Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
allarmerosso

Domanda a quanti vivono in USA

105 risposte in questa discussione

ciao a tutti, sto seriamente pensando di trasferirmi in USA (e speriamo di riuscirci.....)

Chi di voi vive già lì potrebbe rispondere ad alcune domande e ad altre che verrebbero fuori man mano ?

per esempio:

come si vive lì a livello di stipendio/vita ?

Ovvio non voglio sapere quanto guadagnate, ma voglio sapere se con quello che guadagnate ci arrivate a fine mese tranquilli (cioè come sono le spese e i prezzi)

come posso trovare un lavoro da qui ?

Ringrazio tutti coloro che mi aiuteranno e magari mi con i vostri aiuti mi viene ancora più voglia di partire.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi scuso da subito con il Sig. Allarmerosso se gli "rubo" un po' la scena, ma vorrei chiedere anche io diverse cose sul trasferimento e sull'università negli U.S.A. Ho notato che ci sono utenti come Igmoris, Villa e Nlbanny che sono americani o italiani trasferiti negli U.S.A. Magari se mi, anzi ci :D potrebbero dare una mano ve ne sarei molto molto grato.

Allora iniziamo a spiegare un po' di cose. Sono di Foggia, ma da due settimane abito a Bari causa lavoro di mio padre. Frequento il liceo classico. Vorrei trasferirmi negli U.S.A e frequentare l'università lì. Ora hoi 14 anni e da quando ne ho 12 che sto ricercando notizie su notizie su internet per coronare il mio sogno. So che per abitare negli U.S.A ci vuole la Green Card che si può ottenere in diversi modi:

1) sposare un americano/a

2) ottenerla con il ricongiungimento familiare

3) investire più di mezzo milione di dollari in un'attività e assumere americani

4) un datore di lavoro che ti fa da sponsor. Ma qui si parte già dal presupposto che si ha già un lavoro negli U.S.A cosa che io non ho :D

5) Si vince alla lotteria

Anche per partecipare alla lotteria bisogna avere dei requisiti:

1) Maggiore età

2) Almeno il diploma superiore.

Appurato questo torniamo alla questione università. So che se si vuole entrare in una università americana bisogna mandare le richieste di iscrizione a più college. Per gli studenti stranieri ci sono da superare due esami: il TOEFL E IL SAT, due esami che si possono fare in Italia. Poi si inviano alle università e loro controllano appunto gli esami fatti e le valutazioni che hai al Liceo. Se sei idoneo puoi (almeno questo so io) vieni ammesso. In questo punto vorrei avere più delucidazioni a riguardo. Sugli esami, su come scelgono, spiegarmi un po' come funziona il tutto.

Che succede ora, mettiamo che vengo ammesso all'univesità. Ottengo il visto da studente se non sbaglio il visto F1 (correggetemi se sbaglio). Fai l'università e ti laurei. Il visto scade e te ne devi ritornare in Italia. Come trovare poi il lavoro? I 4 o 5 anni che sei stato negli U.S.A da studente valgono poi per ottenere la Green Card?

Un punto dolente è questo. Io vorrei studiare giurisprudenza all'università ed avendo due costituzioni totalmente diverse Europa e paesi NeoAnglosassoni devo studiare o negli U.S.A o in U.K. Alcune persone mi dissero però che per entrare nella facoltà di giurisprudenza negli U.S.A devi avere già un'altra laurea. è vero questo o è solo una càvolata? In più se io studio Giurisprudenza in Inghilterra poi potrei orientarmi per un master in legge negli U.S.A e trovare successivamente lavoro lì?

Detto questo. Io quest'anno incomincierò un corso di inglese e dalla prossima estate inizierò a leggere libri e guardare film in madrelingua. In più non mancheranno le vacanze studio in Inghilterra per imparare la meglio l'Inglese. Per quanto riguarda le possibilità economiche, la mia famiglia (ringrazio Dio per questo) non ha problemi economici, quindi la retta delle università è l'ultimo dei problemi.

