Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
turifra

sesterzio di traiano

una moneta con una curiosità,anzi molte,il retro è in incuso,mi sembra proprio cosi,la mia principale è come mai una moneta errata abbia potuto circolare tranquillamente e nn sia stata ritirata subito,a meno che l'impronta del rovescio nn sia e di molto successiva,ma mi pare di poter dire che l'usura sia simile nei due versi della moneta.

ipotesi idee e perchè no una valutazione

ancora grazie

post-1097-1266153810,76_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

retro

post-1097-1266153849,26_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

r

post-1097-1266153870,25_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

r

post-1097-1266153892,53_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

peso?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giusto

peso 25,7 grammi

diametro 33 mm

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DE GREGE EPICURI

Le monete con errori di battitura (brockage) esistono per quasi tutti i periodi, sia nel bronzo che nell'argento. Devo dire però che è il primo sesterzio che vedo. La modalità più frequente è che la moneta appena coniata resti attaccata al conio, e che il diritto di essa batta contro il rovescio del tondello successivo. Direi che i più comuni sono i denari repubblicani, ma questo fenomeno esiste anche successivamente (io ne ho avuta una di Aureliano).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

veramente interessante...non ne avevo mai visto uno ...

sku

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

in effetti di monete incuse se ne vedono abbastanza spesso,però mi ha colpito il fatto che è un nominale massimo in bronzo e che abbia anche circolato molto,a meno che nn si possa verificare una impronta postuma ,cioè di molto successiva,ma nn mi pare il caso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

in effetti di monete incuse se ne vedono abbastanza spesso,però mi ha colpito il fatto che è un nominale massimo in bronzo e che abbia anche circolato molto,a meno che nn si possa verificare una impronta postuma ,cioè di molto successiva,ma nn mi pare il caso

eppure io non scarterei del tutto questa ipotesi.....

nel periodo imperiale i controlli di zecca aumentarono sensibilmente.....

vedere un sesterzio,nominale in bronzo piu' alto,incuso e un evento rarissimo tanto piu' nel primo impero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

effettivamente osservando l'impronta incusa coincide grosso modo con il diritto di traiano,il collo la testa,la base e questo fa pensare che l'impronta incusa sia propria quella di traiano al rovescio,altrimenti dovremmo supporre che una battitura errata successiva sia stata ,come dire ,mirata,cioè fatta coincidere in grosse linee con il diritto un bel rebus,sopratutto del perchè abbia circolato impunemente

e poi se si voleva fare una battitura successiva cioè con conio già usurato perche nn farlo con l'effigie del nuovo imperatore,cosa piuttosto diffusa poi nel 3 secolo sopratutto in zone di frontiera o nell'impero gallico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

effettivamente osservando l'impronta incusa coincide grosso modo con il diritto di traiano,il collo la testa,la base e questo fa pensare che l'impronta incusa sia propria quella di traiano al rovescio,altrimenti dovremmo supporre che una battitura errata successiva sia stata ,come dire ,mirata,cioè fatta coincidere in grosse linee con il diritto un bel rebus,sopratutto del perchè abbia circolato impunemente

e poi se si voleva fare una battitura successiva cioè con conio già usurato perche nn farlo con l'effigie del nuovo imperatore,cosa piuttosto diffusa poi nel 3 secolo sopratutto in zone di frontiera o nell'impero gallico

hai provato a ricavare un calco con plastilina, per capire se effettivamente è il busto di traiano?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è qualcosa che non mi torna in questa moneta. Gli incusi sono stati un mio pallino e ne ho visionati parecchi in passato. Una cosa che colpisce è lo stato eccellente di conservazione dei dettagli nella faccia incusa. Essendo protetta dall'usura, anche nelle monete più lise, riporta i dettagli che mancano al diritto. Qui invece il lato incuso è assolutamente privo di dettagli, quasi abbozzato.

Propendo per una moneta ottenuta per fusione, forse anche coeva, ma non incusa nel modo cui siamo abituati a vederli (cioè errore di battitura).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?