Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 10/11/2019 in all areas

  1. Con immenso piacere annuncio in anteprima l'imminente apertura di una nuove sezione del forum, non una sezione come le altre, ma un'area dedicata ad approfondimenti di elevato spessore tecnico e numismatico. L'accesso a tale area, per ovvie ragioni, sarà riservato solo ad una determinata categoria di utenti, i cui prerequisiti d'idoneità verranno attentamente esaminati dal direttivo della stessa sezione di studi avanzati. Tale direttivo è costituito da un membro dello staff avente compiti di vigilanza e supervisione tecnica, i nomi dei cinque restanti membri verranno resi noti nella giornata di sabato 26 ottobre. La candidatura per l'accesso alla sezione potrà essere presentata solo inserendo un post nella presente discussione, al fine di ottenere il più elevato livello di trasparenza possibile. La sezione risulterà pienamente operativa dal primo dicembre 2019. Alla scadenza dei primi sei mesi di operatività, per un periodo di 24 ore, la sezione verrà resa visibile a tutti i membri del forum, che potranno leggere ed esprimere il proprio gradimento solo a mezzo della funzione "mi piace". Siamo certi che un'iniziativa di questo tipo rappresenti un'innovazione senza precedenti nel panorama numismatico nazionale ed internazionale. I contenuti prodotti, pur non essendo divulgabili in alcun modo, rappresenteranno il fiore all'occhiello del nostro forum. Le due annuali finestre temporali di 24 ore ciascuna consentiranno alla massa degli utenti di poco conto di prendere visione di quanto prodotto, cosicché gli appartenenti alla sezione potranno trarre opportuna gratificazione personale, nonché fregiarsi di una nuova serie di bollini appartenenti alla categoria "forumista massonico". L'autore che riceverà più "mi piace" potrà fregiarsi del bollino di "Gran Maestro" e da qui, in ordine decrescente, sono stati previsti 5 livelli iniziatici. Gli autori che non riusciranno a raggiungere il numero minimo di "mi piace" utile al raggiungimento del livello iniziatico più basso verranno esclusi dalla sezione. Prerequisiti per l'accesso alla sezione: Avere all'attivo non meno di 2.000 messaggi sul forum Avere punti reputazione non inferiori a 750 Impegnarsi a non divulgare in alcun modo i contenuti sviluppati nelle discussioni interne all'area riservata Avere un cane di nome "Birillo" (verrà richiesta copia del certificato di iscrizione all'anagrafe canina) Non aver mai approfittato di una campagna promozionale di Poltronesofà ...in sintesi... ogni tanto fermiamoci un attimo a riflettere, il forum può non essere perfetto, ma si danno ormai per scontate forse troppe cose che alla fine, in assenza di un ambiente di questo tipo, così scontate potrebbero non essere.
  2. E siccome so che vi piacciono tanto..... Aggiungo questa "comune" Piastra 1818 testa grande. Invitandovi a condividere le vostre belle.
  3. Buongiorno , ho pescato un'altra bella carta dal mazzo e... Poker.. 😊 finalmente aggiungo al mio tris un altro bel libro.DE SOPO G., LE MONETE DI NAPOLI. L'evoluzione della tecnica monetaria e le varianti della zecca napoletana dal 1516 al 1859. Napoli 1971.
  4. Buongiorno a tutti, Oggi condivido la mia Piastra 1841.....
  5. No, nessuna circolazione. Della più grande rarità. Pur essendo stato coniato a Roma, fa comunque parte della monetazione del re lazzarone. Allego foto tratta dalla loro vendita: asta nac 16, collezione pannuti, Zurigo, 28 e 29 Ottobre 1999.
  6. Salve a tutti ragazzi attendo pareri su questa 1795. Entrata in collezione qualche annetto fà. Attendo pareri.