Ho detto praticamente tutto quello che so, magari anche alcune cose sono sbagliate, ecco eprchè chiedo un aiuto. Ho visto che su questo forum ci sono persone che abitano o sono proprio nate negli U.S.A. Se mi possono dare una mano. Gli sarei grato per tutta la vita, perchè se riesco a coronare il mio sogno sarei l'uomo più felice del mondo. Grazie veramente a tutti coloro che risponderanno. :) :)

P.S: negli U.S.A ci sono già stato e purtroppo non ho appoggi familiari in Nord America.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

primo, non mi dare del lei....

potrei essere tuo padre (20 anni in più di te...), ma preferisco che mi dai del tu...

secondo, spiegami per favore cos'è la storia della lotteria considerando che sono già sposato in Italia con un'italiana, non ho nessuno in America, non ho mezzo milione e per il momento non ho nemmeno un datore di lavoro americano....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco il sito. Ci sono tanti siti truffa, ma questo è quello originale :)

dvlottery. state. gov /

PS: ho dovuto dividere il sito, perchè se no mi diceva che era Spam :huh:

Ovviamente per entrare nel sito, devi riattaccare le le varie parole e scrivere http e www :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sicuro che sia quello ufficiale ?

ma tu lo hai provato ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si è quello ufficiale. Io non posso partecipare (magari :lol: ) sono minorenne

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco una conferma di quello che dico :)

answers. yahoo.com/question/ index?qid=20110822012259AA kosoe

Ci devi aggiungere http // it

Ma perchè mi fa SPAM? :huh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Almeno il frutto delle mie ricerche ha portato a qualcosa :lol:

Vediamo un po' cosa dicono i più esperti :)

Mi scuso ancora con te Allarmerosso per essermi intromesso nella tua discussione con la mia richiesta :unsure:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma figurati!

mica è un problema!

magari ci possiamo incontrare....... in USA!!!!

(speriamo!!)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stipendi: Dipende che lavoro fai. Alcune categorie guadagnano molto ma molto di piu che in Italia, altre parecchio di meno. Tieni conto che un americano su sei e' sotto la soglia di poverta, ma uno su dieci guadagna una cifra tale da essere considerato ricco (non "benestante" o "agiato", ma proprio "ricco") in Italia. Di norma tutti i lavori che richiedono un' istruzione superiore sono ben pagati, tutti quelli che non richiedono istruzione o abilita speciali (tipo artigiani, ma di alto livello) ti fanno rompere la schiena per due soldi. Per istruzione superiore intendo laurea, ma meglio ancora master/dottorato.

Costo della vita: Alcune cose sono parecchio piu economiche, in genere tutto quello che serve per la normale vita quotidiana, ma altre sono enormemente piu care, su tutte il costo della sanita. Di conseguenza, chi non ha abbastanza soldi non e' che sia "disagiato", ma e' proprio disperato non appena capita un imprevisto.

Universita: ammettono in base al SAT e curriculum. In genere sono di manica piu larga con studenti stranieri perche loro pagano retta piena, senza accesso alle borse di studio. Per un' universita buona si parla ormai di almeno $15,000 per l'iscrizione annuale di un non residente a cui poi aggiungi tutte le spese di mantenimento. Se vai a universita private (sempre quelle buone) ti spellano con rette annuali anche di $30/40,000.

Metti in conto $100,000 costo totale per i quattro anni di corso ad un universita pubblica ed almeno il doppio ad una privata.

Ci sono anche universita meno costose, ma quelle evitati la fatica perche anche se ti laurei non conta niente. A differenza dell' Italia la prima cosa che vanno a guardare non e' il voto, ma dove ti sei laureato.

Dopo la laurea e' facile ottenere il prolungamento del visto studenti di un anno per stages, etc.

Carta verde: Gli anni passati in america, a qualsiasi titolo, non contano niente. Le uniche categorie sono "F" (famigliari, matrimonio) e "E" (occupazione, nel senso di professioni altamente specializzate e imprenditori con businesses di un certo rilievo), oppure la lotteria.

Professional schools: medicina, legge e economia richiedono gia un' altra laurea ed il superamento precedente di certi esami. Per esempio puoi benissimo fare domanda di iscrizione a medical school con una laurea in letteratura francese, ma ti richiedrenno prova di aver superato esami di fisica, chimica, biologia. Poi devi fare un' altro test tipo SAT (il GRE o GMAT) e poi pagare un altra barca di soldi. Se pensavi che $100,000 per 4 anni di corso erano tanti, per una professional school li puoi anche pagare per ogni anno di corso, a seconda di dove vai. Tutte le scuole sono a numero chiuso ed il numero e' piccolo.

Al tuo posto studierei legge in Italia e poi farei domanda per Law School in america.

