Jump to content
IGNORED

approfondimento Varianti del 2 centesimi 1908 "valore"


Recommended Posts

El Chupacabra

Signori buongiorno, qualcuno di Voi ha voglia di partecipare ad una piccola ricerca?

Nel 1908, come tutti sanno, la zecca coniò due tipi di moneta da 2 centesimi. Il molto raro "prora" e l'ultimo dei "valore". Di quest'ultimo l'Attardi, oltre che al modello comune senza particolarità interessanti, elenca due varianti: uno con "8" della data obliquo (C) recensito anche su Panorama Numismatico ed un più interessante 2 centesimi con al D/: testa leggermente più piccola e sigla incisore "S" senza punto ed al R/: cifre della data più distanziate tra loro e senza s.d.z. "R" piccolo con grado di rarità R2.

Ora, i centesimi di rame "valore" del Regno (10, 5, 2 ed 1 centesimo) presentano sovente piccole varianti, soprattutto nella data anche perché era - quasi sempre - l'unica parte del conio che veniva aggiornata e quindi, spesso, soggetta "a muoversi" durante la battitura (ad es. il 2 centesimi 1905 presenta lo "0" della data che ora pende a destra ora a sinistra...).

Tuttavia, questa particolare data, il 1908, sembra avere una particolare predisposizione alla "varianza". Dall'Attardi, come detto sopra, si evince che i conii sono almeno due (testa ed "S" grandi e piccole) più una variante "banale" con "8" della data obliquo.

Io mi permetto di aggiungere una "variante nella variante", ossia un 2 centesimi 1908 con "8" obliquo e "1" e "9" ribattuti (nella foto si notano poco...), ma soprattutto, un 2 centesimi con "R" ed "S" piccoli, ma senza cifre maggiormente distanziate ed una testa che è forse leggermente più piccola (3° conio?).

Qualcuno di voi ha le mie stesse varianti o può vantarne ulteriori (sempre del 2 centesimi "valore" del 1908)?

593fd16acc29d_2centesimi1908confronto.thumb.jpg.9d064c5dbc3769d9c10d0b30ce1ccfa2.jpg

 

Un Grazie sentito a tutti coloro che interverranno.

Edited by El Chupacabra
Link to post
Share on other sites

  • 1 month later...
El Chupacabra

E' passato più di un mese e nessuno ha portato un contributo. Essendo ottimista per natura, lungi da me pensare che si voglia snobbare questo post per la modestia della monetina postata, ritengo che nessuno abbia delle varianti del 2 centesimi 1908 "valore" e pertanto che quelle in mio possesso rappresentino delle vere e proprie rarità.

E' una buona notizia, ovviamente, per me.

Ringrazio tutti coloro che hanno visitato la discussione, poiché la numismatica non è fatta di sole monete rare, ma anche di piccoli ed umili tondelli con piccole e grandi storie da raccontare.

Link to post
Share on other sites

min_ver

Non conosco queste varianti e per questa ragione qualche dubbio che non si tratti di queste grandi rarità ce l'ho. Per rarità ovviamente intendo varianti riconosciute e ricercate dai collezionisti, declinazione che può essere vista come una diminuito rispetto al concetto assoluto, ma che il numismatico adotta di norma come standard. Ti auguro invece che altri amici più esperti confermino l'esattezza delle tue assunzioni. 

Link to post
Share on other sites

El Chupacabra

Illustre,

riesci a postare un fronte-retro della moneta? Mi faresti un piacere...

Comunque, se c'è il punto o chi per esso, è un primo conio ("S" piccolo è privo di punto come puoi vedere anche dalla mia immagine)...

Edited by El Chupacabra
Link to post
Share on other sites

El Chupacabra
8 ore fa, lucarosina dice:

ecco le 2 mie :)

Grazie @lucarosina,

per le immagini. :)

Dalle foto, anche le tue sono "1° conio" ("S" grande e puntato). Migliore la prima: mi sembra che sia la variante "8 inclinato" (qualche dubbio per l'inquadratura non perpendicolare alla moneta) e, forse, "1" della data ribattuto. Osservalo con una buona lente e confermamelo (o no), se puoi.

La seconda mi sembra la "versione standard": peccato quel bordo "martirizzato" al D/: la conservazione è superiore rispetto alla precedente...

