Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 11/16/2019 in all areas

  1. Su alcune monete greche sono raffigurate immagini realizzate allo scopo preciso di mandare in confusione il normale procedimento percettivo dell’osservatore a cui vengono inviati segnali contraddittori che ingenerano un vero e proprio corto circuito nell’assegnazione di bordi definitivi alle forme esaminate. Una veloce disamina di alcune di queste immagini che costituiscono dei veri e propri paradossi visivi. https://www.academia.edu/40940601/F._De_Luca_Paradossi_visivi_su_monete_greche_Comunicazione_Bollettino_della_Società_Numismatica_Italiana_n.74_Autunno_2019_pagg.5-10
  2. Buon giorno a tutti, E' con piacere che comunico anche quest'anno la pubblicazione del nuovo numero di Comunicazione, il n. 74 del 2019, scaricabile dal sito della Società Numismatica Italiana a questo LINK. Le spedizioni, ai soci, del cartaceo inizieranno con il mese di Gennaio 2020, chi volesse ritiralo di persona presso la Biblioteca può darne comunicazione per email a comunicazione@socnumit.org. Colgo l'occasione per ringraziare gli autori, e i traduttori, che hanno collaborato con i loro articoli alla pubblicazione. Federico De Luca - Paradossi visivi su monete greche. Alessandro Toffanin - Nota su un sesino milanese di epoca viscontea. Inedito, variante o semplice curiosità? Luca Oddone - Varianti inedite per la zecca di Asti: un forte bianco o sesino di Giovanni II Paleologo (1356-1372) e un cavallotto di Luigi II d'Orléans (1465-1515). Mario Veronesi - Il bagattino per Federico II Gonzaga con la rappresentazione del monte Olimpo sormontato dal motto FIDES; studio ed aggiornamento sulle varianti conosciute. Enrico Lesino - Un duca, un Santo e un muto. Riguardo gli autori dei conii della moneta da 8 soldi di Galeazzo Maria Sforza. Marco Bazzini - Una moneta dimenticata: la duina milanese di re Luigi XII d’Orléans (1500-1512). Antonio Rimoldi - Le emissioni milanesi di Filippo IV con effigie. Karl Schulz (Traduzione a cura di Claudio Faini) - La zecca di Milano durante il periodo austro-absburgico. Giuseppe Girola - Libia, le monete degli italiani. Michele Cappellari - Una falsa sovrana inglese di Giorgio V millesimata 1915 per la zecca di Londra.
  3. Ciao a tutti. Purtroppo per lavoro devo saltare questo appuntamento. Mi spiace tantissimo perché avrei voluto ritrovare i "vecchi" e conoscere i nuovi. Verona è un appuntamento importante per la numismatica perché oltre all' esposizione di monete nei vari stand si rafforza quell'unione virtuale del forum trasformandola in contatto umano e si da un volto ai vari nick. Postate tante foto.
  4. Mi sembra evidente che il buon giacutuli non ha la più pallida idea di come venivano preparati i conii nel passato ne delle varie problematiche che potevano intervenire. Gli esuberi si creavano perché i conii, usati troppo a lungo, si crepavano in uno o più punti. La crepa sulla moneta crea un esubero in positivo, che naturalmente è presente su tutte le monete battute col conio rotto. Lettere e cifre sdoppiate invece non sono ribattiture sulle singole monete, ma slittamenti che avvenivano quando l'addetto creava la legenda sul conio, battendo le singole cifre o lettere con i singoli punzoni. L'errore nella legenda della moneta della discussione è dovuto proprio al fatto che l'addetto, per distrazione, al memento di creare la parola GRATIA ha inizialmente dimenticato di inserire la A dopo aver battuto la R. Dopo essersene accorto ha rimediato ribattendo la prima T con la A che ci voleva al suo posto. Anche qui è evidente che tutte le monete battute con questo conio presenteranno tutte le medesime caratteristiche.
