Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
gdilallo

Aes Grave: triente

Risposte migliori

gdilallo

Ho sempre collezionato solo monete del Regno d'Italia ma ora mi è capitata l'occasione di acquistare alcune monete romane. Data la mia totale assenza di esperienza con queste monete, gradirei il vostro giudizio sul tipo monetale e soprattutto sul grado di conservazione per me indecifrabile.

Inizio a sottoporre al vostro giudizio questo triente di esattamente 100 grammi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gdilallo

Questo è l'altro lato. Sono gradite tutte le informazioni possibili su questa moneta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960

Da CoinArchives (http://www.coinarchives.com/a/lotviewer.php?LotID=257036&AucID=377&Lot=1198):

Anonymous, ca. 280-245 B.C.

Aes Grave Triens. Thunderbolt flanked on either side by two pellets. Rv. Dolphin swimming r., four pellets below. 80.95 grams. T&V 3a, Craw.14/3

Non devi averlo pagato poco...

Modificato da vince960

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gdilallo

La moneta non l'ho ancora acquistata e magari potreste aiutarmi a stabilire un prezzo corretto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960
La moneta non l'ho ancora acquistata e magari potreste aiutarmi a stabilire un prezzo corretto.

Se guardi la quotazione su CoinArchives per una moneta che mi sembra peggio conservata, puoi farti un'idea.

Naturalmente l'acquisti da una persona/negozio di fiducia, immagino e quindi non ci sono dubbi su autenticità, lecita provenienza, ecc.. ecc.... Questa e l'altra che hai postato mi sembrano monete di un certo impegno ed è opportuno essere prudenti, in tutti i sensi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gdilallo
Naturalmente l'acquisti da una persona/negozio di fiducia, immagino e quindi non ci sono dubbi su autenticità, lecita provenienza, ecc.. ecc....

Queste monete mi sono state proposte da un tale che dice di averle ereditate, quindi non ho nessuna garanzia nè sull'autenticità nè sulla provenienza. Se le acquistassi immagino che non potrei neanche rivenderle o presentarle a qualche casa d'aste in quanto anche io non potrò fornire garanzie sul lecito possesso.

Voi che fareste?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960

Evita assolutamente...

Comunque per il legittimo possesso se il venditore ti fa una dichiarazione autografa in cui LUI certifica il SUO legittimo possesso, in teoria dovresti essere a posto. In pratica saresti come dicono gli americani un 'sitting duck' cioè bersaglio facilissimo per il primo giudice che passa, ed effettivamente vista la 'consistenza' delle monete come minimo l'incauto acquisto te lo potrebbero imputare, queste non sono monete che si ritrovano in un cassetto, se davvero fossero ereditate dovrebbero essere documentate in successione. Magari chiedi se esiste una documentazione originaria di acquisto ma per come stai descrivendo la situazione mi pare difficile. E poi mi piacerebbe sentire dagli esperti piuttosto un'opinione sull'autenticità, mi sembrano troppo buone per essere vere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo
Naturalmente l'acquisti da una persona/negozio di fiducia, immagino e quindi non ci sono dubbi su autenticità, lecita provenienza, ecc.. ecc....

Queste monete mi sono state proposte da un tale che dice di averle ereditate, quindi non ho nessuna garanzia nè sull'autenticità nè sulla provenienza. Se le acquistassi immagino che non potrei neanche rivenderle o presentarle a qualche casa d'aste in quanto anche io non potrò fornire garanzie sul lecito possesso.

Voi che fareste?

Ti fai fare una bella dichiarazione di vendita con nome cognome indirizzo dati anagrafici ( nascita e documento relativo) di tuti e due, in cui il cedente dichiara di averti ceduto le tre monete di cui conferma di essere a pieno titolo il possessore.

Se non te la fa, la dichiarazione, allora lascia perdere,vuol dire che c'è qualcosa che non và per la provenienza o l'autenticità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo
Evita assolutamente...

ed effettivamente vista la 'consistenza' delle monete come minimo l'incauto acquisto te lo potrebbero imputare, queste non sono monete che si ritrovano in un cassetto,

Adesso non esageriamo, non è che siano monete rare o di particolare importanza ,né di rilevanza economica. Tra tutte e tre non totalizzano,se autentiche, più di 2,500 euro,per cui restiamo con i piedi in terra. Se ne trovano a iosa in ogni asta numismatica e fino a qualche lustro fa,non le voleva praticamente nessuno,per cui è facilissimo che siano state messe in un cassetto da chi le ha rinvenute all'epoca non capendo neanche bene cosa fossero,se monete o oggetti.

In ogni caso sono monete comuni, e i tre esemplari non sono neanche i tipi più rarri delle rispettive serie,per cui.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960

Si appunto una Aes Grave da un migliaio di Euro, non è facilissimo da definire come moneta ripetitiva e di basso valore storico/archeologico/economico. Pensa sempre di doverlo spiegare a un giudice... IO eviterei in ogni caso, sempre presupponedo che siano autentiche, il che non è così scontato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo
Si appunto una Aes Grave da un migliaio di Euro, non è facilissimo da definire come moneta ripetitiva e di basso valore storico/archeologico/economico. Pensa sempre di doverlo spiegare a un giudice... IO eviterei in ogni caso, sempre presupponedo che siano autentiche, il che non è così scontato.

Purtroppo glielo ho dovuto già spiegare ripetutamente,ed è per questo che ti dico che sono monete comuni e che non rivestono una notevole importanza né culturale né etnologica,per cui rientrano in pieno tra i beni non soggetti a notifica.Tant'è che le centinaia o migliaia di pezzi già passati alla pubblica vendita ne sono esenti.

