Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Poemenius

L'utente di ebay teme le aste?

Risposte migliori

Poemenius

mi sono più volte fatto questa domanda ... e mi sono spesso risposto che SI, l'utente medio di ebay teme le aste "altre" e non so il perché....

cioè... pesso l'utente medio di ebay non offre nelle aste "altre" come quelle censite da sixbid, per una sorta di paura... ed è spesso disposto a spendere molto di più sulla baia ... 

esempi ne ho molti, e ho visto solidi bizantini e romani venduti su ebay a prezzi davvero alti... ma l'esempio di ieri è stato per me illuminante...

questo raro follis di Anastasio andò all'asta a fine 2017 ... asta LANZ 165

stima 1000 €

base asta 600 € + spese ... quindi diciamo comunque meno di 800 € con fee e spedizione

esito - invenduto

 

poi LANZ lo mette su ebay .... risultato ....

 28 offerte e 1261 € + 7 di spedizione = 1268 euro pagati ....

 

mah .... contenti loro .... gli offerenti dico :D

saluti

Alain

3563347l[1].jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gallienus

Non penso che sia paura: semplicemente ebay ha molta più visibilità rispetto alle aste normali e quindi un'utenza nettamente maggiore. Se TUTTE le aste fossero consultabili tramite in unico portale - anziché quel marasma peraltro spesso poco efficiente che ci ritroviamo ora - sono sicuro che la dinamica potrebbe invertirsi e i realizzi ne trarrebbero giovamento. Io utilizzo entrambe le modalità (anzi, negli ultimi 6 mesi ho acquistato principalmente da case d'asta per una serie di coincidenze), ma preferisco ebay per agilità, chiarezza e comodità d'uso.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Max68Busca
Supporter

Buongiorno a tutti, per spiegare questo fenomeno credo si possa pensare alla visibilità/numero utenti che hanno le due piattaforme in questione ma anche da altri fattori...

Mi spiego meglio:

1) l'asta LANZ165 sarà stata "vista" magari da 10.000 persone (tanto per sparare un numero...) mentre quella della baia da 100.000, in questo modo è più facile vendere.

2) per comprare ad un'asta ufficiale c'è da seguire la trafila della registrazione... se sono già utente della baia basta un click.

3) molti sulla baia credono di trovare "l'affare del secolo"...

4) spesso le aste sulla baia partono da basi molto basse e questo invoglia ad offrire...

Saluti, Massimo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

L'ampia utenza è vero., c'è... Ma chi spenderebbe più di 1000 euro per un follis sono pochini eh

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Curcuas

Hai posto un quesito molto interessante Alain.

Lì può esserci "l'eccitazione da asta" che gioca un ruolo nell'asta live e ti ritrovi a spendere più di € 1000. Aggiungiamoci anche che su e-bay ci potrebbero essere più offerenti occasionali (senza esperienza specifica), mentre sulle aste da portale la probabilità di trovare collezionisti navigati è più alta. L'offerente occasionale potrebbe lasciarsi sfuggire la mano con più facilità rispetto all'esperto e questo potrebbe, almeno in parte, spegare alcuni realizzi abnormi come nella moneta in questione. 

Faccio una domanda da ignorante di baia: variano le commissioni (buyer's premium) fra Lanz Asta e Lanz e-bay?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

komodo

Sulla Baia, se sai cosa comperi, "puoi" comprare bene. Sulle aste è decisamente meno facile, anche se ogni tanto acquisto, vuoi perché le basi d'asta sono talvolta al valore del proposto, vuoi per la burocrazia e per i diritti d'asta. Le aste come LANZ (poche comunque di questa importanza sulla Baia) sono comunque viste da migliaia di possibili acquirenti e sono ne più ne meno come le aste su catalogo cartaceo. In questo caso conta il darsi un tetto di spesa: chi non lo fa incappa nel gioco del volerlo a tutti i costi e si lascia andare ai rilanci non sempre favorevoli .  Io ho sempre comprato bene sulle Medaglie Devozionali, Papali e Rinascimentali su oggetti sottovalutati dai più e con visibilità decisamente minore di quella di LANZ. Medaglie acquistate a poche decine di € e potrei fare decine di esempi. Tenete poi conto che il canale della Baia è anche usato dalle case d'asta per "rifornirsi" di materiale importante per le aste.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gallienus
24 minuti fa, Curcuas dice:

Hai posto un quesito molto interessante Alain.

