Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
dabbene

GRUZZOLO DI DENARI MINUTINI DI GENOVA

Risposte migliori

dabbene
Supporter

Ecco un tesoretto, una parte,il totale è di 2.000 monete di minutini genevesi trovati in Sardegna ed esposti nel museo di Ozieri vicino a Sassari;se volete saperne di più leggete in storia la discussione Miracoli in Sardegna

post-18626-0-53402300-1293624904_thumb.j

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

magdi

wow... a quando risale il tesoretto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

wow... a quando risale il tesoretto?

E' del XIII secolo circa,in Sardegna nel medievale i maggiori ritovamenti sono di moneta genovese e pisana.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pazzoxlinter

Ecco un tesoretto, una parte,il totale è di 2.000 monete di minutini genevesi trovati in Sardegna ed esposti nel museo di Ozieri vicino a Sassari;se volete saperne di più leggete in storia la discussione Miracoli in Sardegna

Bello sto tesoretto!!! e andrò subito a leggerlo.

grazie e Buon Anno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

monbalda

Domanda per Mario o per chi altri può rispondere: ma questo tesoretto è quello di Monte Tramentu ? Oppure proviene da altro sito nell'area di Ozieri ?

Per chi altro fosse interessato i tesoretti di monete medievali in Sardegna con centinaia o migliaia di monete medievali, in preponderanza con denari genovesi dalla seconda metà del XII secolo fino al 1330 circa sono molti e veramente interessanti.

Gli ultimi rinvenuti, a mia conoscenza sono questi:

- Santu Miali, Padru (Sassari), dep. ante 1330 ca.

Scavo archeologico, chiesa, rinvenuto sotto l’altare, nel 2002.

Composizione: 3.500 monete genovesi (soltanto denari ?), databili 1139-1330 circa.

La Nuova Sardegna, 3 ottobre 2002; www.comune.padru.ss.it/pages/C_Miali.

- Di recente è apparsa la notizia che «agli inizi degli anni Sessanta, poi, il signor Contini di Oristano (…) consegnò al (….) prof. Lorenzo Forteleoni due sacchetti contenenti addirittura 22.000 (!) denari di Genova trovati casualmente nelle campagne di San Vero Milis». Così afferma Enrico Piras in «La nuova Sardegna», 6 ottobre 2002.

Piras afferma che tali monete non furono acquisite dal Museo Sanna, donde si suppone siano rifluite nel mercato privato.

Infine per chi volesse reperire dati e bibliografia su questi e altri ripostigli rinvenuti in Sardegna e Corsica, e in particolar modo sui denari di Genova, si possono trovare (in modo particolare nell'appendice in fondo all'articolo) in un contributo pubblicato sui NAC (non per pubblicità, ma perchè mi pare il contributo più recente sull'argomento, che indica anche tutta la biblio precedente):

M. Baldassarri, I denari della zecca di Genova e i loro frazionari tra il XII e il XIV secolo: alcune osservazioni su datazioni, seriazioni ed ambiti di circolazione, «Quaderni Ticinesi di Numismatica e Antichità Classiche» XXVIII (2009), Ed. Amici dei Quaderni Ticinesi di Numismatica e Antichita Classiche, pp. 331-376.

Un caro saluto

MB

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lollone

grazie per la segnalazione!

è possibile reperire solo l' articolo in questione o è necessario comprare il volume?

Modificato da lollone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Volevo risponedere a Monbalda sul tesoretto di minutini genovesi:dunque,pubblicazioni sul medievale non ci sono ,quindi non sono riportati dati ufficiali,mentre ci sono le pubblicazioni su sardo-puniche e romane,a domanda la responsabile gentilissima,e quindi eventualmente contattabile,i ripostigli sono tutti della zona di Ozieri,il nome del sito non me l'ha detto,è una piccola parte di un ripostiglio di circa 2.000 minutini genovesi;a domanda si trovano lucchesi?No,assolutamente,non ci sono,qui si sono trovati pisani e più che altro monete genovesi nel medievale,di certo però la parte del leone come monete la fanno le sardo puniche e le romane nel museo.

Modificato da dabbene

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

monbalda

Per lollone: il contributo da solo non si trova ed io ho finito i miei estratti.

Comunque, se ti interessa, fai una verifica nei cataloghi on-line delle biblioteche della tua zona per vedere se trovi questo numero della rivista, o se ti possono far arrivare questo numero con il prestito interbibliotecario (dalla biblioteca della Società Numismatica Italiana, o dalla Bilioteca del Museo Bottacin di Padova, ad esempio). Se poi non lo trovassi, o lo volessi più rapidamente, contattami attraverso MP e vediamo come posso fare per farti avere questo testo, ovviamente gratuitamente (purtroppo non ho il pdf della versione finale dell'articolo per inviarlo via e-mail).

Per Mario: denari di Lucca in questi ripostigli sardi non ci sono mai o quasi, perchè si tratta di accumulazioni tardive (quasi sempre degli inizi Trecento) anche se sono presenti denari all'incirca dalla metà del XII secolo in poi. Tuttavia si tratta di denari genovesi, astigiani e poi di aquilini minuti pisani che valevano circa il doppio dei denari epigrafici di Pisa e di Lucca e per ciò più "interessanti" da tesaurizzare da soli, o insieme ai grossi d'argento di varie zecche affacciate sul Tirreno (cfr. ripostiglio di Oschiri). Comunque questi dati li trovi anche nel libro su Pisa, oltre che nell'articolo dei NAC.

Infine: se hai recapiti dell'addetta, o della conservatrice di Ozieri me li puoi mandare via MP? Grazie!

