Jump to content
IGNORED

Genova? Savoia?


Recommended Posts

Non sono riuscito a trovare questa monetina di rame, sarà rara? Fatto sta che mi rimane sullo stomaco una mancata classificazione/attribuzione e vi chiedo di darmi una mano.

Peso: gr. 0,61

Diametro max: mm 17

post-1840-1216222655_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Supporter

savoia non dovrebbe essere...... quindi genova..... sentiamo gli esperti!

Link to comment
Share on other sites


mah io nn l'ho mai vista......secondo me potrebbe essere anche una moneta di PARMA

vediamo se qualcuno la sa identificare...

ciaoooooooooooooo ;) :D

Link to comment
Share on other sites


:D :D Buongiorno a tutti, secondo me non è una moneta ma una tessera o un gettone, di che materiale è fatta?

Non credo sia un peso monetale, di solito sono lisci sul dietro e più spessi. ma non si sa mai.

Ciao Giò :D :D

Edited by giovanna
Link to comment
Share on other sites

Awards

buongiorno,

escludo Genova e d'accordo con Giovanna, suggerisco di concentrare le ricerche su gettoni/tessere.

;)

Link to comment
Share on other sites

Awards

Mi è venuto in mente che potrebbe essere Canton Ticino viste le lettere, però non sono sicuro che lo scudo sia quello... la fattura mi sembra monetale, le tessere sono in genere più spesse e portano simboli diversi, non ne ho mai viste con lo scudo così. L'ho messa in vendita in lotto assieme ad altre monetine, vediamo se qualche acuirente/esperto riesce a darmi un'idea!

Link to comment
Share on other sites


Supporter

peso sicuramente no.... tessera forse.....

strana però.... non l'ho mai vista.... interessante....

Link to comment
Share on other sites


Mi sento di escludere che sia una moneta di genova o, addirittura, una moneta in genere.

A dire il vero non mi sembra neppure un peso monetale o, per lo meno, non di Genova.

Naturalmente arriverà qualcuno subito dopo, che mi dimostrerà che si tratta di una comunissima moneta genovese e che io, che vivo a Genova, neanche conosco....

Link to comment
Share on other sites


Escluderei il peso monetale, ho controllato appunto anche sul catalogo dei pesi, ma non mi sembra di trovare riscontro (salvo sviste).

Quelle due lettere TC mi hanno fatto pensare ad alcune legende di monete genovesi, cioè quelle battute sotto Tomaso Campofregoso, doge genovese, rieletto ben 3 volte (1415-1442...giuste le date, vero?)

Alcune di esse (gli esperti di questa monetazione, lo sapranno certo meglio di me) riportano queste legende, per esempio:

-"T C DVX IANVENSIVN XX"

-"T D C DVX IANVENS XVIIII" (con le lettere T C ai lati del castello)

Pura ipotesi: che sia qualche gettone/tessera battuto in quel periodo, oppure una moneta di qualche zecca minore ligure?

Non conosco minimamente queste monete liguri e nemmeno se ne esistono simili di altre zecche minori, quindi sottolineo che la mia è solo un'ipotesi.

Saluti.

Link to comment
Share on other sites


Escluderei il peso monetale, ho controllato appunto anche sul catalogo dei pesi, ma non mi sembra di trovare riscontro (salvo sviste).

Ciao Sesino, ma hai un catalogo cartaceo per i pesi o parli di un sito web, mi dai più informazioni per favore, un catalogo dei pesi mi farebbe molto comodo, ne ho avuti diversi tra le mani e dargli la giusta catalogazione a volte non è facile(per fortuna ho un ottimo amico che mi aiuta :D :D ), grazie, GiòPat :D :D :D :P

Link to comment
Share on other sites

Awards

Si, ho un catalogo cartaceo.

P. Borzone"I pesi monetari di monete italiane" (circa 100 pagine e molte tavole)

Civiche raccolte numismatiche

comune di Milano - Setttore cultura e spettacolo - 1988

Purtroppo non è facile da trovare, io lo presi circa 3 anni fa, quando era ancora aperta la libreria del castello sforzesco, ora purtroppo è chiusa.

Ho provato a parlare col personale e mi hanno dato un indirizzo e-mail per contattare il curatore, solo che non ho ancora avuto modo di mandare una e-mail.

Comunque, oltre a questo libro ce ne sono altri sui pesi monetali stranieri (interessante, quanto mai non l'ho preso subito!) , alcuni su monete antiche e poi la collana sulle monete di Milano, che non ho preso perchè era troppo frammentata su diversi volumi e poi non mi piaceva.

Il costo di questo volume era di 20 €

Link to comment
Share on other sites


Si, ho un catalogo cartaceo.

