Jump to content
IGNORED

E questa?


wuby2007
 Share

Recommended Posts

Non credo sia alluminio, che come dici tu non era ancora diffuso (era appena stato isolato come metallo puro in quel periodo) e non penso nemmeno sia una prova, solitamente le medaglie di Sede Vacante che ho visto erano in bronzo o argento.

L'ipotesi di una riproduzione ottenuta dal calco di una medaglia originale non è da scartare a mio parere, però occorrerebbero i dati del diametro di una originale e di questa per avere un indizio in più.

Ciao, RCAMIL.

Link to comment
Share on other sites


Ci sono medaglie di questo tipo, in metallo bianco (peltro?):

http://www.coinarchives.com/w/lotviewer.ph...377&Lot=738

Bravo Avgvstvs, proprio lei! :D

Che sia zinco? cito dall'enciclopedia online "Lo zinco è stato usato per secoli nelle monetazioni per creare le leghe, ma il momento di maggiore diffusione fu il periodo bellico del '900. Durante la Prima Guerra Mondiale con la carenza di metalli per uso bellico, alcuni paesi sostituirono le monete di rame, bronzo e argento con monete in alluminio e/o zinco"

Link to comment
Share on other sites


Durante la Prima Guerra Mondiale

uhm....

Durante la seconda certamente; durante la prima avrei detto tutt'al più che usarono il ferro.

Ma se lo dice l'enciclopedia....

Link to comment
Share on other sites


Ci può stare che la medaglia su Ebay sia sorella di quella postata da avg, certo che ha una ossidazione molto forte, forse paragonabile al cancro del bronzo... :rolleyes:

Ciao, RCAMIL.

Link to comment
Share on other sites


Durante la Prima Guerra Mondiale

uhm....

Durante la seconda certamente; durante la prima avrei detto tutt'al più che usarono il ferro.

Ma se lo dice l'enciclopedia....

Wikipedia è un grande strumento, utile sotto tanti punti di vista... ma non dimentichiamoci che chiunque può scriverci e i controlli non sono poi ferrei. Non penso che bisogna dire: è scritto su Wikipedia, è vangelo

occhio B)

Link to comment
Share on other sites


Non penso che bisogna dire: è scritto su Wikipedia, è vangelo

Apulian, un minimo di senso dell'umorismo .... :rolleyes:

Se proprio non ci arrivi era ovvio (almeno nelle mie intenzioni) che stavo dicendo che sull'ENCICLOPEDIA è SBAGLIATO !!!!! :D

(Come tante altre cose.... :ph34r: )

Link to comment
Share on other sites


Non penso che bisogna dire: è scritto su Wikipedia, è vangelo

Apulian, un minimo di senso dell'umorismo .... :rolleyes:

Se proprio non ci arrivi era ovvio (almeno nelle mie intenzioni) che stavo dicendo che sull'ENCICLOPEDIA è SBAGLIATO !!!!! :D

(Come tante altre cose.... :ph34r: )

Quello che è scritto su Wikipedia non è senz'altro Vangelo e, nel caso specifico, è probabile che ci sia un vistoso errore tra la prima e la seconda guerra mondiale....prova ne è che le foto di monete postate sono tutte del periodo 1940 e dintorni.

Sta cmq di fatto che la scoperta dello zinco risale alla metà circa del 1700 e il suo utilizzo nella monetazione dell'800 non è senz'altro da escludere.

Link to comment
Share on other sites


Allora chiariamo meglio....

Nella citazione che hai fatto si accomuna lo zinco all'alluminio e si sta parlando di monetazioni di emergenza:

1) l'alluminio come metallo di uso industriale è entrato in uso solo dopo la prima guerra mondiale; era stato scoperto da poco ed ancora piuttosto caro; solo con la messa a punto di un particolare processo si potè ottenerlo a costi bassi.

2) se hai un minimo presenti le monetazioni europee a cavallo delle due guerre non puoi fare a meno di notare che il discorso è sbagliato se riferito alla prima guerra mondiale

E' invece giusto:

1) Lo zinco era noto ed usato già da prima; in leghe è presente fin dall'antichità, puro è stato usato assai meno ed in epoca più recente (per l'appunto durante la seconda guerra mondiale in Francia ed Olanda, per esempio).

Era tuttavia possibile (anche se non mi risulta) usarlo anche durante la prima guerra mondiale.

Va tenuto anche conto che come metallo puro non è l'ideale per le monete: ha, come d'altra parte l'alluminio, problemi di "conservazione" ed è per questo si cerca di usarlo in leghe in periodo "normali".

2) Il concetto dell'uso di metalli più convenienti o più disponibili per le monete nei periodi di emergenza: questo è una situazione che si ritrova assai spesso, basti pensare a certe monete coniate in occasione di assedi o periodi comunque di instabilità anche in precedenza.

Infatti anche durante la prima guerra mondiale fu usato ad esempio il ferro, ma per pochissimi casi e limitatamente, mentre nella seconda l'uso di monetazione fatta con metalli d'emergenza fu massiccio.

Quello che è sbagliato nell'enciclopedia è quindi aver esteso fatti della seconda guerra alla prima: fu durante la seconda guerra che si ricorse pesantemente a metalli "poveri" ed in particolare all'alluminio (che poi rimase pure in uso in seguito) ed allo zinco puro; ma citerei anche l'acmonital in Italia, per esempio, con il suo progressivo calo nelle % di nichel.

Questa pratica forse fu anche più facile in quel determnato periodo: le condizioni delle monetazioni correnti (quelle "normali") nel 1940-1945 erano completamente diverse da quelle del 1914-1918.

Edited by Giuseppe
Link to comment
Share on other sites


  • 1 year later...

2) se hai un minimo presenti le monetazioni europee a cavallo delle due guerre non puoi fare a meno di notare che il discorso è sbagliato se riferito alla prima guerra mondiale

Era tuttavia possibile (anche se non mi risulta) usarlo anche durante la prima guerra mondiale.

Secondo me, e scusate se intervengo solo adesso, non mi sembra completamente sbagliato, durante il primo conflitto i pfennig tedeschi eranogià di zinco, così come le monetazioni, belga e lussemburghesi (e se non erro anche olandesi)...poi nel periodo di weimar i notgeld erano tutti di zinco...

Link to comment
Share on other sites


Secondo me, e scusate se intervengo solo adesso, non mi sembra completamente sbagliato, durante il primo conflitto i pfennig tedeschi eranogià di zinco, così come le monetazioni, belga e lussemburghesi (e se non erro anche olandesi)...poi nel periodo di weimar i notgeld erano tutti di zinco...

Bentornato, è tanto che non ti si sente! ;)

Link to comment
Share on other sites


Bentornato, è tanto che non ti si sente! ;)

Già ma facebook se non stai attento ti fagocita :ph34r:

Link to comment
Share on other sites


Già ma facebook se non stai attento ti fagocita :ph34r:

5 minuti....poi annoia! ;)

Nemmeno quelli, entro se mi scrive qualcuno e riesco, :lol: :lol: , bentornato Frank, i tuoi interventi ci sono mancati, cerca di restare e fatti "rigettare" da Face, si sta meglio qui, caro amico. Notte a tutti Giò :P :D

Link to comment
Share on other sites

Awards

ma tornando alle monetazioni in zinco cito dal sito di roth sulla monetazione lussemburghese:

"vengono invece battute, dal 1914 al 1916, monete in zinco da:

25 Centesimi

10 Centesimi

5 Centesimi"

dunque non mi sembra un errore dire che le monete in zinco furono introdotte (in epoca moderna) con la Prima (e non con la Seconda) guerra mondiale

ciao ;)

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.