Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
piergi00

Denaro Zecca di Asti

Risposte migliori

piergi00

Vi posto le immagini (scattate dal venditore) di una denarino di Asti , appena vinto su Ebay :)

Da un paio di mesi cercavo questa tipologia ,che pur comune , non appare spesso nelle aste e nei negozi torinesi ; finalmente dopo averne persa una precedente per un paio di euro sono riuscito ad aggiudicarmela

Non mi pare neanche mal conservata , cosa dite ?

D/ CUNRADUS II nel campo REX con lettere disposte a triangolo

R/ Crocetta e ASTENSIS ; croce patente

I cerchi che chiudono i campi al D/ e al R/ sono perlinati

Le S delle legende sono quasi del tutto coricate

La crocetta nel campo e' di dimensioni varie da 6 a 3,5 mm.

Nella parola REX nel campo al D/ vi puo' essere un punto centrale , mentre sulla lettera E a volte e' presente un globetto

Esistono diverse varianti nel tipo , nella disposizione e nel numero dei segni

Diametro mm. 18/13 , peso gr. 0,93/0,39

Biaggi N°232

post-116-1173691635_thumb.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mmon
Non mi pare neanche mal conservata , cosa dite ?

207966[/snapback]

Altrochè, e proprio bella :) :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob

Veramente una bella moneta: ho anch'io un denaro di Asti, ma non è assolutamente ben conservato come questo. Complimenti! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Avete qualche foto di varianti di questo denaro da postare ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Intanto e' arrivato il denaro astigiano , dal vivo e' ancora + bello da come appariva in foto

Leggendo gli ultimi prezzi di alcuni esemplari attualmente presenti in alcune aste e considerando la conservazione sono soddisfatto

Ora spero di trovare anche l' Obolo e il Grosso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

ciao,

se può interessare allego foto del mio esemplare, in conservazione alquanto inferiore

epoca 1140 - 1240

diametro 16 mm

;)

post-680-1174129115_thumb.jpg

Modificato da bavastro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Grazie per le immagini :)

Ad un primo esame mi pare lo stesso tipo senza alcune variante rispetto al mio

Da quanto ho letto l' attribuzione di questi denari al primo , secondo , terzo periodo comunale non e' fattibile con certezza non essendo distinguibili

Inoltre non e' possibile prendere come riferimento il diverso contenuto di argento in quanto come sostengono Vergano-Bobba la battiture di denari e oboli di maggiore o minore bonta' si alternarono nel primo quanto nel secondo periodo della monetazione in dipendenza di particolari situazioni politiche , militari , economiche

Modificato da piergi00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Aggiunto in collezione un obolo di Asti (Mir Piemonte N.35)

Tipologia piu' rara a vedersi rispetto al Denaro

post-116-0-94777300-1379322724_thumb.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

palpi62
Supporter

Vi posto il mio, penso sia comunissimo.

post-12140-0-26962000-1379326401_thumb.j

post-12140-0-69525300-1379326415_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Ciao,

ti segnalo intanto l'articolo sui denari di Asti che è nell'apposita sezione del forum dove viene fatta una proposta di catologazione per gli stessi:

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/docs/201112/Astensis.pdf

C'è stata anche una fortunata e lunga discussione sugli stessi che fu propedeutica all'articolo che dovresti trovare scorrendo gli indici di sezione.

Per quanto riguarda il denaro è comune, ma comunque ben conservato, con le leggende molto visibili, un pezzo dalla buona fattura che seguendo l'articolo catalogherei al tipo 3, gruppo A, variante I.

Presenta un conio circolare, buona fattura, senza interpunzoni, S orizzontali, piccola crocetta nel campo del rovescio, globetto centrale nel REX triangolare, contorno cordonato fino, complimenti !

Mario

Modificato da dabbene

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

palpi62
Supporter

@@dabbene grazie, me lo tengo stretto. :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Ti allego anche la lunga discussione da cui è nato l'articolo che son riuscito a trovare negli indici di sezione :

http://www.lamoneta.it/topic/73676-sulla-zecca-di-asti/

Bei ricordi rivedendola, bei momenti....se hai sangue freddo e tempo, di denari di asti ne vedi..., ne vedi....,

Mario

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

king10

Ciao a tutti, mi aggiungo alla discussione proponendovi le tre monete della zecca di asti che posseggo.

