Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
njmolinari

Calciati I pg. 270, 5 Concerns

Risposte migliori

njmolinari

Unfortunately, I did not have the time to capture the photo of the YMSR specimen last night because my daughter was sick, but it had very similar "lines" on the obverse and reverse, which gave rise to immediate concerns.

One person commented that the odd "lines" were just a flan flaw. But now, seeing the same phenomenon on a specimen that's part of a very suspicious collection, I begin to wonder.

Here is my piece, weighting 7.12g.

If someone has a picture of the YMSR collection piece please post it!

Saluti,

Nick

post-38236-0-24679300-1402148105_thumb.j

Modificato da njmolinari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

njmolinari
And the translation:


Purtroppo, non ho avuto il tempo per catturare la foto del campione YMSR la scorsa notte perché mia figlia era malata, ma aveva "linee" molto simili sul recto e verso, che ha dato luogo a preoccupazioni immediate.


Una persona ha commentato che le "linee" dispari erano solo un difetto flan. Ma ora, vedendo lo stesso fenomeno su un esemplare che fa parte di una collezione molto sospetto, comincio a chiedermi.


Ecco la mia moneta, ponderazione 7.12g.


Se qualcuno ha una foto della collezione di monete YMSR si prega di postare!


Saluti,


Nick

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TARAS

Per aiutare la discussione..

Un'altra foto del tuo stesso esemplare da asta Kunker:

668063.jpg

... e un diverso esemplare da asta Lanz 120, lotto 52, 23mm, 7,35g, che presenta lo stesso fenomeno.

Purtroppo non ho salvato tutte le foto della coll. YMSR prima che venisse ritirata.

179302.jpg

Un ulteriore esempio che presenta lo stesso fenomeno in maniera meno accentuata, da CNG 3 130, lotto 175, 24mm 11,68g:

130175.jpg

Spero che qualche utente esperto di tecniche di coniazione sappia aiutarci a capire.

Saluti e buona serata a tutti :)

Nico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

babelone

il cerchio è identico anche se in posizioni ed orientamenti diversi e sicuramente si tratta di una punzonatura,il motivo non riesco a capirlo ne ha spiegarlo.

La moneta Lanz è sicuramente autentica,quindi anche quella di Nick dovrebbe esserlo,uso il condizionale perché la foto non è ottimale e quel buco sul bordo ad ore 10,ed una sferetta sul naso necessitano di essere approfonditi,sarebbe anche utile guardare le crepe sul viso se si vedono tracce di calcare dentro ma la foto che non è in HD sgrana e non lo permette,sarebbe utile sentire anche l'opinione di @@gionnysicily per confrontarla con la mia ipotesi.

Saluti

Babelone

post-33272-0-50971700-1402210670_thumb.j

post-33272-0-07730000-1402210684_thumb.j

Modificato da babelone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TARAS

Un bronzo di Cales dalla prossima asta Art Coins Roma (ACR e-auction 19, lot 17).

Sarei davvero curioso di conoscere il significato di questo enigmatico fenomeno.

Lot 17: Campania, Bronzo, Cales, c. 265-240 a.C.; AE (g 5,62; mm 20; h 6); CALENO, testa laureata di Apollo a s., Rv. CALENO, toro androprosopo avanza verso d.; sopra, lira, sotto, K. HNItaly 436; SNG Copenhagen -; SNG ANS 175-187

P.S. Sono appena tornato dalle vacanze al mare, un saluto cordiale a tutti voi cari amici :)

Nico

post-28866-0-59054100-1409080010_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Oh intervengo solo per fare un plauso al ritorno di Taras

Dopo tanti abbandoni (veri o presunti tali - vedere altre sezioni - a seguito di discussioni e incomprensioni) tornare a leggere l'amico Taras è un sollievo e un piacere insieme

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TARAS

Oh intervengo solo per fare un plauso al ritorno di Taras

Dopo tanti abbandoni (veri o presunti tali - vedere altre sezioni - a seguito di discussioni e incomprensioni) tornare a leggere l'amico Taras è un sollievo e un piacere insieme

Grazie di cuore numa!