Lì può esserci "l'eccitazione da asta" che gioca un ruolo nell'asta live e ti ritrovi a spendere più di € 1000. Aggiungiamoci anche che su e-bay ci potrebbero essere più offerenti occasionali (senza esperienza specifica), mentre sulle aste da portale la probabilità di trovare collezionisti navigati è più alta. L'offerente occasionale potrebbe lasciarsi sfuggire la mano con più facilità rispetto all'esperto e questo potrebbe, almeno in parte, spegare alcuni realizzi abnormi come nella moneta in questione. 

Faccio una domanda da ignorante di baia: variano le commissioni (buyer's premium) fra Lanz Asta e Lanz e-bay?

Su ebay non c'è nessuna commissione aggiuntiva, il prezzo di aggiudicazione è quello finale. E questo è uno dei motivi del successo di ebay: vedo immediatamente quanto vado a spendere.

Modificato da Gallienus
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Curcuas

Grazie @Gallienus, questo spiega anche la disponibilità a pagare maggiore su e-bay rispetto all'Asta Lanz a parità di budget.

Abbiamo dunque già elencato almeno tre elementi:

1. Maggiore competizione (platea più ampia);

2. A parità di budget una disponibilità a pagare più alta;

3. Una potenziale presenza di collezionisti occasionali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

sono d'accordo ma c'è un MA

1 - anche con fees al 27% + spese spedizione di 30 euro, i nostri 600 euro diventano 792.... non 1268

2 - la platea ampia è vero...ma ribadisco, quanto è ampia la platea di chi spenderebbe più di 800 euro per un follis di Anastasio?

3 - io non parlo dei piccoli acquisti, ma è palese che molti preferiscono spendere 400 euro per un solido su ebay, piuttosto che 300 spese incluse su un'asta.

4 - che nelle aste non si facciano affari è una falsa credenza... molto spesso sulla fascia media si fanno ottimi affari, sapendo cercare.... chiaro, l'affare da 1 euro per moneta ignorata si fa solo su ebay...ma non parlo di quello

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

L'esempio che hai fatto tu del follis di Anastasio, caro @Poemenius, è un esempio tipico della distorsione che c'è tra mondo eBay e il mondo delle aste. Due mondi che ogni tanto si toccano ma che per la maggior parte dei casi viaggiano paralleli.

Quello che è successo qui è causato dall'esistenza di una categoria di collezionisti ben caratterizzata: il collezionista "ebay only", come li chiamo io almeno.

Il collezionista "ebay only" compra solo su eBay. La baia è il suo mondo e compra solo lì, lo controlla in lungo e in largo continuamente alla ricerca di occasioni e monete. Snobba le aste tradizionali e non le segue, perchè le reputa care e macchinose: lì non ci sono affari da scoprire o monete da comprare sotto prezzo. Ha a disposizione anche un discreto budget che gli permette spesso di spadroneggiare sulla baia, un budget che parimenti gli permetterebbe di acquistare agevolmente anche in aste tradizionali almeno fino a un livello medio-alto ma come detto le aste normali non gli interessano perchè lì non si fanno affari (secondo lui).

Questo tipo di collezionista rischia però di fare buchi nell'acqua quando su eBay capitano tipologie un po' più rare, del valore un po' più elevato e che solitamente non compaiono su eBay.

Queste tipologie però, benchè su eBay non si vedono praticamente mai, sono presenti in modo saltuario ma sicuramente più numeroso nelle aste tradizionali. Parliamo soprattutto di monete rare e nel range 500-1500 euro di valore. Puo' capitare che monete di questo tipo passino tra 1 e 5 volte l'anno diciamo nel circuito mondiale delle aste tradizionali, mentre su eBay non si siano magari mai viste negli ultimi 5/10 anni.

Quando capita una di queste monete su eBay succede che l'utente "eBay only" pensa di avere davanti l'occasione della vita, una moneta che non ha mai visto in vendita e chissà quando gli ricapiterà davanti. Non conosce le quotazioni in asta tradizionale di quella rara moneta, ma sicuramente secondo lui saranno più alte comunque di quanto potrebbe pagarla su ebay.

Ecco allora che deve averla ad ogni costo, prepara un'offerta finale altissima "a prendere" da lanciare negli ultimi secondi, perchè comunque la moneta deve essere sua e a qualsiasi prezzo concluda su eBay sarebbe comunque un affare...

