Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
ZuoloNomisma

Testone Pio IV "TV AVTEM IDEM IPSE ES"

Risposte migliori

ZuoloNomisma

Qualche anno fa, girovagando tra i banchi dei vari espositori del convegno Veronese, mi imbattei quasi per caso sul testone oggetto di questa discussione.

Si tratta del testone di Pio IV (1559-1565) classificato al Munt 16

D/: Stemma ovale in cornice ad intagli, cimasa con rosetta, chiavi con impugnatura ovale * PIVS * IIII * _ * PONT * MAX *

R/: Gesù fra i dottori TV AVTEM IDEM IPSE ES in basso a destra segno di zecca di Girolamo Ceuli, zecchiere. Es. ROMA

Peso: 9,28 gr.

il rovescio di questa moneta è analogo a quello del ben più famoso testone di Paolo III (1534-1549) coniato a Roma, classificato con le sue varianti dal Munt 33-36, ritenuto a giusto motivo moneta rarissima e dai realizzi all'asta non certo economici.  

Dalle ricerche da me effettuate circa il testone di Pio IV, sono riuscito a rilevare solo 5 passaggi in vendita pubblica che riporto per completezza:

-Montenapoleone 4, lotto n° 417

-Artemide 11/12/2006, lotto n° 2692

-Christie's 29-30/11/2011, lotto n° 88 

-Nomisma 46, ottobre 2012, lotto n° 1089 (ex Christie's)

-Moruzzi, listino online

Da notare come questa moneta sia assente in molte importanti vendite di monete pontificie specializzate come la Montenapoleone 1, la Varesi "Alma Roma", la Nomisma 26, e le recenti NAC 81 (collezione di testoni di GdF), NAC 90 e Varesi "Raccolta ANPB", solo per citarne alcune. 

Questo testone, sempre in relazione ai passaggi d'asta che ho registrato sembra essere anche più raro del ben più famoso e blasonato testone dello stesso tipo di Paolo III. Io personalmente considero questo testone di Pio IV moneta rarissima (RRR). 

Il mio esemplare dovrebbe provenire da Asta del Titano 26, del 20/09/1986. Purtroppo non possedendo questo listino, non ho modo di verificare.

A voi amici chiedo se siate a conoscenza di altri passaggi che non ho riportato e se potete confermare la provenienza del mio esemplare.

Attendo vostri pareri!

Ciao, Michele

WP_20140926_053.jpg

WP_20140926_052.jpg

Modificato da ZuoloNomisma
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anto R

Che pezzo... mai visto dal vivo, solo sui cataloghi già citati (mi manca il catalogo della Titano quindi non posso essere d'aiuto circa la provenienza dell'esemplare in oggetto). Così " a sensazione" direi che siamo tra R/3 e R/4; aggiungo che anche a mio parere è più raro del testone di Paolo III, ovviamente considerando la sola tipologia e senza fare distinzioni di zecca.

Complimenti!

Antonio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

monetiere

Bellissimo testone! Concordo con la rarità segnalata,anche per me si tratta di un R3. Purtroppo non conosco nessuna informazione utile riguardo questa moneta,so solo che il rovescio di solito si trova in pessima conservazione e debolmente impresso. Il suo esemplare direi che si trova in conservazione BB.

Mi sembra che ci siano 2 traccie di montatura asportata al dritto...

Dato che colleziono papali da poco lascio la parola ai più esperti e le faccio di nuovo i miei i complimenti per la moneta.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ZuoloNomisma
2 ore fa, monetiere dice:

Bellissimo testone! Concordo con la rarità segnalata,anche per me si tratta di un R3. Purtroppo non conosco nessuna informazione utile riguardo questa moneta,so solo che il rovescio di solito si trova in pessima conservazione e debolmente impresso. Il suo esemplare direi che si trova in conservazione BB.

Mi sembra che ci siano 2 traccie di montatura asportata al dritto...

Dato che colleziono papali da poco lascio la parola ai più esperti e le faccio di nuovo i miei i complimenti per la moneta.

 

Quelli che vedi al D/ sono due colpi/difetti del tondello... nessuna traccia di appicagnolowinking face

Michele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DARECTASAPERE

caspita ! e bravo Michele !!!

Concordo sul fatto che sia piu' raro di quello sotto Paolo III, a memoria mi risultano meno apparizioni....il fatto che mancasse a GdF la dice lunga sulla rarita' di questo testone !

Quello raffigurato nel Papal Coins del Berman e' lo stesso esemplare della BankLeu 36, coll.Cappelli, riconoscibilissimo per la O di ROMA ribattuta...

C'era un esemplare anche nella KMXXI (ma si sa che li cerano tutte...), hai verificato che non sia proprio il tuo ? non se ne sono visti molti........  

Una curiosita' : ti sei imbattuto per caso o perche' hai visto un gruppo di "dottori" :D

Complimenti, grande moneta e aggiungo ottima conservazione per il tipo.

Daniele

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legionario

Asta Internazionale del Titano 26 - del 20 settembre 1986

prezzo di stima 160.000 lire (prezzo di partenza al 70-80% del prezzo di stima).

aggiudicato 130.000 lire + 12% d.a.

Asta Internaz Titano 26.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

legionario

Si è parlato del testone similare di PIO III e vedo che nello stesso catalogo d'asta al lotto precedente (il 532) c'è proprio uno.

Asta Internazionale del Titano 26 - del 20 settembre 1986

prezzo di stima 550.000 lire

aggiudicato 440.000 lire + 12% d.a.

Asta Internaz Titano 26 - 532.jpg

Modificato da legionario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sixtus78

Ottima moneta, R3 senza dubbio. Ben più quotato ma non più raro è il testone con busto di Paolo III proprio perché ha il busto ed è diciamo il " primo " testone ad essere coniato . Due fattori importanti sul valore di mercato di quella moneta. Non sono poche le monete rarissime mancanti dalle prestigiose collezioni papali vendute negli ultimi anni, saluti.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sixtus78

Ecco il mio esemplare, imbarazzante rispetto a quello di ZuoloNomisma. Peso intorno ai 9,20 g, di preciso non ricordo perché non ho i dati sottomano.

IMG_20150811_38202.jpg

IMG_20150811_15486.jpg

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DARECTASAPERE

E' decisamente piu' "imbarazzante" non averlo in collezione....

complimenti sixtvs 78 !

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aldo marchesi

Nella vendita collezione Ruchat  Santamaria 1922,un esemplare uguale molto bello illustrato tavola 20 è  stato considerato raro e aggiudicato a70 lire, per dare un'idea nella stessatavola ,c'è il testone sv 1565-66 in conservazione inferiore considerato rarissimo e aggiudicato a 390 lire.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×