Jump to content
IGNORED

Apertura di un negozio di numismatica..


mury
 Share

Recommended Posts

..ebbene si ragazzi, penso che tutti noi appassionati ci avremo pensato una volta nella vilta (almeno, se non 1000).. :)

Di questi tempi è dura, non lo nego, ci vogliono risorse economiche ma tanto sacrificio..daltronde la scelta

nel caso mio è abbastanza facile: o mi butto, o continuo a cercare qualsiasi lavoro che però non è facile trovare..

Quindi vista la mia grande passione in questo campo, e in antichità in generale ci starei facendo davvero un pensierino serio!

Ma ovviamente le paure, i dubbi, le incertezze sono tante...ma non credo superiori alla mia determinazione ;)

Per esempio, parlandoci chiaro, come si può iniziare una attività?

1- investento subito un forte capitale o iniziando "piramidalmente"?

2- bisogna stare al passo coi tempi, meglio un negozio reale o virtuale? (per esempio su ebay)

Le due domande sopra penso siano le domande base che bisogna prima prefissarsi...

Ascolto ogni vostro consiglio, ovviamente positivo e negativo che sia........ahh, dimenticavo, rispondetemi secondo un vostro parere alle 2 domande sopra...

Cordialmente...

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 53
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • cembruno5500

    5

  • mury

    15

  • Fufieno

    10

  • Matteo91

    5

Ciao sono Graziano. Ho iniziato anch'io la mia attività tanti anni or sono. Segui il cuore, se vuoi fare una cosa,falla. Ovviamente non alla cieca, il campo numismatico è un pò di nicchia, come le antichità. Io ho cominciato piramidalmente, non nel campo della numismatica, ma il principio è lo stesso. Informati bene sui pro e sui contro, alivello finanziario, Ma soprattutto credici. Un abbraccio e facci sapere.

Link to comment
Share on other sites


Ciao sono Graziano. Ho iniziato anch'io la mia attività tanti anni or sono. Segui il cuore, se vuoi fare una cosa,falla. Ovviamente non alla cieca, il campo numismatico è un pò di nicchia, come le antichità. Io ho cominciato piramidalmente, non nel campo della numismatica, ma il principio è lo stesso. Informati bene sui pro e sui contro, alivello finanziario, Ma soprattutto credici. Un abbraccio e facci sapere.

Grazie Graziano! la tua risposta mi conforta davvero! Una cosa però, i pro e i contro a livello economico sono difficile da immaginare adesso, o meglio, le

uniche persone che mi posso consigliare su questo fattore sono proprio gente come te, che hanno un'attività e hanno potuto provare i rischi e i sacrifici..

che mi dici in merito a i pro e contro? quali sono principalmente?

Grazie di cuore

Link to comment
Share on other sites


C'è già stata poco tempo fa' una discussione del genere e ne era scaturita che:

Se apri un negozio di numismatica , logicamente ci va' un capitale iniziale ( si parlava, se non mi sbaglio, minimo di 50.000 euro) :o .

Questo penso che sia il primo problema d' affrontare, comunque non darti per vinto e vai dove ti guida il cuore.

Comunque vada, ti auguro che tu abbia tante soddisfazioni, in bocca al lupo. ;) ;)

Link to comment
Share on other sites


Azz bruno, 50mila sono davvero tanti! non pensavo inizialmente un capitale del genere! alla fine bisogna vedere da cosa dipendo questi 50 mila, se è un problema di burocrazia o di merce...ora provo a cercare questa importante discussione passata che mi dite..

Link to comment
Share on other sites


Un negozio..Io non ci ho mai pensato..

Comunque dev' essere una bellissima cosa.

Ma non serve un attestato o qualcosa per diventare numismatici (esperienza apparte)?

