Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
favaldar

3 centesimi 1807 UNICUM?

Risposte migliori

favaldar

Cosa mi dite di questo 3 Centesimi 1807 Napoleone?

http://www.ebay.it/i...984.m1431.l2649

Come vedete è stata aggiudicata a 500 euro. Le sue caratteristiche,almeno in foto,sono: dopo la data 1807 c'è un punto la M e un punto,sotto sembra esserci la coppa o altro.

Al retro al posto del segno di zecca M sembra una G

Queste sono le foto ritagliate

post-25-0-12978500-1327873354_thumb.jpg

post-25-0-61026400-1327873362_thumb.jpg

Modificato da favaldar

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lucadesign85

Prova del 3 centesimi :) con la lettera "m" sotto la data, le iniziali dell'incisore al posto della coppa e il simbolo "sG" stilizzato sul Rovescio al posto del segno di zecca "M"! la mia offerta di 500,01 € è stata superata all'ultimo secondo :s

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Ma dove è riportata questa prova?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Prova conosciuta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lucadesign85

Prova conosciuta?

Se ne era parlato in questa discussione pochi giorni fa http://www.lamoneta.it/topic/85105-1-soldo-1807-milano/ , in questo caso si trattava di un soldo con le caratteristiche analoghe a quelle di questo 3 centesimi.

Per la tua richiesta sui testi che riportino queste prove, dovremmo aspettare l'intervento di Picchio o Costi92.

(la prova del 3 centesimi dovrebbe essere un pò più rara rispetto alla prova del soldo)

Saluti,

Luca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Ok,grazie.

Comunque credo che sei stato fortunato a non aggiudicartela. 500 euro per una moneta in foto che non si sa bene cosa sia sono troppi. Con la stessa cifra ti prendi delle Prove di Napoleone conosciute,tipo questa (ma c'è di meglio come conservazione): http://www.inasta.com/schedalotto.asp?id=197444

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

E' stato un vero peccato non offrire di più, è una moneta di notevole rarità.

La pagherei il doppio di quanto ha realizzato senza alcuna esitazione.

Mentre per quella da Inasta non farei alcuna offerta, de gustibus.

Non ha il punto dopo la M ma è il monogramma di ML = Luigi Manfredini.

SG = Giuseppe Salwirch

Modificato da picchio
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Grazie Picchio,non conoscevo questa prova e credo nemmeno il venditore. Allora sotto la data c'è il segno di zecca M ? Se non sbaglio nemmeno la collezione Verri ora Banca Intesa ne ha una http://www.bancaintesaarteecultura.com/permanenti_elenco_new.asp?q_order=&q_tipo=6&q_stringa=&q_ricerca=&q_stc=36&q_curpage=3

Si quella in Asta è davvero bruttina nell'insieme ma era l'unico che ho trovato al volo per riportare come esempio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lucadesign85

Ok,grazie.

Comunque credo che sei stato fortunato a non aggiudicartela. 500 euro per una moneta in foto che non si sa bene cosa sia sono troppi. Con la stessa cifra ti prendi delle Prove di Napoleone conosciute,tipo questa (ma c'è di meglio come conservazione): http://www.inasta.co...o.asp?id=197444

Ero a conoscenza dell'esistenza di queste prove, ma non le avevo mai viste prima d'ora.

Non ho offerto a vuoto e se al momento avessi avuto più disponibilità economiche da investire nella mia passione numismatica l'offerta non si sarebbe limitata a 500 €.

Saluti,

Luca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Mi spiace non abbia avuto modo di acquistarla. E' la prova transitoria tra la monetazione del 1806 e quella definitiva del 1807 che sostituisce le sigle degli incisori. Ha inoltre un'altra peculiarità, la chiara gerarchia in zecca, al diritto il conio è firmato "da chi comanda" ed al rovescio "da chi ubbidisce".

Spero solo sia finita in una collezione perchè lo merita.

Le prove della Repubblica Italiana con Buonaparte Presidente in piombo, piombo verniciato a rame sono relativamente comuni, dato che si trattava di un progetto di monetazione ne furono battuti parecchi esemplari da far corcolare nelle varie amministrazioni della Repubblica ed in alcuni casi anche alla commissione per l'approvazione. Si sa che Napoleone in persona, quando gli fu presentato il progetto della doppia e della mezza doppia in oro, non seppe far di meglio che gettarle a terra indignato per la poca maestosità del Suo ritratto.

Il ritratto inciso non era cosa semplice a farsi. Oggi viviamo in un mondo dove si da per scontato tutto, dagli effetti speciali catastrofici alla naturalezza con cui si interagisce via internet, alla visione tridimensionale di qualsiasi immagine. Nel 1801 le cose erano vagamente differenti, non esisteva la fotografia, quindi l'unica maniera di rappresentare un soggetto era di averlo davanti o di riprenderlo da una copia (scultura o quadro). Fu più o meno quello che si decise di fare in zecca, riprendendo il Buonaparte da un busto marmoreo di modesta qualità e da un paio di dipinti. Risultato fu l'immagine di un uomo sgraziato, con il naso aquilino e, le guance scavate, ed è comprensibile il rigetto da parte di Napoleone, che di se stesso aveva un'opinione decisamente diversa !.

Sulla monetazione in argento non era rappresentato il "Presidente" ciò posto non ebbe seguito il progetto, trasformandosi la Repubblica in Regno in poco tempo.

Modificato da picchio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

italpen

Mi sembra uno di quei casi dove la signora francese che ha messo in vendita, e sta ancora vendendo, una bella collezione di monete di Napoleone, non ne conosceva il valore. Considerando le patine di vecchia raccolta, le rarissime 2 prove del 3 centesimi e del soldo, e altre monete rare, mi sembra di vedere gli eredi che non sapendo che farsene di queste monete lasciate dal nonno, le hanno vendute ad un brocantage, per tirare su qualche soldo. Se cosi fosse, il nonno, potendo vedere come è stata dispersa la sua raccolta, non sarebbe molto contento..... Penso che invece sia molto contenta la signora considerando i prezzi di realizzo, in alcuni casi ancora da affare, che le monete hanno raggiunto.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×