Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Risposte migliori

417sonia
Supporter

Buona serata

 

Ieri sera un Amico del forum mi ha reso partecipe di un suo recente acquisto; non si tratta di monete, ma di un libricino, dato alle stampe nel 1878 dalla tipografia G. Corradini in Venezia. (@@piergi00 ...c'è nella tua biblioteca?)

 

Il titolo corretto è:

 

TAVOLE SINOTTICHE NUMMOGRAFICHE

della Repubblica di Venezia

rappresentanti

la classificazione e rarità delle Monete

Ducali e dei Possedimenti

 

Non ne conoscevo l'esistenza fino a ieri sera ... ed è un libretto di una dozzina di pagine, dove sono riportate tutte le monete (allora) conosciute, con informazioni, se vogliamo, succinte; ad esempio non ci sono le varianti, e non sono riportate alcune monete, però ha un pregio; riporta infatti dove quella moneta si può vedere, sia che si tratti di un museo o di una galleria, sia che si tratti di un privato collezionista.

 

E' veramente un bel vedere ed è antecedente anche l'opera del Papadopoli; chissà se anche lui l'avrà consultato.

 

Ovviamente alcune rarità sono da rivedere, ma rappresenta uno spaccato del collezionismo veneziano dell'epoca; penso al collezionista che, con in mano questo libretto, poteva agevolmente seguire una traccia tipologica, o per doge .... insomma uno strumento utile.

 

Dall'Amico ho avuto il permesso di divulgare qualche immagine di quelle che mi ha inviato ed ho anche "strappato" una promessa .... se riesce a venire a Verona il prossimo novembre, lo porta con se per soddisfare la curiosità di noi "venetici"  :pleasantry:

 

Ovviamente mi sono lanciato nella ricerca in rete per trovare informazioni, ma non ho avuto molta fortuna; di fatto ho trovato solo una recensione della ANS:

 

http://donum.numismatics.org/bib/11900

 

Ovviamente se c'è chi ha ulteriori informazioni, è il benvenuto.

 

Seguono le immagini.....

 

saluti

luciano

Modificato da 417sonia
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

post-21005-0-19314700-1467651659.jpg.post-21005-0-92242600-1467651684_thumb.j.post-21005-0-96463800-1467651736_thumb.j

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Interessante segnalazione ! Non conoscevo questa opera
Qualche giorno fa stavo osservando una inserzione dove e' vendita , peccato per il prezzo :

Giuseppe Grimaldo Numismatica veneta o serie di monete e medaglie dei dogi di Venezia.  Volume unico Tip. Calc. Editore, Venezia 1856

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

post-21005-0-54992500-1467651816_thumb.j.post-21005-0-96009000-1467651843_thumb.j.post-21005-0-64531600-1467651869_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

post-21005-0-88302700-1467651921_thumb.j.post-21005-0-67860100-1467651948_thumb.j.post-21005-0-40378200-1467651979_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

post-21005-0-62710000-1467652039_thumb.j.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Da notare, viene considerato R lo zecchino di Alvise Mocenigo I, cosa che oggi non viene considerato tale; per Giovanni Corner I, attribuisce allo zecchino un R2 (così sembra), il Montenegro lo consiedera R5 ...

 

Noto poi che tra i collezionisti c'è il Nobile Angeloni Barbiani .... @@angelonidaniele, beh? Non ce lo dici che avevi un avo collezionista di monete veneziane? Altro che Savoia :blum: :rofl: :rofl:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

angelonidaniele

Sono nobile ??? Luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fabry61

Interessantissimo. A novembre ci sono pure io e porto i guanti di cotone.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

Assolutamente interessantissimo. del periodo "pre-papadopoli", chissà se Vincenzo Padovan possa averci avuto a che fare? il periodo è quello.

 

Nota da bibliofilo: la "classazione" (sic!) delle monete è un termine tremendamente bello.

 

Una nota invece che forse può essere d'aiuto:

Il libriccino ha tutta l'aria di un manoscritto. In effetti, correggo umilmente Luciano, nel frontespizio si parla di litografia , e non tipografia. Questo a mio avviso rende l'oggetto ancora più interessante. Il fatto che sia una litografia (oggi diremmo fotocopia) e non un'opera a stampa propriamente detta lo si deduce dai caratteri. Il misterioso collezionista/studioso ottocentesco aveva una mano fine e una mente ben organizzata.

 

Sarebbe potuto essere un ottimo utente del Forum ;)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Interessante segnalazione ! Non conoscevo questa opera

Qualche giorno fa stavo osservando una inserzione dove e' vendita , peccato per il prezzo :

Giuseppe Grimaldo Numismatica veneta o serie di monete e medaglie dei dogi di Venezia.  Volume unico Tip. Calc. Editore, Venezia 1856

Ciao Pier

 

Visto! Effettivamente il costo non è "lieve" ... però deve essere un incanto, non fosse altro che per le stampe che riproducono le monete; una vera goduria per gli occhi. :pleasantry:

 

saluti

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand
Supporter

Molto interessante...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

 

 

 

Il libriccino ha tutta l'aria di un manoscritto. In effetti, correggo umilmente Luciano, nel frontespizio si parla di litografia , e non tipografia. Questo a mio avviso rende l'oggetto ancora più interessante. Il fatto che sia una litografia (oggi diremmo fotocopia) e non un'opera a stampa propriamente detta lo si deduce dai caratteri. Il misterioso collezionista/studioso ottocentesco aveva una mano fine e una mente ben organizzata.

 

 

 Se qualcuno lo sa , vorrei sapere come si ottenevano questi documenti scritti in corsivo. Litografia classica, con positivo ricavato da negativo ovviamente no, visto lo scritto corsivo. Io ho un libro "Iuris Romani Istitutiones" stampato con questa tecnica. Il venditore allora mi aveva detto che lo scritto veniva fatto su lastre di rame o zinco incerate, da cui si ricavava un negativo per poi da questo ricavare le stampe finali, che erano poche per cui era una tecnica usata per una tiratura limitata.

Qualcuno ne sa qualcosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×