Ecco, mettete poi almeno due collezionisti "ebay only" a competere sulla stessa moneta ed avrete la tempesta perfetta che poi causerà risultati di vendita come quello sopra riportato di Anastasio....Ossia finire per pagare su eBay una moneta quasi il doppio del prezzo di mercato.

 

ps. Per non tralasciare nulla aggiungo che esiste anche un'altra categoria di utenti ebay, un sottogruppo degli "eBay only" diciamo. Sono gli "eBay&Lanz only", comprano solo su eBay e solo da Lanz, un sottogruppetto che sta crescendo molto mi pare ultimamente e che spesso ha budget di spesa più alti dell'utente medio della baia. Ecco quindi che nelle aste Lanz il fenomeno qui sopra descritto succede statisticamente ancora più spesso. Ultimamente difatti il buon Lanz accortosi della cosa ha iniziato a vendere aurei romani in condizioni pessime su eBay con ottimi risultati: poveri aurei compromessi in condizioni più basse di MB che prima nelle aste finivano a malapena a 800/1000 euro oppure invenduti ora su eBay furoreggiano tra i 1500 e i 2000 euro...

 

 

 

Modificato da cliff
  • Mi piace 7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Curcuas

Tutto vero Alain, osservazioni sacrosante.

La teoria delle aste può darci una mano ad interpretare le tue osservazioni (senza scendere in dettagli tecnici):

1. La moneta del follis di Anastasio è stata comprata chiaramente da un collezionista senza pretese di "investimento". Questo lo desumiamo proprio dall'atteggiamento "poco prudente" che segue la competizione, ovvero l'alto numero di offerenti;

2. Questo punto non è centrale. Ribaltiamola: ci sono 20 collezionisti che hanno un limite di spesa di € 1200. In un caso (asta Lanz) dovrebbero internalizzare il buyer's premium, quindi il prezzo osservato (it)= valutazione(ij) - buyers premium(t) (dove i è la moneta, t il momento della vendita, j il collezionista). Tradotto, quello che ha preso il follis di € 1200, all'asta avrebbe comunque potuto offrire di meno. E' vero, al di sopra della base come hai correttamente detto tu, ma lì entra in gioco visibilità, platea ed esperienza (vedi punto sotto).

3. Su e-bay, la probabilità di trovare un acquirente occasionale o una persona che colleziona ciò che piace (per intenderci, senza specializzarsi in un periodo o monetazione) potrebbe essere più alta. E gli offerenti con meno esperienza possono essere soggetti a sovra-stimare un esemplare o a reagire "emotivamente" ad un più elevato grado di competizione (non è sempre così, per carità, ma se parliamo di probabilità ci può stare).  

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

O'trebla
Supporter
2 minuti fa, cliff dice:

L'esempio che hai fatto tu del follis di Anastasio, caro @Poemenius, è un esempio tipico della distorsione che c'è tra mondo eBay e il mondo delle aste. Due mondi che ogni tanto si toccano ma che per la maggior parte dei casi viaggiano paralleli.

Quello che è successo qui è causato dall'esistenza di una categoria di collezionisti ben caratterizzata: il collezionista "ebay only", come li chiamo io almeno.

Il collezionista "ebay only" compra solo su eBay. La baia è il suo mondo e compra solo lì, lo controlla in lungo e in largo continuamente alla ricerca di occasioni e monete. Snobba le aste tradizionali e non le segue, perchè le reputa care e macchinose: lì non ci sono affari da scoprire o monete da comprare sotto prezzo. Ha a disposizione anche un discreto budget che gli permette spesso di spadroneggiare sulla baia, un budget che parimenti gli permetterebbe di acquistare agevolmente anche in aste tradizionali almeno fino a un livello medio-alto ma come detto le aste normali non gli interessano perchè lì non si fanno affari.

Questo tipo di collezionista rischia però di fare buchi nell'acqua quando su eBay capitano tipologie un po' più rare, del valore un po' più elevato e che solitamente non compaiono su eBay.

Queste tipologie però, benchè su eBay non si vedono praticamente mai, sono presenti in modo saltuario ma sicuramente più numeroso nelle aste tradizionali. Parliamo soprattutto di monete rare e nel range 500-1500 euro di valore. Puo' capitare che monete di questo tipo passino tra 1 e 5 volte l'anno diciamo nel circuito mondiale delle aste tradizionali, mentre su eBay non si siano magari mai viste negli ultimi 5/10 anni.

