Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
cancun175

Come rubare una moneta impedendo i ricorsi

Risposte migliori

cancun175

Suona il campanello: "Corriere", Aspetto una moneta dagli Usa. Per voi niente di che: un antoniniano FORTVNA RED di Claudio il Gotico. Pagato 60 dollari in quanto Braithwell hoard e in buone condizioni. Ma per me valore inestimabile: è l'unico zecca di Siscia tra i Braithwell sul mercato.

Controllo, come d'uso, il plico prima di firmare: è integro. Firmo e vado a casa. L'involucro esterno è la busta impermeabile chiusa a caldo da SDA, che appalta le consegne da Poste italiane. Apro il bustone di plastica e la busta originale interna (Federal Express) è manomessa. La apro e dentro c'era un cartone chiuso con il nastro adesivo trasparente: sembra integro. Ma noto che io nastri trasparenti sono diversi. All'interno del cartone doveva esserci una bustina con la monete: c'era, ma manomessa anch'essa: la moneta è sparita, è rimasto il biglietto di accompagnamento.

Furto con abilità: la busta esterna integra mi ha impedito di contestare subito il furto. Comunque chiamo SDA. "Pigi uno, pigi due, pigri tre", alla fine parlo con un operatore. "Noi non c'entriamo niente, faccia questo numero e chiami le Poste" Chiamo le Poste: "Pigi uno, pigi due e pigi tre". Musichetta: stia in linea per non perdere la priorità acquisita. Tutti i numeri, ovviamente sono a pagamento: 14 centesimi al minuto. Alla fine, dopo tanta musichetta (e qualche euro) mi risponde una non gentile operatrice. Che impiega un po' a capire il problema. poi: "Vada alle Poste e inoltri un reclamo>.

Mi dichiaro prigioniero politico e desisto. Comunque, sono tristissimo: io ho perso l'unica Claudio II zecca di Siscia del Braithwell e il ladro ha rubato una moneta che, decontestualizzata, sul mercato varrà sì o no 20 euro. Colpo grosso!

Modificato da cancun175

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ghera

Se ne sentono molte di queste storie. Purtroppo quando il ladro ha una simile abilità e non si ha idea di dove e quando possa essere avvenuto il furto, c'è poco da fare... :rolleyes:

Mi dispiace per te :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

di solito alla partenza....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand
Supporter

Posso soltanto darti la mia solidarietà.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

Antony Wilson (Yorkcoins) mi ha reso immediatamente tutto, comprese le spese di spedizione. Ma ha giurato che non spedirà più in Italia. "Quando è troppo è troppo", mi ha scritto. Dovrò inventarmi qualcosa, tipo una triangolazione con un mio amico negli Usa. Farò mandare a lui e lui a me. Forse un pacco che parte e arriva totalmente anonimo sfuggirà all'occhio vigile dei ladri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra crasellame

Sono molto rattristato da questa cosa... e si è impotenti... non è colpa di nessuno ma il furto c'è stato... posta se possibile la foto della moneta, qui ma anche sul FAC (forumancientcoins) e magari anche il forum francese di Frederick Weber. Se salta fuori su ebay...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

E' questa. Comunque, era anche postata tra le Romane imperiali:

Claudius II Gothicus (A.D.268-270), antoninianus, Siscia mint

AE, 3.31 gr. qBB

D/ IMP CLAVDIVS CAES AVG, draped radiate bust right,

R/ FORTVNA RED, Fortuna standing left,

RIC 180cf; Braithwell Report #124 (2 examples in the hoard)

NOTA: RUBATA DAL SERVIZIO POSTALE ITALIANO (Coin stolen by the Italian postal service)

Provenienza: Braithwell hoard (2002); CNG (auction 176, 2007); Yorkcoins (2011)

post-7971-0-36210200-1299095757_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DragoDormiente

Mi dispiace per quanto successo e capisco perfettamente il dispiacere tuo e la rabbia del venditore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra crasellame

Però io sonderei il terreno sul fatto che SDA sigilli in una busta chiusa la busta originale impedendo di fatto di vederne lo stato... magra consolazione ma è comunque un comportamento assai poco professionale...