P. Borzone"I pesi monetari di monete italiane" (circa 100 pagine e molte tavole)

Civiche raccolte numismatiche

comune di Milano - Setttore cultura e spettacolo - 1988

Purtroppo non è facile da trovare, io lo presi circa 3 anni fa, quando era ancora aperta la libreria del castello sforzesco, ora purtroppo è chiusa.

Ho provato a parlare col personale e mi hanno dato un indirizzo e-mail per contattare il curatore, solo che non ho ancora avuto modo di mandare una e-mail.

Comunque, oltre a questo libro ce ne sono altri sui pesi monetali stranieri (interessante, quanto mai non l'ho preso subito!) , alcuni su monete antiche e poi la collana sulle monete di Milano, che non ho preso perchè era troppo frammentata su diversi volumi e poi non mi piaceva.

Il costo di questo volume era di 20 €

365972[/snapback]

Grazie mille, lo cercherò senz'altro. Ciao Giò :D :D

Link to comment
Share on other sites

Awards

ciao,

per Simone, ai tempi del Campofregoso (e non solo) non era tanto importante il nome quanto la carica. Non penso che avrebbe rinunciato ad una D (dvx) o G (governatore).

Per AndreaPD, anch'io ho pensato alla Svizzera, per via dello scudo crociato che ancora oggi campeggia sui 5 franchi, ma non conosco la monetazione elvetica.

La mia ipotesi è che T. C. significhi Tessera di Conto, ma è da verificare :rolleyes:

Edited by bavastro
Link to comment
Share on other sites

Awards

In effetti il tuo ragionamento sull'importanza del titolo, sembrerebbe accantonare la mia ipotesi.

Però non credo sia una moneta battuta dal Canton Ticino; non so a voi, ma a me da l'impressione che sia del XVI-XVII sec, mentre il Canton Ticino esiste come entità territoriale ed amministrativa unitaria, solo dal 1803: creato sotto la dominazione francese, con la costituzione della Repubblica Elvetica.

Solo pochi anni prima, nel 1798, non esisteva ancora il Canton Ticino: questo territorio era diviso nei due cantoni di Bellinzona e Lugano.

Quindi, se si trattasse di una moneta/gettone del Canton Ticino, bisognerebbe guardare tra le monete battute dal primo decennio del 1800 sino al 1848.

Dopo questa data, la Svizzera si è configurata con l'ordinamento attuale, cioè uno stato federale con moneta unica (non più suddivisa tra i vari cantoni).

Ipotizzando che sia una moneta, servirebbe qualcuno che guardi sul catalogo per levare ogni dubbio; io purtroppo non lo possiedo.

Saluti :)

Link to comment
Share on other sites


Quindi, se si trattasse di una moneta/gettone del Canton Ticino, bisognerebbe guardare tra le monete battute dal primo decennio del 1800 sino al 1848.

366092[/snapback]

Nei cataloghi Alfa Svizzera e Krause non compare una moneta simile a quella postata. Inoltre lo stemma del Canton Ticino, che compare sulle monete (dal 1813), è uno stemma bipartito e non presenta croce.

Stemma Canton Ticino

Link to comment
Share on other sites


Avevo pensato anch'io a Campofregoso, ma le monete che si trovano nei cataloghi sono totalmente diverse.

Escluderei anche il Canton Ticino. Quella sembrarebbe proprio la croce di San Giorgio.

Link to comment
Share on other sites


Dubito che si tratti di una moneta, ma non saprei dare una risposta esauriente.

Link to comment
Share on other sites


Ciao a Tutti!

Premetto che se anche l'oggetto della discussione fosse veramente una moneta (qualcuno di Voi ha espresso dei dubbi in proposito), questa non rientrerebbe sicuramente nel genere di monete che colleziono.

Ho dunque soltanto delle congetture da proporVi.

In special modo, ci sono due particolari che mi portano a ritenere fondata la tesi espressa da Dallas (che ha ipotizzato potrebbe trattarsi di una moneta di Parma).

Il primo: il lato della ipotetica moneta presenta delle notevoli somiglianze (pur non essendo identico!) con un lato della moneta che è possibile visionare alla pagina web http://incuso.altervista.org/lopez.php, dedicata proprio alla zecca di Parma.

Il secondo: lo scudo crociato presente nell'ipotetico rovescio della moneta assomiglia, e non poco, allo stemma del Comune di Parma. Si veda in particolare anche il contorno dello scudo, molto simile a quello dello stemma (per intenderci, quella specie di "riccioli": non ne conosco la precisa definizione!). Lo stemma è facilmente visionabile sul sito del Comune: http://www.comune.parma.it.

Che ne dite?

Ciao.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.