Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
chersoblepte

Aiuto identificazione

Risposte migliori

chersoblepte
Ciao a tutti :) ,
ho un dubbio sull'identificazione di questo antoniniano di Postumo:

D/ IMPCPOSTVMVSPFAVG
Testa radiata, busto drappeggiato rivolto a destra

R/ MONETAAVG
La Moneta in piedi, rivolta a sinistra, tiene nella mano sinistra la cornucopia e nella destra una bilancia

Nella classificazione sono indeciso tra RIC 75 e RIC 315, non riuscendo a trovare una differenza tra i due riferimenti :unsure: ...

Dando un'occhiata al Sear circa questa moneta, vi è annotato che questa tipologia di rovescio indicava l'interesse di Postumo (capo del movimento separatista della Gallia, sollevatosi alla morte di Valeriano nel 260, quindi imperatore del così detto [i]imperium Galliarum[/i]) per la propria monetazione, che superava consistentemente quella di Gallieno in peso, qualità del metallo e livello di realizzazione.
In più, secondo voi in questo caso la moneta può essere considerata una vera e propria divinità? Mi pare strano che anche un "oggetto" come la moneta potesse subire un processo di deificazione, anche in una religione come quella romana, sempre aperta all'assimilazione di nuovi culti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
[quote name='chersoblepte' date='02 gennaio 2006, 16:16']In più, secondo voi in questo caso la moneta può essere considerata una vera e propria divinità? Mi pare strano che anche un "oggetto" come la moneta potesse subire un processo di deificazione, anche in una religione come quella romana, sempre aperta all'assimilazione di nuovi culti.
[right][snapback]83705[/snapback][/right]
[/quote]
La Moneta ERA una divinità, Giunone Moneta, il cui tempio fu edificato, secondo la tradizione, nel 343 a.C. da Camillo dopo la vittoria sugli Aurunci nel luogo dove era già presente una più antica area di culto, collegata al recinto sacro delle oche,
protagoniste del famoso salvataggio del Campidoglio dall'assedio dei Galli.
L'appellativo di Moneta (dal verbo moneo, ammonisco) sembra derivi da un avvertimento rivolto ai romani dalla dea Giunone durante la guerra contro Taranto.
Nei pressi del tempio in età repubblicana venne costruita la Zecca e dall'espressione utilizzata per indicarla (ad monetam, presso il tempio di Giunone Moneta) è rimasto al denaro il nome di moneta.

Sulla classificazione del tuo antoniniano non so che dirti, aspettiamo i più esperti ;)

ciao.
petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

agrippa
Non so molto su Postumo.
Da quanto leggo posso azzardare a dire che se il peso della tua moneta si avvicina ai 7 g. potrebbe essere della zecca di Lugdunum cioè RIC 75... ma quello nominato è il peso degli antoniniani di argento.... peraltro, e ciò conforta per RIC 75, gli antoniniani piu bronzo che argento appartengono a questa zecca.
agrì

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chersoblepte
Grazie petronius per il tuo interessantissimo intervento, mi hai tolto una bella curiosità ;) !

[quote name='agrippa' date='02 gennaio 2006, 17:36']Non so molto su Postumo.
Da quanto leggo posso azzardare a dire che se il peso della tua moneta si avvicina ai 7 g. potrebbe essere della zecca di Lugdunum cioè RIC 75... ma quello nominato è il peso degli antoniniani di argento.... peraltro, e ciò conforta per RIC 75, gli antoniniani piu  bronzo che argento appartengono a questa zecca.
agrì
[right][snapback]83723[/snapback][/right]
[/quote]

La moneta pesa poco più di 3 g., non so quanto questo aiuti per l'identificazione... da quel che ho capito, il discrimine tra i due riferimenti dovrebbe essere unicamente la zecca (Lugdunum per il RIC 75 o Colonia per il RIC 315), vero? O ci sono altri elementi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chersoblepte
Alla fine credo che la classificherò come RIC V 75: se qualcuno ha a disposizione il RIC, potrebbe aiutarmi ad indentificare zecca ed anno/anni di emissione?
Sul Sear per questo riferimento è riportata la zecca di Colonia (262-265), e non Lugdunum come pensavo... Modificato da chersoblepte

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000
Il RIC è di scarso aiuto per Postumo e per quel poco che ne so la catalogazione più seguita è quella della pubblicazione del Cunetio hoard: "The Cunetio Treasure: Roman Coinage of the 3rd Century AD" (1983) by Besly and Bland.

Da quanto scritto da Curtis Clay su un altro forum proprio sulla questione RIC 75 o RIC 315, questa pubblicazione identifica due tipi di ritratti di Postumo con MONETA AVG al rovescio, a) capelli lisci sulla tempia (Cunetio n° 2404) e capelli arricciati sulla tempia (Cunetio n° 2413). La differenza nello stile è dovuta forse a due diverse officine della stessa zecca, non due zecche diverse come ipotizzato dal RIC.

Secondo gli autori il tipo MONETA AVG venne coniato nella cosidetta "zecca principale" o forse da una sua diramazione. Gli autori identificano la zecca principale con Trier.

Uno schema utile sulla monetazione di Postumo lo trovi sul sito di Mauseus.

[url="http://www.forumancientcoins.com/lateromancoinage/gallic/postumus.html"]http://www.forumancientcoins.com/lateroman...c/postumus.html[/url]

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chersoblepte
Grazie mille tacrolimus per la consueta utilissima indicazione :D !
Se ho capito bene, quindi, la zecca dovrebbe essere Treviri e gli anni di emissione dal 260 al 269 (come riportato dal sito proposto)... Grazie ancora ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giovenaledavetralla
Bella moneta complimenti, è stata spatinata?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000
[quote name='chersoblepte' date='04 gennaio 2006, 19:43'].... e gli anni di emissione dal 260 al 269 (come riportato dal sito proposto)... [/quote]

La datazione delle emissioni di Postumo è un altro aspetto non noto con certezza; allo stato attuale l'ipotesi prevalente è che il rovescio MONETA AVG (qualche volta storpiato in MONETAS AVG) appartenga alla terza emissione della zecca di Trier, senza possibilità di restringere l'ambito ad anno/anni preciso/i.

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chersoblepte
[quote name='Giovenaledavetralla' date='04 gennaio 2006, 19:52']Bella moneta complimenti, è stata spatinata?
[right][snapback]84426[/snapback][/right]
[/quote]

A vederla dal vivo, direi di no: dalla foto, più che altro, la moneta appare di colore molto più chiaro che in realtà. Più che altro, la parte non ricoperta dall'argento al rovescio mi sembra una sorta di "toppa" messa apposta per coprire qualcosa... ma ancora non so come procedere, se provare a toglierla o meno :unsure: .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×