Jump to content
IGNORED

2 Lire Cinquantenario


Horussone
 Share

Recommended Posts

Buon pomeriggio, tempo fa ho acquistato questa moneta che ho lasciato patinare avendo cura di esporre alternativamente le due facce. Dopo mesi si è formata una patina più omogenea al rovescio. Grazie a chi vorrà esprimere  un parere su patina e stato di conservazione.

1A.jpg

1B.jpg

Link to comment
Share on other sites


Staff

Ciao, bella patina da collezione. Monetiere Zecchi? Le prime foto sono troppo buie, le seconde (specie il dritto) troppo luminose, ma direi siamo sul Bb/spl valutando solo quel pezzetto di campo al dritto che si vede

Link to comment
Share on other sites

Awards

30 minuti fa, Horussone dice:

Buon pomeriggio, tempo fa ho acquistato questa moneta che ho lasciato patinare avendo cura di esporre alternativamente le due facce. Dopo mesi si è formata una patina più omogenea al rovescio. Grazie a chi vorrà esprimere  un parere su patina e stato di conservazione.

1A.jpg

1B.jpg

Quanto tempo ha impiegato a formarsi questa patina?

Link to comment
Share on other sites


vedo che ha patinato in un periodo abbastanza breve.. può dipendere anche dall'ambiente in cui è conservata.. di questo passo diventerà nera e i dettagli si noteranno sempre meno..per cui valuta anche l'opportunità di chiuderla in capsula. 

Link to comment
Share on other sites


Per caso la moneta era stata lavata con qualche prodotto prima di essere messa sul velluto? Dalla mia breve esperienza, ho notato che tempi brevi di patinatura e la presenza di macchiette non patinate (o patinate in modo diverso) sono sintomi compatibili con un lavaggio recente. Per quanto riguarda le macchiette io le avevo attribuite ad un risciacquo approssimativo post liquido magico :)

Io ho questa moneta da 18 mesi sul velluto ed è rimasta assolutamente identica :( 

2lire1911.png.55ca5ce20736e9506b52317b11f40b44.png

Saluti!

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Ci sono troppe variabili in gioco. Certamente (giudicando dalle foto, naturalmente) è una patina che s'è formata molto velocemente ed in modo non uniforme: anche per me sembra abbia subito un trattamento di lavaggio/pulizia. La velocità della patina è dovuta all'ambiente in cui si forma e può essere volontaria o no: infatti, la presenza di inquinanti nell'aria e sul velluto (e dalla loro quantità e tipo) può essere voluta o meno e sono quelli che ossidano la moneta nei punti più sensibili all'azione chimica creati da un precedente intervento.

Qui sotto, la mia moneta a lentissima ossidazione in album sistematico di platica:

78546001_2Lire191150.thumb.jpg.7063bd560174918562c561b0ec1cedde.jpg

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


credo che la mia abbia una storia analoga a quella di @Horussone ma ha molti più anni di patina alle spalle... praticamente nera... c'è bisogno di una buona illuminazione per far notare tutti i dettagli 

oNwGqa2.jpg

5HncFzZ.jpg

Link to comment
Share on other sites


Staff

Le tempistiche di ossidazione variano moltissimo in base alle variabili in gioco, come ad esempio quelle accennate da @El Chupacabra (modalità di conservazione e luogo, inteso anche [e soprattutto] come località abitativa; ad esempio una zone di mare influisce tantissimo). Ma non dimentichiamo anche molta differenza la gioca anche la storia stessa della moneta, che inizia all'atto della sua creazione (quindi, tutte quelle molteplici variabili che entrano in gioco per tutto il lungo processo produttivo). Tradotto in parole povere, significa che due monete, ad esempio, lavate nello stesso modo e messe in un monetiere una affianco dell'altra, potranno sviluppare tempistiche e modalità di ossidazione differenti.

Dopo aver visto diverse monete di @tonycamp1978, ad esempio, mi sono fatto l'dea che il suo ambiente influisce notevolmente nel processo ossidativo delle sue monete (ricordo ad esempio, quel 2 Lire "Valore" di VEII, con una patina molto particolare, un po sulla falsariga di questa per le tonalità "elettriche" di alcune iridescenze). Da quello che vedo da queste foto, il suo esemplare di 2 Lire 50nario presenta zone maculate non patinate e tonalità "elettriche" che, solitamente, sono riconducibili a un lavaggio precedente. 
Nel mio primo commento accennavo alla resa fotografica delle foto oggetto del post. Se @Horussone riuscisse a fare foto più nitide, si potrebbe "capire meglio" (chiaramente, sempre con tutti i limiti di una fotografia) lo stato del metallo che, ripeto, da quel poco che si vede sembrerebbe attestarsi sul BB/Spl e aver ricevuto (sempre da quello che mi sembra dalla foto) qualche "strofinatura meccanica" da maldestra pulitura. Ciò premesso, onestamente la patina non mi sembra malvagia; parlando in toni franchi, la preferisco di gran lunga a quella di Tony. 
Sorvolo sugli esemplari di @QuintoSertorio e Chupa dal momento che la loro patina è assai delicata (e la foto è in risoluzione più contenuta) e non ci consente di farne una disamina analoga a queste due ora in esame. 

