Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Sono iniziati i lavori di aggiornamento della piattaforma, potrebbero verificarsi problemi sia sul forum che nei cataloghi.

Sign in to follow this  
vickydog

I costi accessori delle case d'aste

Recommended Posts

vickydog
Supporter

Mi ero fatto per me stesso uno specchietto che raggruppava i vari costi accessori delle diverse case d'aste sufddivisi tra diritti, IVA, spese postali. E' basato sulla esperienza diretta.

Se volete aggiungere altre case d'aste, possibilmente per via di esperienze dirette (fatture), potremo avere una panoramica molto più completa per un colpo d'occhio sulla incidenza dei costi.

PAESE CASA DIRITTI IVA TOT SPEDIZIONE

Italia Sintoni 20% inclusa 20% 12 eur

RSM Artemide 18% inclusa 18% 26

Spagna Jesus Vico 17% inclusa 17% 16

Spagna Aur.&Cal. 18% inclusa 18% 8

Spagna Sol.yLlach 18% inclusa 18% 5

Germania KunkerE-auc 10% 7% 17%* 10

Germania Gorny&M. 15% 7% 22%* 22

Austria Rauch 20% inclusa 20% 6

USA CNG** 12% 5% 17%* 21

* IVA calcolata sulla somma di prezzo + diritti

** se spedizione via Londra

Per es. salta all'occhio che (ceteris paribus) da Gorny conviene comprare solo i pezzi necessari, mentre da Rauch se acquisto un lotto da pochi euro la spedizione non rischia di costare più della moneta.

Edited by vickydog

Share this post


Link to post
Share on other sites

vickydog
Supporter

Mi accorgo che si è perduto l'incolonnamento :( Magari in seguito allegherò un file excel per rendere meglio leggibili e più facilmente raffrontabili i vari dati

Share this post


Link to post
Share on other sites

uzifox

A suo tempo avevo già affrontato l'argomento:

http://www.lamoneta....-e-spese-varie/

Ma poi la discussione è stata sommersa dai nuovi topic sulle aste incipienti e finita nel dimenticatoio...

Io ho smesso di aggiornarla visto lo scarso interesse riscontrato dall'argomento ma se vuoi ti dò il permesso di scaricare il mio foglio excel che compare in quella discussione e aggiornarlo e modificarlo come meglio credi...

Saluti

Simone

RIEPILOGO ASTE.zip

Edited by uzifox

Share this post


Link to post
Share on other sites

vickydog
Supporter

Grazie Simone :)

la tua discussione cui ti riferisci non è nel dimenticatoio. Me la ricordo e mi ha fatto venire l'idea delle "specchietto" !

Le commissioni sono molto articolate (sconti su grossi importi, extra per web bidding) etc.

Le spese di spedizione dovrebbe essere più semplice elencarle.

Bè vediamo cosa ne viene fuori :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

numa numa

Mi ero fatto per me stesso uno specchietto che raggruppava i vari costi accessori delle diverse case d'aste sufddivisi tra diritti, IVA, spese postali. E' basato sulla esperienza diretta.

Se volete aggiungere altre case d'aste, possibilmente per via di esperienze dirette (fatture), potremo avere una panoramica molto più completa per un colpo d'occhio sulla incidenza dei costi.

PAESE CASA DIRITTI IVA TOT SPEDIZIONE

Italia Sintoni 20% inclusa 20% 12 eur

RSM Artemide 18% inclusa 18% 26

Spagna Jesus Vico 17% inclusa 17% 16

Spagna Aur.&Cal. 18% inclusa 18% 8

Spagna Sol.yLlach 18% inclusa 18% 5

Germania KunkerE-auc 10% 7% 17%* 10

Germania Gorny&M. 15% 7% 22%* 22

Austria Rauch 20% inclusa 20% 6

USA CNG** 12% 5% 17%* 21

* IVA calcolata sulla somma di prezzo + diritti

** se spedizione via Londra

Per es. salta all'occhio che (ceteris paribus) da Gorny conviene comprare solo i pezzi necessari, mentre da Rauch se acquisto un lotto da pochi euro la spedizione non rischia di costare più della moneta.

ottima iniziativa !

anzi si potrebbe anche integrarla con i dati di qualche altra cas ad'aste (purtroppo ho notato anch'io che riportando tabelle nei messaggi si perde l'incolonnamento).

Quello che balza agli occhi è la crescita delle provvigioni percepite da questi intermediari (la maggior parte sono infatti puri intermediari escludendo le pochissime case d'asta che acquistano loro stesse le monete prima di metterle all'incanto).

Facendo un paragone con le commissioni percepite ne l passato si resta sbalorditi nel verificare che tali costi erano di appena il 5% credo fino agli anni '50/'60 per poi passare al 10%/12% e indi salire alle percentuali astronomiche di oggi, se sipensa che le case d'asta percepiscono diritti anche da chi vende (quindi tra le due commissioni forchette totali comprese tra 30% e 40% non dovrebbero essere troppo lontane dalla realtà).

A questi costi, chiamiamoli 'vivi', si sono poi aggiunte nel tempo varie imposte (sconosciute quando le commissioni erano decisamente piu' basse) , IVA, dazi doganali etc. (oltre infine ai costi di assicurazione /spedizione - a volte non banali) che portano l'onere totale gravante sul povero collezionista a dei livelli a volte non facilmente sostenibili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

rorey36

Thesaurus 15% +0,45 posta 17

Varesi 16% posta=variabile secondo l'importo assicurato

Edited by rorey36

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.