Qualche avvocato ci legge ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa

Antony Wilson (Yorkcoins) mi ha reso immediatamente tutto, comprese le spese di spedizione. Ma ha giurato che non spedirà più in Italia. "Quando è troppo è troppo", mi ha scritto. Dovrò inventarmi qualcosa, tipo una triangolazione con un mio amico negli Usa. Farò mandare a lui e lui a me. Forse un pacco che parte e arriva totalmente anonimo sfuggirà all'occhio vigile dei ladri.

Una volta, tempo fa ma non decadi , furti di questo tipo alle poste erano pressoche inesistenti o molto rari.

Due sono i problemi, uno è il decadimento morale generale (e qui stendo un velo pietoso perche non voglio sollevare inutili polemiche - ma è ovvio che a meno di non essere in malafede o ciechi che ciò purtroppo avvenga ad un tasso che fa rimpiangere i tempi della prima repubblica)

secondo, ed è strettamente legato al primo, è l'impunibilità delle persone addette a tali servizi .

Vi ricordate i furti da parte degli addetti ai bagagli degli aeroporti, pure filmati in flagrante ? Pensate che siano stati puniti, ma no non si puo invochiamo diritti e controdiritti. Un volta c'era la gogna per i ladri ( e c'era il sentimento della vergogna :huh: questo sconosciuto ..)

oggi c'è di fatto l'impunibilità pressoche totale per questo genere di furti (non pe ril classico ladro di mele alm mercato, pero, quello si mosso da vero bisogno).

Ci sarà pure una via di mezzo ?!?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

I pacchi della SDA li puoi aprire davanti a loro e controllare anche se chiusi.Loro faranno solo da testimone.Questo perchè le Poste non fa da sola questi invii che potrebbe benissimo fare.

L'unica cosa sicura sono le ASSICURATE sia in Italia che all'Estero o con Corrieri privati ma direttamente da loro.

Se spedite direttamente da SDA vedrete che servizio eccezionale mentre con le Poste sembra lo faccino apposta........forse avranno un contratto all'italiana.

Monete di valore solo assicurate o Registrate per pochi euro. Chiedete sempre chi è il corrire ............... e .......... da evitare

Modificato da favaldar

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tornese71

Antony Wilson (Yorkcoins) mi ha reso immediatamente tutto, comprese le spese di spedizione. Ma ha giurato che non spedirà più in Italia. "Quando è troppo è troppo", mi ha scritto. Dovrò inventarmi qualcosa, tipo una triangolazione con un mio amico negli Usa. Farò mandare a lui e lui a me. Forse un pacco che parte e arriva totalmente anonimo sfuggirà all'occhio vigile dei ladri.

Forse puoi aggiungere un altro passaggio (e passare dal "triangolo" al "quadrilatero"): serviti di un amico con indirizzo diverso dal tuo anche in Italia e nella tua città, specialmente se spesso ricevi pacchi e se chi te li porta ha intuito cosa possono contenere...

Da quest'ultimo, ovviamente, solo consegna a mano.

Modificato da tornese71

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

magdi

non ci si puo fidare di nessuno...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cancun175

Che la SDA tratti diversamente la propria posta da quella in appalto è cosa assodata: ho avuto anche altre esperienze (non numismatiche). La "custodia" SDA, invece, è giustificata dal fatto che è impermeabile e evita il deterioramento del pacco. Certo, che se la usano impropriamente...

Quanto ad aprire il pacco davanti al fattorino, è cosa difficile. Vanno sempre di corsa: consegnano e fuggono, c'è giusto il tempo per un'occhiata esterna. Quanto alle rivendicazioni, il sistema pensa a tutto: pigi uno, pigi due, pigi tre e alla fine risponde un call centre, magari in India.Poi, quando sentono che la posta è di Poste italiane, ti rimandano a loro, che a loro volta rimandano alla struttura territoriale. Non si finisce più. Certo, c'è la soluzione dei corrieri privati e delle assicurate. Ma si finisce per pagare 40-50 euro di spedizione: vale la pena per monete di grande valore. Ma per monetine da pochi euro...

Ho chiesto a Antony Wilson (York coins) di attivare il sistema di Sermarini (FAC): spedizione ordinaria in busta anonima (5 dollari) a totale rischio del ricevente per monete di basso profilo, corriere privato o assicurata per monete di alto profilo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Che la SDA tratti diversamente la propria posta da quella in appalto è cosa assodata: ho avuto anche altre esperienze (non numismatiche). La "custodia" SDA, invece, è giustificata dal fatto che è impermeabile e evita il deterioramento del pacco. Certo, che se la usano impropriamente...