  5. Buongiorno a tutti, domenica scorsa avevo postato una ricerca identificativa di questa medaglia non essendomi accorto dell'esistenza di questa sezione dedicata. Un ringraziamente preventivo a chi mi saprà aiutare a risolvere questo enigma. Nella collezione di famiglia ho trovato questa medaglia risalente al fidanzamento di Maria Giuseppa d'Austria con Ferdinando IV di Borbone. In realtà il dritto (M • JOSEPHA • AVSTR • FERDIN • IV • VTR • SICIL • REGI • DESPONS • 8 • SEPT • 1767; sotto: WIDEMAN; busto a dx di Maria Giuseppa) è riferito da J.Arneth (Medaillen-Stampel-Sammlung, Wien 1839) alla Morte di Maria Giuseppa d'Austria (309; Anm N°CCIII.I.e. p.273. 1Z. 7LL.) avvenuta pochi mesi dopo il fidanzamento, mentre il verso (FORTIVS ALTERNIS NEXIBVS; Genio alato ed amorino ai lati di un'ara recante gli Stemmi dei Borbone e degli Asburgo; in basso, a dx: P • K •; in esergo: NVPTIAE • CELEBRATAE • VINDOB = PROCVRATORE FERDINANDO = ARCH • AVSTR • XIII OCT • = MDCCLXVII) è riferito dallo stesso autore alla Promessa matrimoniale a Giuseppa d'Austria (308; Anm N°CCII.I.e. p.271. 1Z. 7LL.). La medaglia è stata coniata a Vienna nel 1767 da Anton Franz Widemann, pesa 26 g e ha un diametro di 41 mm. Ricapitolando, il dritto (D'Auria 22; Ricciardi 21) e il verso (D'Auria 20; Ricciardi 20) di questa medaglia si trovano in bibliografia ma diversamente associate rispetto alla medaglia in mio possesso.
  6. Buongiorno!!! Dopo tanto cercare tra le centinaia di pezzi forse una bella variante l'ho trovata una A usata per una V su una 1834 sul ferdinandvs. In mano con lente x10 si vede benissimo che ha asticella della A. Mi potete confermare da vostra visione in foto e sè gia conosciuta sul Magliocca per questo millesimo??? Grazieeee Zoom zona
  7. taglio         50 cent paese     Andorra anno 2017 tiratura 968.890 condizioni bb città Milano Note News?
  8. Video Youtube Live Memorial Correale Il più piccolo atto di gentilezza vale più della più grande delle intenzioni. (Oscar Wilde) Nel farmi portavoce della nostra Associazione, desidero ringraziare tutti coloro che, con fattiva partecipazione, hanno contribuito a realizzare l’ulteriore successo del XV Memorial Correale, un progetto da me fortemente voluto nel 2014, dopo la prematura scomparsa a marzo 2013 del Presidente, il mio fraterno amico, Salvatore Correale, dalla famiglia e da un gruppo di amici. Sono stati due giorni intensi, con coinvolgimento emotivo, che hanno visto un ottima affluenza e un interessante confronto dal valore nettamente professionale, ma ancor di più personale. Costruire una squadra vincente, con un identità ben definita, è una marcia in più per affrontare nuove sfide, l'originalità ci porta ad essere creativi e non ripetitivi. Ringraziamo soprattutto le persone che sono venute personalmente a farci i complimenti per l’organizzazione e quelle che in altri modi e altre forme hanno espresso apprezzamento per la buona riuscita. Allo stesso tempo abbiamo apprezzato particolarmente anche coloro i quali hanno sollevato delle critiche, costruttive e indispensabili per il proseguimento in futuro di nuove iniziative, è anche grazie a loro che cerchiamo di migliorarci, cercando di realizzare manifestazioni in grado di soddisfare più persone possibili. Nella speranza di mantenere con ognuno un rapporto collaborativo e produttivo, per portare avanti uno scambio di idee che sia quanto più di concreto e positivo. Il nostro obiettivo futuro valorizzare e avvicinare le nuove generazione ad ogni forma di collezionismo, nell'approcciare al vero valore storico e culturale, e non solo esclusivamente a quello economico. Infine un ringraziamento di cuore al giovane pizzaiolo Antonio De Rosa, che egregiamente ha gestito in breve tempo e rapidamente, le numerose richieste di pizze e panuozzi. Ripercorriamo i momenti più significativi dell’evento attraverso questa raccolta fotografica, con l’augurio che il Memorial Correale sia il luogo ideale di partecipazione, unico, familiare, accogliente, la casa aperta a tutti indistintamente.
  9. Ciao Rocco, Ad occhio mi sembra che il ritratto del Re del 1843 sia diverso da quelle dei millesimi vicini. Ad esempio il naso... Noto anche delle differenze nella capigliatura. Posto la mia moneta per confronto, scusandomi per la scarsa qualità ( è scannerizzata ) Ciao Beppe
  10. 1909 Austria 2 Heller Franz Joseph I
  11. Grazie a tutti per il vostro prezioso contributo. In queste ultime ore ho imparato un sacco di cose interessanti. Cordiali saluti
  12. apollonia