Quando capita una di queste monete su eBay succede che l'utente "eBay only" pensa di avere davanti l'occasione della vita, una moneta che non ha mai visto in vendita e chissà quando gli ricapiterà davanti. Non conosce le quotazioni in asta tradizionale di quella rara moneta, ma sicuramente secondo lui saranno più alte comunque di quanto potrebbe pagarla su ebay.

Ecco allora che deve averla ad ogni costo, prepara un offerta finale altissima "a prendere" da lanciare negli ultimi secondi, perchè comunque la moneta deve essere sua e a qualsiasi prezzo concluda sarebbe comunque un affare...

Ecco, mettete poi almeno due collezionisti "ebay only" sulla stessa moneta ed avrete la tempesta perfetta che poi causerà risultati di vendita come quello sopra riportato di Anastasio....Ossia finire per pagare su eBay una moneta quasi il doppio del prezzo di mercato.

 

ps. Per non tralasciare nulla aggiungo che esiste anche un'altra categoria di utenti ebay, un sottogruppo degli "eBay only" diciamo. Sono gli "eBay&Lanz only", un sottogruppetto che sta crescendo molto mi pare ultimamente e che spesso ha budget di spesa più alti dell'utente medio della baia. Ecco quindi che nelle aste Lanz il fenomeno qui sopra descritto succede statisticamente ancora più spesso.

 

 

 

Io sono decisamente un ebay only...mi riconosco in parte nella tua descrizione.

Però sinceramente non mi dispiace esserlo, ho fatto e continuo a fare buoni affari con ebay....le aste tradizionali troppo macchinose, iscrizioni e prezzi da maggiorare non sai mai bene quanto...password da ricordare...poi a forza di comprare ho raggiunto un certo status sulla baia.

Io mi ci sento a casa, se cerco bene generalmente qualche affare riesco.a farlo. Quindi non vedo perché no?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Curcuas

Interessante @cliff, molto. Ma mi chiedo, l'utente "e-bay only" non controlla le quotazioni anche solo postando l'esemplare su Google?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff
Interessante [mention=2689]cliff[/mention], molto. Ma mi chiedo, l'utente "e-bay only" non controlla le quotazioni anche solo postando l'esemplare su Google?

Secondo me da una parte non le sa trovare le quotazioni perchè quasi sempre non abbonato a database a pagamento di risultati numismatici con prezzi, dall'altra non seguendo le aste certi risultati non li assorbe neanche passivamente di volta in volta che un'asta viene espletata e i risultati vengono resi noti. Infine a furia di ripetersi ossessivamente ad ogni acquisto che su eBay si fan solo affari è facile perdere progressivamente il contatto con il mercato tradizionale.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius
12 minuti fa, Curcuas dice:

Interessante @cliff, molto. Ma mi chiedo, l'utente "e-bay only" non controlla le quotazioni anche solo postando l'esemplare su Google?

a mio avviso l'utente ebay only ha ben presente e segue scrupolosamente i trend di prezzo solo di ebay...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius
16 minuti fa, O'trebla dice:

Io sono decisamente un ebay only...mi riconosco in parte nella tua descrizione.

Però sinceramente non mi dispiace esserlo, ho fatto e continuo a fare buoni affari con ebay....le aste tradizionali troppo macchinose, iscrizioni e prezzi da maggiorare non sai mai bene quanto...password da ricordare...poi a forza di comprare ho raggiunto un certo status sulla baia.

Io mi ci sento a casa, se cerco bene generalmente qualche affare riesco.a farlo. Quindi non vedo perché no?

beh infatti è così, e va benissimo, infatti il mio post, lo scrivo a scanso di equivoci non è denigratorio o ghettizzante per chi compra "ebay only", ma voleva essere solo uno sguardo su una tendenza ...che a me appariva tale... e che evidentemente esiste eccome :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Curcuas

@cliff e @Poemenius, questo ci porta a rafforzare il punto 3 o meglio a riformularlo. L'utente "con poca esperienza" potrebbe essere un collezionista "generalista" (non specializzato) che non si informa sui trend di mercato.

Quanto pesa il "pregiudizio" rispetto alle aste tradizionali? Lì ci sarà ampia eterogeneità. Ci basti dire qui, a mio avviso, che per l'utente "ebay only" c'è un costo aggiuntivo che potremmo interpretare come un "entry fee", un gettone da pagare per avere la titolarità a partecipare all'asta tradizionale.

Bella discussione ragazzi. Buona giornata.