Quanto ad aprire il pacco davanti al fattorino, è cosa difficile. Vanno sempre di corsa: consegnano e fuggono, c'è giusto il tempo per un'occhiata esterna. Quanto alle rivendicazioni, il sistema pensa a tutto: pigi uno, pigi due, pigi tre e alla fine risponde un call centre, magari in India.Poi, quando sentono che la posta è di Poste italiane, ti rimandano a loro, che a loro volta rimandano alla struttura territoriale. Non si finisce più. Certo, c'è la soluzione dei corrieri privati e delle assicurate. Ma si finisce per pagare 40-50 euro di spedizione: vale la pena per monete di grande valore. Ma per monetine da pochi euro...

Ho chiesto a Antony Wilson (York coins) di attivare il sistema di Sermarini (FAC): spedizione ordinaria in busta anonima (5 dollari) a totale rischio del ricevente per monete di basso profilo, corriere privato o assicurata per monete di alto profilo.

Ciao Cancun,

quanto dici sopra è pienamente sottoscrivibile.Nel dettaglio quanto espresso in neretto mi pare un'ottima soluzione: per un ultimo mio acquisto di basso esborso economico (30€) ho chiesto al venditore (italiano e della massima serietà) di inviare (a mio rischio) la moneta mediante raccomandata e possibilmente senza timbri o nastri adesivi che denuncino il contenuto o la natura del mittente. Questo per evitare le indesiderate attenzioni del "furbo"(bensì il termine esatto da utilizzare sia in realtà un altro e ben più pesante) di turno.

Spero che Wilson accetti la tua proposta, facci sapere al caso.

Ciao e... non ho parole (ma solo parolacce!!!) ! :(

Illyricum

:blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dareios it

Leggendo questa discussione, sono tornato indietro al mese di agosto di 5 anni addietro. Stessa identica storia...uguale proprio! Solo che la mia busta mi era stata spedita da Ephesus Numismatics e conteneva uno splendido Nomos di Kaulonia del valore di 625 dollari. Provenienza ex CNG. Il venditore, dopo che ero stato a fare la denuncia dalla polizia postale, mi risarcì la somma spesa e anche in quel caso disse che non avrebbe più spedito in Italia. Sò che la polizia postale fece delle indagini perchè dopo qualche giorno venne da me il ragazzo della SDA a pregarmi di ritirare la denuncia. Comunque non ho saputo più niente di quella splendida moneta greca. Ironia della sorte, era la mia prima moneta greca che compravo. Naturalmente è inutile dire che dai paesi extraeuropei non ho più comprato niente. Saluti a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ersanto

Io al tempo del cambio dell' Euro, spedii in Italia dall' America circa 80.000 lire.

Busta anonimissima e chi potrebbe mai dire che non fosse una lettera ?

Macche', mai arrivata! Ed e' l'unica corrispondenza USA-Italia non andata a buon fine in 13 anni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dareios it

Ecco la foto della moneta sparita dalla mia busta.

post-21682-0-98815100-1299355602_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

camerlengo

Tutta le mia solidarietà possibile ed immaginabile.

Consolati, perchè a me è successo di peggio: leggiti, se hai voglia, il mio topic

http://www.lamoneta....-pacco-postale/

Il mio pacco era assicurato ed il furto è avvenuto quasi sicuramente (a sentire SDA) alla dogana di Lonate Pozzolo (sarebbe interessante sapere se la tua busta è passata pure di lì).

Chiunque mi ha RUBATO la medaglia, sappia che non avrà tregua: so che è una lotta contro i mulini a vento, ma ho già interessato (grazie per fortuna ai molti amici che ho) ed avuti contatti diretti anche con alti vertici di Poste Italiane, che mi hanno promesso il loro interessamento e non ho motivo di dubitarne.

Il mio è un pezzo unico, difficilmente commerciabile e fotografato e scannerizzato anche nei minimi particolari (le foto in mio possesso sono paragonabili ad un'impronta digitale).

