Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
incuso

[Parma] i 5 soldi di Ferdinando di Borbone

Supporter

Cari Forumisti,

come alcuni di voi probabilmente già sanno io colleziono monete di Parma ed in particolare quelle di Ferdinando di Borbone.

Come in molte di queste monetazioni, purtroppo la letteratura latita ed in particolare la stima delle rarità e delle varianti è quantomeno approssimativa.

Questo specialmente per i piccoli nominali in genere snobbati dalle aste salvo per le conservazioni eccezionali. Paradossalmente in questo caso ebay risulta ben piú significativo per queste monetuzze.

Recentemente Lorenzo Bellesia ha pubblicato un ottimo lavoro sul Sesino di Parma indicando numerose varianti e indicando una stima di

rarità.

Non mi dispiacerebbe, con il vostro aiuto, cercare di tentare di fare in maniera del tutto analoga il punto sulla moneta da 5 soldi o cinquina o parpagliola. Nessuna intenzione di paragonarmi al Bellesia, ci mancherebbe; proprio per questo motivo mi rivolgo al forum con la speranza che possiate collaborare a segnalare le caratteristiche dei vostri esemplari. Inoltre, questa moneta credo sia molto piú semplice da caratterizzare in quanto battuta in un numero inferiore di esemplari e piú curata del sesino.

Innanzitutto precisiamo che piú che di una moneta parliamo di due differenti tipologie. La prima coniata nel 1784 e 1785 e la seconda negli anni 1792, 1793, 1794, 1795, 1796, 1797, 1798 e 1799. Non cambiano solo le facce ma anche il peso e il diametro.

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta.php/W-FERD/2

Entrambe riportano la Madonna del Soccorso, in memoria della distruzione di Vittoria (12 febbraio 1248), città edificata da Federico II di Svevia per assediare Parma. Distruzione ritenuta possibile per l'intercessione della Vergine e da cui deriva anche il motto di Parma "Hostis Turbetur quia Parmam Virgo Tuetur".

Il primo tipo riporta al dritto lo stemma di Ferdinando di Borbone di foggia sannitica e al rovescio la Madonna del Soccorso con in esergo l'indicazione del valore. In realtà il dritto del 1784 e del 1785 presentano stemmi affatto differenti e consistenti con le monete da 5 soldi coniate per Piacenza. Il secondo tipo riporta al dritto la madonna del soccorso e al rovescio l'indicazione del valore, PARMA e l'anno su tre righe.

In ciascuno dei messaggi successivi dettaglierò le caratteristiche di ciascun anno e le terrò aggiornate man mano che qualcuno mi fornirà ulteriori informazioni. Le informazioni riportate provengono dal catalogo e da qualche esemplare individuato in passaggi d'asta (pochi). Purtroppo l'esame diretto l'ho potuto effettuare solo sui pezzi della mia collezione (e quindi pochi :cry:).

Invito a confrontare i vostri esemplari con quelli mostrati e a porre attenzione anche ai piccoli dettagli come le stelle sulle aureole, la punteggiatura etc.

Tutti gli esemplari esaminati di persona hanno assi alla Francese, quindi ponete attenzione anche a questo.

Anche qualora non identificaste varianti già menzionate, vi prego comunque di segnalare il possesso in quanto sarebbe interessante tentare una statistica (molto approssimativa s'intende) sulla rarità. Normalmente il primo tipo è indicato R e il secondo C indipendentemente dall'anno (sia MIR che Montenegro); personalmente ritengo che le differenze siano sensibili ma non vorrei che la mia sensazione sia sbagliata. Ad esempio dai numeri riportati in seguito si potrebbe ipotizzare che il 1798 sia l'anno piú comune ma un altro utente mi segnalava la difficoltà nel recuperarlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

1784

primo tipo:

D\ stemma di Ferdinando di Borbone di foggia sannitica e coronato, intorno FERD . I . H . I . D . G . PAR . P . V . DVX . 1784

R\ Madonna del Soccorso con aureola ornata da 10 stelle, intorno VITAM PRÆST . PUR . all'esergo SOLD . V

