Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
NUMISMA_RE

Nuovo Costantino I Certificata dal British Museum

Constantine-Hat-VLPP.jpg

Ho ricevuto quetsa mattina la risposta ad una mia mail che chiedeva notizie sull'autenticità di questa moneta.

Vi trascrivo il testo tradotto in italiano :

Autenticazione recensione

Una prima analisi sulla mia ricevuta: La moneta sembra essere un bronzo colpito senza alcun segno di fusione. Nel complesso, la moneta sembra essere genuino, con stile corretto e peso come gli indicatori. Ci sono punti di proiezione bronzo brillante nelle zone di pulizia dura o lisciatura possibile nei campi. Le zone di campo intorno entrambe le punte del cappello sono di un colore leggermente diverso rispetto al resto della moneta, probabilmente a causa di utensili o di livellamento. Guardando l'altra faccia di un angolo orizzontale, la zona intorno al tappo non salire più in alto rispetto al resto del ritratto e tutti i dispositivi, che ci si aspetterebbe. Niente lo stesso cappello sembra indicare che era lavorato da metallo circostante diventati superficiali o da un tipo di elmo per creare un nuovo tipo. Le leggende sul diritto sono sciatta con alcune lettere un po 'incomplete, il che rende difficile determinare se la parte inattesa della leggenda è PERT, parte o BEAT. Si potrebbe andare bene uno di questi. La corazza sul ritratto è molto fangoso e logoro, con non molti dettagli rimanenti. Strano, in contrasto contro la forte allineati sul retro, ma lo fa in forma la sensazione del dritto e la moneta può essere stato a faccia in giù nella terra e il contrario protetta, quindi non ci sembrano essere le bandiere rosse troppi. Nella foto asta, sembra esserci un delta verso la parte superiore del cappello. Si tratta di un manufatto nella foto e non appare sulla moneta in mano. In questa regione, alcuni dei dettagli cappello è un po 'indossato come facente parte del punto più alto del dritto. Nel complesso, il pezzo in mano sembra essere una vecchia moneta. Gli esperti per la revisione del pezzo sarà bisogno di prendere nota in particolare delle punte cappello per determinare se un tipo di utensili busto diverso è stato coinvolto per creare una moneta unica.

Note dal Certificato di Autenticità da Sear David:

Grado - VF / VF Buono, con patina scura, un po 'di utensili al dritto, un tipo straordinario e totalmente non registrata rovescio raffigurante l'imperatore che indossa un berretto pannonico per la prima volta nell'iconografia numismatica.

"In questo esempio straordinario di una Centenionalis dalla zecca di Siscia (Sisak moderno in Jugoslavia) appartiene al periodo immediatamente successivo alla riforma della monetazione biglione. I tipi sul diritto di questa serie mostrano normalmente un busto raffigurante l'imperatore militare corazzato e indossa un close- raccordo elmo crestato. Questo esemplare, però, ha un effige che indossa sia corazza e paludamentum e in testa un berretto pannonico arrotondata, un elemento di prima sconosciuta nell'arte numismatica insegne. Nonostante la sua assenza dal conio, il tappo è pannonica ben attestata sulla statuaria e mosiacs del periodo tetrarchic Buoni esempi si trovano a Venezia, nel gruppo di porfido della statuaria che mostra le figure in piedi dei quattro Tetrarchi abbracciano all'angolo sud-ovest della Basilica di San Marco,. e in Sicilia, a il famoso tardo imperiale villa di Piazza Armerina, dove il ritratto di Massimiano che indossa un berretto pannonico appare nel celebre mosaico Grande Caccia nel corridoio absidale che precede la grande basilica. Secondo le Eutropio 4 storico secolo, un partecipante alla campagna persiana di Giuliano di AD 363, il tappo pannonica è stato introdotto nel regalia imperiale di Diocleziano ed è stato originariamente decorata con una pietra o gioiello apposta al centro della fronte. Anche se così ben documentato come un elemento di copricapo imperiale agli inizi del 4 °, l'aspetto iniziale di un berretto pannonico su un ritratto di moneta deve essere considerata con un certo scetticismo. E 'chiaro che l'altra faccia di questa medaglia è stato sottoposto ad alcuni utensili, una caratteristica non comune visto su tardoromana biglione e monete di bronzo. Ciò può aver portato ad una alterazione nella legenda a cui è diviso goffamente intorno alla forma insolita del tappo pannonica e termina con il curioso epiteto "reticolare", presumibilmente l'abbreviazione di Pertinace con 'fermo' sul senso e 'costante'. Tale titolo è sconosciuto sulla monetazione imperiale e deve sollevare dubbi sulla veridicità di questo dritto. Tuttavia, dopo un attento esame di questa moneta, io davvero non vedo prove sufficienti di alterazione mi portano a credere che è stato modificato da un tipo più convenzionale. Pertanto, mi sento tranquillo accettando come la prima rappresentazione numismatica delle insegne curiosi tappo Pannonia su un ritratto imperiale. Si può sperare che altri esempi alla fine vengono alla luce per rimuovere ogni dubbio persistente. "

