Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
Matteo91

La moneta nei traffici commerciali mondiali

Recommended Posts

luke_idk

Direi che l'argomento sia di interesse generale e la sezione corretta mi sembra questa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Matteo91

Provo a scrivere qualcosina che spero possa essere corretta, integrata ed arricchita anche da altri utenti :)

XV SECOLO

Lo storico Fernand Braudel definisce l'economia europea del XV secolo “economia mondo”: un modello che presuppone che, all'interno dello spazio continentale, l'Europa sia autosufficiente dal punto di vista dello soddisfacimento dei bisogni e che non intraprenda traffici commerciali con altre realtà extraeuropee poiché non vi sarebbero state prospettive di guadagno dai commerci mondiali.

Questo modello di economia comprende l'intera Europa e le coste mediterranee africane.

Tuttavia l'Europa, seppur autosufficiente, intrattiene fondamentali traffici commerciali con l'Asia per l'approvigionamento delle spezie, considerate un bene essenziale, verso le quali la domanda è alta e fortemente rigida.

In Europa, i commerci sono fiorenti grazie anche allo sviluppo della figura del mercante che si interpone negli scambi tra produttore e consumatore. Possiamo individuare due aree di vitale importanza commerciale: l'area del Mediterraneo, specializzata nel commercio delle spezie provenienti dall'Oriente; e l'area del Mar Baltico con le città della Lega Anseatica, tra le quali spicca Anversa.

Con lo sviluppo dei commerci, comincia a formarsi lentamente un efficiente mercato monetario.

Nei secoli precedenti, l'economia si basava sull'autoconsumo, sugli scambi e sul baratto.

L'oro era utilizzato come mezzo di scambio ma non sottoforma di moneta.

I metalli preziosi sono una risorsa scarsa, che non permettono di coniare monete: vengono utilizzati soprattutto per la creazione di beni di lusso per i nobili e per il clero.

Dalla metà del XIII secolo, la moneta penetra nella vita economica europea: alcuni storici considerano il Genovino, il Fiorino ed il Noble inglese tra le prime e più importanti monete d'oro che circolarono in Europa.

post-18657-0-96965700-1333707296_thumb.j

post-18657-0-28898900-1333707352_thumb.j

edwardiiinoble.jpg

Con l'intensificarsi degli scambi commerciali, nasce la necessità di ottenere capitali.

L'esercizio del credito tuttavia risente del pensiero della Chiesa che considera il trasferimento oneroso di denaro immorale. Con l'alleggerirsi di questa posizione della Chiesa, fioriscono a Genova, Barcelona e in Toscana numerose attività creditizie. Una delle attività creditizie più antiche è il Banco di S.Giorgio fondato nel 1408 a Genova.

Edited by Matteo91

Share this post


Link to post
Share on other sites

rick2

ci son 2 periodi a grandi linee che van distinti , il primo che va dal 1100 al 1500 e che come dici si basa sul traffico euro/asiatico e quindi con genova venezia che commerciano con l asia attraverso la via della seta e quello delle citta` anseatiche che commerciano con il mar baltico.

tenete presente che le linee commerciali del mar baltico arrivavano poi attraverso i fiumi russi fino in afghanistan , ma che comunque si concentravano su granaglie.

in questo periodo la moneta principe e` lo zecchino veneziano seguito dal grosso veneziano che poi son monete che si ispirano a monetazione bizantina

e poi il periodo moderno che va dal 1500 in poi di cui abbiam discusso prima.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Matteo91

L'ampliamento degli orizzonti geografici permettono la crescita degli scambi commerciali.

Le nuove scoperte geografiche permettono all'Europa di ottenere più risorse ed inizia un periodo di crescita che culminerà nel XVI secolo. Con le nuove rotte, il Mediterraneo perde tuttavia la sua centralità sebbene gli scambi interni rimangano fiorenti. Le nuove colonie, le risorse e l'intensificarsi dei commerci permettaranno inoltre uno sviluppo della produzione di moneta per regolare gli scambi.

I protagonisti di questi viaggi di esplorazione, inizialmente furono Portogallo e Spagna.

Il Portogallo è uno stato povero e piccolo che tuttavia si assicurerà un vasto impero marittimo in Africa, America ed Asia: nel 1515 sono ormai padroni dell'Oceano indiano.

