Jump to content
IGNORED

25 assi inventati?


dux-sab
 Share

Recommended Posts

nella prossima asta Nomos 23 lotto n.8 è presente un 25 assi di Populonia con testa di leone, base 6000 CHF, (foto in basso)  questa tipologia, secondo un articolo di Stefano Bani, apparso su cronaca numismatica del 23/2/21 sono monete di fantasia verosimilmente della metà 800.

"Alcuni anni dopo pero Gamurrini, nel fascicolo II del 1874 del Periodico di numismatica e sfragistica per la storia d’ Italia, diretto dal Marchese Carlo Strozzi (fig. 9), nell’articolo Le monete d’oro etrusche e principalmente di Populonia dichiara la moneta comprata a Lucca. È interessante notare che in questo articolo anche gli altri due esemplari descritti, il /|\ e il XIIV della collezione Strozzi, furono acquistati ambedue sul mercato antiquario, il primo a Pisa nel 1870 e l’altro, sempre a Pisa, due anni dopo.

Gli altri due esemplari presenti nel medagliere, il /|\ assi e il XXV furono donati al museo all’allora soprintendente Antonio Minto, nel 1933, dall’orafo e commerciante di antichità etrusche Lorenzo Mannelli di Campiglia Marittima.

Falsi_etruschi-7.jpg

ETRURIA. Populonia. Circa 211-206 BC. 25 Asses (Gold, 13 mm, 1.40 g), struck dur...

Link to comment
Share on other sites


F. Catalli in "Monete etrusche" ( 1998 ) di questa tipologia censisce 12 esemplari da 50 unità (15a), 30 esemplari da 25 unità (15b) e 6 esemplari da 12,5 unità (15c) .

Ricorda poi 2 esemplari da 100 unità, questi sospetti di essere falsi moderni .

Link to comment
Share on other sites


nell'articolo dice che non si conoscono esemplari trovati in uno scavo.

Edited by dux-sab
Link to comment
Share on other sites


16 ore fa, dux-sab dice:

nell'articolo dice che non si conoscono esemplari trovati in uno scavo.

Avevo letto anch'io l'articolo e lo ritengo convincente (per quello che può essere l'opinione di uno non addetto ai lavori, e quindi contestabile).

C'è da dire che se di una moneta non si conoscono le "origini" questo non equivale immediatamente ad una condanna. E poi gli scavi "fai da te" (tombaroli) purtroppo c'è ne sono stati moltissimi anche nel passato, quindi è difficile in questi casi risalire al contesto di ritrovamento.

Fatto sta che anche stilisticamente qualche dubbio lo suscita.

@Tinia Numismatica scusa cosa ne pensi della moneta e dell'articolo?

Grazie.

Link to comment
Share on other sites


Posso solo confermare la mancanza totale di report da scavi ufficiali, e l’apparizione improvvisa sul mercato antiquario da una certa data in poi…… ai posteri l’ardua sentenza 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


Lavorando al medagliere del Museo Archeologico del Museo di Firenze, ho avuto modo di fare analizzare, dal CNR di Pisa, gli esemplari presenti e devo dire che sono risultati di fattura moderna. Oltretutto le monete etrusche che solo Populonia ha emesso in lega nobile sono in realtà in elettro 72/75 % oro e il 22/25 in argento e il resto in rame. Ho avuto anche la possibilità di vedere la corrispondenza fra l'allora direttore del Museo L.A. Milani al quale hanno rifilato falsi e invenzioni e sono a conoscenza anche del nome della persona che li vendette, ma che nella mia relazione non ho potuto citare per evitare querele, cosa già successa in passato ad una dottoressa della Soprintendenza. Rifacendo la Sylloge delle monete etrusche del MAF ho riscontrato altre monete false e invenzioni della seconda metà del XIX secolo e primi del XX. Spero che il nuovo catalogo italianao inglese che sto completando esca verso la primavera del 2022, e soprattutto spero che i famigerati leoncini e altre monete una volta per tutte sino eliminati dalla monetazione etrusca con la quale non c'entrano nulla.

Stefano Bani

  • Like 4
  • Thanks 2
Link to comment
Share on other sites


35 minuti fa, volterrano50 dice:

Lavorando al medagliere del Museo Archeologico del Museo di Firenze, ho avuto modo di fare analizzare, dal CNR di Pisa, gli esemplari presenti e devo dire che sono risultati di fattura moderna. Oltretutto le monete etrusche che solo Populonia ha emesso in lega nobile sono in realtà in elettro 72/75 % oro e il 22/25 in argento e il resto in rame. Ho avuto anche la possibilità di vedere la corrispondenza fra l'allora direttore del Museo L.A. Milani al quale hanno rifilato falsi e invenzioni e sono a conoscenza anche del nome della persona che li vendette, ma che nella mia relazione non ho potuto citare per evitare querele, cosa già successa in passato ad una dottoressa della Soprintendenza. Rifacendo la Sylloge delle monete etrusche del MAF ho riscontrato altre monete false e invenzioni della seconda metà del XIX secolo e primi del XX. Spero che il nuovo catalogo italianao inglese che sto completando esca verso la primavera del 2022, e soprattutto spero che i famigerati leoncini e altre monete una volta per tutte sino eliminati dalla monetazione etrusca con la quale non c'entrano nulla.

Stefano Bani

grazie per il tuo intervento, potresti anticiparci qualcosa su altre invenzioni in argento che hai trovato?

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, volterrano50 dice:

Vorrei sapere da utente storico chi sono gli addetti ai lavori per lui. Grazie

 

non ho capito cosa vorresti sapere.

