Jump to content
IGNORED

Uecken... ed altro


Illyricum65

Recommended Posts

Ciao a tutti!

 

Per non esser tacciato di “anglofilia” (non senza un certo fondo di verità ;) ) ma per dimostrarvi che qualcosa “salta fuori” se non nei confini nazionali quantomeno in quelli più prossimi, vi riporto la notizia di un ritrovamento monetale più prossimo geograficamente. Purtroppo a tutt’ora le notizie sono ancora frammentarie per cui non posso approfondire la descrizione.

 

Si tratta di un ritrovamento monetale avvenuto in Svizzera,  nei pressi di Basilea.

 

Lo scorso luglio a Uecken un contadino svizzero ha rinvenuto delle monete romane (grazie al fortuito aiuto di una talpa) nel suo terreno adibito a coltivazione di ciliegi.

 

post-3754-0-44789300-1458571840_thumb.jp

 

post-3754-0-66880300-1458571898.jpg

 

post-3754-0-80747800-1458571877.jpg

 

post-3754-0-73145000-1458571937.jpg

 

Poco tempo prima nella vicina cittadina di Frick era stato rinvenuto un insediamento romano. Allertate le autorità del caso, gli archeologhi hanno raccolto un tesoretto di 4.166 esemplari. Si tratta del più cospicuo ritrovamento in Svizzera.

 

post-3754-0-27098400-1458571959.jpg

 

post-3754-0-60846000-1458571980_thumb.jp

 

La qualità dei dettagli fa ritenere che siano state occultate poco dopo la coniazione. Si tratta di monete che coprono un periodo da Aureliano al 294 d.C. che erano state raccolte in piccoli contenitori di cuoio dei quali non è rimasta traccia.

 

Il contadino non potrà tenere il tesoro. «Probabilmente otterrà un compenso», dice, «ma i reperti appartengono al pubblico, in accordo con la legge svizzera» riferiscono le autorità. Il tesoro di Ueken andrà in esposizione al museo di Vindonissa a Brugg.

 

 

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites


Tutto ciò in attesa di avere qualche dettaglio sui 4869 sesterzi ritrovati a Orsellina (Canton Ticino), sempre in territorio svizzero e di cui si diede comunicazione in Forum qui

 

http://www.lamoneta.it/topic/133108-tesoretto-di-orsellina/?hl=orsellina

 

post-3754-0-52854500-1458572114_thumb.jp

 

post-3754-0-73872800-1458572110_thumb.jp

 

post-3754-0-49796500-1458572111_thumb.jp

 

post-3754-0-92000100-1458572112_thumb.jp

 

post-3754-0-66369100-1458572113_thumb.jp

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


 Nel mentre a Londra, scavando per dei lavori alla stazione di Liverpool Street, salta fuori un sesterzio di Adriano

 

post-3754-0-30275000-1458572215_thumb.jp

 

e gli archeologi stanno scavando l'area dell'ex cimitero dell’ospedale di Bethlehem (Bedlam), fondato nel 1247, dove è uscita questa moneta veneziana forata in oro del XVI secolo.

 

post-3754-0-82501200-1458572241_thumb.jp

 

  Il cimitero si trovava in orrispondenza all’angolo sud-est di Liverpool Street Station ed era il primo cimitero di Londra nel XVI-XVII secolo. Vi vennero sepolte circa 20.000 persone.

 

post-3754-0-72326000-1458572262_thumb.jp

 

post-3754-0-11661500-1458572285_thumb.jp

 

Ciao

Illyricum

;)

 

PS: Gira e gira... sempre sull'isola torno...  :blum: 

 

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


DE GREGE EPICURI

Che dire? Grazie, talpa!   Anzi, parafrasando il poeta (ma era Parini o Metastasio?):

                           

Viva la talpa, viva una bestia

che unisce il fiuto alla modestia!

Link to comment
Share on other sites


Questa cosa che continuano a trovare tesoretti in Svizzera [edit: e in Inghilterra!] e in Italia no, è stupefacente, Felliniana e Kafkiana... :crazy:

Edited by vickydog
Link to comment
Share on other sites


Riguardo il ripostiglio svizzero del campo di ciliegi se ne era parlato anche qui..............

http://www.lamoneta.it/topic/143704-ritrovato-tesoretto-di-monete-romane-in-svizzera/#entry1643565

Mea culpa, se per Ormellina ho controllato in Sezione, mi era sfuggita la discussione in Piazzetta su Uencken.

Come vedi... la Britannia non mi ha tradito! :D

Ciao

Illyricum

;)

Link to comment
Share on other sites


CIao Illy,

ormai non ti scappa un hoard :D :D

Piccolo O.T.: Riguardo il ritrovamento del ducato di venezia, non deve meravigliare, perchè, all'epoca insieme al fiorino di  Firenze, erano le migliori monete in circolazione ed utilizzati per le grosse transazioni in tutt'Europa...furono, ovviamente, entrambi, molto imitati.

Ciò spinse, ad esempio, il Regno di Napoli ad adeguarsi emettendo anch'esso un aureo di buon livello ( Prima il reale, che andò a sostituire l'augustale molto amato dalla popolazione,  poi il carlino d'oro chiamato  saluto d'oro, poi, il fiorino d'oro, infine il ducato aragonese.)

