Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
ACV

5 lire argento 1879 Umberto I

Risposte migliori

ACV

Buongiorno,

 

mi potete dare un parere su questa moneta? Mi hanno detto che varrebbe 25 euro, ma io ho trovato quotazioni ben diverse.

 

Vi ringrazio!

 

rua35s.jpg

 

b8nt6g.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Young

20-28, non oltre.

 

Lascia perdere i libroni con le quotazioni, a 50€ non te la compra nessuno...

 

cari saluti,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gallienus

@@ACV

 

L'usura è omogenea e l'effetto non sgradevole, io direi 30 euro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tonycamp1978

Forse ciò che stona un po sono i colpetti al rovescio conservazione tra mb e bb.. il prezzo è giusto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nando12
Supporter

@@ACV 

Sicuramente non di più. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MezzaPiastraPupillare

Buon pomeriggio a tutti!

Anche se il valore commerciale di questo nummo non è elevatissimo, a causa della bassa conservazione, il suo valore storico resta inalterato, in qualità di documento testimone di quell'epoca lontana in cui la nostra Italia faceva parte dell'Unione Monetaria Latina.

Qualcuno sa di più sull'emissione di questa moneta, di quella che la precedette, con tipo del D diverso e millesimo 1878, e del contesto economico in cui queste emissioni videro luce?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

Buon pomeriggio a tutti!

Anche se il valore commerciale di questo nummo non è elevatissimo, a causa della bassa conservazione, il suo valore storico resta inalterato, in qualità di documento testimone di quell'epoca lontana in cui la nostra Italia faceva parte dell'Unione Monetaria Latina.

Qualcuno sa di più sull'emissione di questa moneta, di quella che la precedette, con tipo del D diverso e millesimo 1878, e del contesto economico in cui queste emissioni videro luce?

 

quanto vale il valore storico di questa moneta ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MezzaPiastraPupillare

Per chi non si limita a collezionare ma anche a studiare la moneta dai punti di vista storico, sociale, culturale, artistico etc, il valore (non solo storico) del documento moneta è sicuramente elevato. Per misurarlo la scala è soggettiva. Dipende dall'interesse del collezionista-studioso ad approfondire gli aspetti che ho appena menzionato.

A qualcuno và di approfondire il contesto storico ed economico in cui fu coniato questo scudo e quello millesimato 1878?

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

Buon pomeriggio a tutti!

Anche se il valore commerciale di questo nummo non è elevatissimo, a causa della bassa conservazione, il suo valore storico resta inalterato, in qualità di documento testimone di quell'epoca lontana in cui la nostra Italia faceva parte dell'Unione Monetaria Latina.

Qualcuno sa di più sull'emissione di questa moneta,...?

 

Dal mio notebook moneta, la voce per il mio 1879r 5-lire:

 

 

x: Il drastico calo in argento prezzi, per lo più il risultato di Germania ed altri paesi andando fuori standard argento—e il diluvio di argento dalle miniere nel West americano—ha causato all'Unione Monetaria Latina per iniziare limitando l'monetazione libera d'argento nel 1874, e d'accordo ad abbandonare la monetazione del 5-franco d'argento e suoi equivalenti UML nel 1878. Italia, tuttavia, a causa dei ritardi causati dalla morte di Vittorio Emanuele II che gennaio, ottenute permesso speciale dai suoi partner UML a coniare un ulteriori 4 milioni pezzi della denominazione. Questi pezzi di 5-lire 1879r immaginando nuovo re Umberto di Italia comprendono la coniazione supplementare, che è stato compiuto utilizzando "le piastre borboniche" ritirato dalla circolazione dopo l'unificazione d'Italia. Una "piastre di Bourbon?" Il mio 120-grana 1856 pezzo, per uno, dal Regno delle due Sicilie. (04)

 

 

:) v.

 

------------------------------------------------------

 

From my coin-notebook, the entry for my 1879r 5-lire:

 

 

x: The drastic drop in silver prices, mostly a result of Germany and other countries going off a silver standard—and the flood of silver from mines in the American West—caused the Latin Monetary Union to begin limiting the free coinage of silver in 1874, and to agree to abandon coinage of the silver 5-franc and its LMU equivalents in 1878. Italy, however, due to the delays caused by the death of Vittorio Emmanuele II that January, obtained special permission from its LMU partners to coin an additional four million pieces of the denomination. These 1879r 5-lire pieces picturing Italy’s new King Umberto I comprise the additional mintage, which was accomplished using “le piastre borboniche” retired from circulation after Italy’s unification. A “Bourbon piastre?” My 1856 120-grana piece, for one, from the Kingdom of the Two Sicilies. (04)

 

 

:) v.

Modificato da villa66
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MezzaPiastraPupillare

Complimenti a @villa66, che ha cercato e trovato qualche interessante notizia storica ed economica sul periodo in argomento.

La diminuzione del valore dell'argento fu causata, come ha notato @villa66, dall'estrazione di sempre maggiori quantitativi di metallo prezioso dalle miniere d'argento delle Montagne Rocciose, del Colorado e del Nevada. Nel Nevada, poi, esisteva il più ricco giacimento argentifero del mondo, a Comstock-Lode. Contribuirono all'abbassamento del prezzo dell'argento anche i più efficienti trasporti su ferrovia e gli innovativi metodi per la separazione del minerale dalla roccia. Il prezzo dell'argento, dal 1871 al 1876, dunque in appena 5 anni, crollò del 13%!

Il noto economista Vilfredo Pareto disse che gli scudi italiani del 1878 e 1879 non erano che "moneta segno".

Infatti per la sensibile differenza tra valore nominale e intrinseco (quest'ultimo divenuto notevolmente inferiore al primo) gli scudi d'argento altro non erano, semplificando, che cartamoneta coniata in Ag al titolo di 900/.. invece che con la carta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×