  7. Buonasera, seguendo un filo conduttore con il precedente post, uso nuovamente un prestito del mio Amico Rocco @Rocco68stavolta è un gettone/medaglia del valore di un Carlino, prodotta a Vienna e distribuita al popolo in occasione delle nozze tra Ferdinando IV e Maria Carolina millesimo 1768. Riporto alcune note di quell'anno, la cui fonte è sempre il Web. Maria Carolina Luisa Giuseppa Giovanna Antonia d'Asburgo-Lorena, nota semplicemente come Maria Carolina d'Austria (Vienna, 13 agosto 1752 – Vienna, 8 settembre 1814), nata arciduchessa d'Austria, divenne regina consorte di Napoli e Sicilia come moglie di Ferdinando IV di Napoli e III di Sicilia. Nell'aprile 1768 fu stipulato il terzo e ultimo contratto nuziale, che portò alle nozze per procura di Ferdinando con l'Arciduchessa Maria Carolina d'Asburgo-Lorena. Consolidato il legame da un punto di vista formale, la sposa partì dall'Austria alla volta del Regno di Napoli, dove fu accolta il mese dopo da Ferdinando in località Portella di Monte San Biagio nei pressi di Terracina. Maria Carolina fu anche una figura politica rilevante per il Regno. Questo grazie all’avveduta Maria Teresa che, prima di inviare la figlia alla corte di Napoli, fece stilare un patto matrimoniale in cui si disponeva che nel momento in cui Carolina avesse dato alla luce un erede maschio, avrebbe potuto prendere parte ad ogni riunione politica. Il bambino nacque e la regina si trovò in mano le chiavi del Regno. Il potere della donna e l’influenza sulla corte erano talmente grandi da far licenziare in tronco il primo ministro, eminenza grigia di Ferdinando, Tanucci solo perché astioso nei suoi confronti. Carolina non conosceva mezze misure: passava dall’amore all’odio, capricciosa e lunatica con i membri della corte, vendicativa e fredda con i suoi nemici…o semplicemente con chi non le stava a genio. Era anche dissoluta ed incline al tradimento quasi quanto il marito e molti suoi amanti ottennero cariche pubbliche di grande spessore, come il comandante irlandese della marina toscana John Acton, messo a capo della flotta del Regno di Napoli. Nonostante molti cercassero di aprire gli occhi al marito sui tradimenti della moglie, Ferdinando reagiva borbottando o, al massimo, minacciando Carolina di farla accoltellare o di strangolarla lui stesso. Vuote minacce: il re, nonostante tutto, amava la sua regina e, inoltre, gli faceva comodo che la donna si occupasse del regno in sua vece. Lo scoppio della rivoluzione francese segnò il decadimento psichico di Carolina, sopratutto dopo che la sorella Maria Antonietta, regina di Francia, fu ghigliottinata. La donna divenne paranoica e sospettosa di tutti i sudditi e fece reprimere nel sangue numerose sommosse e semplici contestazioni. Autoritaria e dura temeva un focolaio di rivoluzione che potesse portare a una tragica conclusione del suo regno. Nemmeno il pugno di ferro della regina, però, poteva impedire il flusso di eventi che condizionò l’inizio dell’ ‘800: Napoleone arrivò in Italia liberando la penisola da tutte le vecchie dinastie. Carolina fuggì in esilio a Vienna e li morì pochi anni dopo senza nemmeno vedere la sconfitta dell’Imperatore francese e la Restaurazione che avrebbe portato i Borbone a regnare di nuovo su Napoli. Altro evento del 1768 Il trattato di Versailles fu stipulato il 15 maggio 1768 a Versailles tra la Repubblica di Genova e la Francia, firmato dal plenipotenziario genovese, Agostino Paolo Domenico Sorba, e dal ministro francese, il duca Étienne François de Choiseul. In base al trattato la Repubblica di Genova offrì la Corsica come garanzia per i debiti contratti (pari a circa due milioni di lire genovesi) verso il re di Francia Luigi XV, che aveva inviato proprie truppe sull'isola a sostegno di Genova contro i Còrsi in rivolta. Genova, già in bancarotta, non fu mai in grado di onorare i suoi debiti e così la Francia assunse quasi immediatamente l'iniziativa militare di occupare stabilmente l'intera isola, che fu conglobata da allora e fino alla Rivoluzione francese, nel "patrimonio personale" del re di Francia. Il trattato fu firmato da Agostino Paolo Domenico Sorba e Sebastiano Francesco Batini, con la mediazione del duca Étienne François de Choiseul tra il doge Marcello Durazzo e il re di Francia Luigi XV. Saluti Alberto
  8. lorluke