:agree:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

refero1980

A mio avviso vi state auto creando delle categorie di persone con pochi pochissimi dati oggettivi a disposizione. L utente e bay only secondo voi è così diffuso? Come fate ad esserne certi? E bay è una babele ci sono dozzine di commercianti sotto mentite spoglie, auto rilanci, aggiudicazioni fasulle, monete vendute che riappaiono il giorno dopo. Tanti commercianti addirittura aprono o hanno aperto la loro sezione ufficiale sulla baia etc etc. 

Il motivo? Facile facile, e bay come tutta la rete è liquida, molto anonima, facile da utilizzare senza tante formalità. Si accede ci si registra (una volta) e da lì in avanti è tutto veloce rapido immediato. Attenzione a giudicare L utente e bay come un babbeo (cosa che traspare dagli interventi qui sopra tranne L ultimo).  Se capita che le aggiudicazioni a volte abbiano prezzi superiori a quelli che spuntano in asta, è pur sempre vero che anche confrontando lo stesso pezzo su aste differenti a volte i realizzi differiscano in modo molto poco razionale (a volte anche del 50% in più o in meno). Questo perché il mercato è e sempre Sarà asimmetrico (e bay o non e bay) , con compratori assolutamente NON razionali e NON in possesso di tutte le info necessarie prima di intraprendere un asta. Aggiungete inoltre il fatto che magari in un asta ci sono 3 persone interessate ad Un pezzo per vari motivi, in un Altra lo stesso pezzo può essere conteso da 10 come da 1 solo. Anche le aste heritage hanno discrepanze abissali (li è anche più facile confrontare pezzi simili o addirittura uguali, dato che sono tutte slabbate 

Modificato da refero1980
  • Mi piace 5
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

FlaviusDomitianus

Io acquisto dove trovo le monete che mi interessano, senza pregiudizi e possibilmente evitando acquisti extra UE.

Conoscendo bene quello che si compra, su eBay si possono trovare pezzi rari e interessanti a prezzi mediamente inferiori a quelli delle aste. Ma ci sono eccezioni, e proprio le aste eBay di Lanz sono la più evidente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius
16 minuti fa, refero1980 dice:

Attenzione a giudicare L utente e bay come un babbeo

infatti, tra l'altro su ebay c'è anche l'utente "volpone" cioè quello che acquista a prezzo irrisorio l'oggetto che costerebbe 100 volte di più

 

piuttosto rivolgevo l'attenzione a una fascia di monete correttamente identificate, ben pubblicizzate e di fascia media o medio alta di prezzo ... media per le mie tasche :) ... diciamo dai 150 ai 600 euro

 

è lì che c'è il punto di interesse...ovvero ... a mio avviso spesso...spesso dico.. più si alza il prezzo più su ebay si abbassa la possibilità di fare l'affare vero... dai 250/300 euro in su, secondo il mio personale sentore... a volte l'affare si fa anche in asta ... ma c'è molta gente che non si fida...

così la stranezza è che oggi c'è maggior fiducia (e c'è se sei disposto a pagare di più) nell'acquisto su ebay, piuttosto che nell'acquisto in "asta sixbid" (giusto per capirci)

insomma... la cosa è strana e singolare... anche se la guardo senza giudizio

apparentemente a parità di prezzo oggi l'utente si fida di più di un acquisto su ebay (pur da venditore professionale) che non in asta .... e la cosa è vera anche negli acquisti da venditori non professionali....

se io dovessi vendere un solido di Giustino II, per fare un esempio, oggi sceglierei ebay, perché sarei certo di spuntare una cifra di molto superiore ... 7/8 anni fa avrei scelto sicuramente un'altra asta ... CNG o simile per intenderci....

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Pienamente d'accordo con @refero1980 .

Anche nelle aste tradizionali assistiamo spesso a delle abnormità che hanno dell'incredibile, chi segue il settore ricorderà benissimo il quarto tipo Savoia di Castiglione delle Stiviere che andò per ben due volte invenduto da Artemide a base prima 150 poi 120, infine passò una terza volta a base ancor più bassa e realizzò 800 Euro.... il tutto nel giro di un annetto.

Quindi non esistono utenti ebay only o aste only, se non in minima parte; esistono utenti che non conoscono i prezzi e non seguono il mercato, punto. E quindi strapagano la stessa moneta solo perchè non sanno che è già più volte passata in asta (ebay o tradizionale). Basta che due di questi "fenomeni" si incontrino e parte subito la competizione, con realizzi senza senso.