Link to comment
Share on other sites


Chi sarebbero gli addetti ai lavori visto che io è dal 1985 che conosco Italo Vecchi e studiamo la monetazione etrusca. Anche Italo come me ha partecipato al convegno di Baratti dove abbiamo fatto due relazioni pubblicate su Rassegna di archeologia n,26, Un grande aiuto oltre alla conoscenza da trentasei anni della monetazione etrusca, mi è stato quello di lavorare da undixi anni assieme al dr. Catalli e poter visionare e studiare la maggiore collezione di monete etrusche esistente al mondo che è quella di Firenze, In precedenza avevo lavorato a Volterra con il dr. Gabriele Cateni. Sinceramente mi risulta che studiosi di monetazione etrusca non ce ne siano tanti e soprattutto oltre a Fiorenzo Catalli e qualche archeologo, che però si limita a qualche relazione specifica, Italo Vecchi, io e Luciano Giannoni (tutti e tre numismatici fin da ragazzi) che studiamo questa difficile monetazione. La invito a leggere la mia Sylloge Nummorum Etruscorum del MAF la cui uscita prevedo per la prossima primavera.

 

  • Like 4
  • Thanks 2
Link to comment
Share on other sites


Per meglio capire parto da un ricordo .

Il celebre statere ( greco ) incuso a leggenda PAL  MOL  è noto in 5 esemplari : 4 in musei, Berlino, Budapest, Firenze, Parigi, il 5° dopo un transito a Londra parrebbe scomparso .

Del solo Berlino si ha il racconto di un ritrovamento fortuito nelle campagne del salernitano, gli altri 4 nascono dal mercato antiquario .

Tra altri, M. Barbato in "Le monete di PAL_MOL..." ricorda che sono considerati autentici i soli 2 in Berlino e Parigi, falsi i 3 restanti .

Tornando ai 'leoncini', F. Catalli nel suo "Monete Etrusche" ne censisce 12 da 50 un., 30 da 25 un. e 6 da 12,5 un. , ricordandone 2 da 100 un., dubbi .

Dalla discussione sappiamo che, anche dopo le analisi in Pisa, gli esemplari presenti ( in Firenze ? ) sono risultati di fattura moderna : interesserebbe sapere di questi esemplari quali e quanti sono tra i 48 elencati da Catalli .

Oggi 30 Novembre la casa d' aste Nomos alla vendita 23 al n. 8, offre un 25 un. catalogato a suo tempo in I. Vecchi  21.14 (this coin) e questo richiama il pensiero a tutti i 'leoncini' in circolazione sul mercato ed all'inizio della discussione che titola ' 25 assi inventati ? ' 

 

001.jpg

Link to comment
Share on other sites


21 minuti fa, carletto23 dice:

Be' direi proprio di si', chi e' che ha scritto'addetto ai lavori' in questa discussione ...

Non capisco la stizza di questo signore perché ho scritto 

 

Il 25/11/2021 alle 10:01, ARES III dice:

Avevo letto anch'io l'articolo e lo ritengo convincente (per quello che può essere l'opinione di uno non addetto ai lavori, e quindi contestabile).

Mi sono definito "un non addetto ai lavori" come espressione equivalente per dire che non sono molto competente!

Quindi perché c'è questa stizza?

Ho avuto modo di parlare/contattare sia con Luciano Giannoni che con Fiorenzo Catalli ma nessuno di loro aveva questo modo di comportarsi!

Vi chiedo che problemi ci sono nella mia espressione dal momento che io, sarà certamente colpa mia, non li noto?

Link to comment
Share on other sites


I problemi ci sono solo nella struttura dei forum, strumento un po' grezzo, che a volte portano a equivoci come quello verificatosi qui, lui ha capito che la frase 'non addetto ai lavori' fosse rivolto a lui stesso ed al suo articolo... 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Il 29/11/2021 alle 20:17, volterrano50 dice:

La invito a leggere la mia Sylloge Nummorum Etruscorum del MAF la cui uscita prevedo per la prossima primavera.

speriamo che la legga anche chi ieri ha speso 11000 franchi + spese. 

Link to comment
Share on other sites


Il 30/11/2021 alle 18:33, ARES III dice:

Non capisco la stizza di questo signore perché ho scritto 

 

Mi sono definito "un non addetto ai lavori" come espressione equivalente per dire che non sono molto competente!

Quindi perché c'è questa stizza?

Ho avuto modo di parlare/contattare sia con Luciano Giannoni che con Fiorenzo Catalli ma nessuno di loro aveva questo modo di comportarsi!

Vi chiedo che problemi ci sono nella mia espressione dal momento che io, sarà certamente colpa mia, non li noto?

Il suo intervento era chiaro. L'ho capito pure io che ho studiato solo fino alla 3' media che si stava riferendo a se stesso...... Buona serata a tutti....

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


2 ore fa, Gian barlino dice:

che si stava riferendo a se stesso.....

......?.......

Il 29/11/2021 alle 18:38, volterrano50 dice:

Vorrei sapere da utente storico chi sono gli addetti ai lavori per lui. Grazie

 

Il 29/11/2021 alle 20:17, volterrano50 dice:

Chi sarebbero gli addetti ai lavori visto che io è dal 1985 che conosco Italo Vecchi e studiamo la monetazione etrusca.

Mi sembra più che evidente che non si riferisca a se stesso......poi magari tutto è possibile!

Link to comment
Share on other sites


11 ore fa, ARES III dice:

......?.......

 

Mi sembra più che evidente che non si riferisca a se stesso......poi magari tutto è possibile!

Ares....mi riferivo a Lei quando dicevo " se stesso" , Le stavo dando pienamente ragione. Buona giornata

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.