Link to post
Share on other sites

lucarosina

nella prima come nella seconda , è il 9 ad essere ribattuto l'uno non presenta ribattiture; sempre nella prima moneta la legenda centesimi presenta le ultime 3 lettere più rialzate e così ad occhio anche il millesimo mi sembra disallineato, diciamo che la prima moneta è un pò malconiata.

Link to post
Share on other sites

El Chupacabra

In questa tipologia "valore" (compresi anche il centesimo ed i 5 centesimi dei re precedenti) le ribattiture, i disallineamenti e le "inclinazioni" sono piuttosto frequenti.

Quello che vorrei appurare è quanti conii sono stati utilizzati per quest'ultimo 2 centesimi "valore" del 1908.

Riassumendo, abbiamo:

- I conio: "R" di Roma "grande"; "S" di Speranza "grande" e "puntato"; comune (C); comuni anche le "varianti involontarie" con ribattiture, disallineamenti e "inclinazioni" (C);

- II conio: "R" di Roma "piccolo"; "S" di Speranza "piccolo" e "senza punto"; cifre della data distanziate maggiormente; testa "leggermente più piccola"; molto raro (R2);

- III conio (??? o conio di "passaggio" dal I al II ?): "R" di Roma "piccolo"; "S" di Speranza "piccolo" e "senza punto"; cifre della data distanziate come nel I conio; testa "leggerissimamente più piccola (?)"; (R?).

C'è da chiedersi come mai, avendo in programma di cambiare radicalmente conio (passando al "prora"), abbiano insistito - con uno o più conii aggiuntivi - con questa tipologia...

O, viste le tirature del "prora" nei tre valori (1,2 e 5) del 1908 assai contenute, che la fragilità acquisita dell'ultimo "valore" abbia costretto la zecca ad anticipare la messa in circolazione del nuovo conio?

Che dite, ci può essere spazio per un approfondimento? Ecco perché ho bisogno che ognuno di voi che possegga un 2 centesimi 1908 controlli il proprio (o i propri) e - se lo ritiene opportuno - mi fornisca le sue caratteristiche.

Vi ringrazio anticipatamente.

 

 

Link to post
Share on other sites

  • 8 months later...
El Chupacabra
9 ore fa, Vespetta dice:

qualcuno può aiutarmi?...

Come detto, le cifre della data presentano "disallineamenti ed inclinazioni" abbastanza frequenti e - a meno di vistosi spostamenti - non hanno peso per quanto concerne la rarità. E' invece opportuno, come già sottolineato, la dimensione del segno di zecca unito alla grandezza della testa e lo spazio fra una cifra e l'altra del millesimo per poter capire se vi sono altri conii oltre a quelli citati e, in base alla frequenza, capire il grado di rarità.

Sarebbe comunque opportuno @Vespetta che tu pubblicassi qualche foto del 2 centesimi di cui chiedi notizie e, magari, dei particolari ingranditi di quello che ti ho qui indicato come i punti interessanti per dare un giudizio. Ti ringrazio, comunque, per aver riposto a questa discussione.

Link to post
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Il 22/4/2018 alle 08:14, Vespetta dice:

Buon giorno a tutti, vedo purtroppo che la mia moneta non ha suscitato interesse,ammetto che le foto non sono delle migliori,attendo che qualcuno mi dia delucidazioni nel frattempo porgo i miei saluti al Team e agli iscritti 

Salve, secondo me dovrebbe provare a fare foto migliori, anche perchè le differenze sono minime. Se riesce dovrebbe farle pure perpendicolari alla moneta.

Link to post
Share on other sites

  • 2 years later...
  • uzifox pinned this topic
  • 3 months later...
Il 13/6/2017 alle 13:53, El Chupacabra dice:

Signori buongiorno, qualcuno di Voi ha voglia di partecipare ad una piccola ricerca?

Nel 1908, come tutti sanno, la zecca coniò due tipi di moneta da 2 centesimi. Il molto raro "prora" e l'ultimo dei "valore". Di quest'ultimo l'Attardi, oltre che al modello comune senza particolarità interessanti, elenca due varianti: uno con "8" della data obliquo (C) recensito anche su Panorama Numismatico ed un più interessante 2 centesimi con al D/: testa leggermente più piccola e sigla incisore "S" senza punto ed al R/: cifre della data più distanziate tra loro e senza s.d.z. "R" piccolo con grado di rarità R2.

