Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
gpittini

Volusiano.

DE GREGE EPICURI

Qualche giorno fa, Exergus ha postato un Volusiano "Adventus" con 3 globetti e difficoltà di classificazione. Ho verificato che il mio unico antoniniano di Volusiano è verdastro, bruttino ma di facile classificazione; è della zecca di Roma, C 92, RIC 140, e pesa 2,7 g. per 20 mm.

Non ci sono globetti. Devo dire che queste monete non sono di facile reperimento; questa è definita "scarce" dal RIC, mentre il Sear 1988 lo dava a 35 sterline, che non è poi molto, rispetto ad altri prezzi. Voi cosa ne pensate?

post-4948-1264706191,02_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riporto le legende, che non sono molto visibili:

-D. IMP CAE C VIB VOLUSIANO AUG

-R. PMTRP IIII COS II

post-4948-1264706298,56_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Gianfranco,

non ci sono globetti perchè indicano l'officina emittente della zecca di Antiochia (uno, due, tre anche quattro in certi casi, per la precisione). Quindi in questo caso, essendo emittente Roma, non ce ne sono.

Trovi qualche notizia su

http://www.forumancientcoins.com/board/index.php?topic=39412.0

E' in inglese ma se ben ricordo tu understand abbastanza l'idioma suddetto...

Parla di Traiano Decio ma spiega dei globetti utilizzati da Septimio Severo in poi.

Ciao

Illyricum

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Sempre a proposito dell'ADVENTVS AVG di Exergus volevo ricordare che si tratta di un'iconografia che omaggia la visita di un imperatore presso una città (infatti rappresenta l'imperatore a cavallo che sfila a cavallo e saluta la popolazione), nel caso specifico Antiochia. Per qualche rapido cenno:

http://it.wikipedia.org/wiki/Adventus

Una rapida ricerca biografica su Volusiano non mi ha dato risultati specifici al riguardo ma:

- considerato che suo padre era Treboniano Gallico

- che sono associati al trono dal 251 al 253 AD

- che: (entrambi tratti da Wikypedia)

La situazione in oriente precipitò: probabilmente a causa di una disputa per il controllo dell'Armenia, da sempre oggetto di contesa tra l'Impero romano e i Sasanidi, Sapore I risalì l'Eufrate e nel 252 sconfisse l'esercito romano nella battaglia di Barbalissos, invadendo e conquistando gran parte della provincia di Siria. L'anno seguente (253), Sapore conquistò anche la capitale della provincia, Antiochia.

- e che:

La battaglia di Barbalissos fu combattuta nel 253 tra le forze del re sasanide Sapore I e un esercito romano; la vittoria andò ai Sasanidi.

Il casus belli viene riportato nelle Res gestae di Sapore, in cui si afferma, laconicamente, che "Cesare mentì ancora". L'interpretazione fornita da alcuni storici è che Sapore si riferisse al mancato rispetto dell'impegno da parte romana, sancito dalla pace stipulata nel 244 con Filippo l'Arabo, di rinunciare ad intervenire nella politica dell'Armenia, contesa tra Sasanidi e Romani da lungo tempo. È possibile che Treboniano Gallo stesse ammassando truppe sull'Eufrate per attaccare i Sasanidi; questa ipotesi spiegherebbe la presenza di un esercito così ingente come quello sconfitto a Barbalissos nei pressi della frontiera orientale, lo spostamento di alcune vessillazioni della Legio II Parthica ad Apamea, come pure la coniazione di antoniniani (necessari a pagare l'esercito) da parte della zecca di Antiochia.

Nel 253 (o 252) Sapore attaccò in Mesopotamia: lo scontro rilevante fu quello combattuto a Barbalissos, dove il re sasanide ebbe ragione di 60.000 nemici (secondo fonti sasanidi).

La sconfitta romana fu seguita da un periodo di ostilità che portò, tre anni dopo, alla conquista sasanide della capitale provinciale Antiochia e della fortezza frontaliera di Dura Europos, in Siria

Riterrei pertanto che si tratti di un antoniniano emesso tra il 252-253 AD (la motivazione è sottolineata poco sopra) e che una visita imperiale verosimilmente pre-bellica (non segnalata in biografia) sia stata presa come "pretesto" per l'iconografia di quella moneta.

Scusa "l'invasione" nel tuo post ma ho approfittato dell'assist che mi hai fornito con i "globetti" per passare ad altri interessati i dati che ora ho espresso e che allora, per meri motivi di tempo, avevo omesso di segnalare.

E comunque di Volusiani in giro non è che ce ne siano moltissimi...

Ciao

Illyricum

:)

Modificato da Illyricum65

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?