La cosa buffa è che, pur assicurandomi Poste Italiane e USPS che ho diritto al rimborso, ancora non ho capito quando e come... forse, l'unico torto che ho avuto è fare denuncia circostanziata aile Forze dell'Ordine (mi hanno detto che questo complica le cose...). Tra parentesi, anche il mio venditore ha giurato che non spedirà mai più in Italia: per un americano, queste sono cose inconcepibili.

Povera Italia, in mano a ladri che agiscono impuniti alla luce del sole...

Modificato da camerlengo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numitoria

Ciao,

voglio raccontare la mia esperienza con il prodotto delle Poste Italiane, Paccocelere1 Assicurato.

Circa un anno e mezzo fa, ho avuto la necessità di spedire monete per un valore di circa 500 euro ad un amico ed ho scelto il prodotto sopra descritto.

Ho spedito il tutto, assicurando il pacchetto per l'intero importo.

In serata dal PC ho verificato sul sito delle Poste che la spedizione fosse stata registrata in tempo reale, tutto ok.

Però il giorno dopo il pacco sparì dal sistema di tracciatura delle Poste....per sempre....

Inutili le denuncie, il colloquio con l'impiegato ed il direttore dell'ufficio postale, ho aperto la pratica per smarrimento.

Ma attenzione!!!! Ho dovuto constatare che le Poste non consentono la spedizione di monete antiche ed in generale di valori con il Paccocelere1 assicurato, quindi niente rimborso. Questo è stato un mio errore.

L'impiegato mi confessò candidamente che in quell'ufficio avevano un problema di furti molto frequenti con i pacchi assicurati che partivano mediante la SDA, il Paccocelere1 è un prodotto che le Poste affidano a SDA per la consegna.

Se io non avessi assicurato il Paccocelere è probabile che non sarebbe sparito!!!!!!!!!!!!!!! Quindi la colpa era un poco mia!!!!!!!!!!!!!!!

Saluti, Numitoria

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

camerlengo

Ciao,

voglio raccontare la mia esperienza con il prodotto delle Poste Italiane, Paccocelere1 Assicurato.

Circa un anno e mezzo fa, ho avuto la necessità di spedire monete per un valore di circa 500 euro ad un amico ed ho scelto il prodotto sopra descritto.

Ho spedito il tutto, assicurando il pacchetto per l'intero importo.

In serata dal PC ho verificato sul sito delle Poste che la spedizione fosse stata registrata in tempo reale, tutto ok.

Però il giorno dopo il pacco sparì dal sistema di tracciatura delle Poste....per sempre....

Inutili le denuncie, il colloquio con l'impiegato ed il direttore dell'ufficio postale, ho aperto la pratica per smarrimento.

Ma attenzione!!!! Ho dovuto constatare che le Poste non consentono la spedizione di monete antiche ed in generale di valori con il Paccocelere1 assicurato, quindi niente rimborso. Questo è stato un mio errore.

L'impiegato mi confessò candidamente che in quell'ufficio avevano un problema di furti molto frequenti con i pacchi assicurati che partivano mediante la SDA, il Paccocelere1 è un prodotto che le Poste affidano a SDA per la consegna.

Se io non avessi assicurato il Paccocelere è probabile che non sarebbe sparito!!!!!!!!!!!!!!! Quindi la colpa era un poco mia!!!!!!!!!!!!!!!

Saluti, Numitoria

Nel nostro caso, il pacco proviene dagli USA e non credo che tale llimitazione valga per quel paese. Ciò tanto è vero che nella dichiarazione doganale resa dal mittente (l'etichetta verde che obbligatoriamente va applicata nei pacchi americani per l'estero), è espressamente indicato "Papal medal" ed il suo valore; al proposito, USPS, che ha accettato la spedizione in partenza senza alcun problema, ha fatto partire immediatamente l'indagine senza alcuna riserva in tal senso.

Purtroppo, la mia "sfortuna" è stata l'estrema correttezza/civiltà (a noi sconosciuta) del mittente (vallo a spiegare ad un americano che per fare arrivare un pacco in Italia, bisogna dichiarare il falso; e poi, scusatemi, ma chi glielo fa fare ???). Se avesse dichiarato che dentro il pacco c'era un "token" (gettone), probabilmente la medaglia oggi era tra le mie mani...

Diciamolo chiaramente, una volta per tutte.