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Constantine-Hat-VLPP.jpg

Ho ricevuto quetsa mattina la risposta ad una mia mail che chiedeva notizie sull'autenticità di questa moneta.

Vi trascrivo il testo tradotto in italiano :

Autenticazione recensione

Una prima analisi sulla mia ricevuta: La moneta sembra essere un bronzo colpito senza alcun segno di fusione. Nel complesso, la moneta sembra essere genuino, con stile corretto e peso come gli indicatori. Ci sono punti di proiezione bronzo brillante nelle zone di pulizia dura o lisciatura possibile nei campi. Le zone di campo intorno entrambe le punte del cappello sono di un colore leggermente diverso rispetto al resto della moneta, probabilmente a causa di utensili o di livellamento. Guardando l'altra faccia di un angolo orizzontale, la zona intorno al tappo non salire più in alto rispetto al resto del ritratto e tutti i dispositivi, che ci si aspetterebbe. Niente lo stesso cappello sembra indicare che era lavorato da metallo circostante diventati superficiali o da un tipo di elmo per creare un nuovo tipo. Le leggende sul diritto sono sciatta con alcune lettere un po 'incomplete, il che rende difficile determinare se la parte inattesa della leggenda è PERT, parte o BEAT. Si potrebbe andare bene uno di questi. La corazza sul ritratto è molto fangoso e logoro, con non molti dettagli rimanenti. Strano, in contrasto contro la forte allineati sul retro, ma lo fa in forma la sensazione del dritto e la moneta può essere stato a faccia in giù nella terra e il contrario protetta, quindi non ci sembrano essere le bandiere rosse troppi. Nella foto asta, sembra esserci un delta verso la parte superiore del cappello. Si tratta di un manufatto nella foto e non appare sulla moneta in mano. In questa regione, alcuni dei dettagli cappello è un po 'indossato come facente parte del punto più alto del dritto. Nel complesso, il pezzo in mano sembra essere una vecchia moneta. Gli esperti per la revisione del pezzo sarà bisogno di prendere nota in particolare delle punte cappello per determinare se un tipo di utensili busto diverso è stato coinvolto per creare una moneta unica.

Note dal Certificato di Autenticità da Sear David:

Grado - VF / VF Buono, con patina scura, un po 'di utensili al dritto, un tipo straordinario e totalmente non registrata rovescio raffigurante l'imperatore che indossa un berretto pannonico per la prima volta nell'iconografia numismatica.

"In questo esempio straordinario di una Centenionalis dalla zecca di Siscia (Sisak moderno in Jugoslavia) appartiene al periodo immediatamente successivo alla riforma della monetazione biglione. I tipi sul diritto di questa serie mostrano normalmente un busto raffigurante l'imperatore militare corazzato e indossa un close- raccordo elmo crestato. Questo esemplare, però, ha un effige che indossa sia corazza e paludamentum e in testa un berretto pannonico arrotondata, un elemento di prima sconosciuta nell'arte numismatica insegne. Nonostante la sua assenza dal conio, il tappo è pannonica ben attestata sulla statuaria e mosiacs del periodo tetrarchic Buoni esempi si trovano a Venezia, nel gruppo di porfido della statuaria che mostra le figure in piedi dei quattro Tetrarchi abbracciano all'angolo sud-ovest della Basilica di San Marco,. e in Sicilia, a il famoso tardo imperiale villa di Piazza Armerina, dove il ritratto di Massimiano che indossa un berretto pannonico appare nel celebre mosaico Grande Caccia nel corridoio absidale che precede la grande basilica. Secondo le Eutropio 4 storico secolo, un partecipante alla campagna persiana di Giuliano di AD 363, il tappo pannonica è stato introdotto nel regalia imperiale di Diocleziano ed è stato originariamente decorata con una pietra o gioiello apposta al centro della fronte. Anche se così ben documentato come un elemento di copricapo imperiale agli inizi del 4 °, l'aspetto iniziale di un berretto pannonico su un ritratto di moneta deve essere considerata con un certo scetticismo. E 'chiaro che l'altra faccia di questa medaglia è stato sottoposto ad alcuni utensili, una caratteristica non comune visto su tardoromana biglione e monete di bronzo. Ciò può aver portato ad una alterazione nella legenda a cui è diviso goffamente intorno alla forma insolita del tappo pannonica e termina con il curioso epiteto "reticolare", presumibilmente l'abbreviazione di Pertinace con 'fermo' sul senso e 'costante'. Tale titolo è sconosciuto sulla monetazione imperiale e deve sollevare dubbi sulla veridicità di questo dritto. Tuttavia, dopo un attento esame di questa moneta, io davvero non vedo prove sufficienti di alterazione mi portano a credere che è stato modificato da un tipo più convenzionale. Pertanto, mi sento tranquillo accettando come la prima rappresentazione numismatica delle insegne curiosi tappo Pannonia su un ritratto imperiale. Si può sperare che altri esempi alla fine vengono alla luce per rimuovere ogni dubbio persistente. "