    IL TONDELLO DEI SOGNI

    Vorrei innanzitutto complimentarmi con @Cinna74 per aver ideato questa interessantissima ed affascinante discussione che ha permesso a molti di noi (me compreso) di scoprire e apprezzare dei pezzi di una rarità assoluta. Saluto anche l’amico @Rocco68 che, come sogni nel cassetto, ha citato ben due esemplari di Murat. Anch’io sogno di possedere un particolare tondello dell’impetuoso cognato del sommo Bonaparte. Si tratta della celebre medaglia in oro coniata per commemorare il ritorno a Napoli del Re dalla disastrosa campagna di Russia. Questa medaglia venne coniata in oro, argento e bronzo e si narra che fu Canova stesso a rappresentare la fisionomia del volto. Sinceramente non stenterei a crederci, considerando sia il legame dell’illustre scultore con la famiglia Bonaparte, sia la magnificenza del ritratto in questione (sicuramente tra le migliori raffigurazioni del volto augusteo di Murat). Si vocifera che esistano due esemplari in oro anche se, ad oggi, soltanto uno ha fatto la sua comparsa in pubblico. A dire il vero anche gli esemplari in argento sono praticamente introvabili. Gli unici a comparire ogni tanto in asta sono gli esemplari in bronzo, purtroppo afflitti da una terribile frattura di conio che sfregia brutalmente proprio l’affascinante volto del Re. Di seguito vi riporto sia lo “sfortunato” esemplare in bronzo che l’unico esemplare in oro ad oggi noto, esitato lo scorso anno da Editions V. Gadoury ed aggiudicato per 120.000 euro più diritti d’asta.
  9. petronius arbiter

    NON SO CHE MONETA SIA

    Ci vuole anche l'altra faccia. E un buonasera, per favore, grazie, non ci starebbero male petronius
  10. Discussione per me interessantissima, rimpiango di non aver sottomano la mia collezione per potervi mostrare i miei X reales rispettivamente di Filippo II (Piras 119) e di Filippo IV (Piras 146). Ogni volta che li metto a confronto mi sembra di vedere una lezione di storia sulla decadenza della Spagna/Sardegna in quel periodo, in quanto il pezzo di Filippo IV è un maltagliato particolarmente rozzo e "tosato"... eppure sono più affezionato a quest'ultimo forse perché la acquistai tanti anni fa al mercatino delle pulci di Nuoro. Appena potrò condividerò le loro foto, anche perché l'esemplare di Filippo II presenta sul ritratto una corrosione per me particolare... Saluti
  11. Il sedere rotondo e la zampa anteriore sinistra poggiata a terra non costituiscono parametri significativi per un giudizio. In ogni caso da fotografia l'aspetto generale del metallo non mi esalta e non la prenderei. Tuttavia non posso escludere che sia autentica. Non sono dello stesso conioma lo stile del toro è coerente. Dal British Museum:
  12. Buongiorno a tutti, Nel 12 Carlini 1810 la raffigurazione più bella della testa di Gioacchino Murat. Molti dei pezzi da 12 Carlini rimasti dopo la fine del suo Regno furono reimpressi con le nuove impronte di Ferdinando IV e successivamente da Francesco I e Ferdinando II.
  13. A me invece non impressionano molto i temi trattati nei ( pochi) articoli dei quali si e’ potuto avere notizia. Sara’ ma Francamente c’e’ materiale ben piu’ interessante nelle altre riviste citate ... e se l’intento era quello di sottolineare il carattere esclusivi ed elitario della nuova rivista creando un solco tra una non meglio specificata ‘ audience scientifica’ cui la rivista verrebbe destinata e i ‘paria’ numismatici rappresentato dal resto del pubblico beh.. non mi sembra sia stato troppo efficace...
  14. Ciao Giuseppe, Colleziono e studio i falsi d'epoca Napoletani da parecchio tempo. Bisogna fare delle distinzioni fra falsario e falsario, alcuni producevano falsi pacchiani e facilmente riconoscibili.... Altri dopo prove di fusione o coniazione si raffinavano fino a raggiungere la quasi perfezione. In questi anni ho visto cose che neppure immaginate. Saluti, Rocco.
  15. 1905 German East Africa (DEUTSCH OSTAFRIKA) - 1 Heller
  16. littleEvil

