Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
darioelle

Monete tassate in dogana. Qual'è la legislazione?

Risposte migliori

darioelle

Ho recentemente fatto uno scambio di monete con un amico negli USA.

Alla dogana il pacco per me è restato quasi un mese prima che mi arrivasse una lettera in cui mi veniva chiesto il contenuto ed il valore dello stesso.

Dal foglietto adesivo verde che accompagnava il pacchetto si desumeva chiaramente il contenuto: "minor foreign coins for friend collector" ed il valore di 20$.

Ho dunque risposto che per me sorprendente era la richiesta di qualcosa che si deduceva chiaramente dalla documentazione allegata ed indebito era il trattenere ulteriormente il mio pacco anche perchè ho fornito copia della ricevuta della mia raccomandata per l'amico degli USA che documentava come non si trattava di un'acquisto a fini commerciali. HO inoltre dichiarato che non si trattava (ed è vero) di monete in metalli pregiati.

Dopo una decina di giorni alla fine mi è stato consegnato il pacco con la richiesta di 2,50 euro per la presentazione in dogana, 3,00 di spese postali, 5,50 di DAU che ignoro cosa sia, per un totale di 11 euro!

Per me si tratta di una richiesta illegittima perchè a quanto mi risulta andrebbero tassate solo le monete di metalli pregiati e comunque solo sopra il valore di 30 euro, quindi il mio pacco non sarebbe dovuto andare in dogana er questa lunga trafila.

Qualcuno può indicarmi per maggiore sicurezza come stanno le cose è se ci sono gli estremi per ricorrere a tale imposizione? Cosa dice esattamente la legge?

Ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Ciao. Immagino che il DAU sia questo (ma prendilo con beneficio di inventario perchè se mi sbaglio mi lapidano). Per il resto aspettiamo gli esperti.

http://www.agenziadogane.it/wps/wcm/connect/Internet/ed/Agenzia/Restituzioni+esportazione/Aspetti+doganali/Codicistica+del+DAU

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darioelle

Bene ora so che mi hanno fatto pagare 5,50 euro per un un foglietto. Ma cosa giustifica la necessità di fare questi esami sul mio pacco e non su altri?

Perchè a norma di legge il pacco è dovuto passare dalla dogana? Posso reclamare e sperare in un rimborso?

Ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

La dogana ad esempio su 1000 pacchi decide di aprirne uno,qualsiasi cosa ci sia scritta per "controllo" e lo possono fare. Anche se non c'è nulla ti chiedono le spese di rispedizione e altro,questo non so se lo possono fare ma lo fanno. Dovresti parlarne con un avvocato se puoi citarli in una causa civile con un Giudice di Pace.

Se hai tempo e soldi.......potresti vincerla!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darioelle

Io mi riferivo ad un semplice reclamo alle poste, per 11 euro non vale la pena fare altro....

Ma mi piacerebbe sapere con esattezza come va la legge....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

profausto
Supporter

Lo so che non ti puo' consolare ma ti posso raccontare che a me è capitato di essere stato "estratto a Sorte" in data 20 dicembre , il plico conteneva una moneta di rame "bagattino di Venezia" che avevo acquistato per accontentare mio nipote, per il valore di 3 dollari, ebbene dopo aver mandato per 2 volte la documentazione richiesta per fax oltre ad ' una raccomandata con gli stessi documenti perchè non li avevano ricevuti completamente, ebbene ho pagato 17 euro di commissioni varie per il ritiro. Ma non era finita qui: la fortuna ha voluto che sono stato estratto ancora in data 24 gennaio !!!!!! per un'altro plico contenente un soldo di Gorizia acquistata per pochi dollari !! dopo la solita prassi burocratica, ho dovuto pagare 11 euro di spese!!! Da quel giorno ho chiuso con i paesi extra europei!

Ovviamente non mi pronuncio ......... !!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darioelle

Io non sono sicuro si tratti di una "estrazione a sorte" penso piuttosto che in dogana leggano enlla descrizione della merce "monete" e decidano di imporre delle tasse a riguardo ma il punto è: tutto ciò è legittimo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uzifox

Dal foglietto adesivo verde che accompagnava il pacchetto si desumeva chiaramente il contenuto: "minor foreign coins for friend collector" ed il valore di 20$.

