Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
latino

SAVOIA ESPERTI SAVOIARDI

Risposte migliori

latino

Buonasera,osservando questa moneta ( bruttina) e confrontandola con il catalogo lamonetiano, sembra essere un sesino I° tipo R3.

Attendo vostri pareri

post-13420-0-06081000-1292264395_thumb.j

post-13420-0-66717800-1292264424_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Io direi che è del secondo tipo; ma ammetto che un po' di difficoltà queste monetuzze me la danno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

latino

Io direi che è del secondo tipo; ma ammetto che un po' di difficoltà queste monetuzze me la danno.

ciao,non vorrei sbagliarmi ma la corona somiglia più al primo tipo,poi quali altre differenze ci sono?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ghera

Sono d'accordo con il primo tipo. Si capisce tutto dalla corona...ma non è semplice: le differenze sono minime ed è facile sbagliarsi ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

In effetti penso di essermi sbagliato, mi focalizzavo sui dettagli sbagliati.

Mi spiego, ho sempre inteso la differenza fra primo e secondo tipo legata alla dimensione della corona specie se rapportata al nodo savoia. Ma in realtà è proprio la forma nella parte superiore della corona che è differente in questo caso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ghera

.....anche la forma della croce sopra la corona aiuta !

Aggiungo che a detta del Cudazzo (MIR) questa moneta è R5 ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Primo tipo senza dubbio che e' poi quello piu' comune, ieri sera ne ho osservate con Savoiardo e Fabio altre due di un socio del circolo piu' un nuovo esemplare che ho acquistato domenica scorsa

Modificato da piergi00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

latino

Primo tipo senza dubbio che e' poi quello piu' comune, ieri sera ne ho osservate con Savoiardo e Fabio altre due di un socio del circolo piu' un nuovo esemplare che ho acquistato domenica scorsa

ciao,Tu dici che è il più comune,allora sul catalogo lamonetiano c'è un errore perchè è indicato R3

saluti

Latino ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Scusami hai ragione

Il grado di rarita' tuttavia in questo caso e' da prendere con le pinze R5 del Cudazzo e' esagerato come pure le quotazioni per tutti i tipi Sicuramente il I tipo e' meno comune rispetto a quello del secondo La vera rarita' e' trovarli in buona conservazione

p.s. sentiamo cosa dice savoiardo sulla catalogazione di questo esemplare

Modificato da piergi00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

latino

Scusami hai ragione

Il grado di rarita' tuttavia in questo caso e' da prendere con le pinze R5 del Cudazzo e' esagerato come pure le quotazioni per tutti i tipi Sicuramente il I tipo e' meno comune rispetto a quello del secondo La vera rarita' e' trovarli in buona conservazione

p.s. sentiamo cosa dice savoiardo sulla catalogazione di questo esemplare

ciao,concordo in merito alla conservazione, ma allora possiamo dire che il grado di rarità di questa moneta,dipende anche dalla conservazione,comunque a mio opinabile parere, non ho ancora ben chiaro come viene attribuito il grado di rarità, spesso ci sono monete,proposte in aste anche prestigiose che a distanza di 2 - 3 anni cambia il grado di rarità ( conscendo anche la quantità dei pezzi coniati)

saluti

Latino ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand

Prendendo spunto dall'intervento di Latino credo che abbiamo di fronte la vexata quaestio. Cioè ci sono monete che si trovano sul mercato o nelle aste spesso, ma vengono siglate R3-R4. Spesso però alcune di queste monete si trovano soltanto in conservazione MB-BB mentre molto raramente appaiono in conservazione dallo SPL in poi. Allora mi chiedo - ma me lo sono chiesto da molto tempo -: sarebbe il caso di specificare il grado di rarità per livello di conservazione e non tout-court per la moneta in se stessa? Mi piacerebbe sapere la vostra opinione, grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

latino

Prendendo spunto dall'intervento di Latino credo che abbiamo di fronte la vexata quaestio. Cioè ci sono monete che si trovano sul mercato o nelle aste spesso, ma vengono siglate R3-R4. Spesso però alcune di queste monete si trovano soltanto in conservazione MB-BB mentre molto raramente appaiono in conservazione dallo SPL in poi. Allora mi chiedo - ma me lo sono chiesto da molto tempo -: sarebbe il caso di specificare il grado di rarità per livello di conservazione e non tout-court per la moneta in se stessa? Mi piacerebbe sapere la vostra opinione, grazie.

ciao, concordo, però in questo caso ci sarebbe due valutazioni di rarità,a mio modesto parere una moneta se è rara o comune deve restare tale (salvo episodi di straordinari ritrovamenti, ma questo riguarda più le monete antiche).

