Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
frisax

Id. veneziana

Ciao a tutti, conto sul vostro occhio per cercare di identificare il doge e massaro di questo soldino.

Grazie

post-18890-0-14015100-1344972909_thumb.j

post-18890-0-81948100-1344972939_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

azzardo. dovrebbe essere michele steno 63mo doge 1400-1413. dovrebbe avere stella e iniziale massaro

( d ). mi lascia perplesso però la stella sembra più una lettera tipo z. ciao fabry

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Inviato (modificato)

Buona Domenica

ho visto il tuo soldino "finalmente" e non ti nascondo che mi lascia un po' perplesso.

A prima vista, anch'io, come fabry61, l'avrei identificato con quello a nome del doge Michele Steno (MIChAEL STEN' DVX); ma mi lascia perplesso il segno sopra la lettera del massaro D; dovrebbe essere una stella a 6 punte, ma non sembra esserlo.

Mancherebbe anche in cima all'asta tenuta dal doge la bandierina con impressa la croce.....i casi sono due; o la bandierina nella tua moneta manca (potrebbe essere, ma non ho conoscenza di soldini con questa mancanza, o quanto meno, non ne ho trovati di censiti); oppure la schiacciatura della stellaa è tale da avergli dato una forma "sghemba".

Una ulteriore ipotesi, ma difficile da accertare, è quella di una moneta falsificata; solitamente l'iconografia veniva riportata corretta e ci si limitava a scombinare la legenda, ma in questo caso non si può accertare.....

Io la classificherei come suggerito da fabry61. :good:

Mi spiace di non averti potuto dare "certezze", ma in effetti la moneta è un po' troppo vissuta :pleasantry:

Cordialità

luciano

Modificato da 417sonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il segno di zecca sembrerebbe F / D

c è nelle schede ?

si legge STE in legenda , quindi credo sia difficile che sia un altro doge

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

il segno di zecca sembrerebbe F / D

c è nelle schede ?

si legge STE in legenda , quindi credo sia difficile che sia un altro doge

Buona Domenica rick,

nel CNI l'unico soldino censito che ha come iniziale del massaro una D ha sopra una stella a 6 punte....ma come ho detto, nulla impedisce che ci sia una "variante" non censita :unknw:

saluti

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Quasi certamente Michele Steno........ma condivido con Luciano molti dubbi ... circa la genuinita'...

allego una precedente interessante discussione.. dove si riscontrano analogie......

http://www.lamoneta.it/topic/20066-contraffazioni-depoca-di-soldini-veneziani/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Ciao Sergio, ben ritrovato dopo la pausa vacanziera che mi ha impedito di connettermi al forum.

Grazie per la discussione che hai "riesumato", mi mancava (non ho una simile anzianità di "servizio") :pleasantry: :blum:

Dopo essermela letta, quello che per me era un dubbio indotto, ma non certezza, si è rafforzata come ipotesi di falsificazione.

Saluti

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

falso d epoca dite ?

quello di rob sembra proprio di metallo vile e poi si vede la stella e la D , qui sembra argento e la stella sembra più una F

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Buona serata

rick, se dovesse essere un falso per contraffazione (il condizionale è d'obbligo) credo proprio che sia d'epoca; chi si prenderebbe la briga, ora, di falsificare uno dei soldini più comuni che, in quelle condizioni, lo puo trovare in una ciotola a pochissimo?

Il soldino di Michele Steno aveva un contenuto d'argento altissimo; titolo 0,952, quasi puro. Se fosse una contraffazione, per guadagnarci, sarebbe bastato farlo ad un titolo un po' più basso, per farlo accettare senza problemi, senza arrivare a farlo di vile metallo.....e c'era un buon margine per farlo.

Il soldino, d'altra parte, aveva la medesima diffusione del grosso; anzi di più, visto che l'emissione del grosso era al tramonto, mentre il soldino fu ancora emesso per molto tempo.

saluti

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?