Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
quattrino

Greca??

Risposte migliori

quattrino

Credo che questa sia pane per i Greek Boys.

AE D/ volto di donna turrita a dx - contorno perlinato?

R/ mi sembra di intravedere una figura maschile andante a dx.

Peso 4gr. Diametro 15mm.

Io l'ho comprata così, ma secondo voi si può pulire ancora un po'?

Ciao. B)

post-1843-1151529527_thumb.jpg

post-1843-1151529570_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miglio81

Al dritto è raffigurata Tiche turrita, ma è il rovescio la chiave di tutto.

Mi sembra di leggere una N nel campo a destra della figura misteriosa, puoi decifrare altre lettere??? :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quattrino

Miglio, a destra della figura mi sembra di leggere ...YTAN :blink:

Di piu' non ci riesco proprio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miglio81

Mi viene da pensare a un bronzo di Kios in Bithynia, o meglio di Prusia ad Olympum, (il suo nome in epoca Imperiale).

Era coniato un bronzo con Tyche turrita al dritto e Eros al rovescio con una freccia nella mano destra in alto, piedi incrociati ed è poggiato su una colonna.

Non riesco a trovare però riferimenti, ma solo un disegno di Eros che ho in un libretto con dei disegni che feci qualche anno fa ( zecche varie etc...)

Non so se lo vedo solo io, ti evidenzio nella tua le gambe, la colonna e l'ala destra di Eros. :(

post-981-1151537543_thumb.jpg

Modificato da miglio81

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miglio81

Qui mostro le parti di Eros che mi sembra di vedere... :(

post-981-1151537596_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miglio81

Ho trovato questa, sempre di epoca imperiale, sotto Macrino, ma molto diversa.

Solo per darti un' idea dell'iconografia.

Eros che ho disegnato è diverso, la gamba alzata è l'altra,poi non ha la freccia alzata...

Tu però prendi come esempio il mio disegno, che ha il disegno che ritengo appartenere alla tua moneta. :(

Speriamo che qualcuno trovi notizie della moneta di cui parlo... :(

post-981-1151538692_thumb.jpg

Modificato da miglio81

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quattrino

Caspita! :o Ci voleva il tuo occhio fino per vedere un eros così sul rovescio!! :)

Grazie tante Miglio! Credo che tu abbia colto nel segno. Appena torno a casa do un'occhiata alla moneta dal vivo per conferma. Nel frattempo ho fatto anch'io qualche ricerca su internet per trovare una moneta come quella che mi hai descritto ma senza successo :(

C'è nessun'altro che ci può dare una mano?? :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cid1jazz

Potrebbe essere questa

Cilicia Tarsos

164 ac

ci siamo pure col peso.

post-1457-1151593967_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quattrino

Ho riguardato meglio la moneta. In effetti se fosse una gamba piegata, il povero eros dovrebbe avere un ginocchio enorme :P

Grazie cid.

Seguendo la tua pista, ho trovato un altro esemplare di Cilicia / Tarsos

ancora più somigliante. Che ne pensate? Le scritte sul rov. mi sembrano un po' diverse.

http://www.wildwinds.com/coins/sg/sg5668.html

Ciao :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quattrino

Nel frattempo mi sono un po' documentato su Internet ( dal Dizionario Mitologico su rete):

TICHE

Favoleggiata figlia di Ocèano e di Tèti, era, presso i Greci, la dea della prospera fortuna, venerata ed onorata di templi. quale patrona del pubblico benessere. Solo più tardi assunse un significato più generico, identificandosi con la Sorte, che governa i miseri mortali a suo capriccio, largendo loro così il bene come il male. Fu accolta dai Romani sotto il nome di Fortuna Alla dea Fortuna i Romani attribuivano come figliuola la Necessità. Gli antichi rappresentarono la Fortuna completamente nuda, con gli occhi bendati, reggendo nelle mani una cornucopia rovesciata. di cui spargeva, a caso, il contenuto, senza badare a chi lo raccattasse. Uno Poggiava sopra una ruota volubile. Tal'altra volta, le ponevano in braccio il giovinetto Plùto, dio della ricchezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

Esistono diverse varianti di questa moneta; esse differiscono per la legenda e per i monogrammi/lettere presenti nel campo a sinistra del rovescio. Ad esempio il Levante ne illustra alcuni esemplari dal n° 962 al 970 e l'SNG France 2 dal 1270 al 1276 e dal 1295 al 1306.

