Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
corallino

Denaro piano di Mantova?

Risposte migliori

corallino

Dovrebbe essere un Denaro piano di Mantova MIR Varesi 362,

pero' notate che la S e a sinistra di quel coso in alto che ora mi sfugge il nome, mentre tutti gli altri denari che ho trovato la S e' a destra.

Normale?

Grazie

Peso 0,69 diametro 16

Corallino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corallino

Dovrebbe essere un Denaro piano di Mantova MIR Varesi 362,

pero' notate che la S e a sinistra di quel coso in alto che ora mi sfugge il nome, mentre tutti gli altri denari che ho trovato la S e' a destra.

Normale?

Grazie

Peso 0,69 diametro 16

Corallino

Dovrebbe essere un Denaro piano di Mantova MIR Varesi 362,

pero' notate che la S e a sinistra di quel coso in alto che ora mi sfugge il nome, mentre tutti gli altri denari che ho trovato la S e' a destra.

Normale?

Grazie

Peso 0,69 diametro 16

Corallino

post-6632-0-51937300-1348752914_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

matteo95

non conosco questa monetazione ...

ma credo che tu debba ruotare la foto perchè così anche la E e la P sono al contrario .....secondo me non si tratta della S ma forse della omega e della E che sono invertite

http://catalogo-mantova.lamoneta.it/moneta/MN-ACSV/3

saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Strano e curiosissimo esemplare.... le lettere EPS vanno bene, è l'omega che è nel posto sbagliato!

Anche lo stile è abbastanza diverso dal solito... è un esemplare che sarebbe da studiare per bene....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corallino

Sono sempre a disposizione per chi volesse studiarlo meglio.

Corallino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Riesci a fare foto migliori? Queste sono un pò sovraesposte, non si leggono bene tutti i dettagli. Se poi vuoi postare le foto di questa interessante variante sul catalogo, sono bene accette ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corallino

Domani faro' foto migliori Paolino e poi te le mando, non ho il Corpus, qulc'uno mi sa dire se nell'opera viene citata questa variante?

Grazie

Corallino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Il CNI (che puoi trovare sul sito di incuso: http://incuso.altervista.org/cni.php) riporta solo un paio di varianti riferite alla posizione dei globetti al rovescio.

Personalmente non avevo mai visto nulla del genere, per commettere un errore così grossolano lo zecchiere doveva essersi bevuta una caraffa di buon vino mentre componeva il conio!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

profausto
Supporter

Concordo on Paolino sul presunto stato dello zecchiere. :pardon:

Sul CNI come ti ha già detto Paolino, non viene indicata questa variante, e nemmeno nell'opera della banca Agricola Mantovana delle monete di Mantova.

...In effetti c'è un cambio di posizione o meglio una inversione della P e del segno episcopus..

molto interessante...... io non ho trovato nulla di simile, in attesa di approfondimenti...... aspettiamo altri

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

non conosco questo periodo per cui mi spiace non riuscire a contribuire

cmq avete scartato l ipotesi di un falso d epoca ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Se lo zecchiere non era ubriaco magari non era legittimato a fabbricare il conio.

Che sia un falso mi sembra possibile (Ma non conosco questa monetazione).

Non c'è solo l'omega e la P invertite.

Anche la leggenda del dritto non quadra, a giudicare dalla posizione della crocetta.

E al R/ sembra che la G di VIRGILIVS sia retrograda.

Modificato da chievolan

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corallino

Non sono un perito, ma per sgombrare il campo dai dubbi, la monetina e' originale, il peso coincide, e i caratteri delle leggende sono coerenti. Inoltre e' ben presente l'argentatura in qusi tutta la moneta.

I falsi di quel periodo attinenti a altre tipologia perche' del denaro piano di Mantova non ne conosco, sono molto grossolani e grezzi e di facile individuazione.

Io la vedo dal vivo e le foto che ho postato non sono degne, ma presto delle foto migiori saranno sul catalogo online di Mantova.

Corallino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

ma la moneta originale come deve essere ? argento buono ?

perche` in quel caso potrebbe essere un falso in biglione o bassa lega.

non sarebbe il primo che vedo.

anche se in questo caso piu` che falso potrebbe essere una imitativa di una zecca limitrofa.

ricordiamoci che mantova nel XVI e XVII era la capitale della falsificazione , c eran piu` di 10 zecche sul suo territorio e questo escludendo mirandola e le altre zecche limitrofe

Modificato da rick2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

corallino

La moneta buona e' in mistura come questa :blum:

Corallino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

corallino dicendo che e` un falso d epoca o un imitazione non voglio screditare la tua moneta

anche perche` se salta fuori che e` un imitazione inedita di una zecca limitrofa ti vale di piu` la moneta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

@@rick2: con questo denaro siamo ancora in pieno medioevo, si parla delle prime monete battute nella zecca di Mantova nella seconda metà del XII secolo, sostanzialmente i denari battuti dai vari comuni dell'epoca erano un pò tutti imitativi di quelli di maggior successo, ciò non toglie che questo, a parte il madornale errore sull'omega, non ha nessuna macrodifferenza che lo distingua dagli altri denari piani battuti in quel periodo nella zecca di Mantova.

I denari piani mantovani non sono comuni (più comune è il tipo scodellato) ma nemmeno particolarmente rari, erano battuti in mistura anche se non conosco le percentuali di argento presente (dall'aspetto dei denari che ho potuto visionare doveva cmq essere una buona mistura), l'ipotesi falsificazione d'epoca è sempre possibile, anche se a una visione più approfondita (pur sempre solo in foto) mi pare che i caratteri possano essere coerenti con quelli del periodo. Sicuramente se è falso sarebbe di ottima fattura; personalmente non mi è mai capitato di vedere un denaro mantovano falso.

I dati ponderali sono ultracorretti, a questo punto l'unico parametro che potrebbe rendere falso d'epoca questo denaro è lo spessore...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

ripeto non sono esperto del periodo , era solo per controllare tutte le ipotesi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

@@Paolino67: E per quanto riguarda quei particolari nelle legenda che mi sono sembrati strani?

(Sempre che non sia una cosa usuale per le monete di Mantova)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

@@Paolino67: E per quanto riguarda quei particolari nelle legenda che mi sono sembrati strani?

(Sempre che non sia una cosa usuale per le monete di Mantova)

La crocetta è giusta (nel senso che è allineata con l'omega), se guardi le nuove foto che mi ha mandato corallino e che ho postato sul catalogo la cosa è più evidente. La G retrograda non riesco a vederla bene, bisognerebbe vedere la moneta dal vivo per accertarsene meglio (forse più che retrograda appare "coricata"). Non ricordo altri esemplari con una G retrograda ma in assoluto potrebbe anche non essere del tutto inconsueto. Ho cercato di studiare i caratteri delle altre lettere visibili e mi sembrano tutti più che coerenti. Sarei rimasto maggiormente perplesso nel trovare alcuni caratteri molto diversi da quelli consueti (anche la G, pur retrograda o coricata, mi pare molto simile per non dire uguale a quella di altri esemplari dei quali ho le foto in archivio), una G retrograda può capitare, a maggior ragione su un conio dove è stato già commesso un errore madornale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Bene. Allora l'ipotesi più probabile a spiegare gli errori di conio, come avevi supposto ..... e' la fiasca di vino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×