I primi due sono due denari simili a quelli proposti nei messaggi precedenti:
DSCN1876.jpg[/url] DSCN1877.jpg
DSCN1878.jpg DSCN1879.jpg
La terza moneta invece dovrebbe (e qui chiedo aiuto ai più esperti di me per capire se i dati in mio possesso sono corretti) essere un Sesino di Carlo V, della Signoria di Asti, coniato tra il 1529 ed il 1531.
DSCN1874.jpg DSCN1875.jpg
PS: fatemi capire se vedete le immagini o se devo cambiare qualcosa nel modo in cui proporvele... grazie :)
Modificato da il nano
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Ciao.

dunque i due denari di Asti sono del terzo tipo, di fattura molta bella, quindi complimenti, per la terza moneta il sesino di Asti, proporrei quello con la variante 15 del CNI con queste leggende che però dovresti confermare, perché le immagini non sono molto evidenti :

D/ CAROLUS DI FA CLE

R/ IMPERATOR ROMANOR

la tipologia che di solito viene invece riportata, anche se sul MIR senza immagini e anche sul Biaggi è :

D/ CHAROLVS DI FA CLE

R/ ROMANOR IMP AC AST D

se così fosse ricontrollando anche tu presumo sia anche molto rara,

Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

king10

Grazie per la risposta, questa sera vedrò di fare una foto migliore e di verificare la leggenda, così verifichiamo di quale variante si tratta.

Dai miei appunti, quando l'ho acquistata mi hanno riferito essere una R2, può combaciare con quanto affermi tu?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Grazie per la risposta, questa sera vedrò di fare una foto migliore e di verificare la leggenda, così verifichiamo di quale variante si tratta.

Dai miei appunti, quando l'ho acquistata mi hanno riferito essere una R2, può combaciare con quanto affermi tu?

Come ti ha già indicato dabbene il sesino di Carlo V è raro. Il MIR, che però unisce tutte le varianti, lo riporta come R2 come da te indicato.

Attendi magari pareri più autorevoli dagli esperti del settore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Beh si, R/2 per quella con l'altra leggenda che è riportata sul MIR, Biaggi e nelle prime due tipologie del CNI, questa sarebbe la terza riportata nel CNI, non riportata nei precedenti citati, quindi non riportando il CNI ovviamente le rarità ritengo che in questo caso sia superiore, di più però non posso dirti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

king10

Eccovi due immagini di fronte e retro che potrebbero essere un poco meglio, spero possano darvi quegli ulteriori dettagli che prima mancavano all'appello.

DSCN1890.jpg

DSCN1892.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Le leggende corrispondono alla variante 15 del CNI sopra citata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Parpajola

Questo sesino mi sembra che appartenga di più a Milano che Asti.

Nel sesino per Asti le leggende sono :

D/ CHAROLVS DI FA CLE

R/ ROMANOR IMP AC AST D

Leggendo il Bobba/Vergano riportano al D una variante con CHAROL , oppure una variante con al D e R

con le leggende come quelle coniate sul sesino milanese ( Crippa 22 - MIR 295/1 ).

D/ CAROLVS . DI . FA . CLE

R/ ROMANOR IMPERATOR

Modificato da Parpajola
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Differiscono per le leggende del rovescio IMPERATOR ROMANOR per Asti, e ROMANOR IMPERATOR per MIlano, il pallino presente dovrebbe far propendere per ROMANOR IMPERATOR e quindi sarei per quanto dice Parpajola con la moneta che va ruotata di 180 gradi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Parpajola

Differiscono per le leggende del rovescio IMPERATOR ROMANOR per Asti, e ROMANOR IMPERATOR per MIlano, il pallino presente dovrebbe far propendere per ROMANOR IMPERATOR e quindi sarei per quanto dice Parpajola con la moneta che va ruotata di 180 gradi.

Mi ero dimenticato della rotazione, grazie @@dabbene. La moneta va letta così

post-35754-0-60375500-1380871673_thumb.j

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Con queste nuove immagini concordo anche io con Parpajola che il sesino vada attribuito a Milano. Sul MIR vengono segnalate due varianti contraddistinte dalla dimensione dell'aquila. La moneta in oggetto sembrerebbe appartenere alla variante MIR 295/1 (aquila piccola) considerata NC.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

king10

Alla luce delle ultime considerazioni, la moneta quale valutazione avrebbe ora?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Parpajola

Nel MIR questa moneta, 295/1 rarità classificata NC, in condizioni MB è valutata 30 euro.

Questo esemplare ha molte parti corrose specialmente al dritto.

Modificato da Parpajola

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×