Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
vickydog

Idi di Marzo denario in Tv

Recommended Posts

vickydog

Ciao,  Che ne pensate di questo denario Idi di marzo di Bruto apparso nella trasmissione odierna di Affari di famiglia (canale 26) e giudicato autentico dall'esperto che l'ha valutato circa 150.000? Potete vedere anche il video se vi interessa. 

pawnides2.JPG.fe6b734a1ee5c9c1bbdc4239ded6a7aa.JPG

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

dupondio

Io penso che avrebbe fatto bene a venderglielo...........

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

simo88

Ciao rovescio bellissimo... il dritto un po' meno... decentrato e più basso di conservazione... Non mi sembra sia il miglior esemplare in commercio... come si fa a vendere una moneta così 😅

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poemenius

pur non essendo il mio campo mi è sembrata fin da subito un falso e anche pessimo....

Share this post


Link to post
Share on other sites

legionario

Il denario è censito nel corpus "EIDbus Martiis" del Cahn, al numero 9b (con foto nelle tavole)

Ultima apparizione pubblica in asta (salvo sviste) è di Münzhandlung Basel 6 (del 18/03/1936) lotto 1484

 

     

508-3-Munzhandlung-Basel-6 (1484).jpg

  • Like 5
  • Thanks 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

acraf

Giusto. Ecco il pedigree completo, molto prestigioso:

Stack’s, 29.v.1948, 192 coll. Balderston = Münzhandl. Basel 6, 18.iii.1936, 1484 coll. Waldeck = Naville 13, 27.vi.1928, 1099 coll. Spencer-Churchill = Hess, 30.iv.1917, 2597 coll. Horsky

Quindi era apparso la prima volta nel 1917 in asta Hess e per l'ultima volta in asta Stack's nel 1948. Da allora non è più girato in asta, ma solo per trattative private, credo solo in USA...

L'immagine finora nota era da calchi. Il conio del diritto (O1) è noto da almeno 29 esemplari e abbinato a 9 conii rovescio. Il conio del rovescio (R9) sarebbe l'ultimo abbinato a questo diritto. La stessa combinazione O1/R9 è nota unicamente da un altro esemplare, che sta a Copenhagen, nel Ny Carlsberg Glyptotek 5, che è poi suberato....

Difficile giudicare l'autenticità. Non è un falso recente e può anche risalire a fine Ottocento. In ogni caso non sembra un falso pacchiano....

Il prezzo visto nel filmato è abbastanza in linea con questo folle mercato, anche considerando il pedigree... Non commento le leggi di mercato....

Non conosco il livello di competenza dell'esperto interpellato, Vagi, ma comunque è considerato abbastanza competente.

  • Like 2
  • Thanks 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poemenius

Caspita super interessante

Grazie a tutti per le preziose info

Share this post


Link to post
Share on other sites

luigi78
Supporter

La trasmissione citata, anche divertente da vedere si basa su oggetti che di volta in volta vengono offerti al negozio.

La parte interessante è che il proprietario quando non conosce l'oggetto si rivolge ad esperti del settore specifico  e chiede un giudizio.

Nel caso in questione credo che l'esperto sapesse da dove proveniva la moneta e quindi abbia sentenziato con le spalle coperte....

Che poi anche al tempo girassero cozze per ostriche......

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poemenius
10 ore fa, legionario dice:

Il denario è censito nel corpus "EIDbus Martiis" del Cahn, al numero 9b (con foto nelle tavole)

Ultima apparizione pubblica in asta (salvo sviste) è di Münzhandlung Basel 6 (del 18/03/1936) lotto 1484

 

     

508-3-Munzhandlung-Basel-6 (1484).jpg

ribadisco la mia ignoranza ma per me non è lei..... forse una copia... ora vi giro i miei dubbi tra cui soprattutto il retro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poemenius

per quanto quello della foto 1484 sia certamente un calco in gesso, mi pare un calco in gesso di un'altra moneta da cui è poi stata tratta quella della trasmissione... ma non il calco in gesso di quest'ultima...

sbaglio?

correggetemi senza timori, voglio anche io capire e imparare

1292532964_508-3-Munzhandlung-Basel-6(1484).jpg.9f76187b2c7e27b023114cc54484265f[1].jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

dux-sab

piccole differenze sono comprensibili trattandosi di un calco, quello che mi sembra di vedere e che trovo strano è la gobba sul naso che sembra mancare nel calco.

  • Thanks 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Marcorossi85

La scritta IMP nel calco è molto compromessa,come mai nella foto odierna è completamente ricostruito?

Share this post


Link to post
Share on other sites

eliodoro

Questi americani inscatolano tutto; nelle riprese invece, una moneta complessa come il denaro di bruto, in tre minuti viene considerata autentica e vengono offerti, senza perizia, sull'unghia 110.000 dollari non accettati. Il possessore, come se niente fosse, se la rimette nel taschino e se ne va. Tutto molto divertente.

Edited by eliodoro
  • Like 2
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

azaad

La possiamo considerare la classica Americanata. Non so se siano tutti attori, ma certamente i tempi televisivi, e la necessità di creare un minimo di pathos falsano completamente i tempi reali necessari per gli affari. Ricordo un'intervista ad un pugile che, facendo un film, disse che aveva dovuto reimparare a muoversi sul ring per le esigenze cinematografiche, che lo volevano più lento e con movimenti piu regolari di quelli reali. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tinia Numismatica
Il 21/12/2018 alle 22:22, simo88 dice:

L'esperto sarebbe il Direttore ngc... 🤔

Il che spiega tante cose ...,,

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

acraf

Concordo che è un'americanata e fa sorridere la grande ignoranza, soprattutto storica e artistica degli americani.

E' sempre pericoloso confrontare un vecchio calco in gesso con l'immagine attuale. Non posso escludere che la monete abbia subito alcuni restauri. Naturalmente bisogna tenere in mano la moneta e magari guardare allo streomicroscopio....

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.