L'espansione marittima portoghese è dovuta alle conoscenze accumulate in materia di navigazione e cantieristica.

I principali attori di questa espansione furono il principe Enrico “il Navigatore” e successivamente il re Giovanni II.

Enrico si dedica alle esplorazioni della costa africana con l'obbiettivo di raggiungere l'Oceano Indiano. Nel 1415 i portoghesi giungo in Marocco e stabiliscono a Ceuta un avamposto di fondamentale importanza per l'espansione commerciale. I viaggi sono numerosi e in questo periodo la cartografia e la navigazione si sviluppano notevolmente. Enrico muore prima che le sue navi raggiungessero l'Oceano Indiano.

Nel 1481, Giovanni II riprende le esplorazioni: nel 1488 Bartolomeo Diaz doppia il Capo di Buona Speranza mentre tra il 1497 e il 1499 Vasco da Gama circumnaviga l'Africa e raggiunge Calicut.

Questa diventerà una rotta commerciale di fondamentale importanza per il commercio delle spezie e determinerà anche il passaggio in secondo piano del Mediterraneo per il commercio con l'Asia.

I portoghesi sconfissero gli Arabi nell'Oceano indiano e costruirono importanti centri commerciali fortificati nelle “isole delle spezie” o Molucche.

L'espansione Spagnola, al contrario di quella portoghese, risulta essere più “casuale”.

Colombo, dopo aver chiesto finanziamente alle principali corti europee, riesce ad intraprendere il suo Viaggio grazie alla corona Spagnola che in precedenza rifiutò di appoggiare l'iniziativa del genovese. Isabella di Castiglia decise di finanziare la spedizione dopo la sconfitta dei Mori di Granada nel 1492. Colombo raggiunge il 12 Ottobre del 1492 le isole che reputa essere le Indie Occidentali. E' un viaggio epocale che segna l'inizio dell'Era Moderna ed avrà conseguenze economiche sull'Europa dei secoli sucessivi.

A fine 400 dunque, portoghesi e spagnoli credono di ritrovarsi entrambi in India. Affinchè non si verificassero conflitti, il papa Alessandro VI traccia una linea di demarcazione che divida l'area di interesse spagnolo da quella portoghese.

L'anno seguente, nel 1494, i portoghesi ottengono con il Trattato di Tordesillas, uno spostamento della linea precedentemente tracciata. Questo fece presupporre che i Portoghesi già conoscessero il Nuovo Mondo in quanto, con la nuova linea, la zona di quello che verrà chiamato Brasile risultava essere nel loro emisfero di competenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Matteo91

ci son 2 periodi a grandi linee che van distinti , il primo che va dal 1100 al 1500 e che come dici si basa sul traffico euro/asiatico e quindi con genova venezia che commerciano con l asia attraverso la via della seta e quello delle citta` anseatiche che commerciano con il mar baltico.

tenete presente che le linee commerciali del mar baltico arrivavano poi attraverso i fiumi russi fino in afghanistan , ma che comunque si concentravano su granaglie.

in questo periodo la moneta principe e` lo zecchino veneziano seguito dal grosso veneziano che poi son monete che si ispirano a monetazione bizantina

e poi il periodo moderno che va dal 1500 in poi di cui abbiam discusso prima.

Purtoppo io prima del 400 non so nulla :(

Sono arrivato a scrivere qualcosa fino alla fine del 400. Ora servirebbe un contributo numismatico (che già in parte mi hai dato perchè come hai scritto già da fine 400 e primi decenni del 500 in sud america circolava e si coniava moneta) scritto un po' bene..ora però non riesco e non ho ancora abbastanza materiale..la prossima volta :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Matteo91

XVI Secolo

L'espansione geografica ha profondamente mutato i flussi commerciali internazionali.

Il mediterraneo perde la sua centralità: gli scambi con l'Asia avvengono attraverso la rotta del Capo di Buona Speranza.

A determinare i mutamenti negli scambi commerciali vi sono anche le politiche di tipo “mercantilistico” delle maggiori potenze europee che cercarono di ottenere il monopolio sulle attività economiche.

