Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
L. Licinio Lucullo

Asse repubblicano con prua a sinistra

Risposte migliori

L. Licinio Lucullo

Su v-coins è comparso questo asse curioso che, pur in bassissimo statro di conservazione, presenta la particolarità della prua a sinistra:

http://www.vcoins.com/ancient/timemachineco/store/viewItem.asp?idProduct=5672

Ha diametro di 34 mm e peso di 34,2 grammi.

Che ne pensate? Monetazione locale di area spagnola o celtica?

post-13865-0-51759300-1343632926_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

magiaro

A mio parere la fotografia del rovescio è stata infertita in

quanto si legge all'esergo la A finale di Roma a sinistra

e non a destra come in realtà dovrebbe essere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L. Licinio Lucullo

In realtà anche la scritta ROMA da destra a sinistra è caratteristica della monetazione enea non ufficiale di area celtica/iberica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L. Licinio Lucullo

Francamente la "A" io non la vedo. Non può certamente essere questo ricciolo che ho evidenziato in questa foto, perchè in epoca classica il minuscolo non esisteva (o quanto meno non lo si usava nell'epigrafica). Dove intravedi tu la A?

post-13865-0-71261400-1343642010_thumb.j

Modificato da L. Licinio Lucullo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio Ottavio

Salve.

Anche secondo me è un comunissimo asse repubblicano del 211 a.C. (qui la scheda dei nostri Cataloghi:

http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-B7/2). E' una questione di foto che è stata girata male, se noti anche le ombre che la moneta proietta sulla base su cui è appoggiata.

Esiste davvero un asse repubblicano con la prora della nave rivolta verso sinistra (e per giunta non è, per il tipo, una cosa rara od inusuale): è l'asse di C. Gargonius (o Gargilius) - Ogulnius - M. Vergilius e risale solamente all'86 a.C., avendo un peso e un diametro diversi rispetto agli assi del 211 a.C. (qui la scheda dei nostri Cataloghi per il suddetto asse di Gargonius: http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-G62/2).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×