    Raccolta di rebus attinenti alla Numismatica

    ping @Cinna74, @cabanes, @El Chupacabra@King John@Rapax@Arka @PriamoB e naturalmente tutti gli altri progressisti numismatici! Ma soprattutto a Cinna74! Servus, NJk
  17. Cinna74

    50c Canada argento proof???

    Ma lo sai cosa sono le "prooflike"? Ma perché parli di cose che non conosci? Ti ho postato un link in cui chiunque può capire che tutti i millesimi di questa moneta sono stati coniati per la normale circolazione. Perché alcune monete nascono con fondi speculari ed altre no? È questo che devi capire. Se ne hai voglia. Non ti è mai capitata in mano una euromoneta particolarmente nuova e bella da riflettere le immagini?
  18. Nel forum è vietata la compravendita, in verità c'è una sezione apposita, ma puoi accedervi solo al raggiungimento dei 100 post. Invece, ora che sei a 6 messaggi, il tuo spazio per le foto è aumentato, sono 750kb, riprova a postarle. E chi sarebbe? Ti pregherei anche di una maggiore attenzione al linguaggio, non siamo bacchettoni, ma la parola usata in questo contesto per indicare che hai un sacco di monete di quel tizio mi sembra inappropriata.
  19. L'intervento di @demonetis tutto è tranne che pieno di invidia e di rabbia. Cerchiamo di mantenere un minimo di obiettività.
  20. nikita_

    IL TONDELLO DEI SOGNI

    Si può avere anche un sogno di rame? Volendo rimanere in UK mi piacerebbe tantissimo possedere un Cartwheel da 2 pence del 1797 di Giorgio III°, con i suoi 57 grammi di peso sarà imponente e fantastica!
  21. giuseppe ballauri

    Monete suoi millesimi e Avvenimenti

    Scusa non ho letto bene i post. Quello tuo, postato da Alberto, è un Carlino, questo è un Tarì...Scusa. Comunque per il cambio con il Pestalozzi, mi accontento anche del Carlino ( inteso come moneta e non come razza di cane! ) 🤣
  22. Buongiorno a tutti, ecco il Tarì della Regina di Napoli.
  23. Follia ridotto di Costante o Costanzo II con al rovescio due vittorie. Arka Diligite iustitiam
  24. Carissimi tutti Con piacere vi posto l'ultimo pezzo entrato in collezione : come da titolo si tratta di un soldino del 1577. Moneta comune ma difficile da trovare in buona conservazione
  25. Gigetto, se ce l'ha con me, non ho denigrato nessuno. Ho solo notato l'assenza dei più noti commercianti delle città appunto citate da sixtus78
  26. pizzamargherita

    Bizantina?

    Grazie.
  27. Liutprand

    Apertura nuova sezione

    Sai @Rapax ? Ho letto la prima parte del tuo post in dormiveglia.... ci stavo quasi per credere. Ho avuto la sensazione di quelli che ascoltarono in diretta l'arrivo dei marziani dalla voce di Orson Welles nella "Guerra dei Mondi"!😀
  28. Adelchi66

    Uncia fratello Sole sorella Luna

    Patina veramente incredibile... Complimenti
  29. 1985 - I Viaggi di Giovanni Paolo II°
  30. Salvatore Esposito

