Jump to content
IGNORED

Frazione di siliqua di zecca italiana?


Pistola84
 Share

Recommended Posts

Buonasera a tutti,

navigando nel web mi sono imbattuto in questa monetina, descritta come un 120 nummi di Giustino I.

La tipologia mi sembra tipicamente delle zecche italiane del VI secolo ma, a mia conoscenza, Giustino I non conió mai in Italia.

Mi sembra di leggere bene DNIVSTINUSPPAVC, quindi posso escludere Giustiniano I.

Infine, sul mio testo di riferimento, Byzantine Coinage in Italy Vol.I, non vengono riportate frazioni di siliqua a nome di Giustino II riportanti al verso PK. Tutte riportano PK€.

Qualche consiglio? Magari un falso? Grazie

FBF7A9B6-32F4-4533-BABE-382F5A4B103B.jpeg

CE44BBD4-378F-4EE8-8881-AF278A209A54.jpeg

Link to comment
Share on other sites


Direi di iniziare mettendo in fila un po’ di info:

Giustino I ovviamente non coniò direttamente in Italia e questa tipologia per lui non esiste.

Per Giustiniano esiste una “serie pesante”,

CN = 250 = 1,37 g medi dal mio archivio

PKE = 125 = 0,68 g medi dal mio archivio

PK = 120 = 0,66 g medi dal mio archivio

Poi una serie leggera

CN = 250 = 0,99 g medi dal mio archivio

PKE = 125 = 0,53 g medi dal mio archivio

PK = 120 = NON PIU’ CONIATO

Giustino II ha invece:

CN = 250 = 0,68 g medi dal mio archivio

PKE = 125 = 0,55 g medi dal mio archivio

PK = 120 = NON PIU’ CONIATO

 

Ora, già capire il peso di questa aiuterebbe, tuttavia

1 – la moneta ha delle differenze significative a livello di busto e stile, con Giustino II, quindi non può essere lui, lo stile, almeno per il busto, è vagamente ripreso dalle ostrogote. Nemmeno con la serie di Giustiniano ci sono affinità stilistiche di busto così forti.

2 – la legenda , nei molti esemplari del mio archivio, finisce sempre in AV o  AVC e mai con la legatura AV=N tipica per esempio dell’epoca di Odoacre (per fare un esempio), ancora presente su diverse frazioni argentee ostrogote

 

Detto questo, ipotesi…pur senza sapere nemmeno il peso…

1 – è una foto mix di due monete differenti….possibile

2 – è un falso

3 – è un inspiegabile ibrido…

 

Ora, poiché l’unica altra che conosco con la spezzatura DN IVSTI- e il PK è una moneta quasi certamente falsa (sotto)

E poiché il PK della “tua” non è esattamente nello stile corretto….

Propenderei con cautela per una moneta falsa, o forse comunque manipolata…

Saluti

Alain

d.jpg

  • Like 2
  • Thanks 2
Link to comment
Share on other sites


13 ore fa, Poemenius dice:

Direi di iniziare mettendo in fila un po’ di info:

Giustino I ovviamente non coniò direttamente in Italia e questa tipologia per lui non esiste.

Per Giustiniano esiste una “serie pesante”,

CN = 250 = 1,37 g medi dal mio archivio

PKE = 125 = 0,68 g medi dal mio archivio

PK = 120 = 0,66 g medi dal mio archivio

Poi una serie leggera

CN = 250 = 0,99 g medi dal mio archivio

PKE = 125 = 0,53 g medi dal mio archivio

PK = 120 = NON PIU’ CONIATO

Giustino II ha invece:

CN = 250 = 0,68 g medi dal mio archivio

PKE = 125 = 0,55 g medi dal mio archivio

PK = 120 = NON PIU’ CONIATO

 

Ora, già capire il peso di questa aiuterebbe, tuttavia

1 – la moneta ha delle differenze significative a livello di busto e stile, con Giustino II, quindi non può essere lui, lo stile, almeno per il busto, è vagamente ripreso dalle ostrogote. Nemmeno con la serie di Giustiniano ci sono affinità stilistiche di busto così forti.

2 – la legenda , nei molti esemplari del mio archivio, finisce sempre in AV o  AVC e mai con la legatura AV=N tipica per esempio dell’epoca di Odoacre (per fare un esempio), ancora presente su diverse frazioni argentee ostrogote

 

Detto questo, ipotesi…pur senza sapere nemmeno il peso…

1 – è una foto mix di due monete differenti….possibile

2 – è un falso

3 – è un inspiegabile ibrido…

 

Ora, poiché l’unica altra che conosco con la spezzatura DN IVSTI- e il PK è una moneta quasi certamente falsa (sotto)

E poiché il PK della “tua” non è esattamente nello stile corretto….

Propenderei con cautela per una moneta falsa, o forse comunque manipolata…

Saluti

Alain

d.jpg

Grazie @Poemenius, i tuoi interventi sono sempre interessanti e chiari.

Il peso indicato é di 0,67 g e il diametro di 11,18 mm.

Osservando la moneta da te postata mi sembra sia fusa mentre la « mia » direi coniata.

Se fosse un’imitativa? Di quale popolo?

 

Link to comment
Share on other sites


provo a mettere in fila un po' di cose...

1 - che possa sembrare coniata o che lo sia davvero non cambia il fatto che possa essere una falsa moderna (premessa generale e non specifica)

2 - non può essere una moneta di Giustino I perchè lui non coniò direttamente in Italia

3 - al rovescio è chiaramente una moneta "bizantina italica" (Giustiniano I)...FACCIO NOTARE che tra P e K manca il punto... che c'è anche molto leggero in tutti gli esemplari che ho rapidamente controllato

4 - il dritto con la legatura AV = N è tipicamente italica (Odoacre e sporadici argenti ostrogoti), e in generale molti tratti anche del busto sono smaccatamente ostrogoti

5 -  "Se fosse un’imitativa? Di quale popolo?", beh il campo è stretto ... certo non trovi imitative di PK e CN tra gli avari .... quindi.... Longobarda? mmmmmmah

6 - se volessimo postulare l'emissione ostrogota sotto Giustino I, dovremmo allora ammettere che questa tipologia PK venga anticipata dagli Ostrogoti nel periodo Teodorico/Atalarico, con solo questa moneta (ad oggi) per poi essere ripresa da Giustiniano dopo la riconquista ..... ancora mmmmmmah

allora, quali opzioni?

1 - falso creato ad hoc, moneta rara, che "non esiste" ... vale una tecnica costosa, perché anni fa un collezionista avrebbe speso grosse cifre

2 - moneta ostrogota con rovescio magari molto stanco, manomessa per sembrare una cosa nuova ... il PK potrebbe essere una reincisione di un monogramma di Teodorico evanido? perché no...

io al momento sono prudentemente e in modo non definitivo sull'opzione 1 ... certo , cose così non si risolvono con un veloce approfondimento finalizzato a una risposta qua, quindi prendete tutto con le molle ... @Arka tu come la vedi?

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Sempre tenendo presente che giudichiamo una foto, l'impressione non è buona. Lo stile del ritratto e le lettere sono strani. Anche la corona del rovescio lo è e tutte le considerazioni di @Poemenius sono valide. Propenderei anch'io per un falso.

Arka

Diligite iustitiam

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.