Mi viene da pensare,che ci possa essere anche un pò di speculazione, in merito al grado di rarità, perchè spesso monete rare ma in pessimo stato di conservazione,vengono super valutate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

angelonidaniele

Prendendo spunto dall'intervento di Latino credo che abbiamo di fronte la vexata quaestio. Cioè ci sono monete che si trovano sul mercato o nelle aste spesso, ma vengono siglate R3-R4. Spesso però alcune di queste monete si trovano soltanto in conservazione MB-BB mentre molto raramente appaiono in conservazione dallo SPL in poi. Allora mi chiedo - ma me lo sono chiesto da molto tempo -: sarebbe il caso di specificare il grado di rarità per livello di conservazione e non tout-court per la moneta in se stessa? Mi piacerebbe sapere la vostra opinione, grazie.

pensa alla lira 1883 di umberto ottimo esempio calzante ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

dico la mia....

i sesino non sono facili da trovare e difficilissimi da trovare in bella conservazione...

il primo tipo è sicuramente più raro del secondo, magari un R3 è esagerato ma sicuramente è un R2....

la differenza sostanziale per riconoscere i due tipi è appunto la forma della corona, più grande ed arrotondata la prima e più "gobbuta" la seconda...

esempio i tipi visti ieri sera al circolo erano tutti del II tipo..... e sul catalogo maggiore è la raffigurazione fotografica del II tipo....

questo della discussione è certamente del primo.... e vista la scarsità di foto sul catalogo.... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

latino

dico la mia....

i sesino non sono facili da trovare e difficilissimi da trovare in bella conservazione...

il primo tipo è sicuramente più raro del secondo, magari un R3 è esagerato ma sicuramente è un R2....

la differenza sostanziale per riconoscere i due tipi è appunto la forma della corona, più grande ed arrotondata la prima e più "gobbuta" la seconda...

esempio i tipi visti ieri sera al circolo erano tutti del II tipo..... e sul catalogo maggiore è la raffigurazione fotografica del II tipo....

questo della discussione è certamente del primo.... e vista la scarsità di foto sul catalogo.... ;)

.......Con piacere.....

saluti

Latino ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

latino

dico la mia....

i sesino non sono facili da trovare e difficilissimi da trovare in bella conservazione...

il primo tipo è sicuramente più raro del secondo, magari un R3 è esagerato ma sicuramente è un R2....

la differenza sostanziale per riconoscere i due tipi è appunto la forma della corona, più grande ed arrotondata la prima e più "gobbuta" la seconda...

esempio i tipi visti ieri sera al circolo erano tutti del II tipo..... e sul catalogo maggiore è la raffigurazione fotografica del II tipo....

questo della discussione è certamente del primo.... e vista la scarsità di foto sul catalogo.... ;)

.......Con piacere.....

saluti

Latino ;)

fatto!!!!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

molte grazie!!!! ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Una piccola aggiunta.

Nel caso del I tipo mi sembra che esista una sottovariante:

SesinoItipo__22987.jpgSesinoItipo__35272.jpg

Viceversa non riesco a capire se il secondo tipo presenta o meno la stessa variante visto che le immagini a mia disposizione sono un po' poche per fare una statistica.

img_20149_9b58c1609f189b01b2178fbc229a75db.jpg

Mi aiutate osservando i vostri sesini?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

ciao incuso....

la variante di cui ti riferisci riguarda la differenza della corona??? calcola che i coni non erano precisi... diversità ve ne sono sempre....

mentre il secondo tipo la corona è nettamente diversa...

chiariscimi per favore cosa intendi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Certo mi aspetto anche io che le monete possano essere assai differenti data la lavorazione. E in effetti queste due monete sono in fondo diverse in tutto ma la cosa che intendevo è che hanno i nodi savoia rovesciati l'una rispetto all'altra.

Ci può stare ovviamente ma mi colpiva il fatto che per il secondo tipo non ho notato questa cosa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ghera

Che occhio Incuso.....si in effetti i nodi sono rovesciati. Dev'essere una variante che però mi giunge nuova...... ;)

Sentiamo cosa dice il gran maestro (Savo :D)...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

cavoli!

lo sai che non ci avevo fatto caso!

è una variante che non avevo preso in considerazione, vado appena posso a vedere sul biaggi e sul traina come sono gli esemplari riportati.....

comunque è soltanto una variante, sarebbe però curioso vedere gli esemplari in giro che percentuale sono di un tipo e quanti sono dell'altro....

un piccolo censimento, controllerò anchefgli esemplari dei miei amici, io non l'ho ancora aggiunto in collezione, quindi....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

In effetti osservando una moneta coeva come il 2 denari dello stesso sovrano i nodi savoia sono accuratamente posti tutti nello stesso verso. Mi sembra comunque che qualitativamente la zecca di Torino lavorasse meglio in genere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giollo2

Interessante la foma dei nodi! Anch'io non l'avevo ancora notata.

Per di più anche nella forma "normale" vi sono due varianti:

post-7879-0-73979100-1292673974_thumb.jp

post-7879-0-59097300-1292674086_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×