ciao, da chi hai ricevuto questa risposta? potresti allegare il testo originale in inglese?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao,

anch'io ti chiederei se puoi allegare la risposta originale.

... potresti allegare il testo originale in inglese?

Se interpreto bene si ammettono alcune anomalie ma non ci si pronuncia in modo esplicativo...

La moneta sembra essere un bronzo battuto senza alcun segno di fusione. Non è fusa ma non ne aveva l'aspetto.

Nel complesso, la moneta sembra essere genuino, con stile corretto e peso come gli indicatori. Certainly, l'aspetto è abbastanza buono...

Ci sono punti di proiezione bronzo brillante nelle zone di pulizia dura o lisciatura possibile nei campi. Qualche intervento l'ha subito.

Le zone di campo intorno entrambe le punte del cappello sono di un colore leggermente diverso rispetto al resto della moneta, probabilmente a causa di utensili o di livellamento. Vedi sopra... anche se il "probabilmente" vuol dire tutto e niente..

Guardando l'altra faccia di un angolo orizzontale, la zona intorno al tappo non salire più in alto rispetto al resto del ritratto e tutti i dispositivi, che ci si aspetterebbe. Niente lo stesso cappello sembra indicare che era lavorato da metallo circostante diventati superficiali o da un tipo di elmo per creare un nuovo tipo. Traduzione un po' "ermetica", ma nell'insieme mi pare che confuti l'ipotesi della rimanipolazione di una moneta genuina...

Le leggende sul diritto sono sciatta con alcune lettere un po 'incomplete, il che rende difficile determinare se la parte inattesa della leggenda è PERT, parte o BEAT. Si potrebbe andare bene uno di questi. Non si pronunciano sui caratteri della legenda, nonostante microscopi e ingrandimenti, oltre alla visione diretta.

La corazza sul ritratto è molto fangoso e logoro, con non molti dettagli rimanenti. Strano, in contrasto contro la forte allineati sul retro, ma lo fa in forma la sensazione del dritto e la moneta può essere stato a faccia in giù nella terra e il contrario protetta, quindi non ci sembrano essere le bandiere rosse troppi. Nella foto asta, sembra esserci un delta verso la parte superiore del cappello. Si tratta di un manufatto nella foto e non appare sulla moneta in mano. Non capisco questo "delta" ma si tratta di un artefatto fotografico.

In questa regione, alcuni dei dettagli cappello è un po 'indossato come facente parte del punto più alto del dritto. Nel complesso, il pezzo in mano sembra essere una vecchia moneta. Gli esperti per la revisione del pezzo sarà bisogno di prendere nota in particolare delle punte cappello per determinare se un tipo di utensili busto diverso è stato coinvolto per creare una moneta unica. Beh, che hanno determinato questi esperti?