    Identificazione moneta repubblicana

    Scusate non considerate il mio precedente commento. Ho capito tutt'altro.
  31. Scusami: qui dici che la notizia ti è stata girata da "un collega", e quindi fai capire che sei uno "del giro" Qua invece dici che "ti pare di capire" che la rivista è dedicata a un ricercatore o numismatico accademico: e allora perchè darne notizia qui????? Parlane con gli accademici e lasciaci sguazzare nella nostra grassa ignoranza....
  32. mi sembra che sono abbastanza simili direi bb+
  33. Ranbel

    bronzo

    Credo he data la patina sia un bronzo coevo dell aes rude e non è detto che fosse usato come moneta di scambio, comunque io non sono un grande esperto sarebbe meglio attendere il parere dei veri maestri che frequentano questo forum, saluti Rambel
  34. L'ho scritto perchè tanto so già che tra x anni un altro utente similare si attaccherà a questa discussione per proporre la sua patacca....
  35. Grazie Rocco, infatti mi erano venuti dei dubbi e non solo sulla data. Però guardando il catalogo LaMoneta vedo che possono esserci anche le sigle A.P. C'è un errore? Il diametro di quanto è più piccolo?
  36. gran buongiorno a tutti lamonetani,vengo versu voi per classificare al piu giusto una di queste belle monetine che son i bolognini,e mal cognato,al meno che il tondino fu troppo stretto per l'impronta. mi incuriosisceno quelli signi,soppratuto la stella,che e stata in ottima preservazione... ma non riesco capire di qui e. ringraziamenti anticipati.😀
  37. Da quanto scritto da Domenico Luppino e letto in questo forum mi terrei lontano dagli esemplari che si presentano simil fondo specchio. Inoltre metterei in collezione solo scudi corredati da documentazione tramite la quale si riesca a risalire al periodo pre riconiazione
  38. T AR credo, zecca di Arelate.
  39. obolo fimato da Euainetos ?? 🤣
  40. Personalmente non colleziono monete della repubblica francese o dell impero austro-ungarico ma possiedo comunque queste due di cui vado fiero. I dettagli mi piacciono molto e le monete conservate molto bene.
  41. I was in a lock-box a couple of days ago and met up with this old friend for the first time in a dozen years. As a coin to be collected, it has major problems. As a personal memento, however, it bats a thousand. ------------------------------------------------------------------------------------- x: The large silver piece—repeatedly polished—from the free city of Frankfurt am Main, where Dad spent a portion of his early manhood as a paratrooper of the 82nd Airborne’s 508th Parachute Infantry. The experience loomed too large for him to ever part with this coin, which was the undisputed star of the group of coins he showed me that very first night in ‘64. (It was more than a hundred years old!) Pop told me what he knew of it, about the Czech DP (“Displaced Person”) who had given it to him in ‘46, of its having been dropped by a college friend and dinged about 1951 (the memory retained the power to upset him), and on occasion down through the years Dad would trot out this big coin to taunt me. He always enjoyed my wanting it. And I had wanted it, at first. But it soon dawned on me that I would own this coin only on a day that my father was dead. So I stopped wanting it most profoundly, although to please Pop I pretended otherwise for nearly thirty years. There isn’t much more to add, except to say that I now own this 1861 double-thaler, and have, since February, 1997. (97) v.
  42. principesax

    Le Meno Belle

    Questa moneta è quella in qualità peggiore in collezione la ho un po' lavata e gli ho dato un po' di colore con la grafite della matita e per me è sufficiente
  43. Rapax

    I Romani davano il resto?