Anche qui, gli anni di graduate school non contano niente di per se ai fini di una carta verde, ma e' ben piu facile trovare qualcuno che ti assuma (o ti sposi) con un titolo del genere.

vabbe', magari gli altri americani avranno idee completamente diverse dalle mie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quindi, io che ho solo la licenza di media superiore in USA non sarei nessuno ? (praticamente sono ragioniere)

un lavoro, per esempio, in un call center magari con lingua italiana (sto sparando a caso....) lo potrei fare ?

sarei uno di quelli che guadagnano molto o sarei uno dei poveri ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quindi, io che ho solo la licenza di media superiore in USA non sarei nessuno ? (praticamente sono ragioniere)

un lavoro, per esempio, in un call center magari con lingua italiana (sto sparando a caso....) lo potrei fare ?

sarei uno di quelli che guadagnano molto o sarei uno dei poveri ?

Minimum wage e' circa $8 all ora; fatti un po' i conti, se lavori 40 ore a settimana, 52 settimane all' anno sei appena sotto la soglia di poverta. In ogni caso dovresti avere un permesso di lavoro. Senza permesso puoi fare il cameriere e in pratica guadagni solo le mancie o poco piu, o magari provare a dare lezioni private di italiano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

un lavoro, per esempio, in un call center magari con lingua italiana (sto sparando a caso....) lo potrei fare ?

sarei uno di quelli che guadagnano molto o sarei uno dei poveri ?

Non mi pare aver mai sentito un operatore di call center essere soddisfatto del proprio lavoro e, soprattutto, del proprio stipendio....anzi, ci sono molteplici lamentele di gente sottopagata, con contratti (rigorosamente) a tempo determinato ed al limite della regolarità!

Inoltre, la maggior parte dei callcenter è all' estero ed in paesi "emergenti" (una volta l' India la faceva da padrona...ora vanno molto i paesi dell' est Europa) giusto perchè il costo del personale è ancor più basso che nei paesi industrializzati.

Per gli USA non saprei che dirti, ma se l'aspirazione è lavorare in un callcenter.....resta qui in Italia!!! ;)

Modificato da wuby2007

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

forse non ci siamo capiti!

la mia ipotesi del call center era solo un esempio in base a quello che ha detto ersanto.

la mia aspirazione non è certo quella di andare in USA per lavorare in un call center!!!!!

<poi non me ne anrei dall'italia solo per il lavoro....

la mia aspirazione sarebbe quella di andare in USA ed aprire un locale, magari un ristorante italiano o un bar dove si faccia caffè degno di tale nome, ma questo è un vero e proprio sogno considerando le mie finanze......

Tornando a quello che ha detto ersanto: 8 dollari sono netti ? ma con il mio diploma cosa potrei fare ? assolutamente niente ? 12 anni che lavoro in un ufficio operativo di una ditta di trasporti non può servire per venire a fare lo stesso lavoro ?

Modificato da allarmerosso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

forse non ci siamo capiti!

la mia ipotesi del call center era solo un esempio in base a quello che ha detto ersanto.

la mia aspirazione non è certo quella di andare in USA per lavorare in un call center!!!!!

<poi non me ne anrei dall'italia solo per il lavoro....

la mia aspirazione sarebbe quella di andare in USA ed aprire un locale, magari un ristorante italiano o un bar dove si faccia caffè degno di tale nome, ma questo è un vero e proprio sogno considerando le mie finanze......

Tornando a quello che ha detto ersanto: 8 dollari sono netti ? ma con il mio diploma cosa potrei fare ? assolutamente niente ? 12 anni che lavoro in un ufficio operativo di una ditta di trasporti non può servire per venire a fare lo stesso lavoro ?

Il diploma non conta nulla (non esistono i diplomi negli USA). Come ti ho detto, se ti rompi la schiena sei ancora sotto la soglia di poverta: vuol dire che lordi o netti sei povero, al livello dell' impiegato di call center nostrano (tranne che tu devi lavorare di piu). Ma il problema maggiore e' che in base alla tua descrizione non c'e' nessuna possibilita che ti diano un visto lavorativo. Puoi solo provare ad andare come turista e "dimenticarti" di tornare in Italia. non appena esci dagli Stati Uniti non ti faranno rientrare mai piu.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

il problema è che non posso lasciare tutto per volare in America e dimenticarmi di uscire.