Lo stesso Sear accenna all'uso di strumenti al dritto...

ma mi trovo assolutamente in linea con l'auspicio

" ... si può sperare che altri esempi alla fine vengono alla luce per rimuovere ogni dubbio persistente. "

Per il copricapo vi segnalo anche questa discussione:

http://www.lamoneta.it/topic/28022-i-tetrarchi/page-2

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

@@NUMISMA_RE grazie per la lettera del BM che non avevo notato che risale al 2012,però in sintesi la risposta del BM vuol dire tutto e niente e non chiarisce assolutamente la questione difatti, non si capisce se sia carne oppure pesce,farei sottoporre a nuova perizia microscopica la moneta facendo esaminare attentamente i livelli del piano dell'orecchio con i livelli del piano dei capelli e del copricapo; quel punto, come già detto da me in precedenza, è fondamentale per dissipare qualche dubbio e forse chiarire del tutto la questione.

Saluti
Babelone

Modificato da babelone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

che mascellone che ha! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Inviato (modificato)

Haha...Dentistaaa...! :rofl:

Comunque come sarebbe bello, per qualche post almeno, non parlare di falsi, di periti presbiti, di conferenti mendaci... :yahoo:

Ce lo meritiamo!

Modificato da vickydog
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e vai...un'altra!!!!

Roma Numismatics 35 ....

 

costantino falsa pannonia g 3,19 romanumismatic 35 de 2017 lot 1065.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Ciao

ha fatto la plastica al naso al contrario.

Silvio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Il 14/4/2017 at 08:16, Poemenius dice:

e vai...un'altra!!!!

Roma Numismatics 35 ....

 

costantino falsa pannonia g 3,19 romanumismatic 35 de 2017 lot 1065.jpg

Ciao,

giusto per completezza i dati della moneta:

Constantine I Æ Nummus. Treveri (Trier), (?) AD 318-319. IMP CONSTANTINVS PERP AVG, draped bust right, wearing Pileus Pannonicus / VICTORIAE LAETAE PRINC PERP, confronted Victories holding shield inscribed with VOT PR in two lines above altar; [P]T[R] (?) in exergue. RIC -; Cf. Gorny & Mosch, Auction 204, lot 2568. 3.19g, 17mm, 5h.

Ma spuntano come i funghi... (scusate la qualità delle immagini...)

Screenshot_2017-04-18-17-12-05-1.png.826ac60187d6d82b74d5a2b92cfc9e6c.pngScreenshot_2017-04-18-17-13-10-1.png.c3c89f54d37798a9666b98ca30cdd830.png

Da venditore spagnolo sulla baia,

Constantinus Bronze Coin 

VICTORIAE LAETAE PRINC PERP on reverse

5.91 gr - 27 mm

Quality: VERY GOOD QUALITY

Authenticity: 100% AUTHENTIC!

THIS COIN IS FROM A PERSONAL COLLECTION

 

Affarone garantito! Se la Roma Numismatics fa 2000 £ questa ultima parte da 297.99€

Chissa...

Ciao

Illyricum

;)

Modificato da Illyricum65
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Devo annotare che curiosamente all'inizio gli esemplari erano da Siscia (gammaSIS) mentre ora sono da Thessalonica e Treveri (?!)

Mah...

Ciao

Illyricum

;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dalle crepe direi battuti su tondello antico....certo che ogni giorno se ne inventano una😁

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sono un particolare esperto della monetazione di Costantino , pero' essendo in giro dei sospetti falsi di questa strana emissione , credo che tutti debbano derivare da un archetipo autentico ; ora quale sia questo archetipo , se esiste , e' difficile dirlo . 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eccola, avevo memoria di questa discussione che conteneva vari esemplari:

e un interessante link su una serie di falsi

http://www.beastcoins.com/Topical/VLPP/Challenges/VLPP-Challenges.htm

Basta vedere i sei esemplari proposti e scopriamo di essere in presenza del settimo:

58f762bbcbcde_7spose.JPG.a049f24d07062258bdc44437bb81ad71.JPG

58f762da3615b_7fra.JPG.14e8f64cc2969f267e487fca88bc50f7.JPG

Contraddistinti da una legenda al diritto iniziale con DN ... con una S di COS ripetuta come aspetto, ritratto simile, copricapo identico, etc... etc... oltre all'altare con la X e cerchio nell'intersezione.

Suppongo che quella che sembrava una sigla TS... (Thessalonica) sia in realtà una :Greek_Gamma:SIS alterata (analoga quindi ai fratellini).

Più o meno tutte con fratturine marginali (coniazione a bassa velocità su tondello antico?)

L'esemplare Roma Numismatics invece si differenzia in tanti aspetti (legenda diritto, spezzature, ritratto, tipo di altare, tipo di tondello, etc...). Che poi sia buono o meno... se non altro possiamo affermare che non fa parte della famiglia dal ramo principale. 