La parola magica al posto di quella lunga ed esoterica formula in quella lingua straniera incomprensibile(sono ironico e sarcastico, non nei tuoi confronti chiaramente) è GIFT / CADEAU (dono, regalo) e pare che dagli USA passi tutto... se viene scritta qualsiasi altra cosa si paga dazio.

Saluti

Simone

Modificato da uzifox

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Anche il mio nome era diventato sinonimo di controllo. L'ultima volta non gli ho dato retta,non rispondendo alle loro lettere,tanto era una monetina da 10 dollari ed al momento sembra che mi abbiano lasciato stare.

Confermo che mettendo Regalo su la busta passano senza controlli o almeno senza tutte quelle tasse e spese varie.

Stessa cosa per Cina e Hong-Kong

A mali estremi estremi rimedi!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darioelle

Scusate ho omesso di dire che nella "mia" dichiarazione la casella GIFT era barrata mettendo bene in evidenza che si trattasse di un dono. Ma non è servito a niente!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

attila650

Quelle con su scritto regalo o gift sono quelle maggiormente guardate.

per la tua domanda è possibile chiedere una revisione dell'accertamento:

qualche informazione sulla mia guida "Dogana - Dazio - DAU - IVA" qui

Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

micio_68

Ho recentemente fatto uno scambio di monete con un amico negli USA.

Alla dogana il pacco per me è restato quasi un mese prima che mi arrivasse una lettera in cui mi veniva chiesto il contenuto ed il valore dello stesso.

Dal foglietto adesivo verde che accompagnava il pacchetto si desumeva chiaramente il contenuto: "minor foreign coins for friend collector" ed il valore di 20$.

Ho dunque risposto che per me sorprendente era la richiesta di qualcosa che si deduceva chiaramente dalla documentazione allegata ed indebito era il trattenere ulteriormente il mio pacco anche perchè ho fornito copia della ricevuta della mia raccomandata per l'amico degli USA che documentava come non si trattava di un'acquisto a fini commerciali. HO inoltre dichiarato che non si trattava (ed è vero) di monete in metalli pregiati.

Dopo una decina di giorni alla fine mi è stato consegnato il pacco con la richiesta di 2,50 euro per la presentazione in dogana, 3,00 di spese postali, 5,50 di DAU che ignoro cosa sia, per un totale di 11 euro!

Per me si tratta di una richiesta illegittima perchè a quanto mi risulta andrebbero tassate solo le monete di metalli pregiati e comunque solo sopra il valore di 30 euro, quindi il mio pacco non sarebbe dovuto andare in dogana er questa lunga trafila.

Qualcuno può indicarmi per maggiore sicurezza come stanno le cose è se ci sono gli estremi per ricorrere a tale imposizione? Cosa dice esattamente la legge?

Ciao!

quello che hai pagato è lo sdoganamento, ossia la presentazione della documentazione in dogana, sono diritti fissi.. infatti non ti hanno addebitato l'iva

l'importo del tuo oggetto è basso , per cui non ti hanno fatto pagare l'iva, con importi superiori avresti pagato l'iva al 10% o al 20%, secondo l'oggetto

a rigor di logica, tutti gli oggetti extra cee andrebbero sdoganati..

la documentazione te la chiedono perchè gli serve la tua dichiarazione sul contenuto e sul valore importato (fattura), oltre ai tuoi dati fiscali, attenti a non scrivere fesserie o indicare un valore inferiore perchè è un reato

indicare gift o un valore palesemente inferiore su un oggetto che non lo è, obbliga la dogana ad utilizzare le tabelle per calcolare il valore, oltre ad un possibile reato in fase di apertura del pacco per un controllo, che viene fatto a campione..

con la scusa gift, uno potrebbe importare qualsiasi cosa eludendo le tasse, oggetti vietati, contraffatti o di valore

dimenticavo, il comportamento della dogana è stato corretto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×