Cioè posso si lasciare tutto, ma non senza sapere che ho una possibilità....

altrimenti poi resterei a sedere a terra sia qui che in America....

l'ipotesi dell'esperienza lavorativa non è buona neanche quella ?

praticamente non mi stai dando molte speranze da quello che ho capito.... :( :cry: :cry: :cry: :cry:

in che senso non esistono diplomi in USA ?

chi finisce il famoso liceo che si sente nei film quindi non ha in mano niente ?

Modificato da allarmerosso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Chi finisce il liceo si puo iscrivere all' universita (se lo accettano), ma non e' che ci siano inserzioni "diplomati cercasi". Tieni presente che in pratica i concorsi come li conosciamo noi in Italia, con titoli necessari per partecipare, non esistono; chiunque puo assumere chi gli pare. Naturalmente quando Apple deve assumere uno che gli progetti l'hardware va a vedere il curriculum di chi fa domanda e la prima cosa che controlla e' che universita hanno fatto, perche se c'e' qualche ingegnere di Caltech, MIT, etc. e' piu probabile che sia uno bravo. Pero se tu non hai neanche la licenza media ma hai disegnato un harddrive rivoluzionario in garage e riesci a farglielo vedere prendono te e non l'ingegnere col PhD.

La tua esperienza di lavoro certamente conta per le ditte che cercano qualcuno per l'ufficio operativo, ma non penso ci sia nessuna possibilita che ti venga concesso un visto in base a quell' esperienza, neppure se trovassi una ditta americana che ti vuole assumere.

Modificato da ersanto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cioè, poniamo il caso che io trovo una ditta che mi assuma grazie alla mia esperienza, con tanto di lettera alla mano dove questa ditta richiede me o comunque certifica che mi vuole assumere, non mi rilasciano il visto ??

e che cavolo!!!!

quindi il mio sogno americano si sta abbattendo contro un muro enorme.......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cioè, poniamo il caso che io trovo una ditta che mi assuma grazie alla mia esperienza, con tanto di lettera alla mano dove questa ditta richiede me o comunque certifica che mi vuole assumere, non mi rilasciano il visto ??

e che cavolo!!!!

quindi il mio sogno americano si sta abbattendo contro un muro enorme.......

No. Ci sono casi speciali per lavoratori stagionali, training e stages, e ditte internazionali (per dire, Alitalia puo portare un caposcalo italiano a New York), altrimenti si possono solo "importare" lavoratori con abilita speciali. La ditta deve provare che non puo trovare nessuno in america che possa fare quel lavoro o che tu sei un' autorita riconosciuta a livello internazionale nel campo. Per esempio, una squadra di calcio USA puo assumere un giocatore di Serie A senza problemi, ma avrebbe grossissime difficolta ad assumerne uno di Serie C.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

porcaccia miseria.....

come in italia....

in italia entrano cani e porci...........

quindi praticamente mi stai dicendo che possibilità non ne ho, giusto ?

allora parliamo della mia memoria: spesso mi dimentico le cose.....

diciamo che prendo in considerazione l'ipotesi di dimenticarmi di uscire dall'America (anche se non è proprio la via che avrei preferito....), cosa potrei rischiare ? una qualsiasi società mi assumerebbe con il visto scaduto ?

nel caso mi assumesse qualcuno, potrei "riattivare" il visto ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo le cose stanno cosi.

Con il visto turistico nessuno ti puo assumere regolarmente, puoi fare solo lavori in nero. Di solito, non e' che la polizia va in giro a cercarti, ma non appena incappi in un controllo ti espellono e non potrai ritornare mai piu negli USA, neppure come turista.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quindi nemmeno di li ho possibilità.................

quindi ZERO possibilità ??

tu dove lavori ?

non hanno bisogno di uno come me che in america non si trova ?? :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sembra di ricordare che c'erano anche delle norme di accettazione per persone entrate clandestinamente che potevano apportare prestigio agli U.S.A.

Ad esempio artisti...o scienziati, esiste ancora questa possibilità?

Allarmerosso sarebbe ben accetto per la sua ironia credo...se questa fosse considerata un'arte :lol: :lol: , per me lo è...ciao, Giò

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se ironia, autoironia, simpatia e cocciutaggine facevano parte di quei requisiti, allora.......... vi sto scrivendo già dall'aereo..... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?