Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
grigioviola

L'insostenibile leggerezza dell'essere... 3!

Risposte migliori

grigioviola

Sulla scia dell'amico e collega @Illyricum65 proseguo con questa serie leggera di discussioni... è bello presentare delle monete a mo' di quiz! :) 

01_g.jpg.45f22595a38b723e6884ee3fbd6c7db1.jpg02_g.jpg.f3532646533f134846a21092f728ef69.jpg

E siccome sono buono, vi do anche due aiutoni-oni-oni:

1) il primo pesa 4,50 gr, il secondo 2,90 gr

2) entrambi hanno legenda al dritto GALLIENVS AVG

:D 

PS... i rovesci, quelli no! non ve li metto, per ora! Gradirei vostri pareri, impressioni e commenti.

 

Modificato da grigioviola

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Massenzio

vediamo, entrambe Gallieno come imperatore unico. Emesse a Roma, direi la prima nel 263-264 prima officina. La seconda ha un busto più canonico, può essere un po' tutto ma la collocherei qualche anno più tardi.

la domanda del quiz però non l'ho capita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

In realtà non c'era una vera e propria domanda... più che altro una raccolta di informazioni e impressioni sulla base dei due dritti proposti :)

Concordo sullo stile "romano" del primo busto e, direi, che anche il secondo potrebbe essere ricondotto al medesimo atelier.

Ma... c'è un ma! ...sennò non vi mettevo solamente il dritto! :D 

@Massenzio ti (e vi) chiedo: quali segni di zecca conoscete per Gallieno?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Massenzio
1 ora fa, grigioviola dice:

 

@Massenzio ti (e vi) chiedo: quali segni di zecca conoscete per Gallieno?

un po' di tutto, dalle lettere greche alle romane, dai numeri e misti numeri lettere,  SPQR per Cizico, CVIPP per Antiochia, simboli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Che ve ne pare con i rovesci?

592c857facec0_Gallienus1.thumb.JPG.6b3b19cdcabd27e80c6f51b60b9a57db.JPG

592c857a77c1e_gallienus2.thumb.JPG.dca7101f916e5d0af8690f5ac010b9d4.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Aiutino: "Mmmm... un tipico rovescio V/stella... tipico di ... (!)"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Massenzio
1 ora fa, Illyricum65 dice:

Aiutino: "Mmmm... un tipico rovescio V/stella... tipico di ... (!)"

Ma non è censita per Gallieno? La V nel campo  a memoria mi sembra ci sia, la stella non saprei se abbinata alla V. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

La V esiste (quinta officina):

XDr7ii6PcFa3Mp5SDRj2K9GwKs8peA.jpg

la stella pure, ma non abbinata alla PAX (almeno non mi sembra) ed è comunque tipica di diverse emissioni della zecca di Antiochia (nei campi e all'esergo), ma non abbinata alla PAX, per esempio:

RIC_0668.jpg

L'abbinata "V|*" è propria unicamente della PAX di Vittorino, pertanto ci troviamo di fronte a due esemplari imitativi realizzati con ottimo stile (specialmente il secondo!) da un incisore che probabilmente voleva imitare una moneta di Gallieno (maggior titolo di argento? maggior appeal?), ma era memore delle emissioni di Vittorino.

Quanto al periodo di realizzazione sicuramente si deve datare il pezzo post 270 (anno di introduzione dell'emissione di Vittorino). Una maggiore precisione purtroppo non è possibile, ma possiamo fare sostanzialmente due ipotesi:

a) datazione 270/274, contemporanea alle prime fasi di produzione delle imitative di buona fattura (prevalentemente Postumo, Vittorino e in misura minore Tetrico I/II)

b) datazione 275/285, successivamente alla riforma di Aureliano che ha fatto sì che penetrassero nelle Gallie ingenti quantitativi di moneta emessa da Gallieno/Claudio/Quintillo e contemporaneamente alla politica di ritiro del numerario gallico attuata dall'imperatore Caro (in quest'ottica era maggiormente utilizzabile un antoniniano di Gallieno rispetto a un Tetrico?!?)

Ritengo più probabile comunque l'ipotesi "a" in quanto anche prima della riforma di Aureliano le monete di Gallieno circolavano in misura ben apprezzabile nei territori gallici.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×