Jump to content
IGNORED

America, la terra delle opportunità


Riccardo Fontana

Recommended Posts

Riccardo Fontana

Va bene l'esotico, ma questo 50 lire a questo prezzo... roba da trasferirsi subito in America!

http://www.ebay.com/itm/Italy-50-Lira-1955-R-XF-KM-95-1-R9771/360819321945?rt=nc&_trksid=p2047675.m1851&_trkparms=aid%3D222007%26algo%3DSIC.MBE%26ao%3D1%26asc%3D19839%26meid%3D4350512303184849107%26pid%3D100005%26prg%3D8934%26rk%3D2%26rkt%3D4%26sd%3D350968054284%26

Più seriamente mi domando: ma questi prezzi sono reali? Chi conosce qualcosa del mercato USA può confermare che i collezionisti americani (pare siano davvero tanti, da quelle parti) pagherebbero cifre simili per simili sgorbi?

C'è anche questo: http://www.ebay.com/itm/Italy-500-Lire-1965-R-CH-BU-silver-KM-100-brilliant-light-tone-pale-golden-hue-/350968054284?pt=US_World_Coins&hash=item51b753820c

Link to post
Share on other sites

soleshine

Un conto è mettere in vendita e un conto è vendere, detto questo le uniche monete della Repubblica Italiana che fanno più delle quotazioni di mercato sono le 500 lire in argento, e le monete inscatolate nelle loro confezioni di plastica certificate Ms 67, qualche anno fa era passasata una serie del 47 non periziata ma originale in Fdc a poco più di 4000 €.

Link to post
Share on other sites

villa66

Nella mia esperienza, le comuni monete della Repubblica italiana (dire, 1948 e successive) incontro fatale resistenza da collezionisti americani quando al prezzo di qualsiasi cosa sopra prezzi minimi.

Nei gradi superiori di conservazione, i cataloghi di Krause—i cui prezzi sono spesso riflettenti del mercato americano—prezzi comuni monete della Repubblica italiana a prezzi molto più alti che abbia mai visto un collettore prendere in considerazione anche pagando.

Ogni collezionista americano vissuto a metà delle monete italiane di ignorare i prezzi del catalogo e soprattutto ignorare recenti magazzino rivenditore. (Concessionari che non hanno familiarità con una particolare monetazione tendono a sovra-grado, credo e troppo facilmente dipendono cataloghi al prezzo loro monete—un errore compounding, penso, che riguardano molte monete europee moderne—a causa di insoliti mercati nei vari paesi europei che si è sviluppato quando molte collezioni di conii la "legacy" si formarono in fretta al momento dell'introduzione dell'Euro).

Quasi tutti i comuni (non argento) monete della Repubblica italiana—spesso in alto grado — può ancora essere trovato negli Stati Uniti in un rivenditore spazzatura-scatole. (Turisti americani li ha portati indietro di decine di migliaia).

post-12167-0-28576900-1390628148_thumb.jpost-12167-0-52016100-1390628171_thumb.j

Mi capita di avere queste fotografie (pessima) di un 20-lire ‘59 ho tirato da una casella di posta indesiderata non troppo tempo fa. Mi è costato un quarto ($0,25). Ma è solo un duplicato. Io ho una migliore, con una storia migliore :D , che ho comprato per $0,15.

È vero, naturalmente, che qualche nuovo collettore può acquistare i pubblicizzato ‘55 50-lire al prezzo pubblicizzato. Ma spero che non lo fanno. Ho fatto troppi errori di mia auguro che tipo di "esperienza di apprendimento" su nessuno!

:) v.

-----------------------------------------------------------------

Within my own experience, the common coins of the Italian Republic (say, 1948 and later) encounter fatal resistance from American collectors when priced at anything above minimal prices.

In the upper grades of preservation, the Krause catalogs—whose prices are often reflective of the American market—prices the common coins of the Italian Republic at prices far higher than I have ever seen a collector even consider paying.

Any halfway-experienced American collector of Italian coins knows to ignore catalog prices, and to mostly ignore recent dealer stock. (Dealers who are unfamiliar with a particular coinage tend to over-grade, I think, and too readily depend on catalogs to price their coins—a compounding mistake, I think, where many modern European coins are concerned—because of the unusual markets in the various European countries that developed when many collections of the “legacy” coinages were hurriedly formed around the time of the Euro’s introduction).

Almost all common (non-silver) coins of the Italian Republic—often in high grade—can still be found in the U.S. in dealer junk-boxes. (American tourists brought them back by the tens of thousands.)

post-12167-0-28576900-1390628148_thumb.jpost-12167-0-52016100-1390628171_thumb.j

I happen to have these (lousy) photographs of a ’59 20-lire I pulled from a junk-box not too long ago. Cost me a quarter ($0.25). But it’s only a duplicate. I have a better one, with a better story :D , that I bought for $0.15.

It’s true, of course, that some new collector may buy the advertised ’55 50-lire at the advertised price. But I sure hope they don’t. I’ve made too many mistakes of my own to wish that kind of “learning experience” on anybody!

:) v.

Link to post
Share on other sites

Riccardo Fontana

Ovviamente c'è differenza tra mettere in vendita e vendere ma, poiché le inserzioni dovrebbero essere finalizzate più alla seconda che alla prima di queste opzioni, è verosimile che il prezzo sia ritenuto "congruo" dal commerciante. Volevo fare un po' di ironia, del resto mi pare logico che alla fine il collezionista sia il padrone del destino suo e di quello della moneta, perché un 500 lire Dante a $ 40 non andrà mai venduto, almeno spero.

Di contro c'è da dire che, qui in Italia, capita di trovare alcune monete americane sopravvalutate (mezzi dollari Kennedy a 10 euro anche in clad e proprio oggi ho visto degli Ike Dollars a € 25) ben oltre quanto qualunque collezionista americano sarebbe disposto a spendere (non si parla quindi di conservazioni eccezionali o di errori). E poi ci sono i Mercury dimes o i Washington quarters d'argento nelle ciotole a 0,50...

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.