Anche io ho un esemplare di questa tipologia e ha sviluppato una patina da monetiere molto lentamente (più di un decennio). Se riesco (ma non garantisco) provo a fare una foto dignitosa per confronto.

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Awards

1 ora fa, ilnumismatico dice:

Le tempistiche di ossidazione variano moltissimo in base alle variabili in gioco, come ad esempio quelle accennate da @El Chupacabra (modalità di conservazione e luogo, inteso anche [e soprattutto] come località abitativa; ad esempio una zone di mare influisce tantissimo). Ma non dimentichiamo anche molta differenza la gioca anche la storia stessa della moneta, che inizia all'atto della sua creazione (quindi, tutte quelle molteplici variabili che entrano in gioco per tutto il lungo processo produttivo). Tradotto in parole povere, significa che due monete, ad esempio, lavate nello stesso modo e messe in un monetiere una affianco dell'altra, potranno sviluppare tempistiche e modalità di ossidazione differenti.

Dopo aver visto diverse monete di @tonycamp1978, ad esempio, mi sono fatto l'dea che il suo ambiente influisce notevolmente nel processo ossidativo delle sue monete (ricordo ad esempio, quel 2 Lire "Valore" di VEII, con una patina molto particolare, un po sulla falsariga di questa per le tonalità "elettriche" di alcune iridescenze). Da quello che vedo da queste foto, il suo esemplare di 2 Lire 50nario presenta zone maculate non patinate e tonalità "elettriche" che, solitamente, sono riconducibili a un lavaggio precedente. 
Nel mio primo commento accennavo alla resa fotografica delle foto oggetto del post. Se @Horussone riuscisse a fare foto più nitide, si potrebbe "capire meglio" (chiaramente, sempre con tutti i limiti di una fotografia) lo stato del metallo che, ripeto, da quel poco che si vede sembrerebbe attestarsi sul BB/Spl e aver ricevuto (sempre da quello che mi sembra dalla foto) qualche "strofinatura meccanica" da maldestra pulitura. Ciò premesso, onestamente la patina non mi sembra malvagia; parlando in toni franchi, la preferisco di gran lunga a quella di Tony. 
Sorvolo sugli esemplari di @QuintoSertorio e Chupa dal momento che la loro patina è assai delicata (e la foto è in risoluzione più contenuta) e non ci consente di farne una disamina analoga a queste due ora in esame. 

Anche io ho un esemplare di questa tipologia e ha sviluppato una patina da monetiere molto lentamente (più di un decennio). Se riesco (ma non garantisco) provo a fare una foto dignitosa per confronto.

si.. effettivamente aveva subito una pulizia anche se non aveva subito alcun danno il metallo, è stata lasciata aperta su un vassoio in floccato parecchi anni.. la mia è stata più una curiosità nel vedere come si sarebbe evoluta la patina in queste condizioni.. per questo ho detto a @Horussone di valutare l'opportunità di chiuderla perché tenderà a diventare come la mia se continua a riposare in quelle condizioni ambientali... riguardo alla mia ormai mi ci sono affezionato a vederla così.. anzi.. può essere che che sia anche cambiata(la foto risale a novembre 2020) perché è da un po che non la vedo..non avrebbe senso tornare indietro con un lavaggio dopo tanti anni

Link to comment
Share on other sites


Staff
2 ore fa, Horussone dice:

E' stata esposta al sole per due estati. Ho rifatto le foto 

Ecco spiegato “l’arcano”! Battute a parte, effettivamente l’esposizione diretta ai raggi del sole accelera l’ossidazione.

Tuttavia questo sistema non è consigliabile, anche se, con queste nuove foto, confermo che il risultato non è per niente malvagio. 
Da queste foto mi sembra che la conservazione sia migliore di quanto mi sembrava dalle precedenti, ma essendo ora al cellulare la visione per una valutazione non è la migliore… Mettila a riposo in un bel monetiere di legno e velluto, e vediamone il risultato l’anno prossimo :) 

Link to comment
Share on other sites

Awards

8 ore fa, El Chupacabra dice:

Ci sono troppe variabili in gioco. Certamente (giudicando dalle foto, naturalmente) è una patina che s'è formata molto velocemente ed in modo non uniforme: anche per me sembra abbia subito un trattamento di lavaggio/pulizia. La velocità della patina è dovuta all'ambiente in cui si forma e può essere volontaria o no: infatti, la presenza di inquinanti nell'aria e sul velluto (e dalla loro quantità e tipo) può essere voluta o meno e sono quelli che ossidano la moneta nei punti più sensibili all'azione chimica creati da un precedente intervento.

Qui sotto, la mia moneta a lentissima ossidazione in album sistematico di platica:

78546001_2Lire191150.thumb.jpg.7063bd560174918562c561b0ec1cedde.jpg

Questa per me ha una patita molto più bella. Forse perchè più visibili i rilievi, forse perchè è di certo meno "variopinta".

Ovviamente de gustibus...

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


  • 2 weeks later...
Il 28/9/2021 alle 14:28, Horussone dice:

E' stata esposta al sole per due estati. Ho rifatto le foto 

C.jpg

D1.jpg

questo non è da fare.?

Link to comment
Share on other sites

Awards

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.