Nel 1503, gli spagnoli crearono a Siviglia la Casa de la Contratacion con lo scopo di controllare tutti i traffici con le Americhe. Dall'America arrivavano a Siviglia soprattutto metalli preziosi ricavati dalle miniere di Zacates, in Messico, e Potosi, in Bolivia.

L'oro e l'argento americano, che giungevano in Spagna, invasero il mercato monetario internazionale.

Il Real ed in particolare il Real de a Ocho, coniato a partire dal 1497, divenne la moneta più diffusa nei traffici commerciali mondiali. Venne utilizzata in tutti i traffici commerciali della Spagna; dall'Europa, all'Africa, all'Asia...

Per quasi due secoli, fu la moneta più utilizzata nel commercio.

reales-de-a-ocho-spagna.jpg?w=300&h=149

L'oro e l'argento provenienti dalle colonie circa una volta all'anno erano usati come denaro. In questi periodi dell'anno l'attività economica in Spagna era frenetica. L'oro importato si consumava molto rapidamente e crebbe l'inflazione.

Nel XVI secolo ebbe modo di crescere anche il debito pubblico. In questa fase, ricoprirono un ruolo importante i banchieri europei: la Spagna, per far fronte al crescente debito, dovette ricorrere all'aiuto dei banchieri Genovesi. Gran parte dell'oro e dell'argento che dalla metà del '500 arrivavano in Spagna erano trasportati dalle galere genovesi in Italia per effetto di complessi regolamenti finanziari. Questi erano imposti dalle difficoltà della corona spagnola che dichiarò la sua seconda bancarotta nel 1575 dopo la prima del 1557. Nel 1588 l'Invincibile armada venne sconfitta nella battaglia marittima contro gli inglesi: il declino spagnolo era iniziato.

Fonti: http://babilonia61.c...nel-xvi-secolo/

Edited by Matteo91

Share this post


Link to post
Share on other sites

rick2

occhio che l argento in europa inizia ad affluire dopo il 1520 circa

per quanto riguarda i genovesi ti segnalo una calle de los genoveses a panama viejo e aggiungo che i banchieri genovesi avevano spostato l attivita` verso la spagna dopo la perdita delle colonie orientali nel 1400

Share this post


Link to post
Share on other sites

pazzoxlinter

Buonasera a tutti.

Vero quello che dice l'amico Rick2.

L'argomento dei traffici Genovesi e Veneziani è molto interessante e si riescono a trovare anche dei testi per approfondire l'argomento.

Mi vengono in mente le battaglie per il controllo delle colonie ad oriente, come la coniazione da parte Genovese di Zecchini Veneziani per poter commerciare in quelle zone.

Questi argomenti per me sono impareggiabili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

rick2

faccio una digressione.

la spagna nel 400 si era unita nella fede cattolica per la reconquista degli ultimi territori ancora in mano musulmana

a causa di questo la chiesa cattolica ha avuto un grande peso nella prima colonizzazione dell america latina , e a questo e dovuta la diffusione della religione cattolica in sud america

Share this post


Link to post
Share on other sites

Matteo91

occhio che l argento in europa inizia ad affluire dopo il 1520 circa

Sono andato a controllare il libro..effettivamente ricordavo male io..

Il libro parla di argento americano ed oro africano..l'oro americano neanche lo cita in questa fase (da quando inizia ad arrivare in Europa allora?)..

Non precisa la data di arrivo dell'argento, però precisa che in un primo periodo del '500 vi sono più esportazioni verso l'America, dopodichè iniziano gli invii di merci americane specialmente argento..Lo correggo nel testo che ho scritto..

per quanto riguarda i genovesi ti segnalo una calle de los genoveses a panama viejo e aggiungo che i banchieri genovesi avevano spostato l attivita` verso la spagna dopo la perdita delle colonie orientali nel 1400

Quanto effettivamente ha inciso l'espansione geografica sulla perdita delle colonie genovesi? il mio libro puntava molto sulla decentrazione del mediterraneo a seguito dell'utilizzo della rotta del capo di buona speranza..

faccio una digressione.

la spagna nel 400 si era unita nella fede cattolica per la reconquista degli ultimi territori ancora in mano musulmana

a causa di questo la chiesa cattolica ha avuto un grande peso nella prima colonizzazione dell america latina , e a questo e dovuta la diffusione della religione cattolica in sud america

La religione cattolica ha avuto conseguenze direttamente anche in Europa; anche economiche se vogliamo.