    Diciamo che su sesterzi ed emissioni di analoghe dimensioni le caratteristiche fisiche della moneta stessa possono aver influito pesantemente sull'esiguo quantitativo giunto fino a noi. Tornando però al bronzo del periodo in esame, il discorso di @Scipio ha sicuramente senso, però mi piacerebbe trovare qualche piccolo indizio a sostegno dell'esistenza di un numero ben più considerevole di monetato eneo. Preciso che stiamo provando a portare avanti una bella discussione divulgativa, quindi a volte mi tocca fare un po' il bastian contrario proprio per dare un seguito al discorso che, in caso contrario, si arenerebbe. Dove poter trovare qualche minimo indizio? Prendere in esame Babelon e Crawford, quindi due testi scritti a quasi un secolo di distanza l'uno dall'altro, potrebbe portare a qualcosa? Se effettivamente ci è giunta una testimonianza concreta di monetazione enea che rappresenta però solo una parte rispetto a ciò che era in realtà, nel giro di un secolo ricco di rinvenimenti quanti esemplari non conosciuti dal Babelon sono stati poi identificati dal Crawford? È una "verifica" che non ho mai fatto e purtroppo la tabella di concordanza del Crawford non aiuta molto. Diciamo però che se da tale verifica emergesse qualcosa l'indizio ci sarebbe. In caso contrario risulterebbe quantomeno improbabile pensare ad un numero di tipologie marcatamente più consistente rispetto alle tipologie ad oggi note. Gli assi saltano fuori un po' ovunque, da stipi votive, da rinvenimenti sporadici ed isolati, da depositi di fondazione, da fiumi e corsi d'acqua. Se in cent'anni nulla di "nuovo" è emerso temo che si possa ragionare solo in termine di volume di emissione degli esemplari noti.
  44. Se fosse per 300€ alla fine non sono una grande perdita, considerando l'importo complessivo speso. Piuttosto, avrebbe dovuto essere in grado di giudicare meglio la reale conservazione in fase di acquisto, dettaglio questo di fondamentale importanza davanti a spese consistenti. 2300€ non sarebbero neppure tanti per un esemplare in alta conservazione, con pregi qualitativi come segni di contatto contenuti ed assenza di difetti tecnici (ad esempio, in questo mi pare di vedere una leggere debolezza nella parte sx della legenda al R/) Le foto poi sono troppo piccole per giudicare con cognizione di causa l'effettiva qualità della moneta. Dovrebbe rifarle ad una maggiore risoluzione e meglio illuminate per capire anche il grado di lucentezza del metallo. Buona serata
  45. Ma vi siete resi conto che questo lunghissimo thread è composto da quasi 3.600 posts e che contiene una carrellata straordinaria di foto di monete spesso rarissime e in alta conservazione che probabilmente nessuna pubblicazione anche quelle specializzate riuscirebbe mai a mettere insieme?? Questa è la forza di tutti noi e la potenza del Forum, che consente questi incredibili risultati. Mi si consenta di invitare tutti, neofiti e non, appassionati di monete napoletane e non, arrivo a dire numismatici e non, a leggerla, magari un po’ ogni sera. Non ve ne pentirete 👌
  46. Dopo quasi tre anni da questa discussione oggi ho finalmente trovato in una bancarella questo raro millesimo di due denari. Non è certamente splendido, anche se dal vivo la sua colorazione è più verde di quello che sembra in fotografia, ma la data è perfettamente leggibile e chiara, il retro è messo peggio, non so se consumato o debole di conio ma la legenda si intravede appena.. Non mi importa, il buco nella collezione di questa tipologia pensavo di non chiuderlo, in centinaia e centinaia e centinaia di duedenarini che ho visionato non ne avevo mai visto uno, neppure in pessima conservazione ! Mi rimane ancora da rintracciare il 1768 per terminare la serie, ma anche quello l'ho visto solo dal mio amico @alainrib
  47. savoiardo

    stimamoneta

    Io non voglio sapere... Questa non è la sezione giusta per chiedere una identificazione! Oltretutto mancano i dati della moneta, il peso, il diametro... Solo perché amo le sabaude posso dirti cosa è, un viennese di Ludovico d'Acacia, adesso però non chiedere il valore... vai a studiarti qualcosa sulla storia di questa moneta...
  48. giuseppe ballauri

    Rarità R4-R5-R6

    Perfettamente d'accordo. E' proprio per questo che mi sono allontanato dalla Collezione della Repubblica. Troppe cose non mi piacevano, quelle che hai citato tu e posso anche sottolineare le varie coniazioni per "Collezionisti". La numismatica è altro. E' innanzitutto storia, quello che ti trasmette una moneta magari consunta, ma che potesse parlare ti potrebbe raccontare molte cose. Però tutti ( o quasi ) siamo partiti dalla Repubblica ed è stato il primo passo di una lunga strada che ci ha fatto scoprire paesaggi meravigliosi. Ciao
  49. ferdinandoII

    Ex-libris numismatici

    Buona domenica a tutti! Alla fine ho realizzato questo... Stampato su etichetta adesiva, di dimensioni 4.5.x 6.5 cm.
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.