    Raccolta di rebus attinenti alla Numismatica

    Avevo scritto la soluzione in “tempi non sospetti”: N o I osé? ma N Frine! = noiose manfrine. Avevo anche aggiunto quanto segue. Mnesaréte, "colei che fa ricordare la virtù”, è stata un’etera dell’antica Grecia celebre per la sua bellezza, meglio conosciuta col soprannome di Frine. Frine significa ‘rospo’ in greco, soprannome che secondo alcuni era stato scelto per il colore olivastro della sua carnagione, mentre, secondo altri, era adoperato per nascondere il suo vero nome dal significato di colei che fa ricordare la virtù, imbarazzante data la professione esercitata. Frine era un’antimacedone convinta, tanto che secondo un aneddoto avrebbe promesso di finanziare la ricostruzione delle mure di Tebe, dopo che nel 335 a. C. erano state distrutte da Alessandro Magno, purchè sulle stesse mura fosse stata apposta la scritta «Alessandro le distrusse, le rifece l'etera Frine» (in greco antico: Ἀλέξανδρος μὲν κατέσκαψεν, ἀνέστησεν δὲ Φρύνη ἡ ἑταίρα). Questa iscrizione ricordava da un lato la crudeltà dei Macedoni nei confronti di Tebe, cui fa riferimento anche Iperide nel suo Epitaffio, mentre dall'altro costituiva una sfida alla tradizione secondo cui i nomi delle etere non dovevano essere incisi sugli edifici pubblici. apollonia
  13. No guarda, tutto ma non questo...
  14. Bravo Marco, ottimo libro anche per divulgare sia numismatica in generale che la Genova numismatica e storica !
  15. Salve a tutti gli utenti del forum sono d'accordo con quello che ha scritto gennydbmoney chi segue questo tipo di monetazione avrà notato che in questo periodo le piastre di Ferdinando II specialmente quelle con data più comune sono calate di prezzo. Esprimendo il mio parere personale con 100 euro ad oggi con pazienza si possono trovare tondelli SPL pieno.
  16. Complimenti a Enrico, di cui ho letto l' interessante articolo. Piano piano mi leggero' anche gli altri. Roberto
  17. vickydog

    Vitellio - Pax Avgvsti

    Non abbiamo ancora risolto l'appassionante giallo che di Bert riguardava i maquillages del Galba neo-patina fiume (*), (e altri), che siamo di fronte a quest'altro giallo, stavolta verde. Al di là della metafore Italiana di chi non è come appare, personalmente, nel dubbio, so dove acquistare monete e dove no. Ma faccio male, sono un impertinente e un mal pensante, lo so! (*) Meno male che qui facciamo Numismatica e che le pratiche commerciali sono marginali, va...
  18. giuseppe ballauri

    Patine diaboliche

    Caro LittleEvil, dal GAZZETTINO DE LAMONETA: "CASA BRUCIATA. STAVA PULENDO LE MONETE" Ciao Buon WE Beppe 🤣
  19. Buon acquisto! Il denaro col fiore di Emanuele Filiberto è una moneta molto ricercata dai collezionisti sabaudi per la sua rarità e per la particolare iconografia appunto del fiore che varia dalle solite usate nelle monete del ducato. Per me la sigla è la P (vado a cercare delle immagini da confrontare con sigla B di Bourg), ora dire che si tratti di Chambery è un'altra cosa... si sono spese molte parole su questa sigla nella monetazione di Emanuele Filiberto..
  20. Guysimpsons

    Asta cartamoneta N.F.