A presto

MB

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

atkon

Che voi sappiate esiste qualcosa del genere (pubblicazioni su rinvenimenti monetali di denari medievali) relativi al piemonte?

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

massikx

Che voi sappiate esiste qualcosa del genere (pubblicazioni su rinvenimenti monetali di denari medievali) relativi al piemonte?

grazie

...o nelle marche???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest Bellona Invicta

Domanda per Mario o per chi altri può rispondere: ma questo tesoretto è quello di Monte Tramentu ? Oppure proviene da altro sito nell'area di Ozieri ?

Per chi altro fosse interessato i tesoretti di monete medievali in Sardegna con centinaia o migliaia di monete medievali, in preponderanza con denari genovesi dalla seconda metà del XII secolo fino al 1330 circa sono molti e veramente interessanti.

Gli ultimi rinvenuti, a mia conoscenza sono questi:

- Santu Miali, Padru (Sassari), dep. ante 1330 ca.

Scavo archeologico, chiesa, rinvenuto sotto l’altare, nel 2002.

Composizione: 3.500 monete genovesi (soltanto denari ?), databili 1139-1330 circa.

La Nuova Sardegna, 3 ottobre 2002; www.comune.padru.ss.it/pages/C_Miali.

- Di recente è apparsa la notizia che «agli inizi degli anni Sessanta, poi, il signor Contini di Oristano (…) consegnò al (….) prof. Lorenzo Forteleoni due sacchetti contenenti addirittura 22.000 (!) denari di Genova trovati casualmente nelle campagne di San Vero Milis». Così afferma Enrico Piras in «La nuova Sardegna», 6 ottobre 2002.

Piras afferma che tali monete non furono acquisite dal Museo Sanna, donde si suppone siano rifluite nel mercato privato.

Infine per chi volesse reperire dati e bibliografia su questi e altri ripostigli rinvenuti in Sardegna e Corsica, e in particolar modo sui denari di Genova, si possono trovare (in modo particolare nell'appendice in fondo all'articolo) in un contributo pubblicato sui NAC (non per pubblicità, ma perchè mi pare il contributo più recente sull'argomento, che indica anche tutta la biblio precedente):

M. Baldassarri, I denari della zecca di Genova e i loro frazionari tra il XII e il XIV secolo: alcune osservazioni su datazioni, seriazioni ed ambiti di circolazione, «Quaderni Ticinesi di Numismatica e Antichità Classiche» XXVIII (2009), Ed. Amici dei Quaderni Ticinesi di Numismatica e Antichita Classiche, pp. 331-376.

Un caro saluto

MB

Aspettiamo ancora la pubblicazione integrale del ritrovamento di cui pare non si abbiano più tracce... Aspettiamo da 11 anni... Auguriamo buon lavoro ai facoltosi studiosi. Ma, gli archeologi non dovrebbero attenersi alla pubblicazione dei ritrovamenti? E i musei, all'esposizione degli stessi in quanto beni inalienabili dello Stato???????????????????????????

Modificato da Bellona Invicta
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adolfos

@

Buona sera

perché innescare una polemica inutile. Che c'entra con la discussione?

Saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

monbalda

Scusate...la cosa che mi fa più sorridere (amaramente) di uno degli ultimi post è la definizione di "facoltosi studiosi": di studiosi impegnati e ricercatori bravi ne conosco abbastanza, ma di facoltosi ormai devo dire che non ce ne sono più tanti in giro (fino ad un paio di generazioni or sono in effetti molti archeologi provenivano da famiglie aristocratiche e/o benestanti). Io poi ... :D.

L'amarezza aumenta soprattutto oggi che me ne torno dal "mio" museo civico, visto che l'Amministrazione Comunale mi ha confermato che da ora in poi in inverno potrà aprire solo su richiesta o prenotazione, perchè non ci sono i finanziamenti necessari a pagare gli operatori che lo possano tenere aperto neppure nei fine settimana. Di finanziamenti per qualche iniziativa poi non se ne parla...

Detto questo: non so chi abbia in studio quei ripostigli: per Santu Miali volevo chiedere anche io stessa, ma senza uno straccio di finanziamento almeno di rimborso spese, o una collaborazione sull'isola, non è una cosa fattibile a breve.

Scusa tanto @, ma per caso sei la stessa persona con la quale ho parlato di questo ripostiglio alla fine della mia conferenza a Sassari nel maggio scorso? In caso puoi rispondermi anche per MP, grazie.

Un saluto a te e ad @@adolfos MB

  • Mi piace 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest Bellona Invicta

@

Buona sera

perché innescare una polemica inutile. Che c'entra con la discussione?

Saluti

Mi cancello dal forum dato che la dittatura non fa per me. Ma quale discussione avrei innescato? Un cittadino-studente italiano al quale vengono tarpate le ali e si chiede dove sia un bene pubblico, se tutti si ha la coscienza pulita, non crea problemi a nessuno. Lei è curatore del Sito? Bene, siccome non so come cancellarmi perchè non ho tempo di smanettare per la gioia del pay per click, potreste gentilmente eliminarmi Voi?

Cordiali Saluti

Modificato da Bellona Invicta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adolfos

Ho fatto la segnalazione all'Amministrazione.

Distinti saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Mi cancello dal forum dato che la dittatura non fa per me.

Con una simile affermazione (definiamola così, per essere gentili) lei sta offendendo pesantemente tutti quelli che partecipano, quotidianamente, a questo forum.

Sarà mia premura segnalare, immediatamente, la sua richiesta all'amministratore del forum. @@Reficul

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×