Dopo la controriforma, molti protestanti migrarono dai paesi d'origini e spesso trovarono accoglienza ad Amsterdam.

Portarono con loro capitali e trovarono ad Amsterdam l'ambiente ideale per sviluppare il commercio.

Il governo lasciava libera iniziativa ai commercianti e questi contribuirono al fiorire della città di Amsterdam che tra 500 e 600 scavalcò la diretta avversaria Anversa.

Vi è poi da ricordare che proprio in questo periodo cominciò una guerra per motivi religiosi e di indipendenza tra Spagna e Olanda che portò all'indipendenza delle Provincie Unite.

Grazie a tutti della partecipazione :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

rick2

l oro dall africa arrivava dalla Guinea , che allora era tutta la costa occidentale , in particolare dal Ghana se non ricordo male .

monete d oro coniate con l oro africano sono le guinee inglesi della fine 1600 con il simbolo dell elephant e castle che era la compagnia di commercio della guinea.

l oro sudamericano arriva in europa a partire dal 1700 circa , prima da lima poi principalmente dalla colombia dopo che han sviluppato popayan e santa fe de nuevo reino , e in piu` dal brasile , anche li dopo il 1700-1720 , in brasile c erano 3 zecche Maranhao , Rio e Bahia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Matteo91

Allora arriva 200 anni dopo quello che ho scritto :) grazie delle informazioni rick ;)

Edited by Matteo91

Share this post


Link to post
Share on other sites

rick2

l oro della guinea credo inizi ad affluire prima

comunque l oro affluisce anche nel 1500 solo in quantita` minori

Share this post


Link to post
Share on other sites

Matteo91

comunque l oro affluisce anche nel 1500 solo in quantita` minori

Ho controllato meglio il libro..effettivamente parla di oro e argento ma si citano solo miniere d'argento..

Probabilmente fa riferimento anche all'oro delle civiltà pre colombiane..

Adesso mi studio un po' di monete: cataloghi o libri? on line trovo qualcosa? io ho il krause ma prima del 600 non ho nulla..

Share this post


Link to post
Share on other sites

rick2

vai su mcsearch.info e cerca escudos , guinea e peca dovresti trovar qualcosa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Matteo91

Ho fatto qualche ricerca sulla moneta da 8 reales.

Mi pare di aver capito che dopo l'introduzione da parte dell'Austria del Guldengroschen, la Spagna decise di coniare nel 1497 la moneta da 8 Reales. Questa moneta si diffuse soprattutto nelle colonie che cominciarono a coniarla grazie alle miniere d'argento.

Il Real de a ocho messicano si diffuse anche in Europa, Asia e soprattutto in America dove circolò fino al 1857 (ma a partire da quando?).

Non ho capito diverse cose; ad esempio: le monete coniate in Spagna circolarono meno nel mondo rispetto a quelle coniate nelle colonie?

Il nominativo "cob" è da riferirsi solo alle monete coniate nelle colonie?

Sarebbe bello trovare le foto degli 8 reales dal 1497 al XVIII secolo.

Le monete coniate nel 600 ho avuto modo di vedere nel Krause che venivano coniate decisamente male. Talvolta pressocchè illegibili.

Immagino sia stato lo stesso nel secolo precedente.

Dal 700 invece la coniazione migliora e credo che da allora cominci la diffusione della moneta in America e nel mondo intero.

Share this post


Link to post
Share on other sites

rick2

allora le monete coniate in spagna o in america latina circolarono ovunque

il nome cob (capo da barra) o maququina si rifereisce solo alle monete coniate su tondelli grezzi e non circolari (in italia li chiamano maltalgliati e son stati emessi anche da napoli messina e milano sotto dominazione spagnola anche se meno rozzi).

uisciva cosi tanto argento che le monete venivano preparate sommariamente e poi battute , spedite poi in giro e venivano rifuse. questo spiega perche nonostante il numero elevato prodotto i cob son piuttosto rari.

il cob viene prodotto fino al 1733 in messico dove dopo vengono installate le presse , fino al 1753 a lima e in guatemala( se non erro) e fino al 1772 a potosi.