QuartodiliradiParma_1784_15048.jpg

QuartodiliradiParma_1784_15047.jpg

2 esemplari visionati

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

1785

D\ stemma di Ferdinando di Borbone di foggia sannitica ma decisamente diverso da quello del 1784 (piú piccolo) e coronato, intorno FERD . I . H . I . D . G . PAR . P . V . DVX . 1785

R\ Madonna del Soccorso con aureola ornata da 10 stelle, intorno VITAM PRÆST . PUR . all'esergo SOLD . V

QuartodiliradiParma_1785_10423.jpg

QuartodiliradiParma_1785_10424.jpg

3 esemplari visionati

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

1792

D\ Madonna del Soccorso con aureola con 8 o 9 stelle, intorno VITAM PRE . PUR . All'esergo . D . (stella a cinque punte) . G .

R\ SOLDI . V . || PARMA || 1792

QuartodiliradiParma_1792_15049.jpg

QuartodiliradiParma_1792_15050.jpg

2 esemplari visionati

Varianti: D\ aureola sia con 8 e con 9 stelle (dubbio) R\ 1792 vicino o distanziato da PARMA.

Questo secondo tipo di cinquina fu emesso in virtú dell'editto del 18 dicembre 1792 che imponeva di cambiare la tipologia di cinquina e, allo stesso tempo, di apporre le lettere DG su tutte le monete coniate a partire dal 1792. La ragione di cambio di tipologia è ragionevole che sia dovuta alla notevole somiglianza tra le cinquine di Parma e le cinquine di Piacenza; si rammenta che la lira piacentina valeva 1,2 lire di Parma.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

1793

0 esemplari visionati

1 al Museo PC

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

1794

D\ Madonna del Soccorso con aureola con 8 stelle, intorno VITAM PRE . PUR . All'esergo . D . (stella a cinque punte) . G .

R\ SOLDI . V . || PARMA || 1794

QuartodiliradiParma_1794_15051.jpg

QuartodiliradiParma_1794_15052.jpg

2 esemplari visionati (entrambi presentano il 4 di 1794 ribattuto)

2 al museo PC

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

1795

D\ Madonna del Soccorso con aureola con 8 stelle, intorno VITAM PRE . PUR . All'esergo . D . (stella a cinque punte) . G .

R\ SOLDI . V . || PARMA || 1795

QuartodiliradiParma_1795_15053.jpg

QuartodiliradiParma_1795_15054.jpg

1 esemplare visionato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

1796

D\ Madonna del Soccorso con aureola con 9 stelle, intorno VITAM PRE . PUR . All'esergo . D . (stella a cinque punte) . G .

R\ SOLDI . V . || PARMA || 1796

E5soldi1796R.jpg

E5soldi1796D.jpg

2 esemplari a catalogo

1 al museo PC

Da questo millesimo, l'anno si sposta decisamente verso il bordo inferiore e l'aureola inizia a presentare 9 stelle come regola.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

1797

D\ Madonna del Soccorso con aureola con 9 stelle, intorno VITAM PRE . PUR . (punto sotto la R finale) All'esergo . D . (stella a cinque punte) . G .

R\ SOLDI . V . || PARMA || 1797

QuartodiliradiParma_1797_11321.jpg

QuartodiliradiParma_1797_11320.jpg

1 esemplare visionato e 1 passaggio segnalato (no foto)

Il punto dopo SOLDI . V non è apprezzabile com si può vedere ma presumibilmente dipende solo dal pessimo stato di conservazione

Il punto (ma piú correttamente un'escrescenza di metallo) al di sotto della R di PUR diventa la regola anche per gli anni successivi e fa quindi ipotizzare un riutilizzo dei conii che dovrebbe quindi denunciare una bassa tiratura.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

1798

D\ Madonna del Soccorso con aureola con 9 stelle, intorno VITAM PRE . PUR . (punto sotto la R finale) All'esergo . D . (stella a cinque punte) . G .

