Jump to content
IGNORED

Investitura di Maria Luigia 1815, un po' strana


incuso
 Share

Recommended Posts

  • ADMIN
Staff

Ho recentemente acquistato questa medaglia. Difficilotta da trovarsi.

Già di per sé questa è una medaglia abbastanza misteriosa. Chi commemori è abbastanza chiaro: Maria Luigia duchessa di Parma. Viene normalmente chiamata medaglia per l'investitura in quanto riporta il 1815 e il titolo (quasi) ufficiale della duchessa stessa. Ma i punti fermi finiscono qui. Infatti non si sa per certo quando sia stata coniata (riporta 1815 ma non vuol dire), dove sia stata coniata (le medaglie di Maria Luigia furono coniate in buona parte a Milano e solo alcune a Parma ma di questa nessuna notizia) e da chi (Donaldi e chi era costui? Ma poi è Donaldi o Donald'I?). Anche la legenda è singolare in quanto è in italiano.

La letteratura in merito dice poco anzi nulla.

Fino ad ora conoscevo questa medaglia per immagini. L'esemplare che mi è arrivato aumenta ulteriormente i dubbi.

Innanzitutto è una fusione non una coniazione. A guardar meglio l'unica immagine di un altro esemplare a risoluzione decente effettivamente anche questa sembrerebbe una fusione. Il metallo non è bronzo né si direbbe argento. La medaglia stessa è coperta, ad eccezione dei rilievi, di marrone. E non si direbbe patina ma qualche sostanza depositata.  Il bordo del dritto è quasi inesistente così come quello del R/ ma non escludo che possa esser colpa del rivestimento...

Boh, faccio parlare le immagini:

donaldiD.JPG

donaldiR.JPG

Queste quelle di un altro esemplare (museo di Melbourne); anche questa mi sono convinto sia una fusione:

2.jpg

1.jpg

Link to comment
Share on other sites


Supporter
2 ore fa, incuso dice:

Ho recentemente acquistato questa medaglia. Difficilotta da trovarsi.

Già di per sé questa è una medaglia abbastanza misteriosa. Chi commemori è abbastanza chiaro: Maria Luigia duchessa di Parma. Viene normalmente chiamata medaglia per l'investitura in quanto riporta il 1815 e il titolo (quasi) ufficiale della duchessa stessa. Ma i punti fermi finiscono qui. Infatti non si sa per certo quando sia stata coniata (riporta 1815 ma non vuol dire), dove sia stata coniata (le medaglie di Maria Luigia furono coniate in buona parte a Milano e solo alcune a Parma ma di questa nessuna notizia) e da chi (Donaldi e chi era costui? Ma poi è Donaldi o Donald'I?). Anche la legenda è singolare in quanto è in italiano.

La letteratura in merito dice poco anzi nulla.

Fino ad ora conoscevo questa medaglia per immagini. L'esemplare che mi è arrivato aumenta ulteriormente i dubbi.

Innanzitutto è una fusione non una coniazione. A guardar meglio l'unica immagine di un altro esemplare a risoluzione decente effettivamente anche questa sembrerebbe una fusione. Il metallo non è bronzo né si direbbe argento. La medaglia stessa è coperta, ad eccezione dei rilievi, di marrone. E non si direbbe patina ma qualche sostanza depositata.  Il bordo del dritto è quasi inesistente così come quello del R/ ma non escludo che possa esser colpa del rivestimento...

Boh, faccio parlare le immagini:

donaldiD.JPG

donaldiR.JPG

Queste quelle di un altro esemplare (museo di Melbourne); anche questa mi sono convinto sia una fusione:

2.jpg

1.jpg

Il riferimento a Federico p. 27 che cos'è un catalogo?

Link to comment
Share on other sites


  • ADMIN
Staff

Si Federico Massimo, le medaglie di Maria Luigia

Link to comment
Share on other sites


  • ADMIN
Staff

Comunque ad una piú attenta analisi direi che quella di Melbourne NON è una fusione. Mentre questa lo è e non sembra neanche argento. Ho chiesto rimborso al venditore.

 

compare.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


  • ADMIN
Staff

Altra curiosità da medaglisti esperti. Qualcuno conosce qualche medaglia in cui le scritte abbiano quella P con quel difetto?

Link to comment
Share on other sites


La Medaglia a me pare molto interessante e da studio, potrebbe essere una fusione successiva, anche se la porosità delle superfici può essere effetto di una prolungata esposizione ad immersione....e forse legata ad un metallo non troppo puro.

Le caratteristiche delle lettere coincidono per tipologia e dimensione, anche il particolare della P, con asta superiore schiacciata, pare identico.

Mi lasciano perplessi altri piccoli particolari:

-  il punto tra DONALDI e F di dimensioni maggiori

- ed effettivamente alcune delle lettere di GUAST sono lievemente differenti specie  AS e il numero 8, ma l'usura e la sporcizia possono influire sui caratteri

Quindi il dubbio è plausibile, anche al dritto vi sono alcune incongruenze tra i due esemplari:

- alcuni riccioli della pettinatura non sono uguali (in particolare il più alto a dx)

- il primo drappeggio dell'abito si appiattisce anticipatamente

- il volto ha alcuni particolari differenti (mento, palpebra inferiore e labbra)

L'analisi comporta quindi la conseguenza o di un falso, o una di fusione successiva con ritocchi...... o di una prova.  

Edited by fabio22
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.