Ringrazio anche gli altri amici che nei giorni passati mi hanno scritto in privato per manifestarmi la loro stima e il loro affetto.

Ho visto che sono state aperte molte discussioni in questa sezione nelle settimane in cui sono stato assente, nei prossimi giorni le leggerò tutte con piacere, sperando di poter dare qualche piccolo contributo.

W lamoneta.it!

W la numismatica!!

:)

Nico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Pure io ti dò il benvenuto nel forum e grazie per la bella foto del bronzo di Caleno, con bellissima patina e autentica.

In che senso lo interpreti enigmatico….?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

njmolinari

The Cales coin appears to have a similar countermark! Well spotted, Nico. The Cales coin would date later and in that sense is enigmatic? Not to mention from a different area altogether...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TARAS

Con "enigmatico" mi riferivo appunto alla punzonatura circolare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Ho un sospetto che l'obolo di Cales sia stato riconiato sopra altro bronzo, Sembra di cogliere tracce di un profilo all'altezza delle chiappe del toro….

E' un fenomeno non raro e si sa che alcuni bronzi campani con toro androprosopo furono coniati utilizzando come tondelli precedenti monete di peso simile….

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest Tugay Emin

@@TARAS @@acraf Salve a tutti e ben ritornati (a chi e andato in vacanza). Ho letto la discussione interessante: Mia opinione è , che non si tratta di un enigmatico fenomeno .... ma solo di tondelli. I tondelli prima di essere coniati , venivano battuti , appiattiti alla misura che serviva per coniare. I tondelli li ottenevano con metallo fuso, a forma di palline o già a tondelli legati da codoli di continuità . Raffreddati venivano staccati in vari modi, e battuti . A volte veniva battuto (anche) parte dei codoli , per via delle impurità contenute nel metallo fuso e battuto , lasciava traccia in varie forme ,nelle facce dei tondelli, non amalgamandosi perfettamente . L'esempio del tetradramma Punico (D) e la battitura della (prima pallina) e dopo tondello , con tracce circolari del codolo . Li troviamo in certe zecche tipo Gela ,Siracusa ,Cartagine etc.etc. Con © osserviamo un bronzetto Punico , con tracce del codolo davanti al muso (fa capire che i tondelli erano ottenuti a fusione) e che al centro un difetto di fuoriuscita di metallo raffreddatosi prima e poi coniato , con questo risultato . post-32214-0-28554000-1409435380_thumb.j

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
delagren

Ciao a tutti, scrivo per la prima volta da un iPad e non so ben gestire le funzioni, ma vi segnalo un altro Cales "a bersaglio" in asta Elsen che non mi pare fosse stato segnalato quipost-39855-0-47779800-1410610901_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Ringrazio per l'immagine e in effetti sembra che pure a Cales sia piuttosto frequente il segno circolare, che sembra indicare, come detto da gionnysicily, un banale difetto di coniazione legato alla diversa temperatura del tondello fuso di metallo sottoposto alla battitura, un difetto che può essere appena accennato oppure più evidente.

Eppure ancora mi sfugge il dettaglio tecnico su come avveniva più esattamente questo difetto di coniazione….

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest Tugay Emin

Ringrazio per l'immagine e in effetti sembra che pure a Cales sia piuttosto frequente il segno circolare, che sembra indicare, come detto da gionnysicily, un banale difetto di coniazione legato alla diversa temperatura del tondello fuso di metallo sottoposto alla battitura, un difetto che può essere appena accennato oppure più evidente.

Eppure ancora mi sfugge il dettaglio tecnico su come avveniva più esattamente questo difetto di coniazione….

Ciao Alberto , magari una di queste sere immetto alcune foto in sequenza per una dimostrazione tecnica (logica).

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×