Poi bisognerà sicuramente aprirlo in una città, se lo aprissi dalle mie parti non averi sicuramente successo.laugh.gif

Link to comment
Share on other sites


prendi tutto ciò che dico per quello che è: ovvero l'opinione spensierata di un ragazzo di 18 anni

l'apertura di una qualsiasi attività commerciale presenta un alto rischio di insuccesso.

provo ad esaminare le problematiche più grandi.

l'apertura di un negozio fisico prevede l'acquisto o l'affitto di un locale. in entrambi i casi (a meno che tu non abbia un somma di denaro abbastanza cospicua da acquistarlo subito) dovrai pagare un affito o un mutuo.

la merce. ecco credo che questo sia un altro punto piuttosto dolente. anche qui servono somme considerovoli per mettere a disposizione della clientela un'ampia gamma di monete, banconote, ecc ecc sin da subito. i ricavi serviranno per i primi tempi a pagare tasse, rate e altra merce. quindi poco guadagno se non addirittura nullo.

dell'aspetto burocratico non saprei che dire.

per iniziare forse un negozio online sarebbe la cosa migliore. non avresti il problema del locale fisico (niente affitto, niente bolletta della luce e altre tasse...) e potresti investire più denaro sulla merce in maniera più tranquilla. ci saranno sicuramente tasse da pagare ma a mio modo di vedere sarebbero più modeste.

la clientela sarebbe sicuramente maggiore. nel tuo negozio fisico verrebbero soltanto persone della zona. su internet la tua merce è acquistabile da tutti.

io la vedo cosi. sarebbe sicuramente bellissima un'attività del genere. Però servono i piedi di piombo e non ci si deve far trasportare (totalmente) dalla passione per la numismatica

spero di aver detto qualcosa di utile :D

matteo

Link to comment
Share on other sites


X fufieno: l'attestato non saprei...sarebbe una cosa importante da approfondire...

X matteo: grazie dei consigli, sono sempre ben accetti e non conta l'età... ;) ..sul fatto delle tasse hai pienamente ragione..per quello

che prendo in considerazione anche un negozio virtuale (migliore solo per tasse ma non per qualità, io personalmente preferisco

toccare, e vedere con i miei occhi che vedere una sola foto, anche se ho comprato ancora via internet èh...eheh )

Link to comment
Share on other sites


Ottimo ragionamento. Condivido quello che dici, ma ho qualcosa da dire.

Si potrebbe anche prendere un negozietto piccolo piccolo per i locali, cossichè possano anche loro dare un' occhiata alle monete, credo che si guadagnerà anche qualcosa da loro.

Ma la grande incognita sono le questioni burocratiche. Chissà cosa si dovrà fare.

Edited by Fufieno
Link to comment
Share on other sites


Beh, chiaramente devi avere un pò di esperienza e conoscere il mondo interno e i prodotti.

Dovresti aver frequentato Convegni, per farti conoscere e scambiare opinioni (queto per me è importante) con altri venditori e collezionisti.

Requisiti?.........No ma non devi essere nemmeno uno sprovveduto.

Link to comment
Share on other sites


Sì, come ho già detto prima l' esperienza è un requisito fondamentale.

Ma lo è anche la posizione (certo, se si ha il negozio virtuale non è un problema, ma come ho detto prima un piccolo "sportello" (ho trovato la parola giusta cool.gif ) fisico non sarebbe una cativa idea. Infatti con questo potresti anche farti conoscere nel posto.

Mury, da dove provieni?

Link to comment
Share on other sites


Ottimo ragionamento. Condivido quello che dici, ma ho qualcosa da dire.

Si potrebbe anche prendere un negozietto piccolo piccolo per i locali, cossichè possano anche loro dare un' occhiata alle monete, credo che si guadagnerà anche qualcosa da loro.

però mi viene da pensare.. nel luogo in cui si apre l'attività, c'è un'alta possibiità che ce ne sia già una da molto più tempo..con un suo mercato, i suoi clienti, i suoi fornitori...una piccola attività troverebbe delle difficoltà secondo me..cosa ne pensate?

