Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
Guest utente3487

approfondimento
ZECCHE DEL REGNO D'ITALIA

In questa discussione potremmo parlare delle varie zecche attive durante il Regno d'Itallia...


Potremmo cominciare con quella di .....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Supporter

La domanda può semprare banale ma in realtà può portare a qualche interessante approfondimento.

Come molti forumisti sanno, il Regno d'Italia si accaparrò tutte le zecche ancora operanti in Italia, ovvero:

- Torino

- Milano

- Venezia

- Parma

- Bologna

- Firenze

- Roma

- Napoli

di queste solo alcune batterono moneta anche per il Regno e in pratica furono "disattivate" immediatamente:

- Parma

- Venezia

e quasi subito:

- Bologna

- Firenze

Ma in pratica la riduzione delle zecche è progressiva e già con Umberto (1878) battono moneta solo Milano (che chiuderà comunque nel 1890) e Roma.

Come dicevo all'inizio la discussione può portare ad interessanti approfondimenti:

1) la chiusura delle zecche è sicuramente un fenomeno non esclusivamente italiano, di fatto anche in Francia (che pure era già da tempo unificata) il numero di officine viene progresivamente ridotto nello stesso periodo. Però resta da capire perché la chiusura quando poi diventa necessario rivolgersi all'estero sotto i primi due Re per le esigenze di spicciolame:

- Parigi

- Birmingham

- Strasburgo o Bruxelles

- Krupp/Berlino

2) la chiusura non è sempre coincisa con lo smantellamento, ad esempio, la zecca di Parma resta operativa perlomeno fino al 1870 (non conia moneta ma solo medaglie).

3) Alcune di queste zecche producono nei primi anni di Regno prove e progetti. Anche abbastanza futuristici come i bimetallici di Bologna o monetazioni in nichelio (Torino e Firenze mi sembra). Queste attività si sono svolte prima o dopo la chiusura?

P.S. sì, nell'elenco manca una zecca ma mica posso fare tutto il lavoro io no? :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hai lasciato fuori Genova che cessa nel 1860 !

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Visto che a punzecchiarvi, tirate fuori il meglio??? :D :D :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Supporter

In realtà, a pensarci meglio ne manca un'altra ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In realtà, a pensarci meglio ne manca un'altra ;)

Bene, l'argomento diventa interessante....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Palermo chiude nel 1836

Massa nel 1837

Mantova riapre brevemente nel 1848 per la monetazione ossidionale

altre non saprei

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Massa nel 1837

Ma non era già chiusa dal 1700 (sempre che parliamo della stessa Massa)?

altre non saprei

No, infatti sei fuori strada ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho scritto Massa ma volevo dire Lucca !

dai qual e ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mancherebbe pure Aosta....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Ecco, appunto ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hovintoquacchecosa? :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

SALVE, l'ultima moneta battuta nella zecca di lucca e' un soldo del 1841 la zecca chiude in quell' anno, le monete di massa di fine settecento sono coniate a milano

Modificato da foglionco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?