E ' notorio, A TUTTI, anzi, A TUTTI I LIVELLI,:che in Italia si rubano quotidianamente una miriade di pacchi postali. Digitate su Google "furto pacco postale" e ne leggerete di tutti i colori. La verità è che NESSUNO, dico NESSUNO, ci vuole mettere mano, perchè crolla un vero e proprio sistema di lucro e connivenze. Questa è l'amara verità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cippal
Supporter

Le case d'asta italiane e straniere spediscono tramite assicurata. Con questo sistema i plichi li ho sempre ricevuti.

E' forse questo il sistema più sicuro per spedire ed avere un rimborso in caso di smarrimento?

Grazie.

Sebastiano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

camerlengo

Le case d'asta italiane e straniere spediscono tramite assicurata. Con questo sistema i plichi li ho sempre ricevuti.

E' forse questo il sistema più sicuro per spedire ed avere un rimborso in caso di smarrimento?

Grazie.

Sebastiano

Ti farò sapere i tempi del rimborso, dal momento che il mio pacco era assicurato ed anche per cifra non irrilevante (il che rende la mia vicenda ancora più incredibile, considerato il danno per l'azienda e la figuraccia internazionele, poichè credo che il rimborso debba arrivare da USPS, ma questo ancora non mi è chiaro...)

Comunque sia, è da più di un mese che sbatto contro un muro di gomma e non vedo la minima luce... dall'altra parte, solo silenzio e risposte interlocutorie.

Ma, al di là di tutto, vi sembra normale che in, un paese che si definisce "civile", la vittima di un furto, per avere notizie di ciò che gli è stato rubato, deve fare il numero a pagamento di un call center, che dà l'impressione di non fare altro che far perdere più tempo possibile per allungare la durata della telefonata? Ogni volta un operatore diverso, cui spegare nuovamente per intero la vicenda, e che al termine, quasi incredulo che sia potuto accadere una cosa simile (probabilmente il call center è allocato sulla luna), l'unica cosa che sa dire è di presentare un reclamo e, se già fatto, un reclamo al quadrato (cioe, un reclamo sul fatto che il reclamo non abbia ancora avuto risposta)?

Modificato da camerlengo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cippal
Supporter

Le case d'asta italiane e straniere spediscono tramite assicurata. Con questo sistema i plichi li ho sempre ricevuti.

E' forse questo il sistema più sicuro per spedire ed avere un rimborso in caso di smarrimento?

Grazie.

Sebastiano

Ti farò sapere i tempi del rimborso, dal momento che il mio pacco era assicurato ed anche per cifra non irrilevante (il che rende la mia vicenda ancora più incredibile, considerato il danno per l'azienda e la figuraccia internazionele, poichè credo che il rimborso debba arrivare da USPS, ma questo ancora non mi è chiaro...)

Comunque sia, è da più di un mese che sbatto contro un muro di gomma e non vedo la minima luce... dall'altra parte, solo silenzio e risposte interlocutorie.

Ma, al di là di tutto, vi sembra normale che in, un paese che si definisce "civile", la vittima di un furto, per avere notizie di ciò che gli è stato rubato, deve fare il numero a pagamento di un call center, che dà l'impressione di non fare altro che far perdere più tempo possibile per allungare la durata della telefonata? Ogni volta un operatore diverso, cui spegare nuovamente per intero la vicenda, e che al termine, quasi incredulo che sia potuto accadere una cosa simile (probabilmente il call center è allocato sulla luna), l'unica cosa che sa dire è di presentare un reclamo e, se già fatto, un reclamo al quadrato (cioe, un reclamo sul fatto che il reclamo non abbia ancora avuto risposta)?

Davvero una vergogna. Mi dispiace molto per ciò che ti è capitato.

Anche io sto aspettando un paio di monete dalla Svizzera. Sono ferme a Lonate Pozzolo da ormai 26 giorni e, nonostante abbia inviato tutta la documentazione richiesta per lo sdoganamento, sul sito delle poste è riportato ancora "Manca fattura". Ovviamente chiamare non è possibile perchè non risponde mai nessuno e l'unico contatto che ho con loro è la mail (alla quale non rispondono mai) e il fax dove inviare i documenti richiesti.

Mi auguro che non finiscano nelle mani di qualcuno.

Questa è l'ultima volta che acquisto da un paese extracomunitario: troppo "sbattimento" e troppi rischi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×