Link to comment
Share on other sites


Bè, se si hanno delle buone merci, c'è alla base un buon negozio virtuale (alcune numismatiche non ne sono ancora provviste) da dove si può comprare da tutta Italia, si è in una grande città (dove possono convivere anche quattro-cinque numismatiche), credo che la competività ci sia.

Naturalemnte all' inizio si ci dovrà farsi vedere, ma se il servizio è buono non credo che importi la quantità, ma la qualità.smile.gif

Link to comment
Share on other sites


Ti do la mia esperienza indiretta perchè la socia del mio commerciante di fiducia che ha chiso il 31/12/2008 ha aperto un negozio suo a giugno di quest'anno.

Non ci vogliono grandi licenze ed aprire un negozio non costa molto(da punto di vista burocratico)

Per il negozio ci vule l'affitto i mobili una vetrina antisfondamento ed una robusta cassaforte.

Allaccio delle utenze.

Materiali di confezionamento monete che deve essere sempre presente almeno i piu' comuni.

Poi viene la parte dei materiali da vendere che se si tratta di Euro forse 50.000€ bastano se inizi ad allargare la monetazione il c ielo è il tetto.

Puoi sopperire in gran parte a questo prendendo collezioni da clienti per fare da tramite tenendoti una piccolissima commissione.

Puoi aprire anche un accaunt e-bay che gestiresti dal negozio con materiale in negozio e a quel punto ti serve anche una zona dove fotografare ed una macchina fotografica.

In grandi linee questo è quello che so...comunque in bocca al lupo se intendi iniziare una attività simile.

ciao

Gianluca

Link to comment
Share on other sites


però mi viene da pensare.. nel luogo in cui si apre l'attività, c'è un'alta possibiità che ce ne sia già una da molto più tempo..con un suo mercato, i suoi clienti, i suoi fornitori...una piccola attività troverebbe delle difficoltà secondo me..cosa ne pensate?

Un indagine di mercato va sicuramente fatta prima di iniziare qualsiasi attività analizzando anche le potenzialità del mercato( vedasi eventuali circoli numismatici filatelici)

ciao

Gianluca

Link to comment
Share on other sites


Naturalemnte all' inizio si ci dovrà farsi vedere, ma se il servizio è buono non credo che importi la quantità, ma la qualità.smile.gif

si è vero..bisognerebbe conoscere perfettamente il mercato numismatico...dove comprare le monete per esempio..capire quali monete hanno più mercato..

Link to comment
Share on other sites


Ragazzi una cosa però: la grandezza o piccolezza del negozio dipendo soprattutto dalla disponibilità economica e pure la quantità di merce dipende dalla disponibilità economica. Detto questo vi posso dire che anche una piccola stanza con scaffale nel retro bottega, un buon impianto di sicurezza (importantissimo) , un tavolo, due siede per sederci e parlare

con i clienti, una piccola vetrina e altro arredamento molto economico si può realizzare un negozio, parlo proprio per esperienza..perchè ne frequento uno che è proprio così ragazzi, quindi questo non mi preoccupa!! piu che altro sono le azioni burocratiche...

P.s. Inizialmente si può vendere anche senza avere la moneta in negozio, ovvero mi spiego meglio: se un tizio viene e mi cerca un 10 centesimi ape per esempio è OBBLIGATORIO che io l'abbia, spero mi capiate tutti, sono monete che non possono mancare....mentre se mi cercano una vetta d'italia per esempio (è un esempo molto estremo dato che costa circa 8000 mila euro fdc) posso dirgli che gliela porto entro tot tempo.............

morale della favola: le monete piu comuni e abbastanza economico posso inizialmente averle in negozio, mentre le altre sempre inizialmente le compro solo su richiesta....pian piano

appena vedo affari in vista acquisto merce e la metto nel negozio...un passo alla volta insomma...