Per quanto riguarda la provenienza è ovvio che deve non essere illegale,altrimenti tutta la discussione è priva di senso.

Riguardo all'autenticità, è chiaro che è da verificare,ma una dichiarazione come sopra citata,dovrebbe metter al riparo l'acquirente da problemi postumi.

Modificato da numizmo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gdilallo
sono monete comuni e che non rivestono una notevole importanza né culturale né etnologica,per cui rientrano in pieno tra i beni non soggetti a notifica.

Se ho capito bene in assenza di una dichiarazione da parte del venditore è meglio lasciar perdere anche se non dovrei avere problemi con la giustizia visto che tali monete non sono soggette a notifica. Comunque non pensavo neanche che valessero tanto; ho provato a vedere i risultati di diverse aste e monete simili sono state aggiudicate per 4-500 euro.

C'è anche un quarto esemplare che ho postato nella sezione "identificazioni" che non sono riuscito a identificare; dategli un'occhiata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960

Vedi, non vorrei sembrare cinico o qualunquista, ma il problema con la nostra giustizia sta proprio nel condizionale che hai usato: 'visto che sono monete comuni e che non rivestono una notevole importanza né culturale né etnologica ... non DOVREI avere problemi'. A me piacerebbe vivere in un paese dove c'è la certezza delle norme e del diritto; dato che purtroppo non è così, e lo vediamo tutti i giorni in cose anche molto più importanti della numismatica, meglio aver paura che prenderle, come si dice qui da me. Se proprio ci tieni a queste monete, supponendo sempre che siano buone e che ci vuoi spendere le cifre che varrebbero, fatti fare la dichiarazione di lecita provenienza dal venditore (anche se, come privato, non è tenuto ad averla o rilasciarla). Oppure, se sei rimasto comprensibilmente affascinato dalla monetazione repubblicana, con la cifra che andresti a spendere per queste 3/4 monete in un negozio di numismatica, fisico o virtuale che sia, puoi prendere diverse belle cose - assi e frazioni, denarii, ecc... - che ti potrebbero dare la stessa soddisfazione (e molta più tranquillità).

Modificato da vince960

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo
fatti fare la dichiarazione di lecita provenienza dal venditore (anche se, come privato, non è tenuto ad averla o rilasciarla).

questo lo dici tu.....casomai è il contrario: proprio perché è un privato ha l'obbligo di averla e rilasciarla. Un commerciante adempie ai suoi obblighi con la fattura o ricevuta fiscale di vendita e la precedente registrazione del bene acquisito in quello che viene comunemente chiamato libro di carico.

Modificato da numizmo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gdilallo

Sulla base di questa discussione penso che alla fine starò lontano da queste monete (d'altra parte non le ho mai collezionate!). La considero comunque una occasione per fare esperienza con tipi monetali molto diversi da quelli che ho finora collezianato (regno d'italia) e non privi di fascino.

Pertanto vi chiedo di darmi il vostro parere sul grado di conservazione. In molte aste ho visto classificare BB monete in stato peggiore di queste!

Dite la vostra!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960
fatti fare la dichiarazione di lecita provenienza dal venditore (anche se, come privato, non è tenuto ad averla o rilasciarla).

questo lo dici tu.....casomai è il contrario: proprio perché è un privato ha l'obbligo di averla e rilasciarla. Un commerciante adempie ai suoi obblighi con la fattura o ricevuta fiscale di vendita e la precedente registrazione del bene acquisito in quello che viene comunemente chiamato libro di carico.

Mha, se non è cambiata la legislazione da quando frequentavo più attivamente il forum (circa un annetto fa) per le monete antiche diciamo 'comuni' il privato non ha nessun obbligo di legge di rilasciare o detenere un certificato di legittima provenienza, non trattandosi appunto di beni archeologici o culturali di particolare valore. Il commerciante invece, come dici giustamente, deve avere registrazione della provenienza dell'oggetto a cui la fattura che rilascia è riconducibile, quindi in quel caso la fattura equivale a un certificato di legittima provenienza. Forse non mi ero espresso bene, io volevo dire che TEORICAMENTE il privato non è tenuto a dover dimostrare la legittima provenienza del bene, anche se mi pare che a fronte di una eventuale contestazione che la moneta che possiedi te la sei andata a scavare da qualche parte, non c'è altro modo di uscirne che presentare la documentazione d'acquisto. Cioè come sempre - e qui si ritorna al discorso di prima - sei colpevole a meno di non poter dimostrare la tua innocenza. :angry:

In ogni caso mi pare che c'è la sezione 'Legislazione' apposta per queste discussioni, siamo entrambi d'accordo che è molto consigliabile avere e conservare tutte le documentazioni, il resto conta poco...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gdilallo

Possibile che nessuno si fa avanti per dare una valutazione sullo stato di conservazione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960
Possibile che nessuno si fa avanti per dare una valutazione sullo stato di conservazione?

http://www.lamonetapedia.it/index.php/Conservazione

Puoi giudicare da solo secondo i parametri riportati, anche tenendo conto che sono monete molto antiche che non possono certo essere fior di conio (essendo fuse, poi, è proprio impossibile.... :D ). Secondo me per il tipo di moneta la conservazione è più che buona.

Le tre monete che hai postato qui - sempre che siano autentiche - abbiamo detto potrebbero facilmente arrivare a 800/1000 Euro l'una; la quarta mi sembra molto più malridotta, non la saprei stimare ma sicuramente abbastanza meno di queste.

Modificato da vince960

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×