Interessante la scena del rovescio:

Sandan era una divinità di origine ittita; dio del sole e della pioggia, veniva per questo associato all'agricoltura, ma era anche il dio della guerra. I greci lo associavano ad Ercole. Gli abitanti della Lidia, ritenevano di esserne discendenti; probabilmente Sardis deve il nome da Sandan. Sandan non toccava mai il terreno con i piedi ed è raffigurato sulle monete in groppa a una animale mitologico dotato di lunghe corna.

Anche il cosidetto altare di Sandan lo dipinge nella stessa posa ossia in piedi su un animale; ai lati due pietre sacre coniche. La base dell'altare è decorata con ghirlande. Una struttura a forma di piramide (baldacchino) regge una lanterna sormontata da un'aquila (1).

A Tarsus, l'immagine del dio Sandan veniva bruciata su una pira, durante i festeggiamenti in suo onore, il momento più atteso dell'intera celebrazione. Il rogo simbolizzava forse la morte della natura sotto il calore del sole estivo, da cui rinasceva successivamente, più vigorosa di prima (2).

(1) Price M.J. e Trell B.L.; Coins and Their Cities.

(2) Wikipedia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quattrino

Grazie Tacrolimus :) Stavo per postare anch'io le info che avevo trovato sul dio Sandan, ma sei stato molto più rapido ed esaustivo. Immagino che quella specie di bassotto ai piedi di Sandan sia l'"animale mitologico dotato di lunghe corna" :lol:

Cosa avevi postato? Il link non funziona.

Provo a postare una moneta rappresentante la pira di Sandan che hai menzionato. Si vede anche l'effige del dio che veniva bruciata.

Non male per una monetina da 2 euro presa al mercatino!

post-1843-1151620548_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quattrino

Scusa... ora il link ora funziona. Abbiamo postato la stessa moneta. :)

Grazie a tutti! ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000
... Abbiamo postato la stessa moneta. :)

134518[/snapback]

Non proprio la stessa....... il mio esemplare è messo molto peggio :P

SNG Levante 943.

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quattrino

Riprendo questa vecchia discussione perchè mi è capitata per caso questa immagine di una moneta di Tarsos in epoca romana con il mitico bassotto :P

The cult of Sandan, or Sandas, is a remnant of the 17th century BC Hittite occupation of Cilicia. In his Luwian form he was Teshub, the god of mountain storms. Within the Hittite sanctuary at Yazilikaya he is depicted as a bearded god with conical headdress, holding a club and plant, probably related to the Mesopotamian Tree of Life. Like the rest of the Hittite High Gods, Teshub's feet never touch earth; he either rides the back of mythological beasts, is borne on the shoulders of lesser gods, or strides above the mountain tops. The mountain tops recall the lofty Hittite homeland, as does the high-peaked cap, and the pyramidal shape of Sandan's altar. While Sandan's cult in Tarsos became assimilated with that of Herakles, in his origins as a nature god he is more similar to the Greek king of the gods, Zeus.

CILICIA, Tarsus. Hadrian. 117-138 AD. AR Tridrachm (9.65 gm). ΑΥΤ ΚΑΙ ΘΕ ΤΡΑ ΠΑΡ ΥΙ ΘΕ ΝΕΡ ΥΙ ΤΡΑΙ ΑΔΡΙΑΝΟC CE, laureate and draped bust right / ΤΑΡCEΩΝ ΜΗΤΡΟΠΟΛΕΩC, the god Sandan striding right on back of a horned lion, the god wears a towered crown with flame on his back, and holds a quiver, sceptre, sword, double-axe, and diadem. SNG Levante 996 (this coin); SNG France -; BMC Lycaonia pg. 186, 145; SNG Copenhagen -; SNG von Aulock -; Prieur 768 (this coin illustrated).

post-1843-1171128978_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×