R\ SOLDI . V . || PARMA || 1798

5soldi1798D.jpg

5soldi1798R.jpg

5 esemplari visionati e 1 esemplare in negozio online (no foto)

Varianti: PARMA può presentare le R e la M a distanza regolare (3 esemplari) oppure leggermente distanziate (2 esemplari). Uno degli esemplari ha sia il dritto che il rovescio scentrati (inasta). Questo esemplare e un altro apparso da Nomisma sembrano presentare una escrescenza di metallo sopra la spalla sinistra (frattura di conio?) che mal si concilia con l'ipotesi di riutilizzo dei conii visto che le monete del 1799 non la presentano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

1799

D\ Madonna del Soccorso con aureola con 9 stelle, intorno VITAM PRE . PUR . (punto sotto la R finale) All'esergo . D . (stella a cinque punte) . G .

R\ SOLDI . V . || PARMA || 1799

Quarto_di_lira_di_Parma_1799_724.jpg

Quarto_di_lira_di_Parma_1799_723.jpg

2 esemplari visionati:

1 a catalogo

1 passaggio recente su ebay

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Qualche ulteriore considerazione odierna.

Discutendo del millesimo 1797 indicavo la presenza di una escrescenza al di sotto della lettera R di PUR nel dritto. La cosa strana è che si ritrova anche in tutte le monete che ho visto degli anni successivi. E comunque anche il resto del conio è identico per questi tre anni. Questo farebbe ipotizzare che il conio del dritto sia stato riutilizzato per tre anni di seguito. Non sono note le tirature di queste monete ma la cosa sembra quantomeno strana.

Altri esemplari che ho visto sono quelli passati nell'asta di Ghiglione e Inasta entrambi del 1798 di cui allego immagine del dritto (purtroppo non ben definita).

post-45-1226949763_thumb.jpg

post-45-1226949754_thumb.jpg

In entrambi questi casi mi sembra di vedere una specie di frattura di conio sopra la spalla destra della Madonna. Non ne sono sicurissimo e vorrei la vostra opinione in merito. Infatti se fosse confermata l'esistenza di una frattura verrebbe meno l'ipotesi di riutilizzo dei conii visto che nell'esemplare sopra mostrato del 1799 non ve ne è traccia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non è che l'escrescenza di cui parli si fosse formata sul punzone creatore? E quindi questa escrescenza si veniva a formare in negativo su ogni conio successivo che si andava a fabbricare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Questo spiegherebbe il discorso frattura di cui parlavo in effetti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Grazie ad un utente che mi ha messaggiato, si possono aggiungere questi dati:

Al Museo Civico di Piacenza sono presenti 4 esemplari: uno del 1793, due del 1794 e uno del 1796.

Fatemi capire, ma solo io e libecc possediamo qualche esemplare di questa moneta? Suvvia anche se possedete il 1793 o il 1796 che mi mancano non vengo a casa vostra per rubarvelo! Non siate timidi :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

In attesa di ulteriori contributi, vi segnalo che sto preparando un'analisi simile a questa anche sulla lira:

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-FERD/6

Vi invito a postare le immagini dei vostri esemplari sul catalogo, grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Vi posto anche un quarto di lira di Piacenza:

14diliradiPiacenza_1792_15565.jpg14diliradiPiacenza_1792_15566.jpg

Come si può notare la somiglianza tra questa moneta e la prima serie delle cinquine di Parma è notevole ed è anche maggiore se si guardano gli stessi anni. Quindi la somiglianza può essere additata come causa del cambio sebbene il diametro sia differente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

A quasi due mesi da questa discussione ;) ho integrato le considerazioni emerse nella scheda del catalogo:

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-FERD/2

cambiando anche la scala di rarità. Dati i numeri bassi sono stato molto cautelativo e probabilmente alcuni anni sono molto piú rari di quanto indicato ma perlomeno ho riportato la differenza tra il 1998 e gli altri anni. Inoltre, a differenza di Montenegro e MIR sono partito da NC che mi sembra piú adeguato rispetto alla frequenza con cui si vedono le altre monete in mistura di questo Duca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?