Ciao

Illyricum

;)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Il 14/4/2017 at 08:16, Poemenius dice:

e vai...un'altra!!!!

Roma Numismatics 35 ....

 

costantino falsa pannonia g 3,19 romanumismatic 35 de 2017 lot 1065.jpg

Curiosità:

altar.JPG.7c408b5191a17bc0032106d1523078bd.JPG

l'altare 7p con stella e svaso superiore si riscontra solo a Siscia o a Ticinum.

Altro enigma... sigla TT? Ticinum?

ConstantineI-RICVII-87-TT.jpg.2ae1fb595e0056c7411f1a11c4417979.jpg

Mah...

Ciao

Illyricum

Modificato da Illyricum65
inserimento tipo altari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chissa' per quale motivo o occasione Costantino indosso' questo copricapo di chiara ispirazione persiana , come questi in foto in uso in Persia .

Copricapi persiani.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

No no Claudio,

è dato come "pannonian cap" ovvero un copricapo di origine illirico/pannonica utilizzato dall'esercito nelle marce. E' quello che indossano i Tetrarchi in Piazza San Marco. Copricapo tipico dell'inizio IV secolo.

D'altra parte le origini di Costantino sono quelle... e in quegli anni il teatro delle oprazioni belliche era quello europeo-danubiano.

Ciao

Illyricum

;)

Modificato da Illyricum65

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

3 minuti fa, Illyricum65 dice:

No no Claudio,

è dato come "pannonian cap" ovvero un copricapo di origine illirico/pannonica utilizzato dall'esercito nelle marce.

D'altra parte le origini di Costantino sono quelle... e in quegli anni il teatro delle oprazioni belliche era quello europeo-danubiano.

Ciao

Illyricum

;)

Ciao , si hai ragione come dimostrano anche i Tetrarchi di Venezia , ma la provenienza originale del copricapo e' orientale .

Tetrarchi.jpg

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giuseppe Garibaldi come Costantino , da un particolare della statua a cavallo di Garibaldi sul Gianicolo a Roma

Particolare del Monumento a Giuseppe Garibaldi a Roma sul Gianicolo.jpg

gianicolo_garibaldi.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera a tutti,a proposito del copricapo in questione: non credo che abbia un origine più o meno etnica,la sua forma è talmente semplice e pratica che probabilmente era in uso in diverse parti del mediterraneo.

In sicilia per esempio...

(Villa del Casale ,Piazza Armerina.)

IMG-20170419-WA0017.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

11 ore fa, adelchi dice:

Buonasera a tutti,a proposito del copricapo in questione: non credo che abbia un origine più o meno etnica,la sua forma è talmente semplice e pratica che probabilmente era in uso in diverse parti del mediterraneo.

In sicilia per esempio...

(Villa del Casale ,Piazza Armerina.)

IMG-20170419-WA0017.jpg

Potrebbe essere come affermi , pero' in epoca romana questo tipo di copricapo non e' in uso prima della fine del III secolo , inizi del IV , quindi fu certamente una moda importata dall' area medio orientale , come dimostra anche il personaggio in primo piano della Villa del Casale , risalente alla prima meta' del IV secolo .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Potrebbe essere come affermi , pero' in epoca romana questo tipo di copricapo non e' in uso prima della fine del III secolo , inizi del IV , quindi fu certamente una moda importata dall' area medio orientale , come dimostra anche il personaggio in primo piano della Villa del Casale , risalente alla prima meta' del IV secolo .


Ciao,
Vi riporto questo brano tratto da "Gli ultimi soldati imperiali" di S.Mac Dowall:
f5e2cebb5a52782995bd6fd1ec6ca605.jpg
Quindi un copricapo di origine pannonica diffuso nell'esercito e che veniva utilizzato in vece dell'elmo durante fasi di "non belligeranza". Tra l'altro non è escluso che l'elmo non fosse previsto nella dotazione di ogni militare.
Ciao
Illyricum
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il ‎14‎/‎04‎/‎2017 at 08:16, Poemenius dice:

e vai...un'altra!!!!

Roma Numismatics 35 ....

 

costantino falsa pannonia g 3,19 romanumismatic 35 de 2017 lot 1065.jpg

Ritirata! Che ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ritirata! Che ne pensate?


Che era il minimo che potessero fare secondo il mio parere, era proprio poco plausibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?