Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Sono iniziati i lavori di aggiornamento della piattaforma, potrebbero verificarsi problemi sia sul forum che nei cataloghi.

Luca_AT

Piemonte Denaro di Asti con legenda speculare

Risposte migliori

Luca_AT

Buongiorno a tutti,
vorrei segnalare il ritrovamento di un denaro comunale di Asti alquanto insolito, il primo che trovo con questa particolarità. Mentre in tutti i denari che conoscevo finora, al dritto la legenda CVNRADVS II è scritta in senso orario, in questo caso invece la legenda è scritta in senso antiorario.  I punzoni, confrontati con una moneta "normale" sembrano gli stessi, per cui dato che la scritta REX è orientata normalmente, pare proprio che la legenda esterna venne incisa in senso inverso per errore o forse volutamente. Inoltre si nota che a differenza di altri denari realizzati in mistura, qui siamo di fronte ad un'anima di rame rivestita d'argento, per cui verrebbe da pensare ad un falso d'epoca realizzato forse per mano ufficiale, come uscito da discussione con @adamaney.  Allego a sinistra un denaro con la solita legenda e a destra quello con legenda speculare.

immagine2.jpg.ad0e76242e07771ae187a438a868b2a8.jpg

 

@monbalda  @teofrasto @piergi00  @dabbene

Modificato da adolfos
  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

penso anch'io ad un falso d'epoca ma non fatto in zecca (avrebbero usato il conio a disposizione). secondo me la legenda esterna è a specchio perché ne hanno fatto il calco da una moneta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Luca_AT

Ciao dux-sab,

secondo me ci sono alcune cose che non tornano nella tua ipotesi.. in primis REX è orientato correttamente, se si trattasse di un calco fatto da una moneta anche REX dovrebbe essere speculare.  Non è nemmeno pensabile usare i conii di zecca perchè che sappia io quelli autentici presentano tutti la legenda orientata in senso orario. Al rovescio poi la scritta ASTENSIS è correttamente orientata.. un calco dovrebbe rendere speculare entrambi i lati, o no?  Inoltre in caso di calchi le lettere acquistano una volumetria leggermente più ampia, mentre qui corrispondono a quelle delle monete normali, anzi direi che sono stati usati addirittura gli stessi punzoni per realizzare le lettere. Infine un calco avrebbe reso speculari anche la N e la S che invece sono corrette. Non penso che sia stato realizzato in zecca ma nemmeno per mano di un falsario qualunque, quasi sicuramente un professionista, forse uno zecchiere che per evitare il patibolo pensò bene di invertire la legenda.. chissà!

Sta di fatto che si tratta sicuramente di una variante o falso d'epoca inedito, c'è qualcuno che conosce altri esemplari simili?!

Saluti,  Luca

Modificato da Luca_AT
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adamaney

Ciao, come ti accennavo, uno identico al tuo. Unici due a mia memoria (1989-2018)

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Nella monetazione dei denari di Lucca ne abbiamo visto qualcuno con legende retrograde, credo coniazioni fraudolente, l’imperizia di solito lascia anche tracce di sconnessione in legenda 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Luca_AT

Sono finalmente riuscito a fotografare la moneta in oggetto un po' meglio... quantomeno da renderle giustizia.
Sicuramente è stata ripulita in modo troppo energico, ma questo tutto sommato deve aver messo in maggior risalto il rame sottostante. @adamaney se e quando riesci, una foto della tua per confronto potrebbe portare ad ulteriori considerazioni! Chissà se provengono ad esempio dalla stessa coppia di conii?  Volendo classificarla sensu MEC12, i due globetti in legenda esterna al rovescio, prima e dopo la crocetta (° + ° ASTENSIS) e il globetto nel braccio centrale della E, la portano chiaramente ad essere classificata nella classe E1  (seconda metà XIII sec., circa 1260-1290).  Se non fosse per il rame sottostante così evidente, mi verrebbe da pensare ad un semplice errore dell'incisore...


immagine.thumb.jpg.b4f6130b3c79c13c3b62b0737e6374f5.jpg

 

immagine2.jpg.83c5525b2bf67af8361b8cc34804819c.jpg

Modificato da Luca_AT

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×