    Mi piace come proposta! Anche se a volte il mio portafogli preferirebbe che io non sapessi dell'esistenza di certe aste di cartamoneta...
  21. Carissimo Un bel pezzo carico di storia! q.BB secondo me, peccato per i graffi al D, che mi pare non siano di conio, quindi un pochino deturpanti lo sono. Ma moneta collezionabilissima per una tipologia dove il SPL è già un’impresa ciclopica e il FDC una chimera. Bravissimo! 🤩
  22. Se il solido di Ariadne è fra quelli rubati allora potrebbe effettivamente essere un furto su commissione. Spero che non sia così e che Ariadne riposi tranquillamente a Firenze. Arka Diligite iustitiam
  23. Orodicarta

    Banconota o Stampa Tibetana

    Tipo qualcosa del genere: In questo caso sembrerebbe di vedere due labbri di carta separati. Ecco le mie 25 e 100 srang: 25 srang ND (1948) 100 srang ND (1942-59) I 100 srang si presentano in 2 varianti principali: a testo lungo o breve. La riga di testo è quella in basso al fronte. Anche qui, non sono sicuro si possa parlare di due varietà ben definite, ho riscontrato scritte di lunghezze diverse quindi secondo me non c'è un criterio netto per classificare una 100 srang come 11a o 11b. Il Krause dà come indicazioni 92-94mm. per la scritta lunga e 87-89mm. per la corta. Si tratta di 5 millimetri, una differenza comprensibile considerando che probabilmente i timbri erano fatti a mano uno ad uno. Un'altra curiosità del 100 srang è il timbro capovolto: La variante con timbro capovolto è piuttosto rara. Io ho avuto un colpo di fortuna e ho trovato questa in un lotto: (scusate la bassa risoluzione ma ho finito i kb..) Testimonianze di un regno mistico che sta scomparendo ma che ha lasciato molto.
  24. Non è la mia monetazione, mi sono limitato a mappare i rilievi con programma di grafica dopo aver tolto il colore. Sembrerebbe un 2 deformato, e magari si è aggiunta una escrescenza di metallo.
  25. nikita_

    Banconota o Stampa Tibetana

    Posseggo un 100 srang sgualcito Non noto strati lungo le sgualciture, nemmeno con la lente, possibilmente la carta di riso incollata ha la particolarità di diventare ben compatta.
  26. Scusate il ritardo... Lo stand è il 221 fila F. @ottone Rigiri il coltello nella piaga...😢 Arka Diligite iustitiam
  27. Se ragionassimo "di peso", sarebbe un grano; ma il titolo del post è azzecato...non fa una piega. Però per me a parte il peso, non è come quella di @gennydbmoney, questa è stata battuta su tondello fuso....ma non è un impronta completamente nata da un processo di fusione.
  28. cristianaprilia

    Navi, velieri e barche sulle monete

    Do il mio piccolo contributo, sarà emessa tra 3 giorni dalla zecca maltese per commemorare i 150 anni dall'apertura del canale di Suez. Al dritto lo stemma della repubblica di Malta, al rovescio navi a vapore che lo attraversano.
  29. Giusto! Che numero hai all 'interno della manifestazione @Arka ?
  30. leop

    Vitellio - Pax Avgvsti

    Fotografare un oggetto con luci differenti può stravolgerne le fattezze, come probabilmente è accaduto in questo caso
  31. Sembrerebbe una tessera mercantile, molto similare alla serie Androcolo. Posto un esempio:
  32. Ciao Litra, Grazie per il tuo gradito intervento. Da questi due pezzi si riesce a ricostruire parte della loro " vita". Il dritto è identico per entrambi, il primo da me condiviso è più "pulito" come conio, quindi fu una prima liberata ma abbinata ad un rovescio che presenta il valore C 3 quasi fuori le braccia della Croce ( particolare che non si riscontra in nessuno dei 3 Cavalli 1790 SICIL che ho censito fino ad oggi). Il secondo esemplare presenta al dritto una lesione sul busto, causa della futura rottura del conio. ( non fu più riutilizzata questa tipologia ). L'abbinamento è con un rovescio differente dal precedente ma simile ai successivi 3 Cavalli 1790. Con il tempo scopriremo a chi assegnarlo. Spero di vederlo inserito nel pregevole lavoro di Pietro. Saluti, Rocco.
  33. Beh qui andiamo oltre a ogni Gazzettino possibile 😁
  34. ciao Artur. Quella che intendi tu è veramente carina e sembra che ogni anno migliori.. ci vediamo allo stand già il venerdi. Buona giornata
  35. apulian

