Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
dabbene

Lombardia
DENARO DA SOLDI 5, FILIPPO III, FALSO ?

Supporter

Ho messo un punto di domanda ma tutto fa pensare a bel falso di questa moneta, la composizione, il peso estremamente basso 1, 83 gr. rispetto a un range da 1,94 a 3,18 gr., i particolari del busto di Filippo III....ma ovviamente lascio a voi un parere finale in merito....

Certamente c'è il valore 5 sotto la spalla, come data vedo 160 potrebbe essere un Crippa 18/A del 1604, anche se col valore c'è anche il più raro 1605.

E' interessante vedere anche nella leggenda HIIS decisamente particolare.....

E' una moneta questa che comunque venne molto falsificata, nel 1608 furono ritirate dalla circolazione, successivamente con altro bando si decise che i denari ritirati fossero fusi e ristampati in denari da soldi 4 dalla zecca.

Con le rimanenze si decise di fare anche parpajole e soldini, nel 1609 furono banditi completamente dalla circolazione in una grida.

Moneta spesso in cattiva conservazione, il Crippa segnala diversi esemplari di falsi d'epoca in rame e di peso calante ( gr. 1,90 ).

In alcuni da soldi 4 si intravede anche il valore della moneta precedente col numero 5 e a volte anche la data.

Credo che ci sia abbastanza carne al fuoco....volendo.... e diversi che potrebbero dire la loro o mostrare anche monete buone o false....

 

post-18626-0-60774100-1432046284_thumb.j

post-18626-0-38767700-1432046297_thumb.j

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Moneta decisamente interessante, oltre alla caratteristiche elencate da @@dabbene credo che data anche l'accentuata porosità del rovescio non vi siano dubbi sulla non-bontà dell'esemplare.

 

Personalmente ritengo che il punto di maggiore interesse sia  la leggenda HIIS(P), che non ha corrispondenze sui 5 soldi autentici...magari i falsari volevano storpiare il nome della patria del sovrano per incorrere in sanzioni ridotte in caso di smascheramento della truffa??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Si @@anto R, penso che l'interesse sia proprio in questo HIIS, avendone vista un'altra con questa leggenda, sempre falsa, ho più di un sospetto che potesse essere un segno identificativo per i falsari....

Vediamo se chi me l'ha fatta vedere magari leggendoci la posterà....e poi mi aspetto qualche pezzo da 90 qui sulle spagnole :blum:,@@giancarlone, @@Parpajola...., @@davide1978 e chi vorrà....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se ti può interessare un esemplare falso con HIIS era in vendita nel listino Cronos 8 al lotto 379 (peso regolare, 2,48 gr.).

Anche Varesi propose nell'asta 59 una falsificazione (in mistura, 1,93 gr.) di questo nominale al lotto 648; non posso dire se pure questo esemplare avesse il "marchio di fabbrica" HIIS dato che purtroppo mi manca il listino ed in rete non riesco a reperirne immagini...

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

E' interessante quello che dice Rodolfo Martini nel Catalogo delle Civiche Raccolte di Milano su esemplari falsi di questa moneta presenti al Castello.

Parla di esemplari tutti caratterizzati per la grafia abbreviata di HISP, uno ha HP, uno HIPS, uno HIP, l'HIIS potrebbe entrare in questi filoni di modifica della leggenda per riconoscimenti o per serie identificative per i falsari.....diciamo che nessuno dei tre esemplari falsi delle Civiche ha HISP....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mario bell' esemplare di falso del 5 soldi, per la tipologia della gorgiera e del viso ti posso dire che la leggenda dovrebbe essere HIPS solo che la P si vede male e sembra HIIS.

Ne ho uno con la stessa tipologia e la legenda é chiara HIPS, purtroppo la foto che ho é pessima.

Domani provo a postare qualche foto decente di questo e altri esemplari.

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Si in effetti ,anche se non vedo l'asoletta della P , lo potrebbe essere perché vedo l'asta un po' più larga della precedente, si confermerebbe comunque l'ipotesi delle leggende diverse per i falsi dalla leggenda tipo HISP.....l'ipotesi diciamo Martini.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco la stessa tipologia di falso in rame, come anticipato la foto non è delle migliori ma la legenda è chiara

 

post-35754-0-31890800-1432110603.jpg

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungo il mio falso

 

post-13397-0-91201500-1432110735_thumb.j

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

altro, brutto e fuso

 

post-13397-0-04428200-1432110910_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

questa è regolare, non bellissima, ma contorno completo. Le fratture di conio testimoniano la bontà della moneta, le precedenti fuse non possono avere fratture

 

post-13397-0-71587400-1432111402_thumb.j

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Splendida carrellata di falsi ma anche non....grazie veramente....e a questo punto chi vuol fare una chiosa finale ..... :blum: ? Certo quello di @@Parpajola è in linea con quanto detto sopra.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se vogliamo approfondire l'"ipotesi Martini" credo che i due falsi proposti da @@giancarlone siano la proverbiale eccezione che conferma la regola!! infatti mi pare che entrambi abbiano HISP...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Io direi di lasciare aperta la discussione per vedere se nel tempo escono altri esemplari e se la casistica in un senso o nell'altro aumenta.....