Link to comment
Share on other sites


Già, non si possno comprare solo R2, R3, R4, R5 che nessuno acquisterà, si andrebbe subito in bancarotta.

Meglio, come hai detto te, inziare da C, NC, R che vengono comprate molto più facilmente.

Link to comment
Share on other sites


Già, non si possno comprare solo R2, R3, R4, R5 che nessuno acquisterà, si andrebbe subito in bancarotta.

Meglio, come hai detto te, inziare da C, NC, R che vengono comprate molto più facilmente.

infatti, proprio quello che volevo dire..............ma penso sia una cosa normale in tutti i settori..è un concetto abbastanza importante

Link to comment
Share on other sites


  • ADMIN
Staff

Credo che il salto verso l'apertura di un negozio possa e forse anche debba essere fatto in maniera graduale. Mi spiego, ho la netta impressione che la nuova generazione di commercianti stia partendo fondamentalmente da internet o comunque dal basso seguendo un percorso che parte dal banchetto al mercatino o su ebay per poi proseguire con il proprio negozio online e solo dopo con l'apertura di un negozio o comunque di un ufficio "fisico".

Personalmente mi sembra abbastanza logico come percorso in quanto il negozio presuppone che dietro vi sia esperienza e soprattutto capacità di reperire il materiale da vendere; credo che molti collezionisti siano forniti di esperienza e autorevolezza ma credo ben pochi siano in grado fin da subito di crearsi il "magazzino". Inoltre questo percorso permette di evitare molti investimenti iniziali "extra-monetari"

Tutto questo da "non commerciante" :lol:

Link to comment
Share on other sites


Con una clientela di quantità meglio se ti metti a fare i mercatini... impensabile che un'attività numismatica con negozio fisico possa reggersi solo sulla vendita di materiale comune. Se io collezionista entro nel tuo negozio e vedo che hai solo materiale di scarso interesse, come minimo non ci entro mai più, come massimo ti faccio pure cattiva pubblicità così non ci entrano nemmeno i miei amici. Ci può naturalmente stare il discorso del procurare la vetta d'Italia al cliente che te le chiede, senza averla fisicamente disponibile subito, ma francamente questo è un discorso che puoi affrontare con clienti affezionati che già frequentano il tuo negozio da tempo. E per farli affezionare prima deve vendere loro tanto buon materiale.

Link to comment
Share on other sites


ma il potenziale acquirente, penso che le vorrà vedere le monete, non dico di tenere dei R3 o R4 , ma un R normalissimo sì,

inoltre dovrà constatare la conservazione.

Ti faccio un esempio: entro io nel tuo negozio, vorrei acquistare un paio di apette in FDC (faccio un esempio) possibilmente rosso,

è giusto che devi avere dei BB ma a me quelli non interessano. Allora tu mi dici, aspetta una settimana che te li procuro. Beh a questo punto, sospendo tutto (parlo per me) perchè le monete non ce l' hai, non posso vederle e penso anche che perdi la vendita, perchè i collezionisti vanno ai Circoli e ai Convegni e le monete le vogliono visionare.

Perciò, è impossibile che in negozio tu abbia tutto ciò che ti chiedano ma è altrettanto vero che un certo Capitale bisogna investirlo.

Potresti fare una spesa di una monetazione (esempio gli euro, hanno parecchia gente che le colleziona) e qualcosa di Regno e Repubblica o medioevale delle tue zone.

Inoltre, un buon negozio di Numismatica, non manca mai di Cassaforte a Pavimento (e questa costa parecchio).

Link to comment
Share on other sites


Bè, non ci può aspettare che tutti i futuri clienti chiederanno 100 lire Vetta d' Italia FDC..

Comunque sì, in teoria concordo con Bruno, si dovrebbero avere monete (almeno fino alle R) in tutti gli stati di conservazione per tutti i gusti.

Al massimo comprare qualche R2 sullo SPL, ma non oltre, in fondo si avrà tutto il tempo per migliorarsi.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share


×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.