Jump to content
IGNORED

Sesterzio Massimino I


dupondio
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti,vi posto un mio sesterzio di Massimino I.Questa moneta che ha una patina nocciola con sfumature scure e rosse,penso che sia di fiume.Cosa pensate voi?Se fosse stata spatinata il colore del metallo sarebbe piu'vivo e non nocciola, a meno che la pulizia della moneta con relativa spatinatura risale a tanto tanto tempo fa.Che dite?

post-1893-1167915030_thumb.jpg

Edited by dupondio
Link to comment
Share on other sites


La cosidetta "patina del Tevere" generalmente non presenta livelli significativi di formazioni di ossido di rame; viste le evidenti formazioni rosso-scuro del dritto io escluderei questo tipo di patina sulla tua moneta.

Luigi

Link to comment
Share on other sites


La cosidetta "patina del Tevere" generalmente non presenta livelli significativi di formazioni di ossido di rame; viste le evidenti formazioni rosso-scuro del dritto io escluderei questo tipo di patina sulla tua moneta.

Luigi

186256[/snapback]

OK capisco,e se fosse stata in terreni umidi e ferrosi?sarebbe possibile la patina nocciola con tracce di ossido di rame?Ma le macchie rosse non sono caratteristiche dei terreni ferrosi?quindi si dovrebbe parlare anche di ossido di ferro no? che pensi?

Edited by dupondio
Link to comment
Share on other sites


OK capisco,e se fosse stata in terreni umidi e ferrosi?sarebbe possibile la patina nocciola con tracce di ossido di rame?Ma le macchie rosse non sono caratteristiche dei terreni ferrosi?quindi si dovrebbe parlare anche di ossido di ferro no? che pensi?

186258[/snapback]

Quasi tutte le monete di bronzo sviluppano in primis una patina di ossido di rame. La colorazione rossa (a volte marrone scuro) è indipendente dalla presenza di ferro nel terreno.

Il processo di formazione della patina procede poi portando allo sviluppo di altri sali (con altre colorazioni).

Ambienti secchi, come le sabbie del deserto, portano alla formazione di patine di ossido di rame senza altre patine sovrastanti.

Credo che la tua moneta avesse in origine una patina antica e sia stata spatinata. Togliere i depositi di ossido di rame avrebbe provocato la messa in luce di buchi nel metallo e quindi non sono stati eliminati (Generalmente queste protuberanze sono profonde nel metallo più o meno quanto sono alte e quando si pulisce chimicamente una moneta sino al metallo vivo, lasciano sulla superficie una moneta malamente puntinata).

La tonalità attuale sembra il risultato di una ripatinatura naturale di diversi anni.

Luigi

Link to comment
Share on other sites


Capisco,quindi l'ipotesi è che la moneta sia stata pulita in maniera profonda tanti anni fa magari nel 1800 quando chi collezionava monete classiche usava spatinarle completamente e piano piano il metallo ha assunto questo colore nocciola per via del contatto con l'aria..Ti sembra valida come ipotesi?

Link to comment
Share on other sites


Ciao dupondio

Concordo con Luigi.

La moneta è stata spatinata e dopo averla lasciata a lungo in acqua è stata lucidata con cera solida.

Comunque resta un bel sesterzio.

agrì

186341[/snapback]

Ciao Agri,perchè lasciandola a lungo in acqua che succede?

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.