Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
gpittini

Evento culturale Al CCNM: Ponte sul Danubio di Traiano

Risposte migliori

FrancoMari
Supporter

Serata interessante e varia per gli spunti e le discussioni che ha scaturito. Un plauso agli organizzatori. L'ipotesi del porto rimane non solo affasciante, ma anche concreta per i numerosi elementi a favore di questa tesi esposti dal dott. Ventrella.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

snam

Io sono per il porto di Civitavecchia.

Devo dire la verità il signor Ventrella non é un ottimo oratore ;). Però alla fine mi ha convinto e la presentazione l ho trovata intetessante. La fune davanti al "ponte", le scale che non rendevano immediato l accesso al ponte soprattutto per i carri, le due torri riccamente decorate con statue, i due "piani" etc...poi sulle monete di Traiano si rappresentarono sempre opere pubbliche realizzate nel territorio italico, il ponte del Danubio sarebbe l unica eccezione. 

Ricordo che nella rivista " Monete Antiche" del 2010 c'è un articolo dell' oratore proprio su questo argomento.

Ciao

Modificato da snam

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Se qualcuno desidera il testo della conferenza, può mandarmi un PM con il suo indirizzo email.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Buona serata

Ho partecipato alla serata e devo fare i complimenti all'Ing. Ventrella per la relazione e all'infaticabile organizzatore Gianfranco Pittini.

Non seguo questa monetazione e devo dire che da quanto ha esposto l'Ing. Ventrella e dalle immagini che ho visto, propendo per la rappresentazione di un porto; non chiedetemi quale però ..... non ho tanta sapienza classica :unknw: .

Dalle immagini della moneta in parola, alcuni dettagli mi hanno aiutato nella mia convinzione e questi si aggiungono alle motivazioni addotte da tanti di voi, oltre che dal relatore, come la presenza di gradini, la struttura arcuata perché si voleva dare profondità all'immagine non essendo gli incisori campioni di prospettiva .... 

Questi sono i dettagli che, da profano, mi hanno fatto protendere verso il porto.

  • La presenza della fune che lo chiude; tipica struttura presente nei porti per garantirne l'inviolabilità e che era "titata" da un molo all'altro; non erano galleggianti e la fune, essa stessa non poteva essere galleggiante. Quando la si rilasciava doveva andare a fondo e permettere che la chiglia della nave passasse agevolmente; se fosse stata galleggiante la sua manovrabilità sarebbe stata molto difficoltosa;
  • La presenza dei due archi che io identificherei quali strutture poste su entrambi i moli; era tipica la presenza di alte strutture nei porti, soprattutto se in quei porti c'erano navi e non solo barche di pescatori; talune fungevano da faro, altre servivano ad inserire gli alberi nello scafo; talvolta ce n'era una sola ed aveva entrambe le funzioni. La funzione del faro è logica e nota, un po' meno è l'esigenza di avere una torre o un'alta struttura fissa che servisse per fissare gli alberi nello scafo. Quest'ultima operazione, grazie a tale struttura, era molto più semplice da farsi, tenuto conto che la manutenzione delle navi di legno era necessariamente frequente e la sostituzione di elementi era continua. Difficile se non impossibile farlo con la barca a terra o in acqua ... per operare in testa d'albero doveva essere inclinata, così anche -per esempio - per cambiare il sartiame che fissava l'albero, oppure mandarci in cima un operaio. Molto meglio avere una struttura fisse che servisse allo scopo.

saluti

luciano

 

Modificato da 417sonia
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
16 ore fa, snam dice:

Io sono per il porto di Civitavecchia.

Devo dire la verità il signor Ventrella non é un ottimo oratore ;). Però alla fine mi ha convinto e la presentazione l ho trovata intetessante. La fune davanti al "ponte", le scale che non rendevano immediato l accesso al ponte soprattutto per i carri, le due torri riccamente decorate con statue, i due "piani" etc...poi sulle monete di Traiano si rappresentarono sempre opere pubbliche realizzate nel territorio italico, il ponte del Danubio sarebbe l unica eccezione. 

Ricordo che nella rivista " Monete Antiche" del 2010 c'è un articolo dell' oratore proprio su questo argomento.

Ciao

Ciao , sebbene anche io abbia espresso parere favorevole per un Porto nei miei precedenti interventi , in particoalare Ancona perche' si presta ad una rappresenatzione reale ma anche simbolica di un Ponte , la tradizione storica della moneta mi ha portato a rimanere ancorato al Ponte sul Danubio , per questo ho votato al primo posto Drobeta poi Ancona ; per quanto riguarda le iconografie monumentali sulle monete emesse da Traiano che definisci sempre italiche , in effetti hai ragione , pero' l' eccezzionalita' dell' opera ingegneristica del Ponte che anche Cassio Dione , oltre un secolo dopo la costruzione , esalta per la sua magnificenza , potrebbe aver indotto a commemorare la costruzione sulle monete , seppur situato fuori Italia .

Attendo da @gpittinii risultati del Convegno , per meglio capire il tutto e perche' la scelta del Porto sia caduta su Civitavecchia .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giancarlone

Penso di fare cosa gradita di postare la ricerca che l'Ing. Ventrella ha distribuito in diverse copie alla fine del suo intervento, grazie ancora.

Scansione.thumb.jpeg.7a4b2c062f0a18ff0b78b6853621433f.jpeg5a85a45bb3e56_Scansione1.thumb.jpeg.a0ab6b1172b1445d49cef4ac5f68ec6c.jpeg

5a85a4a587b20_Scansione2.thumb.jpg.93aa4296db8250b2d7fa5efdfcab0f9f.jpg5a85a4b367420_Scansione3.thumb.jpg.672577ee087ab636ff348a8a62c071ef.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quattrino
Supporter

Lettura molto interessante. Mi dispiace di aver perso la serata.

Se fosse un porto, sarebbe una rappresentazione originale: veduta quasi frontale invece che veduta "aerea" come quelle del porto di Ostia di Nerone e Traiano. Inoltre nei due sesterzi di Nerone e Traiano compare il nome " Por Ost" e "Portum Traiani", mentre in questa manca completamente qualsiasi nome.

Quale opera architettonica poteva essere così famosa in tutto l'impero da non necessitare di essere nominata ma solo rappresentata?

E' un tema che merita sicuramente altri approfondimenti. 

 

 

Modificato da quattrino
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
1 ora fa, quattrino dice:

Lettura molto interessante. Mi dispiace di aver perso la serata.

Se fosse un porto, sarebbe una rappresentazione originale: veduta quasi frontale invece che veduta "aerea" come quelle del porto di Ostia di Nerone e Traiano. Inoltre nei due sesterzi di Nerone e Traiano compare il nome " Por Ost" e "Portum Traiani", mentre in questa manca completamente qualsiasi nome.

Quale opera architettonica poteva essere così famosa in tutto l'impero da non necessitare di essere nominata ma solo rappresentata?

E' un tema che merita sicuramente altri approfondimenti. 

 

 

Salve @quattrino, considerando il tuo interesse verso questo interessante argomento , potresti leggere alcune mie riflessioni sul contenuto del Convegno , concluse con una personale ipotesi circa l' iconografia del Sesterzio di Traiano ; riflessioni scritte tra ieri ed oggi in : Storia ed Archeologia : 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×