello a sinistra - la tipologia piu' comune l'unica censita da Spahr, a confronto con altra moneta avente notevoli diversità di conio

post-13664-0-11397200-1337794997_thumb.j

Modificato da 2006augustod

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

providentiaoptimiprincipis

Augusto sei un grande!!! Continua che questa discussione è interessantissima! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2006augustod

Augusto sei un grande!!! Continua che questa discussione è interessantissima! :D

ciao, sono contento che ti sia piaciuta - purtroppo ho concluso la mia dissertazione - adesso aspetto repliche da parte degli appassionati. Da te invece mi aspetto notizie sul "sentiment" del mercato, visto che stai per partire........ :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×