tieni presente che il pezzo da 8 inizia a diffondersi con filippo II , quelli precedenti son piuttosto rari ,e di solito producevano i 4 reles.

per quanto riguarda gli stati uniti , il pezzo da 8 e` stata la prima moneta usata tanto e` vero che il dollaro usa lo stesso standard di 27 grammi del pezzo da 8 , addirittura il simbolo $ deriva dalle colonne d ercole con il nastro presenti sui pezzi da 8 emessi tra il 1650 e il 1830

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Matteo91

La discussione è diventata per me molto interessante :) spero lo possa essere anche per altri.

Grazie per aver spiegato un po' più nei dettagli la storia degli 8 reales ;)

Cito da Wikipedia: "Molte monete in circolazione, come dollaro canadese, dollaro statunitense e lo yuan cinese, come la maggior parte delle monete dell'America Latina ed il peso filippino erano inizialmente basati sulle monete da 8 real".

Le zecche invece in cui fu coniata la moneta da 8 Reales dovrebbero essere:Bogotá, Caracas, Nueva Guatemala, Lima, Città del Messico, Popayán, Potosí, Santo Domingo e Santiago.

Edited by Matteo91

Share this post


Link to post
Share on other sites

rick2

Santo domingo emette 10 reales sotto carlo e joanna ma son rarissimi

dimentichi Panama che emette brevemente moneta sotto filippo II , anche se si dibatte l esistenza della zecca.

e le zecche della spagna come madrid siviglia segovia toledo granada valladolid etc

le monete asiatiche anche loro si basano sugli standard del pezzo da 8 visto che i loro sistemi monetari eran basati sull argento

i peso messicani emessi fino al 1900 venivano poi spediti in cina dove circolavano come dollari o peso da 8

Share this post


Link to post
Share on other sites

Matteo91

dimentichi Panama che emette brevemente moneta sotto filippo II , anche se si dibatte l esistenza della zecca.

e le zecche della spagna come madrid siviglia segovia toledo granada valladolid etc

Si intendevo zecche sud americane..Nel krause del 1600 trovo solo 8 reales della zecca di toledo. Fu l'unica del periodo a battere questa moneta?

Esaurito l'argomento 8 reales sarebbe bello raccogliere informazioni anche sulle altre monete che mi hai citato all'inizio: Silver rider e Peca.

Share this post


Link to post
Share on other sites

rick2

i silver rider olandesi venivano emessi dalle 7 provincie olandesi piu` qualche citta

cerca anche li su mcsearch

cerca anche i ducatoni del brabante o delle fiandre

Share this post


Link to post
Share on other sites

Matteo91

qui trovi un po di oro brasiliano per rifarti gli occhi

http://www.sixbid.co...9&cid=28329&s=b

:shok:

Anche queste monete svolsero lo stesso compito degli 8 Reales? me le avevi citate già all'inizio.

Sono contento che la discussione ti abbia coinvolto..

Share this post


Link to post
Share on other sites

rick2

tutte le monete svolgono il compito degli 8 reales , che e` quello tipico della moneta ,mezzo di scambio , unita di conto e riserva di valore

le ultime son monete d oro simili agli 8 escudos spagnoli o dobloni solo che son emesse dal portogallo ma comunque ebbero una grande diffusione.

peccato che non abbia coinvolto piu` persone...... perche` e` una discussione interessante , si vede che c e` troppo interesse per la conservazione e poi aspetti come questi diventano secondari...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Matteo91

peccato che non abbia coinvolto piu` persone...... perche` e` una discussione interessante , si vede che c e` troppo interesse per la conservazione e poi aspetti come questi diventano secondari...

So però di qualcuno che segue la discussione ma preferisce non intervenire perchè l'argomento è tanto interessante quanto complesso..

Magari nei prossimi giorni qualcuno che avrà seguito la discussione avrà avuto modo di fare qualche ricerca e scriverà qualcosa..

Io stesso sono stato molto disordinato in quello che ho scritto, ma era giusto alimentare la discussione :) tanto poi hai fatto ordine tu :P

Adesso mi butto un po' sull'Olanda ;)

Grazie rick2 :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.