    Banconota o Stampa Tibetana

    Bella banconota, molto ben tenuta. Se ho ben capito, questi biglietti venivano stampati su due fogli sottilissimi ed incollati. Ho in collezione il pezzo da 100 srang analogo a quello mostrato, insieme a quello da 25.
  36. I cataloghi d'asta a quel tempo erano strutturati in maniera differente, non c'erano i prezzi di base d'asta o di stima e neppure la lista delle aggiudicazioni veniva stilata. In alcuni casi la vendita era fatta "a corpo" ovvero in blocco per l'intera collezione.
  37. @mfalier dei Savoiardi sicuramente in 3, forse 4 per il pranzo di sabato. cembruno, Daniele Angeloni, Fabio e forse un altro che non sappiamo ancora. Grazie
  38. Ciao come al solito aggiungi due posti a tavola grazie Silvio
  39. Termine ultimo @mfalier per le conferme al pranzo ?
  40. Impero Austriaco: Auction Institut 7 novembre 1825; Bermann 1822; Elden, Trattner e Appel 1805; Giacomini 28 febbraio 1825; Reich 1815; Senoner 1839; Wratislaw Wopytka 16 novembre1836. Belgio: Renesse 1835; Verchulst 10 giugno 1844. Germania: Cosack 29 aprile 1811; Ebner 5 ottobre 1829; Heinrich 1 dicembre 1819; Jakobs 1735/36; Leitzmann 2 luglio 1828; Lindberg 4 ottobre 1830; Pansa 10 novembre 1766; Pfeiffer 19 marzo 1823; Schnobel 1790; Schott 31 gennaio 1718; Soothe 24 settembre 1784; Texier 15 settembre 1788; Ulich 6 novembre 1809; Ulich 16 luglio 1812 Danimarca: Haven - Thottius marzo 1789; Haven - Thottius febbraio 1790 Francia: Didot - Debure - Barrois aprile 1788; Hoffmann 7 marzo 1830; Mionnet 19 settembre 1796; Rollin 1811; Gran Bretagna: Sotheby - Leigh 30 gennaio 1840; Spink (listino) luglio 1891; Italia: Caucich (listino) 1867; Dina (listino) 1855; Kunz (listino) 1855; Paternò 1863; Riccio 1843. Mi sono divertito a cercare le aste, e qualche listino, più antiche della collezione di Domenico Rossi esitata da Varesi nel 2005. Arka Diligite iustitiam
  41. Silver70

    Costruire un monetiere

    Buongiorno, se pensate ai ladri allora lasciate perdere, portano via le casseforti sfondando i muri e portare via un monetiere è molto più semplice, qualsiasi serratura abbia. Se si possiedono monete di valore e non si vuole rischiare nulla meglio affidarsi ad una cassetta di sicurezza in banca. Saluti Silver
  42. Complimenti. Bravi come sempre.. un faro per la numismatica
  43. ott.2019 Pescata fruttuosa per pochi spiccioli Ho aggiunto alla mia collezione una nazione che non avevo ancora per un euro. Comore e per 50 cent ho aggiunto alla mia raccolta l'Angola indipendente, ne avevo qualcuna di questa nazione ma ancora come possedimento portoghese. Questa magari la pulisco e due minuscole monete dell'Islanda (50 cent. x 2) 25 Aurar in zinco e 10 Aurar in rame/nickel
  44. Buonasera, indipendentemente da tutto e senza andare troppo lontano, vorrei solo aggiustare il tiro con la verosimile attribuzione della moneta in base a questa tipologia di Filippo II di Macedonia, di cui posto a titolo esemplificativo un aureo da 1/4 di statere: LeRider 83.49f Macedonian Kings. Philip II. 359-336 BC. AV Quarter-Stater. Pella, ca. 345-328 BC. Head of Hercules in lionskin right / ΦIΛIΠΠOY, thunderbolt above, club and bow below. Da approfondire la descrizione del rovescio. Codiali saluti HIRPINI
  45. Queste monete hanno rilievi molto bassi. La tua e in ottime condizioni....Bella pescata, complimenti Saluti
  46. Colpo grosso in ciotola! 3/4 euro li vale, almeno credo... ed è per l'appunto un Grosso! Un euro per questa piccola monetina da appena un grammo, è molto comune, manca un pezzetto e l'ho pure raddrizzata un po', ma era ugualmente da prendere. Stato Pontificio - Benedetto XIV (1740-1758) anno I° (1740) - Grosso con S. Pietro in argento.
This leaderboard is set to Rome/GMT+01:00

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.