Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Flavio_bo

Divo Claudio

Risposte migliori

Flavio_bo

Buonasera a tutti

cosa ne pensate? Peso gr, 2,8 Diam 19

alberto

post-7909-0-42015500-1352403564_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciosky68
Supporter

antoniniano DIVO CLAVDIO CONSECRATIO .T. zecca milano RIC 264?

ciao R.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

daniloantonia

io direi imitazione barbarica dell'epoca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Ciao FlavioBo,

'sto Claudio Mi sta simpatico... non era male come condottiero... e forse se fosse campato di più avrebbe probabilmente avuto più importanza nella Storia dell'Impero.

Ma le sue CONSECRATIO son come il prezzemolo: tra ufficiali, imitative, quelle della rivolta dei monetieri sono inflazionate più dell'inflazione reale del III secolo! :D

Questa che presenti se dovessi dar peso ai dati fisici direi che potrebbe starci come ufficiale.

Se però osservo il ritratto la catalogherei tra le imitative: fattezze molto grossolane, con un profilo inusuale e con quel nasone...

Per quanto concerne l'attribuzione al RIC 264 Milano... non dovrebbe riportare la dicitura DIVO CLAVDIO GOTHICO anzichè DIVO CLAVDIO? Son d'accordo che in exergo al rovescio c'è la T ma non mi convince nell'insieme.

Secondo me si tratta di un'imitativa, una buona imitativa per fattura,questo sì, della RIC 264 da Milano. Per contro all'ipotesi "imitativa" ci sta appunto il peso e il diametro e, tutto sommato, una fattura abbastanza buona stilisticamente del rovescio. Ma motiverei con il fatto che si tratti appunto di una BUONA imitativa con scarsa stilizzazione, in pratica un "livello I" del grado di stilizzazione stessa.

Confido comunque in uno sguardo critico di Gianfranco che nelle DIVO CLAVDIO ha un certo occhio allenato.

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

crivoz

Imitativa pure per me..sia x stile ritratto che per l'insieme

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Flavio_bo

Ciao a tutti

in effetti ho chiesto un parere perchè per me è molto singolare come moneta, catalogata al primo impatto come non ufficiale benchè lo stile non sia malaccio e il peso abbastanza in linea.

Poi ad una anlisi più approfondita sia lo stile dell'altare che la T in esergo mi hanno fatto pensare.

CONSECRATIO con T in esergo sono state coniate solo per Siscia e Milano. Siscia la escluderei (anche se il busto con qualche emissione ci potrebbe anche stare). L'altare è molto simile a quello delle emissioni milanesi con quei 4 globetti così in evidenza e anche la fisionomia dell'imperaore potrebbe starci con le prime prime emissioni a cura dell'incisore di Aureolo.

E' vero che la maggioranza per Milano ha legenda DIVO CLAVDIO GOTHICO , ma ce ne stanno anche con DIVO CLAVDIO.

Lo stile della corazza e i caratteri della legenda mi fanno continuare a pensare per una non ufficiale.

Proprio per queste considerazioni vi ho chiesto un parere. anche perchè non ufficiali con la T in esergo non è ho mai viste.

I vostri pareri comunque confermano quanto era la tesi più plausibile anche se qualche dubbietto riimane

grazie

alberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Anche a me pare imitativa. Il peso non e' un problema, perche' ci sono molte imitative di peso normale. Il ritratto e' leggermente atipico, ma gia' al D e' evidente qualche anomalia nella legenda: la O finale e' piu' piccola delle altre lettere, cosa che nelle ufficiali non succede mai. Anche al R c'e' questa difformita' nelle dimensioni delle lettere, per cui C-R-A sono davvero enormi, esagerate. Ma anche l'altare e' atipico: e' diviso in 4 quadrati di diversa forma e dimensione, i cerchietti centrali sono irregolari, e sull'altare ci sono delle grosse fiamme laterali che non esistono in questa forma nell'emissione ufficiale. Infine, la T in esergo e' troppo grossa e storta. Teniamo conto che le lettere, nelle legende romane, sono nel complesso piuttosto regolari, anche se non proprio identiche fra loro.

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

Imitativa, di buon peso. Mi sbilancio: la buona fattura mi fa pensare a un conio britannico di epoca immediatamente precedente a Carausio.

Modificato da cancun175

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciosky68
Supporter

ma a me sembra di vedere...... dot T dot...

ciao R.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×