Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
ezequel

10 centesimi 1918

Risposte migliori

ezequel

ho visto che ci sono 2 varianti del 20 centesimi esagono 1918, una con contorno liscio e una con contorno rigato.

Io ne ho una che si intravede il contorno rigato e' da considerarsi tale? grazie.

Modificato da ezequel

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Le monete da 20 (non 10) cent esagono nascono ribattute sui vecchi nichelini di Umberto I. Pertanto la rigatura non è altro che un residuo del vecchio conio. La distinzione liscio/rigato non è altro che una convenzione commerciale: generalmente si considerano rigati solo gli esemplari che presentano una rigatura netta e continua su tutto il contorno, mentre se la rigatura è solo parziale vengono considerati lisci. In pratica però ognuno fa come meglio crede. Per quel che mi riguarda se di variante si deve parlare, essa esiste solo tra gli esemplari ribattuti e quelli coniati invece su tondelli nuovi (tutti o quasi quelli del 1920, una piccola parte del 1919, non ricordo se esistono esemplari non ribattuti pure del 1918). Quindi se c'è anche solo un minimo di riesiduo di rigatura si dovrebbe parlare di esemplari rigati. Purtroppo però il mercato non lo faccio io, pertanto la mia rimane solo una interpretazione puramente personale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ezequel

Le monete da 20 (non 10) cent esagono nascono ribattute sui vecchi nichelini di Umberto I. Pertanto la rigatura non è altro che un residuo del vecchio conio. La distinzione liscio/rigato non è altro che una convenzione commerciale: generalmente si considerano rigati solo gli esemplari che presentano una rigatura netta e continua su tutto il contorno, mentre se la rigatura è solo parziale vengono considerati lisci. In pratica però ognuno fa come meglio crede. Per quel che mi riguarda se di variante si deve parlare, essa esiste solo tra gli esemplari ribattuti e quelli coniati invece su tondelli nuovi (tutti o quasi quelli del 1920, una piccola parte del 1919, non ricordo se esistono esemplari non ribattuti pure del 1918). Quindi se c'è anche solo un minimo di riesiduo di rigatura si dovrebbe parlare di esemplari rigati. Purtroppo però il mercato non lo faccio io, pertanto la mia rimane solo una interpretazione puramente personale.

grazie tante

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danieles1981

Ho alcuni esemplari con la rigatura appena accennata...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×