Ora, i centesimi di rame "valore" del Regno (10, 5, 2 ed 1 centesimo) presentano sovente piccole varianti, soprattutto nella data anche perché era - quasi sempre - l'unica parte del conio che veniva aggiornata e quindi, spesso, soggetta "a muoversi" durante la battitura (ad es. il 2 centesimi 1905 presenta lo "0" della data che ora pende a destra ora a sinistra...).

Tuttavia, questa particolare data, il 1908, sembra avere una particolare predisposizione alla "varianza". Dall'Attardi, come detto sopra, si evince che i conii sono almeno due (testa ed "S" grandi e piccole) più una variante "banale" con "8" della data obliquo.

Io mi permetto di aggiungere una "variante nella variante", ossia un 2 centesimi 1908 con "8" obliquo e "1" e "9" ribattuti (nella foto si notano poco...), ma soprattutto, un 2 centesimi con "R" ed "S" piccoli, ma senza cifre maggiormente distanziate ed una testa che è forse leggermente più piccola (3° conio?).

Qualcuno di voi ha le mie stesse varianti o può vantarne ulteriori (sempre del 2 centesimi "valore" del 1908)?

593fd16acc29d_2centesimi1908confronto.thumb.jpg.9d064c5dbc3769d9c10d0b30ce1ccfa2.jpg

 

Un Grazie sentito a tutti coloro che interverranno.

Ciao io ne ho due. Questa è la prima. Rovescio: 1 della data e SdZ leggermente ripunzonati. Il cerchietto superiore dell'"8" è spezzato.  Dritto: ultima "E" di Emanuele ripunzonata e secondo "I" di "III" ripunzonato.

Dritto - Copia.JPG

Rovescio - Copia.JPG

Edited by andrea78ts
Link to post
Share on other sites

Questa è la seconda. Rovescio: ultima "I" di centesimi ripunzonata. Prime due cifre della data "19" ripunzonate. L'8 mi pare un po' più distanziato e leggermente obliquo. Giusto? Dritto: "M" di EMANUELE ripunzonata e "S" senza punto. @El Chupacabra è un'ulteriore variante nella variante?

merge piccola.jpg

Link to post
Share on other sites

El Chupacabra

Beh, è una discussione di più di tre nni fa e se non mi citavi non me ne sarei accorto di sicuro. Visto lo scarso interesse, ho da parecchio lasciato l'argomento in un cassetto. Vediamo un po', però, cosa posso dirti cercando di riportare alla mente qual era lo scopo della discussione.

Consultando PROVE-VARIANTI-ERRORI-FALSI NELLE MONETE DEI SAVOIA VITTORIO EMANUELE III 1900-1946 (vol.II, Tevere Editore) dell'Attardi avevo trovato che, oltre l'esemplare "standard" (C), riportava una "variante" (ma io parlerei di errore o difetto di conio) con l' 8 della data lievemente inclinato verso dx (C) e un vero II conio con al D/ la "S" di Speranza e la testa di V.E.III più piccole, così come al R/ la "R" del s.d.z più piccola; questo II conio ha anche le cifre della data più distanziate l'una dall'altra.

IMG_20200918_0001.thumb.jpg.ed9b2bfb4f751671095380b6371e929b.jpg

Ora, io ho cinque esemplari del 2 Centesimi 1908 "valore", di cui uno si presenta con "S" senza punto (e più piccolo) al D/ e la "R" del s.d.z. anch'esso più piccolo della versione nella tabella dell'Attardi indicata come M37. Tuttavia (vedi post #1), non mi sembra di notare differenza di dimensioni della testa del sovrano e neppure maggior distanziamento delle cifre della data, anzi. Come si può vedere qui sotto, è l'esemplare "standard" ad avere il solo "8" maggiormente distanziato mentre le prime tre cifre presentano la medesima cadenza.

IMG_20200918_0001.thumb.jpg.e8d60a5d95257e04513c7ac0b8fbf4d5.jpg

Da qui il mio quesito: siamo in presenza di un III conio? Se sì, qual'è la sua rarità? [qui ripresento l'esemplare in questione maggiormente ingrandito].

22032825_2centesimi1908valoreRpiccola.thumb.jpg.f0ca7dc3747a38b76bf94cd8af6dc9f0.jpg

Per quello che vedo, @andrea78ts, i tuoi due esemplari - pur riconoscendoli di notevole interesse per le varie e originali ribattiture - rientrano nel caso del I conio. Ad ora, nessun altro ha presentato immagini del II conio (R2) e tantomeno un "collega" del mio esemplare (R?).

 

 

 

Edited by El Chupacabra
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.