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco il mio esemplare datato 160(5):

 

 

 

14ahsf9.jpg

 

 

 

 

 

 

Da alcune mie ricerche ho individuato anche quest'altro esemplare presente nella collezione Este Milani:

 

 

21nmfsh.jpg

 

 

 

Visto lo stile molto simile degli esemplari postati, credo che provengano tutti, o quasi, dalla medesima zecca clandestina dell'epoca.

 

Luca

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Molto bello il tuo falso, data 1605, altro tipo HIPS, un punto a favore per l'ipotesi Martini.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Inviato (modificato)

Siamo poi sempre noi..... :blum:, manca solo il grande rick2, beh risultano delle conferme rileggendo a distanza di tempo ma anche qualcosa in più, l'HIPS che potrebbe far pensare all'ignoranza del coniatore ma era studiato e segno di riconoscimento di un falso, che ritornino negli esemplari del 1605, che probabilmente girava di tutto e di più...., che non sapevano più come arginare il fenomeno dei falsi e che non c'era bando che tenesse, che magari erano fatti anche in qualche zecca delocalizzata, che alcuni erano marchiani, alcuni fatti abbastanza bene comunque, che insomma sul 5 soldi ci lavorarono molto..... :blum:

P.S. eravamo bravini anche due anni fa....comunque.... :blum:

Modificato da dabbene

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dall'asta 2 per corrispondenza di Felsinea

 

post-32073-0-07014800-1432236027.jpg

 

post-32073-0-99682900-1432236029.jpg

 

Lotto 2012

MILANO - Filippo III (1598-1621) - 5 Soldi - 16?? - Busto a d. - R/ Stemma - MI R Data illeggibile

Grading/Stato: MB

 

Non si fa alcun cenno alla falsificazione d'epoca, ma visto il colore del metallo...voi che dite?

Leggenda HIS(P?)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Direi anch'io così anche se qui mi sembra di leggere HISP .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Era stato sopra ricordato anche l'esemplare dell'Asta Varesi Numismatica 59a del 23 e 24 novembre 2011, lotto 648, che però è lo stesso postato prima della Este Milani ,altro falso interessante, presenta il busto di Filippo III con tratti simili ad alcuni già visti, un profilo allungato e stretto, ritorna la data del 1605 che a questo punto si riconferma nei falsi, abbiamo anche delle ribattiture che complicano le leggende, qui c'è un HI con forse una S seguente che però non è chiara, il peso è di 1, 93 gr. in linea coi falsi visti.

Probabilmente passate le coniazioni del 1604, i falsari nell'anno seguente presero le misure su questa moneta suscitando questo fenomeno dilagante che provocò prima il ritiro nel 1608 e poi il bando dalla circolazione nel 1609.

post-18626-0-17372100-1432648754_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Era stato sopra ricordato anche l'esemplare dell'Asta Varesi Numismatica 59a del 23 e 24 novembre 2011, lotto 648, che però è lo stesso postato prima della Este Milani ,altro falso interessante, presenta il busto di Filippo III con tratti simili ad alcuni già visti, un profilo allungato e stretto, ritorna la data del 1605 che a questo punto si riconferma nei falsi, abbiamo anche delle ribattiture che complicano le leggende, qui c'è un HI con forse una S seguente che però non è chiara, il peso è di 1, 93 gr. in linea coi falsi visti.

Probabilmente passate le coniazioni del 1604, i falsari nell'anno seguente presero le misure su questa moneta suscitando questo fenomeno dilagante che provocò prima il ritiro nel 1608 e poi il bando dalla circolazione nel 1609.

Evidentemente proprio per colpa delle ribattiture l'esemplare ha cambiato più volte proprietario: infatti lo ritroviamo anche nell'asta (sempre di Varesi) 63 al lotto 323...

Interessante anche il titolo della mistura, che sembra un tantino più alto degli altri falsi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?