Stesso discorso vale per la moneta argentea veneziana, il grosso che veniva acquistato in grosse quantità dagli Angioini, data l'alta percentuale di fino, per poi produrre monetazione locale quali i carlini o gigliati.

Ducato di Venezia Andrea Dandolo ( 1342-1354) g. 3,54

2658099.m.jpg

Fiorino  Stretto di Firenze ( 1330), g. 3,47

2017357.m.jpg

Fiorino GIovanna I D'Angiò NApoli ( 1343 - 1382) g. 2.99

341817.m.jpg

Edited by eliodoro
Link to comment
Share on other sites


Direi che l'"anglofilia" è più che comprensibile e condivisa :lol: in ambito numismatico in special modo.... grazie per gli scorci forniti, non sapevo di tutti questi ritrovamenti Svizzeri.

 

Una domanda per il sesterzio di Adriano (possibile solo uno??), è stato spatinato o presenta una patina fiume a vostro avviso? Nel primo caso non mi spiego come possano averlo maltrattando in così poco tempo dal momento che sembra appena scavato.... se patina fiume non me la spiego comunque dato il luogo di ritrovamento.....

Link to comment
Share on other sites


Ciao,

Una domanda per il sesterzio di Adriano (possibile solo uno??), è stato spatinato o presenta una patina fiume a vostro avviso? Nel primo caso non mi spiego come possano averlo maltrattando in così poco tempo dal momento che sembra appena scavato.... se patina fiume non me la spiego comunque dato il luogo di ritrovamento.....

non ho notizie più dettagliate sul sesterzio.

Ma sul sito sì. Intanto la stratigrafia è questa:

post-3754-0-42495000-1459189690_thumb.jp

tratta da

http://www.crossrail.co.uk/sustainability/archaeology/liverpool-street/

Vi sono note su una strada romana, teschi di cavallo, oggetti vari perduti .

 

Se poi vai al link

http://www.crossrail.co.uk/sustainability/archaeology/in-pictures-explore-the-artefacts

hai una ampia carrellata su manufatti rinvenuti. Sotto il livello romano vi sono sedimenti contenenti selci preistoriche. Pertanto in 6-8 mt hai uno spaccato della storia cittadina di Londra, inclusa la preistoria, il periodo romano, evidenze della peste del 1665 (di un anno precedente il "Great Fire" che incendiò gran parte della Londra dell'epoca) e periodo vittoriano.

 

Dallo stesso link vedi altre monete rinvenute che coprono circa 200 anni di storia britannica.

post-3754-0-87992100-1459190135.jpg

 

Non so nulla sulle condizioni di giacitura. Chiaramente l'ambiente è umido ma il sesterzio mi pare non presenti patina. Non capisco nemmeno se quei sedimenti più scuri siano resti di patina o di terriccio (a naso direi il secondo); la spatinatura non mi pare recente. Forse si trovava un una zona soggetta a passaggio di acqua ed ha subito una sorta di patinatura tipo "Tevere": nella foto mi pare di scorgere quei reticoli e grumi superficiali tipici di quest'ultima.

post-3754-0-48027900-1459190620_thumb.jp

Ma non ci giuro...

 

Ciao

Illyricum

;)

 

Link to comment
Share on other sites


Ciao,

non ho notizie più dettagliate sul sesterzio.

Ma sul sito sì. Intanto la stratigrafia è questa:

attachicon.gifliverpool street archaeology bedlam dig graphic_189188.jpg

tratta da

http://www.crossrail.co.uk/sustainability/archaeology/liverpool-street/

Vi sono note su una strada romana, teschi di cavallo, oggetti vari perduti .

Se poi vai al link

http://www.crossrail.co.uk/sustainability/archaeology/in-pictures-explore-the-artefacts

hai una ampia carrellata su manufatti rinvenuti. Sotto il livello romano vi sono sedimenti contenenti selci preistoriche. Pertanto in 6-8 mt hai uno spaccato della storia cittadina di Londra, inclusa la preistoria, il periodo romano, evidenze della peste del 1665 (di un anno precedente il "Great Fire" che incendiò gran parte della Londra dell'epoca) e periodo vittoriano.

Dallo stesso link vedi altre monete rinvenute che coprono circa 200 anni di storia britannica.

attachicon.gifliverpool street archaeology coins.JPG

Non so nulla sulle condizioni di giacitura. Chiaramente l'ambiente è umido ma il sesterzio mi pare non presenti patina. Non capisco nemmeno se quei sedimenti più scuri siano resti di patina o di terriccio (a naso direi il secondo); la spatinatura non mi pare recente. Forse si trovava un una zona soggetta a passaggio di acqua ed ha subito una sorta di patinatura tipo "Tevere": nella foto mi pare di scorgere quei reticoli e grumi superficiali tipici di quest'ultima.

attachicon.gif1022d33714e7e22895a8ae5ba766fda1 bis.JPG

Ma non ci giuro...

Ciao

Illyricum

;)

Wow ? bellissimo il grafico della stratigrafia. Ora mi leggo i link, grazie per le spiegazioni!!

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.