Io uso entrambi i mezzi per comprare, e mediamente su ebay i prezzi di realizzo sono decisamente più bassi che non nelle aste. Io stesso per la medesima moneta su ebay mi pongo un limite ben inferiore che non se apparisse in un'asta pubblica, per il semplice motivo che un'asta pubblica crea una sorta di pedigree che di sicuro non può creare un'asta ebay.

Modificato da Paolino67

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Assolutamente nessuno qui mi pare stia demonizzando eBay, dove sapendo quello che si compra si può sicuramente fare qualche buon acquisto ogni tanto, soprattutto su monete rare e in conservazione media o medio-bassa.

È vero che su eBay ci comprano anche alcuni commercianti e che non tutte le vendite sono reali ma esistono sicuramente i collezionisti "eBay only" perché ne conosco più di qualcuno.

Questi collezionisti non sono quasi mai dei principianti ma spesso sono molto esperti e specializzati, assolutamente non dei "babbei".

Semplicemente comprando solo sulla baia sviluppano un'eccezionale conoscenza del mercato e dei prezzi eBay perdendo il polso del mercato delle aste.

Questo al netto di oscillazioni fisiologiche del mercato numismatico, sia sulla baia che su eBay che sempre ci saranno anche su pezzi assolutamente analoghi in tutto.

Proprio parlando con il vecchio Hubert Lanz alla fiera di Monaco qualche anno fa mi diceva che "eBay it's very patient" intendendo che la baia fosse di bocca buona nella ricezione di determinate monete "problematiche" per eccessivo restauro o bassa conservazione.

Affermava che alcune monete realizzavano più su eBay che in asta tradizionale e questo già almeno 4/5 anni fa.

Credo che ci abbia visto giusto e questo sia ancora più vero oggi.

5 anni fa lui non vendeva aurei romani su eBay perché non c'era ancora l'utenza giusta forse a recepirli. In 5 se l'è credo coltivata e da un annetto ora riesce a vendere su eBay anche aurei romani in bassa conservazione a prezzi mediamente doppi di quelli che farebbero in qualsiasi asta tradizionale, dove la clientela sarebbe molto più attenta alla conservazione.

 

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gennydbmoney

Buongiorno a tutti,ho letto con interesse questa discussione e non entro in merito alla differenza tra il collezionista che compra solo sulla baia,quello che compra solo in aste pubbliche e quello che approfitta di ambedue i canali ma una domanda vorrei porgerla:in alcuni interventi mi sembra di aver capito che il valore di una determinata moneta viene stimato in base ai realizzi in aste pubbliche ma chi lo dice questo?e perché non vengono presi in considerazione i realizzi di ebay?inoltre noto un certo controsenso,se una determinata moneta viene venduta nel giro di un mese una volta a 500 e l'altra a 1000 euro secondo voi quanto vale quella moneta?magari non 1000 ma  di certo non 500,quindi perchè se voglio capire quanto vale una moneta devo basarmi sui realizzi di aste pubbliche e non di ebay con il rischio,per l'appunto,di sottostimare la mia moneta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

attenzione... non ne faccio un discorso di "valore" perché in sé la moneta ha il valore che realizza in un momento... e il valore o prezzo nemmeno mi interessa... mi interessa la dinamica ... nel mio esempio abbiamo dicembre 2017 - 600 euro (+ fee diciamo pure 800) - asta bucata - 3 mesi dopo, ebay - 1268 euro

quanto valga la moneta e se li valga o meno, non mi interessa affatto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Curcuas

Diciamo che conclusioni univoche non se ne possono fare. Si può solo desumere un fenomeno "in media".

Quello che ha detto @Poemenius e ribadito @Cliff riportando il dialogo con Lanz è vero ed ampiamente previsto nella teoria delle aste: tendenzialmente e in media, maggiori sono le commissioni (costi di transazione), minore sarà la capacità di investimento dell'offerente e chi ci rimette è sempre e solo il venditore tramite minori realizzi.

Interessante anche il quesito di genny: mi verrebbe da dire che il mercato di riferimento non importa, così come il valore "per se" della moneta. Questo lo attribuisce ciascun collezionista.

Ciò che invece interessa è la dinamica, ovvero come una stessa moneta realizzi diversamente in due momenti temporali ben distinti perché fornisce spunti interessanti su competizione, visibilità, esperienza, effetti delle politiche del venditore (coeteris paribus).

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×